Benvenuto, Ospite. Effettua il login oppure registrati.

Topic: Motomondiale 2017  (Letto 8456 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.


Offline mtpgpp

  • Degustatore di ananassi
  • Josè Altafini
  • **
  • Post: 4333
  • Karma: 22
  • Squadra del cuore:
« Risposta #90 il: Settembre 08, 2017, 09:42:48 am »
Apprezzo le tue parole, che presumo per un tifoso di Biaggi non debbano essere facili da pronunciare.
Lasciando fuori come fatto da voi questa parte, e venendo a quanto dici qua su, tieni comunque presente che quando Rossi è andato in Ducati si è portato dietro una decina di persone. Oltre Burgess c'erano anche il tecnico delle sospensioni ed altri del team che erano in punti chiave.
E nonostante ciò la Ducati è rimasta un cancello.
Questo a dimostrazione che i meccanici svolgono un ruolo importante nella messa a punto e nella fase di sviluppo, ma il progetto iniziale viene fatto dagli ingegneri "ai piani alti". Quelli che Rossi non si è portato ne la prima volta in direzione Yamaha, ne la seconda quando è andato in Ducati.
Delle due l'una, se la squadra è fondamentale per vincere, allora perchè non lo ha fatto anche in Ducati? Quindi l'altra opzione che resta è che appunto è importante ma non è tutto.
E la Yamaha del 2004 era tutt'altro che la moto migliore del lotto. La Honda non è dovuta certo ripartire da zero. I meccanici del compagno di squadra di Rossi (Hayden) rimasero lì. E poi tutti i piloti si portano dietro alcune persone fidate. Quindi Biaggi, che prese il posto di Rossi, si sarà portato qualcuno che mi auguro non fosse un chiodo.

Gibernau venne fuori solo l'anno successivo, quando con una moto clienti ma ufficiale del team gresini, soppiantò nelle gerarchie anche Biaggi che era in fase calante.

Per come la vedo io, nel 2004 la moto più forte era la Honda di Biaggi.
Nel 2005 forse Yamaha un pò superiore, ma non possiamo averne la certezza perchè per quanto buoni piloti, parere mio personale, Biaggi e Gibernau non erano un granchè se paragonati ai vari Marquez, Stoner, Lorenzo che vennero pochi anni dopo.

Quindi Valentino ha vinto con la moto non più forte del lotto.
Poi ovvio, se fosse salito sulla Suzuki non avrebbe vinto, ma è lo stesso discorso che si può fare oggi per i piloti di punta. Lo stesso Marquez su Aprilia o Suzuki non andrebbe lontano.
Quando è andato in Ducati la moto non era un cancello l'ha resa un cancello imponendo uno sviluppo opposto all'anima  della moto cosa non fatta in Yamaha che già andava nella sua direzione.
La Ducati veniva da 3 vittorie nelle ultime 6 gare dell'anno prima e 4 vittorie quello precedente e lui ci ha fatto 1 podio in 2 anni. Lorenzo già si è adattato meglio ad esempio e soprattutto nn stanno snaturando la moto come fatto con Rossi ma è il pilota che si adatta ad una moto diversa ma competitiva.
 

Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk


    Offline chuck

    • Salvatore Bagni
    • *
    • Post: 486
    • Karma: 2
    • Squadra del cuore:
    « Risposta #91 il: Settembre 08, 2017, 10:42:13 am »
    Quando è andato in Ducati la moto non era un cancello l'ha resa un cancello imponendo uno sviluppo opposto all'anima  della moto cosa non fatta in Yamaha che già andava nella sua direzione.
    La Ducati veniva da 3 vittorie nelle ultime 6 gare dell'anno prima e 4 vittorie quello precedente e lui ci ha fatto 1 podio in 2 anni. Lorenzo già si è adattato meglio ad esempio e soprattutto nn stanno snaturando la moto come fatto con Rossi ma è il pilota che si adatta ad una moto diversa ma competitiva.
     

    Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk


    Dalle tue parole si evince che sei un ducatista e magari anche simpatizzante di Lorenzo.
    Solo i ducatisti parlano così della storia.
    Nulla di male per carità, i gusti sono gusti.
    Ma dimmi.. chi le ha fatte quelle vittorie?
    Forse l'unico pilota che è stato in grado di vincere il mondiale con Ducati? (In un anno in cui però bisogna tener conto che le Bridgestone da sole davano almeno mezzo secondo di vantaggio sulla concorrenza).
    L'unico che ha sempre saputo guidarla sopra i problemi mentre i suoi compagni di squadra finivano puntualmente a terra massacrati dalle cadute?
    Eh si.. perchè stiamo parlando di Stoner, quindi non il primo che passa.

    Rammento ancora Melandri che nel 2008 scese da quella moto con gli incubi (e diverse fratture).
    Gibernau ha detto ciao ciao alla carriera dopo esserci salito.
    Crutchlow pure se ne è andato sbattendo la porta.
    Capirossi è un discorso a parte, parliamo di uno che con la 500 lottava con chi aveva le 1000 motogp e qualche gara l'ha vinta, ma parliamo degli albori della categoria. E comunque da compagno di squadra di Stoner neanche riuscì più a vincere gran premi.

    Quindi ribadisco. La ducati era un cancello. Un cancello che in alcune piste in cui ci sono rettilinei da oltre un chilometro era favorita. Il problema sorge(va) quando c'erano le curve.. ma dico.. ti pare mai possibile che in un tracciato debbano mettere le curve?
    E l'unico in grado di guidarla era Stoner. O hai dimenticato che lui vinceva ed il miglior compagno di marca arrivava nelle retrovie dopo il decimo posto?

    Fare il paragone tra la Ducati dell'epoca e quella odierna è fuori luogo. Da allora è cambiato tutto e questa moto è molto più vicina alle giapponesi di quanto non lo fosse l'altra.
    Via Preziosi, dentro Dall'Igna, come ha già spiegato ottimamente Danceofdeath. Ed è cambiato tutto.

    D'altro canto se anche i piloti della scuderia satellite sono competitivi, qualcosa dovrà pur significare.
    L'unico che non lo è, è Lorenzo.

    Su di lui, secondo me è sbagliato dire che si sia adattato meglio di Rossi. A meno che vederlo nelle retrovie mentre il compagno di squadra domina non significhi essersi adattati.
    All'epoca di Rossi andavano tutti male. Non è che lui fosse l'unico. Peccato non poter avere la controprova, ma da uno che negli anni scorsi si è messo a piangere anche perchè gli si era appannata la visiera del casco, non mi aspetto molto, mi sarebbe piaciuto vederlo sulla ducati 2011. Altro che decimo...
    Era arrivato come quello che doveva stracciare tutti, strapagato, e sta dimostrando che (lui si) senza un mezzo perfetto non vale i 5 titoli mondiali che si ritrova in tasca (di cui uno rubato grazie a Marquez).
    Ma questa è una cosa che si sapeva già, solo chi tifa per lui non se ne era accorto.
    Io penso che se al posto suo sull'ufficiale ci fosse stato ancora Iannone, o magari Petrucci (che si, è vero, ha moto 2017 ma in team satellite - sempre per il discorso meccanici ) ora in classifica sarebbero primo e secondo e non primo e settordicimilesimo.
    Massima stima per Dovizioso, che lavorando senza far rumore sta raccogliendo i risultati di quanto fatto. E lui si, guida una moto che non sempre è perfetta ma riesce a farlo bene.

    Ma sono gusti eh. Il mondo è bello perchè vario. ;)
    « Ultima modifica: Settembre 08, 2017, 10:49:00 am da chuck »

      Offline chuck

      • Salvatore Bagni
      • *
      • Post: 486
      • Karma: 2
      • Squadra del cuore:
      « Risposta #92 il: Settembre 08, 2017, 10:58:17 am »
      allora io non voglio assolutamente dire che rossi ha vinto senza meriti propri, che sarebbe assurdo, dico che ha vinto subito perchè è riuscito a portarsi dietro non solo il proprio box, come fanno tutti, ma praticamente l'intero team hrc lato pista (quelli che lavoravano sulle moto direttamente e non in laboratorio/fabbrica). il box di hayden rimase invariato è vero, ma appunto quella era la moto da battere, e finì ottavo, a dimostrazione della confusione lasciata e inoltre hrc supportò con moto ufficiali anche il team gresini di gibernau ed edwards, soprattutto il secondo una presenza importantissima ai nastri di partenza. e il team gresini, forte dell'affiatamento degli anni fece meglio del team repsol nel complesso, biaggi riuscì a piazzarsi tra i due piloti gresini, ma a fatica perdendo man mano il duello nello sviluppo durante la stagione non solo rispetto a yamaha ma anche appunto a gresini. Gibernau quell'anno già esplose, infatti finì secondo.
      Tutto questo fa per me yamaha la moto migliore del lotto, insieme a honda ma non sotto honda nel complesso.
      poi opinioni per carità, ma a me sembra evidente che il gap di mezzo non è mai stato enorme e si è colmato ben prima di metà stagione. checa e hayen non riuscivano entrambi a tenere il ritmo dei compagni facendo figuracce simili d'altronde, honda e yamaha


      Come dici tu sono opinioni.
      Secondo me i meccanici da soli non bastano.
      E Yamaha non era forte quanto Honda all'inizio.
      Se poi nello sviluppo l'ha raggiunta a metà campionato, allora bisogna dare merito a quei meccanici ma anche a Rossi che ha dato le indicazioni, come le dava in Honda. Ma allo stesso tempo bisogna ammettere i demeriti di chi stava in Honda che non è riuscito a fare altrettanto nello sviluppo.
      Cioè, capisco lo smarrimento iniziale, ma stiamo parlando di professionisti.
      Anche l'ingegnere della moto più scarsa, si presume abbia comunque maggiori competenze di giggin o parcheggiatore abusivo. Spero  :look:

      Poi proprio a dimostrazione che si tratta di punti di vista.. c'era Barros, appena sceso dalla Yamaha che sostenne che Valentino vinceva grazie al lavoro fatto da lui nell'anno precedente (in cui non rammento quante cadute collezionò  :look: )

      Edit: ho controllato e nel 2004 Biaggi aveva moto ufficiale, ma non Repsol. Era ancora nel team Pons.
      Sulla Repsol c'era Barros.
      Per correttezza lo scrivo, anche se il senso di quello che dicevo non cambia. Si trattava comunque di moto ufficiale come quella di Gibernau e per entrambi non c'era la scusante del cambio meccanici.
      « Ultima modifica: Settembre 08, 2017, 11:05:57 am da chuck »

        Offline mtpgpp

        • Degustatore di ananassi
        • Josè Altafini
        • **
        • Post: 4333
        • Karma: 22
        • Squadra del cuore:
        « Risposta #93 il: Settembre 08, 2017, 11:24:59 am »

        Dalle tue parole si evince che sei un ducatista e magari anche simpatizzante di Lorenzo.
        Solo i ducatisti parlano così della storia.
        Nulla di male per carità, i gusti sono gusti.
        Ma dimmi.. chi le ha fatte quelle vittorie?
        Forse l'unico pilota che è stato in grado di vincere il mondiale con Ducati? (In un anno in cui però bisogna tener conto che le Bridgestone da sole davano almeno mezzo secondo di vantaggio sulla concorrenza).
        L'unico che ha sempre saputo guidarla sopra i problemi mentre i suoi compagni di squadra finivano puntualmente a terra massacrati dalle cadute?
        Eh si.. perchè stiamo parlando di Stoner, quindi non il primo che passa.

        Rammento ancora Melandri che nel 2008 scese da quella moto con gli incubi (e diverse fratture).
        Gibernau ha detto ciao ciao alla carriera dopo esserci salito.
        Crutchlow pure se ne è andato sbattendo la porta.
        Capirossi è un discorso a parte, parliamo di uno che con la 500 lottava con chi aveva le 1000 motogp e qualche gara l'ha vinta, ma parliamo degli albori della categoria. E comunque da compagno di squadra di Stoner neanche riuscì più a vincere gran premi.

        Quindi ribadisco. La ducati era un cancello. Un cancello che in alcune piste in cui ci sono rettilinei da oltre un chilometro era favorita. Il problema sorge(va) quando c'erano le curve.. ma dico.. ti pare mai possibile che in un tracciato debbano mettere le curve?
        E l'unico in grado di guidarla era Stoner. O hai dimenticato che lui vinceva ed il miglior compagno di marca arrivava nelle retrovie dopo il decimo posto?

        Fare il paragone tra la Ducati dell'epoca e quella odierna è fuori luogo. Da allora è cambiato tutto e questa moto è molto più vicina alle giapponesi di quanto non lo fosse l'altra.
        Via Preziosi, dentro Dall'Igna, come ha già spiegato ottimamente Danceofdeath. Ed è cambiato tutto.

        D'altro canto se anche i piloti della scuderia satellite sono competitivi, qualcosa dovrà pur significare.
        L'unico che non lo è, è Lorenzo.

        Su di lui, secondo me è sbagliato dire che si sia adattato meglio di Rossi. A meno che vederlo nelle retrovie mentre il compagno di squadra domina non significhi essersi adattati.
        All'epoca di Rossi andavano tutti male. Non è che lui fosse l'unico. Peccato non poter avere la controprova, ma da uno che negli anni scorsi si è messo a piangere anche perchè gli si era appannata la visiera del casco, non mi aspetto molto, mi sarebbe piaciuto vederlo sulla ducati 2011. Altro che decimo...
        Era arrivato come quello che doveva stracciare tutti, strapagato, e sta dimostrando che (lui si) senza un mezzo perfetto non vale i 5 titoli mondiali che si ritrova in tasca (di cui uno rubato grazie a Marquez).
        Ma questa è una cosa che si sapeva già, solo chi tifa per lui non se ne era accorto.
        Io penso che se al posto suo sull'ufficiale ci fosse stato ancora Iannone, o magari Petrucci (che si, è vero, ha moto 2017 ma in team satellite - sempre per il discorso meccanici ) ora in classifica sarebbero primo e secondo e non primo e settordicimilesimo.
        Massima stima per Dovizioso, che lavorando senza far rumore sta raccogliendo i risultati di quanto fatto. E lui si, guida una moto che non sempre è perfetta ma riesce a farlo bene.

        Ma sono gusti eh. Il mondo è bello perchè vario. ;)
        Tifoso in generale delle moto italiane, se vince Aprilia per me va benissimo lo stesso.
        Dei piloti anche in f1 sempre fregato poco.
        Dalle tue parole Stoner sarebbe il pilota più forte della sua generazione l'unico capace di vincere con 2 moto agli opposti Ducati ed honda.....
        L'anno pria di Rossi il povero Hayden ( pilota costante ma non nei primi 5/6 della sua generazione) 1 podio e vari 4/5 posti lì ha fatti la moto se ci si adattava non era più da mondiale forse ma da competere per vincere in circa metà dei circuiti sì.
        Dopo la scelta di andare verso la guida alla Rossi hanno rovinato una ottima moto.
        Lorenzo si sta adattando (molto) lentamente alla moto ma è già spesso ai piedi del podio cosa che al Valentino di allora riusciva solo con pioggia ecc.
        La fortuna di Lorenzo è che hanno imparato dal passato e Non adattato la moto a lui e i risultati degli altri (che già conoscono la moto) confermano che la strada è quella giusta.
        Non è detto si adatti al 100% ma la Ducati non ha le risorse dei nippo non può stravolgersi deve seguire la sua strada perché se segue quella classica arriverà sempre dietro quelli con più risorse con la strada diversa può sperare


        Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk


          Online DanceOfDeath

          • Degustatore di ananassi
          • Giuseppe Bruscolotti
          • ****
          • Post: 15892
          • Karma: 160
          • Sesso: Maschio
          • Squadra del cuore:
          « Risposta #94 il: Settembre 08, 2017, 11:36:28 am »
          Quando è andato in Ducati la moto non era un cancello l'ha resa un cancello imponendo uno sviluppo opposto all'anima  della moto cosa non fatta in Yamaha che già andava nella sua direzione.
          La Ducati veniva da 3 vittorie nelle ultime 6 gare dell'anno prima e 4 vittorie quello precedente e lui ci ha fatto 1 podio in 2 anni. Lorenzo già si è adattato meglio ad esempio e soprattutto nn stanno snaturando la moto come fatto con Rossi ma è il pilota che si adatta ad una moto diversa ma competitiva.
           

          Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk
          Tifoso in generale delle moto italiane, se vince Aprilia per me va benissimo lo stesso.
          Dei piloti anche in f1 sempre fregato poco.
          Dalle tue parole Stoner sarebbe il pilota più forte della sua generazione l'unico capace di vincere con 2 moto agli opposti Ducati ed honda.....
          L'anno pria di Rossi il povero Hayden ( pilota costante ma non nei primi 5/6 della sua generazione) 1 podio e vari 4/5 posti lì ha fatti la moto se ci si adattava non era più da mondiale forse ma da competere per vincere in circa metà dei circuiti sì.
          Dopo la scelta di andare verso la guida alla Rossi hanno rovinato una ottima moto.
          Lorenzo si sta adattando (molto) lentamente alla moto ma è già spesso ai piedi del podio cosa che al Valentino di allora riusciva solo con pioggia ecc.
          La fortuna di Lorenzo è che hanno imparato dal passato e Non adattato la moto a lui e i risultati degli altri (che già conoscono la moto) confermano che la strada è quella giusta.
          Non è detto si adatti al 100% ma la Ducati non ha le risorse dei nippo non può stravolgersi deve seguire la sua strada perché se segue quella classica arriverà sempre dietro quelli con più risorse con la strada diversa può sperare


          Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk

          :stralol:


          Ma cosa stai dicendo? La ducati di adesso non c'entra niente con quella di qualche anno fa :asd: Preziosi aveva un concetto tutto suo di moto che non funzionava se non con Stoner per tutti i restanti piloti era una catastrofe ad ogni Gp. Rossi ha cercato di dare un input tecnico diverso ma Preziosi era sordo da quell'orecchio e quella moto anche negli anni successivi non ha accocchiato niente finchè non è arrivato Dall'Igna a stravolgere completamente il progetto e cosi sono arrivati i primi risultati. Certo che l'antirossismo è proprio una brutta cosa :look:

          Lorenzo si sta adeguando ma prende certe scoppole da un pilota pagato 20 volte meno di quello che prende lui :stralol:
          « Ultima modifica: Settembre 08, 2017, 11:40:03 am da DanceOfDeath »

            Offline Ford Perfect

            • A un bivio, nel dubbio, vai dritto!
            • Degustatore di ananassi
            • Diego Armando Maradona
            • *****
            • Post: 58410
            • Karma: 1711
            • Sesso: Maschio
            • Deus Ex Moto
            • Squadra del cuore:
            « Risposta #95 il: Settembre 08, 2017, 11:48:21 am »

            Come dici tu sono opinioni.
            Secondo me i meccanici da soli non bastano.
            E Yamaha non era forte quanto Honda all'inizio.
            Se poi nello sviluppo l'ha raggiunta a metà campionato, allora bisogna dare merito a quei meccanici ma anche a Rossi che ha dato le indicazioni, come le dava in Honda. Ma allo stesso tempo bisogna ammettere i demeriti di chi stava in Honda che non è riuscito a fare altrettanto nello sviluppo.
            Cioè, capisco lo smarrimento iniziale, ma stiamo parlando di professionisti.
            Anche l'ingegnere della moto più scarsa, si presume abbia comunque maggiori competenze di giggin o parcheggiatore abusivo. Spero  :look:

            Poi proprio a dimostrazione che si tratta di punti di vista.. c'era Barros, appena sceso dalla Yamaha che sostenne che Valentino vinceva grazie al lavoro fatto da lui nell'anno precedente (in cui non rammento quante cadute collezionò  :look: )

            Edit: ho controllato e nel 2004 Biaggi aveva moto ufficiale, ma non Repsol. Era ancora nel team Pons.
            Sulla Repsol c'era Barros.
            Per correttezza lo scrivo, anche se il senso di quello che dicevo non cambia. Si trattava comunque di moto ufficiale come quella di Gibernau e per entrambi non c'era la scusante del cambio meccanici.

            ma chi ha mai detto che rossi non ci mettesse il suo infatti?
            però se ti porti il team che ha vinto una quindicina di mondiali tra te e i piloti prima di te ovviamente non puoi essere considerato tu il principale artefice dei successi dal punto di vista del mezzo. se honda senza quei professionisti, nonostante una distribuzione di moto ufficiali senza precedenti, non riesce a fare lo sviluppo che con quel team aveva sempre fatto qualche merito lo avranno. tu vuoi dire solo rossi, fai pure, ma ti illudi secondo me. dal punto di vista motore l'apporto di rossi in mezzo a quel ben di dio era minimo. era massimo invece nel portare la moto al limite, nell'evidenziare subito ed individuare le criticità insomma un lavoro importantissimo, al di là della gara, ma il progresso del mezzo per me è per la stragrande maggioranza del team.

            tra l'altro buona parte del setup e della preparazione della stagione non fu fatta da rossi, cui la honda impedì fino alla fine dell'anno, come da contratto, di guidare altre moto....
            ou kalon esti to kalon, alla kalon, kalon, kalon

            Assioma di Cole: l'intelligenza nel mondo è una costante.... la popolazione è in aumento.

            FORZA NAPOLI!!!!!!

              Offline chuck

              • Salvatore Bagni
              • *
              • Post: 486
              • Karma: 2
              • Squadra del cuore:
              « Risposta #96 il: Settembre 08, 2017, 11:52:56 am »
              @motogpp

              dance ti ha già risposto come meglio non avrei potuto fare. :love: :love:


              L'unica cosa che posso aggiungere è che al di la di chi siano coloro a cui tengo, cerco di guardare le cose con onestà intellettuale.
              Se uno per cui tifo fa una cazzata non ho problemi a dirlo. Se uno che non sopporto fa una bella cosa, lo ammetto.

              Detto ciò, no, non reputo stoner il pilota più forte di tutti i tempi, ma è l'evidenza che mostra che si tratta dell'unico che sia riuscito ad adattarsi alla ducati-cancello.
              In Honda ha vinto con la moto migliore.
              Stoner era un ottimo pilota come velocità pura, probabilmente anche meglio di Marquez, ma peccava in carattere, cosa che bisogna ammettere Marquez invece possiede.


                Online DanceOfDeath

                • Degustatore di ananassi
                • Giuseppe Bruscolotti
                • ****
                • Post: 15892
                • Karma: 160
                • Sesso: Maschio
                • Squadra del cuore:
                « Risposta #97 il: Settembre 08, 2017, 12:00:56 pm »
                ma chi ha mai detto che rossi non ci mettesse il suo infatti?
                però se ti porti il team che ha vinto una quindicina di mondiali tra te e i piloti prima di te ovviamente non puoi essere considerato tu il principale artefice dei successi dal punto di vista del mezzo. se honda senza quei professionisti, nonostante una distribuzione di moto ufficiali senza precedenti, non riesce a fare lo sviluppo che con quel team aveva sempre fatto qualche merito lo avranno. tu vuoi dire solo rossi, fai pure, ma ti illudi secondo me. dal punto di vista motore l'apporto di rossi in mezzo a quel ben di dio era minimo. era massimo invece nel portare la moto al limite, nell'evidenziare subito ed individuare le criticità insomma un lavoro importantissimo, al di là della gara, ma il progresso del mezzo per me è per la stragrande maggioranza del team.

                tra l'altro buona parte del setup e della preparazione della stagione non fu fatta da rossi, cui la honda impedì fino alla fine dell'anno, come da contratto, di guidare altre moto....
                Si ma i suggerimenti al team su come e su cosa intervenire li da il pilota :look: Grosso modo siamo d'accordo su tutto tranne sul fatto dello sviluppo della moto :look: Rossi è un ottimo collaudatore cosi come Dovizioso, anche quando c'era Lorenzo era lui che dava le direttive al team sullo sviluppo :sisi:

                @motogpp

                dance ti ha già risposto come meglio non avrei potuto fare. :love: :love:


                L'unica cosa che posso aggiungere è che al di la di chi siano coloro a cui tengo, cerco di guardare le cose con onestà intellettuale.
                Se uno per cui tifo fa una cazzata non ho problemi a dirlo. Se uno che non sopporto fa una bella cosa, lo ammetto.

                Detto ciò, no, non reputo stoner il pilota più forte di tutti i tempi, ma è l'evidenza che mostra che si tratta dell'unico che sia riuscito ad adattarsi alla ducati-cancello.
                In Honda ha vinto con la moto migliore.
                Stoner era un ottimo pilota come velocità pura, probabilmente anche meglio di Marquez, ma peccava in carattere, cosa che bisogna ammettere Marquez invece possiede.



                Io non capisco perchè alterare i fatti o vivere in un'altra realtà :look: Certe cose sono cosi evidenti che faccio fatica a comprendere come si possa dire il contrario :look:

                Detto ciò, domenica si va a Misano a tifare il Dovi :sisi:

                  Offline mtpgpp

                  • Degustatore di ananassi
                  • Josè Altafini
                  • **
                  • Post: 4333
                  • Karma: 22
                  • Squadra del cuore:
                  « Risposta #98 il: Settembre 08, 2017, 12:03:58 pm »
                  Certo che la Ducati di oggi è diversa da quella di allora ma è ancora una moto che segue la sua strada, diversa da quella dei giappo.
                  Io Lorenzo non l'avrei preso a quei soldi ma  forse pensavano di essere più indietro e avevano un piano biennale per arrivare con Lorenzo il prossimo anno dove sono oggi con dovi. Poi ci sono anche altri fattori economici (ritorno su sponsor e vendite) che non so valutare magari ci guadagnano Cmqe.
                  Non sono anti nessuno, i piloti mi interessano poco e quando era in Ducati tifavo per lui come per gli altri.
                  La colpa non è neanche sua se hanno creato ai tempi un mostro a 2 teste con pilota e meccanici in una direzione e progetto nell'altro.
                  Mi limito a dire che l'anno prima quando andavano tutti nella stessa direzione la moto andava e che se seguono la direzione dei giappo le prenderanno sempre perché quello i giappo lo sanno fare meglio e con più soldi.
                  Questa volta questo errore non l'hanno fatto ed hanno piloti di "contorno" più forti di allora che li rafforzano nella decisione.
                  Con i suoi limiti per forza o scelta Lorenzo la strada di guida alla Ducati sta provando a prenderla il Rossi di allora no andava per la sua strada.
                  Con la Ducati prima di Rossi hanno vinto gare anche Bayliss e capirossi poi dopo l'ibrido Rossi hanno ricostruito in un paio di anni una moto nuova sempre diversa dagli altri nuovamente capace di vincere qualche gara e fare un po' di podi e dopo 2 anni così finalmente sono tornati in corsa per il mondiale con un ottimo pilota che non è un campionissimo ma che conosce bene la moto ma che negli anni con iannone era più costante ma anche un po' più lento dello stesso.

                  Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk


                    Offline chuck

                    • Salvatore Bagni
                    • *
                    • Post: 486
                    • Karma: 2
                    • Squadra del cuore:
                    « Risposta #99 il: Settembre 08, 2017, 12:04:02 pm »
                    ma chi ha mai detto che rossi non ci mettesse il suo infatti?
                    però se ti porti il team che ha vinto una quindicina di mondiali tra te e i piloti prima di te ovviamente non puoi essere considerato tu il principale artefice dei successi dal punto di vista del mezzo. se honda senza quei professionisti, nonostante una distribuzione di moto ufficiali senza precedenti, non riesce a fare lo sviluppo che con quel team aveva sempre fatto qualche merito lo avranno. tu vuoi dire solo rossi, fai pure, ma ti illudi secondo me. dal punto di vista motore l'apporto di rossi in mezzo a quel ben di dio era minimo. era massimo invece nel portare la moto al limite, nell'evidenziare subito ed individuare le criticità insomma un lavoro importantissimo, al di là della gara, ma il progresso del mezzo per me è per la stragrande maggioranza del team.

                    tra l'altro buona parte del setup e della preparazione della stagione non fu fatta da rossi, cui la honda impedì fino alla fine dell'anno, come da contratto, di guidare altre moto....

                    Guarda io non mi illudo di nulla e nulla mi entra in tasca.
                    E' un pò come la storia che i tifosi di Biaggi pensano ad un confronto con Rossi. Una cosa che per come la vedo io non sta ne in cielo ne in terra. Biaggi era un ottimo pilota, ma non un fuoriclasse.
                    Ma non voglio buttarla in caciara perchè ognuno di noi rimarrebbe della sua opinione dopo decine di post e contro post.

                    Io dico che sicuramente è importante il contributo dei tecnici perchè senza di essi si perde tanto. Guarda lo stesso Rossi, quando ha licenziato Burgess ed ha preso Galbusera ha fatto uno step in avanti (anche perchè il primo era bravo, ma di elettronica ci capiva poco e fosse stato per lui Rossi era finito e doveva ritirarsi già nel 2014).
                    Ma alla fine non sono i tecnici che salgono sulla moto ma il pilota.
                    Ci sono piloti capaci di guidare sopra i problemi (Marquez, il Valentino di 15 anni fa, Stoner in ducati) e piloti che non ci riescono. E non c'è tecnico che tenga.

                    Io dico solo che svilire le vittorie di rossi bollandole come "fatte con la moto migliore" serve a poco.
                    In fin dei conti non vince sempre la moto migliore? Poi magari il pilota ci mette un pò del suo.
                    Prendiamo lo scorso anno. All'inizio sembrava non esserci storia ed essere una cosa a due tra i piloti Yamaha. Ma Marquez ha avuto un pò di culo con le cadute degli altri due e nella seconda parte dell'anno grazie anche ai miglioramenti tecnici ha vinto.
                    Vittoria del pilota o della moto?
                    Secondo me entrambi.
                    Perchè Yamaha era a livello di Honda e se avesse vinto il mondiale sfido a trovare detrattori.
                    Lo stesso discorso vale per la Yamaha di Valentino. All'inizio era inferiore, poi è migliorata, arrivando a pari della Honda.
                    A pari, non superiore.
                    Quindi la differenza l'ha fatta lui.
                    E comunque... chi ha dato le indicazioni sulla via da seguire per lo sviluppo? Lui.
                    In Honda chi ha dato le indicazioni per lo sviluppo?
                    Sempre lui.
                    O vorrai dirmi che per la honda motogp è sempre stato grazie alla 500cc di Doohan che ha vinto?
                    E quando sono passati da 1000 a 800 di cilindrata chi ha dato le indicazioni?
                    E nel nuovo passaggio da 800 a 1000?
                    Quindi le due cose sono legate.
                    Un pò come quando ci si domanda (parlando di f1) cosa sarebbe accaduto se la ferrari e schumacher non avessero unito le loro strade.
                    Ti rispondo come fece Jean Todt : la Ferrari senza Schumacher avrebbe vinto meno e Schumacher senza Ferrari avrebbe vinto meno.

                    Sul setup condivido che all'inizio la moto non c'entrava con Rossi. Infatti nelle prime gare Yamaha era inferiore. Poi nei mesi con le sue indicazioni migliorò.

                      Offline mtpgpp

                      • Degustatore di ananassi
                      • Josè Altafini
                      • **
                      • Post: 4333
                      • Karma: 22
                      • Squadra del cuore:
                      « Risposta #100 il: Settembre 08, 2017, 12:08:05 pm »
                      Si ma i suggerimenti al team su come e su cosa intervenire li da il pilota :look: Grosso modo siamo d'accordo su tutto tranne sul fatto dello sviluppo della moto :look: Rossi è un ottimo collaudatore cosi come Dovizioso, anche quando c'era Lorenzo era lui che dava le direttive al team sullo sviluppo :sisi:

                      Io non capisco perchè alterare i fatti o vivere in un'altra realtà :look: Certe cose sono cosi evidenti che faccio fatica a comprendere come si possa dire il contrario :look:

                      Detto ciò, domenica si va a Misano a tifare il Dovi :sisi:
                      Quale FATTO avrei alterato?
                      I fatti nello sport sono i risultati, perché avvengono li stessi sono opinioni ed interpretazioni

                      Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk


                        Offline chuck

                        • Salvatore Bagni
                        • *
                        • Post: 486
                        • Karma: 2
                        • Squadra del cuore:
                        « Risposta #101 il: Settembre 08, 2017, 12:09:43 pm »

                        Io non capisco perchè alterare i fatti o vivere in un'altra realtà :look: Certe cose sono cosi evidenti che faccio fatica a comprendere come si possa dire il contrario :look:

                        Detto ciò, domenica si va a Misano a tifare il Dovi :sisi:

                        Perdonami, il tuo è un quote in cui rafforzi il mio parere o intendi che io avrei alterato le cose ?  :mmm: Opterei per la prima, ma non si sa mai, meglio domandare  :look:



                        Si ovviamente domenica si tifa Dovi.
                        Il mondiale sarebbe meritatissimo per quello che ha dimostrato in questi anni, soprattutto quello attuale e concludere la carriera in bellezza.
                        Perchè come ho già scritto da qualche altra parte, secondo me se vince, fa una cosa in stile Rosberg.  :look:

                          Offline chuck

                          • Salvatore Bagni
                          • *
                          • Post: 486
                          • Karma: 2
                          • Squadra del cuore:
                          « Risposta #102 il: Settembre 08, 2017, 12:14:14 pm »
                          Quale FATTO avrei alterato?
                          I fatti nello sport sono i risultati, perché avvengono li stessi sono opinioni ed interpretazioni

                          Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk

                          Per esempio che Rossi avrebbe snaturato la Ducati e quella attuale no?  :look:
                          Se tu mi assumi per vincere devi seguire le mie indicazioni. Fare una cosa "mezzo e mezzo" scontenta te e scontenta me.
                          Dall'Igna questo ha fatto, ha messo su un progetto con una moto più giappo rispetto al passato, più guidabile, mettendo da parte le remore dei ducatisti che volevano mantenere le caratteristiche che a nulla portavano in fatto di vittorie.

                          O anche il dire che la ducati ante rossi fosse una moto competitiva.

                          O che Lorenzo si stia adattando bene.  :look: Non è un rookie. E'uno pagato una barca di soldi.  :look:

                            Online DanceOfDeath

                            • Degustatore di ananassi
                            • Giuseppe Bruscolotti
                            • ****
                            • Post: 15892
                            • Karma: 160
                            • Sesso: Maschio
                            • Squadra del cuore:
                            « Risposta #103 il: Settembre 08, 2017, 12:15:10 pm »
                            Perdonami, il tuo è un quote in cui rafforzi il mio parere o intendi che io avrei alterato le cose ?  :mmm: Opterei per la prima, ma non si sa mai, meglio domandare  :look:



                            Si ovviamente domenica si tifa Dovi.
                            Il mondiale sarebbe meritatissimo per quello che ha dimostrato in questi anni, soprattutto quello attuale e concludere la carriera in bellezza.
                            Perchè come ho già scritto da qualche altra parte, secondo me se vince, fa una cosa in stile Rosberg.  :look:
                            No era per rafforzare ciò che avevi detto :look:

                            Mah, io non credo che faccia come Rosberg, ci ha impiegato anni a mettere a posto quella moto e sul più bello molli? Non credo dai :look:

                              Online DanceOfDeath

                              • Degustatore di ananassi
                              • Giuseppe Bruscolotti
                              • ****
                              • Post: 15892
                              • Karma: 160
                              • Sesso: Maschio
                              • Squadra del cuore:
                              « Risposta #104 il: Settembre 08, 2017, 12:26:56 pm »
                              Quale FATTO avrei alterato?
                              I fatti nello sport sono i risultati, perché avvengono li stessi sono opinioni ed interpretazioni

                              Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk
                              Ti faccio una domanda sola. Hai mai guidato una moto? :look:

                                 

                                SimplePortal 2.3.7 © 2008-2020, SimplePortal