Benvenuto, Ospite. Effettua il login oppure registrati.

Topic: Il fantastico mondo del doppiaggio  (Letto 7712 volte)

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.


Online ABRAXAS_KMS_PANDA

  • Degustatore di ananassi
  • Edinson Cavani
  • ****
  • Post: 11017
  • Karma: 54
  • Squadra del cuore:
« Risposta #45 il: Maggio 23, 2017, 14:00:04 pm »
Il cinema non nasce per insegnare l'inglese.

Inviato dal mio SM-A510F utilizzando Tapatalk

Ma nemmeno per fare le traduzioni a cazzo, nasce per esigenze artistiche espressive di uno o più autori che vengono sconvolte puntualmente dal doppiaggio nel 99% dei casi

    Online Arch Stanton

    • Degustatore di ananassi
    • Edinson Cavani
    • ****
    • Post: 11529
    • Karma: 183
    • Squadra del cuore:
    « Risposta #46 il: Maggio 23, 2017, 14:13:26 pm »
    una soluzione potrebbe essere quella di lasciare qualche sala per la visione in lingua originale e trasmettere serie e film  con la doppia opzione come fa sky, non credo che col digitale sia un problema.
    D'altra parte sta un sacco di gente che campa col doppiaggio e non li puoi mandare in mezzo alla strada per fare i puristi della lingua originale

      Online ABRAXAS_KMS_PANDA

      • Degustatore di ananassi
      • Edinson Cavani
      • ****
      • Post: 11017
      • Karma: 54
      • Squadra del cuore:
      « Risposta #47 il: Maggio 23, 2017, 14:14:31 pm »
      LA soluzione più giusta sarebbe che i cinema lasciassero qualche sala per la visione in lingua originale e le serie e i film tv fossero trasmessi con la doppia opzione come fa sky, non credo che col digitale sia un problema.
      D'altra parte sta un sacco di gente che campa col doppiaggio e non li puoi mandare in mezzo alla strada per fare i puristi della lingua originale

      se arrivano a 50 so assai... :asd: :asd: :asd: :asd:   IMHO lo bandirei proprio e amen; vedo solo vantaggi

        Offline antonioc

        • Gianfranco Zola
        • **
        • Post: 1145
        • Karma: 7
        • Sesso: Maschio
        • Squadra del cuore:
        « Risposta #48 il: Maggio 23, 2017, 14:14:35 pm »
        Posizioni troppo drastiche.
        Vero che parte del lavoro dell'attore è legato alla voce, ma il film va anche visto. I sottotitoli distolgono l'attenzione e alla fine il film o il telefilm te lo sei letto e ti sei perso la metà delle scene.
        Inoltre voi ragionate solo sull'inglese, ma delle inflessioni vocali di un cinese, un turco o un finlandese ci faccio la birra se non ho alcuna idea della parola a cui sono legate.
        Altrettanto per le poesie, per Marcel Proust o per la letteratura in generale. Se conosco un poco la lingua originale posso provare a leggerla direttamente ma quante finezze mi perderei? E se il libro è in ungherese?

        Quindi libertà di scelta per tutti, viva il doppiaggio, sarebbe meglio fosse di maggiore qualità specie per le serie tv, ma non si può abolire.
        Peraltro i bambini non possono seguire i sottotitoli, come fai coi cartoni?
        Infatti si dovrebbero guardare anche senza sottotitoli :look: È la pretesa di fondo di voler capire e conoscere tutto ciò che ha prodotto un'altra cultura che risulta velleitaria;  anche per gli stranieri film italiani come quelli di Totò e Alberto Sordi saranno pre sempre preclusi. Per quanto riguarda i libri invece di leggere Proust potresti leggere Alberto Moravia, e ai bambini dare un libro di Gianni Rodari invece di fargli vedere il cartone doppiato (spesso in modo indecente) da Mediaset :look:

          Online ABRAXAS_KMS_PANDA

          • Degustatore di ananassi
          • Edinson Cavani
          • ****
          • Post: 11017
          • Karma: 54
          • Squadra del cuore:
          « Risposta #49 il: Maggio 23, 2017, 14:16:05 pm »
          Infatti si dovrebbero guardare anche senza sottotitoli :look: È la pretesa di fondo di voler capire e conoscere tutto ciò che ha prodotto un'altra cultura che risulta velleitaria;  anche per gli stranieri film italiani come quelli di Totò e Alberto Sordi saranno pre sempre preclusi. Per quanto riguarda i libri invece di leggere Proust potresti leggere Alberto Moravia, e ai bambini dare un libro di Gianni Rodari invece di fargli vedere il cartone doppiato (spesso in modo indecente) da Mediaset :look:

          noooo s'hanna leggere il piccolo principe.. o si devono vedere le favole riadattate dalla Disney sennò si sentono inadeguati


          EDIT

          Volendo tornare serissimi: almeno sull'animato lascio un minimo di spazio alla possibilità che si possa doppiare, il disegno non è certamente legato alla voce come lo è il viso dell'attore; anzi anche nella sua opera originaria la parte recitata è quella verbale e basta quindi ha una senso ma su un film con i cristiani no; Tutto ciò sempre premettendo che dovrebbe essere un doppiaggio fedele all'originale e questo significa che se ciuchino l ha fatt edyy murphy in italiano l'avessà almeno fa chill che fa eddy murphy; se un personaggio non ha inflessioni dialettali non le deve avere nemmeno in italiano e viceversa... invece qua si fa a cazzi ogni cosa per cui fa schifo pure il doppiaggio dei cartoni animati.
          « Ultima modifica: Maggio 23, 2017, 14:21:33 pm da Genma Saotome »

            Online Puck

            • Diego Armando Maradona
            • *****
            • Post: 72652
            • Karma: 486
            • Squadra del cuore:
            « Risposta #50 il: Maggio 23, 2017, 14:21:03 pm »
            Io non sono così incanaglito contro il doppiaggio eh :look:, però non mi puoi stravolgere il senso del film.
            Prima si parlava di Full Metal Jacket che non è un film sulla guerra ma un attacco al potere in ogni sua forma, tu devi odiare il sergente Hartman, ma grazie al doppiaggio italiano è praticamente il figo del film :look:

              Online ABRAXAS_KMS_PANDA

              • Degustatore di ananassi
              • Edinson Cavani
              • ****
              • Post: 11017
              • Karma: 54
              • Squadra del cuore:
              « Risposta #51 il: Maggio 23, 2017, 14:23:44 pm »
              Ma onestamente un film di totò doppiato in inglese ma che senso ha? non è meglio lasciare la sua voce che è come la musica che esce dallo strumento e leggersi nu sfaccim e sottotitolo? secondo voi se capisc meglio così o si o fann parlà comm a regina elisabetta?

              Mo parametratelo all'Italia 

                Online Arch Stanton

                • Degustatore di ananassi
                • Edinson Cavani
                • ****
                • Post: 11529
                • Karma: 183
                • Squadra del cuore:
                « Risposta #52 il: Maggio 23, 2017, 14:27:27 pm »
                State estremizzando però, io quando ero piccolo mi vedevo la pimpa e Robin hood della disney; così come lessi sia Rodari che il Piccolo Principe. Quindi non capisco perchè dovremmo privarci di un'enorme fetta di cultura in nome di un purismo linguistico ingiustificato.
                Secondo voi sarebbe meglio che nessuno avesse mai tradotto Kafka o doppiato Yasujiro Ozu perchè abbiamo perso le sfumature linguistiche ? Sicuramente siamo dovuti a scendere a compromessi, ma parliamo di un rapporto infinitesimale tra quello che abbiamo perso e quello che abbiamo guadagnato.
                Oggi nell'era del digitale posso benissimo premere il tasto giallo su sky e vedermi il film in lingua originale o cambiare lingua su netflix quindi non vedo perchè abolire il doppiaggio imponendo alla persone una scelta che dovrebbe essere personale. Sono d'accordo a portare più film in lingua originale al cinema mentre oggi sono pressocchè inesistenti e vengono invece assegnate sale su sale a film del cazzo.

                  Online ABRAXAS_KMS_PANDA

                  • Degustatore di ananassi
                  • Edinson Cavani
                  • ****
                  • Post: 11017
                  • Karma: 54
                  • Squadra del cuore:
                  « Risposta #53 il: Maggio 23, 2017, 14:31:46 pm »
                  State estremizzando però, io quando ero piccolo mi vedevo la pimpa e Robin hood della disney; così come lessi sia Rodari che il Piccolo Principe. Quindi non capisco perchè dovremmo privarci di un'enorme fetta di cultura in nome di un purismo linguistico ingiustificato.
                  Secondo voi sarebbe meglio che nessuno avesse mai tradotto Kafka o doppiato Yasujiro Ozu perchè abbiamo perso le sfumature linguistiche ? Sicuramente siamo dovuti a scendere a compromessi, ma parliamo di un rapporto infinitesimale tra quello che abbiamo perso e quello che abbiamo guadagnato.
                  Oggi nell'era del digitale posso benissimo premere il tasto giallo su sky e vedermi il film in lingua originale o cambiare lingua su netflix quindi non vedo perchè abolire il doppiaggio imponendo alla persone una scelta che dovrebbe essere personale. Sono d'accordo a portare più film in lingua originale al cinema mentre oggi sono pressocchè inesistenti e vengono invece assegnate sale su sale a film del cazzo.

                  doppiatore NON È traduttore... libri e bordelli vari secondo me non c'entrano niente. Parliamo di cultura di massa, di roba che si bombardano 2,3 ore al giorno. Ad oggi uno se ha una cosarella di soldi può anche scegliere la lingua originale ma per il mainstream non è cambiato niente. gli utenti sky sono una goccia; io vi sto parlando di eliminare il doppiaggio far ricrescere il cinema interno, aiutare i più giovani a capire meglio una lingua e non fare la fine di Mazzarri a togliere da rete4 il segreto, beautiful, sentieri....  Se ne guadagna solo. E poi ribadisco al di là del fatto concettuale anche nella sua realizzazione è fatto na chiavica

                    Online Puck

                    • Diego Armando Maradona
                    • *****
                    • Post: 72652
                    • Karma: 486
                    • Squadra del cuore:
                    « Risposta #54 il: Maggio 23, 2017, 14:33:26 pm »
                    No Arch, meglio aver goduto di mezzo Kafka che non aver letto proprio nulla.
                    Però imho, quindi vado ot un attimo, in 15 anni di scuola potrebbero anche perdere 5 minuti per spiegare come ci si approccia ad un libro, come le traduzioni siamo limitanti, un pò di sana critica letteraria a mio avviso necessaria, ci vogliono 5 minuti eh e magari dai al ragazzino un motivo in più per studiare lingue straniere.
                    Per il 90% degli autori moderni l'unico vero interesse delle loro opere è la lingua, tu insegnante hai secondo il dovere di dire al tuo alunno che ha preso 10 alla verifica su Proust o Sartre, letti in italiano, che in realtà non sa una mazza su quei due :look:, o lo confondi.

                      Offline antonioc

                      • Gianfranco Zola
                      • **
                      • Post: 1145
                      • Karma: 7
                      • Sesso: Maschio
                      • Squadra del cuore:
                      « Risposta #55 il: Maggio 23, 2017, 14:57:21 pm »
                      State estremizzando però, io quando ero piccolo mi vedevo la pimpa e Robin hood della disney; così come lessi sia Rodari che il Piccolo Principe. Quindi non capisco perchè dovremmo privarci di un'enorme fetta di cultura in nome di un purismo linguistico ingiustificato.
                      Secondo voi sarebbe meglio che nessuno avesse mai tradotto Kafka o doppiato Yasujiro Ozu perchè abbiamo perso le sfumature linguistiche ? Sicuramente siamo dovuti a scendere a compromessi, ma parliamo di un rapporto infinitesimale tra quello che abbiamo perso e quello che abbiamo guadagnato.
                      Oggi nell'era del digitale posso benissimo premere il tasto giallo su sky e vedermi il film in lingua originale o cambiare lingua su netflix quindi non vedo perchè abolire il doppiaggio imponendo alla persone una scelta che dovrebbe essere personale. Sono d'accordo a portare più film in lingua originale al cinema mentre oggi sono pressocchè inesistenti e vengono invece assegnate sale su sale a film del cazzo.
                      Non è ingiustificato a mio avviso, perchè la questione importante è la qualità della lettura (e, aggiungerei, anche dell'ascolto e della visione) non la quantità. E comunque nessuno ci precluderebbe niente, basterebbe studiare seriamente per aumentare la nostra comprensione del cinema e della letteratura straniera. Il vero estremismo è quello che c'è attualmente, un'esterofilia avida di contenuti annacquati. 

                        Offline Camiseta Azul

                        • Omar Sivori
                        • ****
                        • Post: 14208
                        • Karma: 8
                        • Sesso: Maschio
                        • Squadra del cuore:
                        « Risposta #56 il: Maggio 23, 2017, 15:29:45 pm »
                        Io li farei doppiare tutti... in spagnolo però... abbasso l'inglese.

                        Sogno un mondo senza di esso, maledetti CANI!!!

                          Online #amanteroschifo

                          • Diego Armando Maradona
                          • *****
                          • Post: 70979
                          • Karma: 529
                          • Squadra del cuore:
                          « Risposta #57 il: Maggio 23, 2017, 15:31:35 pm »
                          O' spagnuolo? :look:

                            Online Arch Stanton

                            • Degustatore di ananassi
                            • Edinson Cavani
                            • ****
                            • Post: 11529
                            • Karma: 183
                            • Squadra del cuore:
                            « Risposta #58 il: Maggio 23, 2017, 15:45:51 pm »
                            No Arch, meglio aver goduto di mezzo Kafka che non aver letto proprio nulla.
                            Però imho, quindi vado ot un attimo, in 15 anni di scuola potrebbero anche perdere 5 minuti per spiegare come ci si approccia ad un libro, come le traduzioni siamo limitanti, un pò di sana critica letteraria a mio avviso necessaria, ci vogliono 5 minuti eh e magari dai al ragazzino un motivo in più per studiare lingue straniere.
                            Per il 90% degli autori moderni l'unico vero interesse delle loro opere è la lingua, tu insegnante hai secondo il dovere di dire al tuo alunno che ha preso 10 alla verifica su Proust o Sartre, letti in italiano, che in realtà non sa una mazza su quei due :look:, o lo confondi.
                            Non sa una mazza mi sembra esagerato jamm, ti perdi sfumature di certo non scambi Sarte per Heidegger  :look:
                            Poi tieni pure in conto che se uno volesse veramente entrare a fondo nella materia devi appendere tutto il resto, se vuoi diventare un esegeta di Tolstoj e metterti a studiare il russo non credo che poi ti pigli una laurea in Ingegneria o Biologia ma devi studiare il russo e finire a fare la guida turistica ai ricconi russi in vacanza a Capri nella migliore delle ipotesi perchè ti piaceva Anna Karenina. La traduzione mi sembra un compromesso più che giusto  :look:

                            Comunque concordo con Camiseta. Io sono che manderebbe solo film d'essai e documentari sulla teoria quantistica dei campi in televisione, ma se uno vuole vivere bellamente fottendosene dell'inglese perchè dobbiamo imporglielo, se uno torna a casa e vuole vedersi una puntata a cazzo dei simpson magari mentre cucina distrattamente perchè dobbiamo mettergli i sottotitoli. Viva l'ignoranza  :look:
                            « Ultima modifica: Maggio 23, 2017, 15:48:56 pm da Arch Stanton »

                              Offline enricocaruso

                              • Josè Altafini
                              • **
                              • Post: 4923
                              • Karma: 4
                              • Squadra del cuore:
                              « Risposta #59 il: Maggio 23, 2017, 15:49:35 pm »
                              Quanti talebani...

                              Inviato dal mio SM-A510F utilizzando Tapatalk


                                 

                                SimplePortal 2.3.7 © 2008-2020, SimplePortal