Benvenuto, Ospite. Effettua il login oppure registrati.

Topic: Ruud Krol [1980-1984]  (Letto 4791 volte)

0 Utenti e 4 Visitatori stanno visualizzando questo topic.


Online LAGRANGIA

  • Degustatore di ananassi
  • Giuseppe Bruscolotti
  • ****
  • Post: 17432
  • Karma: 162
  • Squadra del cuore:
« Risposta #45 il: Marzo 26, 2019, 23:06:33 pm »
Ma no, la storia dice tutt'altro, e malgrado quella Germania avesse davvero grandi campioni, la storia ricorda solo l'Olanda.  Non solo, ma nel nostro caso la Juventus non riuscì neanche a batterci. Tra cent'anni si ricorderà solo l'urlo KOULIBALI di Repice.

M
Però non è nemmeno esatto. Quell'Olanda era anche l Ajax. E quell ajax sborrava coppe campioni

    Offline Puck

    • Diego Armando Maradona
    • *****
    • Post: 66943
    • Karma: 481
    • Squadra del cuore:
    « Risposta #46 il: Marzo 26, 2019, 23:14:49 pm »
    Vabbuò, paragonare l'Olanda di Crujiff col Napoli di Sarri, lol :look:

      Online Dieguito

      • #ForzaNapoliSpesso
      • Degustatore di ananassi
      • Diego Armando Maradona
      • *****
      • Post: 34917
      • Karma: 737
      • Tengo dos. Jugar en el mundial, y salir campeon
      • Squadra del cuore:
      « Risposta #47 il: Marzo 26, 2019, 23:29:55 pm »
      Vabbuò, paragonare l'Olanda di Crujiff col Napoli di Sarri, lol :look:
      Tu manco l'hai vista, a stento me la ricordo io, ma non è un paragone, è un esempio. La storia del calcio la fanno le emozioni. Spesso le emozioni coincidono con le vittorie, banalmente. Ma non sempre.

      M


        Online LAGRANGIA

        • Degustatore di ananassi
        • Giuseppe Bruscolotti
        • ****
        • Post: 17432
        • Karma: 162
        • Squadra del cuore:
        « Risposta #48 il: Marzo 27, 2019, 00:24:35 am »
        Tu manco l'hai vista, a stento me la ricordo io, ma non è un paragone, è un esempio. La storia del calcio la fanno le emozioni. Spesso le emozioni coincidono con le vittorie, banalmente. Ma non sempre.

        M
        È un esempio sbagliato perché la rivoluzione olandese come nazionale non ha vinto, ok, ma versione club ha scassato tutto. Il concetto è corretto, infatti il Napoli di Sarri non sarà mai scordato da noi tifosi del Napoli, più difficile sia ricordato all'estero perché a livello internazionale numerose sono le squadre che vivono un paio di annate top a livello di gioco.


          Online rinascita

          • Salvatore Bagni
          • *
          • Post: 480
          • Karma: 3
          • Squadra del cuore:
          « Risposta #49 il: Marzo 27, 2019, 08:41:00 am »
          Anche questa chiave di lettura è valida.
          In quegli stessi anni l'Ajax vinceva 3 CL di fila.

            Online Samoth

            • Degustatore di ananassi
            • Diego Armando Maradona
            • *****
            • Post: 27667
            • Karma: 166
            • Sesso: Maschio
            • Squadra del cuore:
            « Risposta #50 il: Marzo 28, 2019, 13:02:55 pm »
            Quella Germania era uno squadrone però, in 6 anni disputò due finali europee, vinse un mondiale e giocò la semifinale di un altro mondiale
            Oltre ad alzare di tutto a livello di club tra Bayern e Gladbach che ne costituirono i due blocchi principali
            Quell'Ajax ha fatto la storia ma l'hanno fatta pure Maier, Breitner, Beckenbauer, Muller, Overath, Netzer, giocatori tra i migliori all time nel ruolo. Erano due grandissime nazionali guidate da due grandissimi calciatori

            Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
            « Ultima modifica: Marzo 28, 2019, 13:04:58 pm da Samoth »

              Online Samoth

              • Degustatore di ananassi
              • Diego Armando Maradona
              • *****
              • Post: 27667
              • Karma: 166
              • Sesso: Maschio
              • Squadra del cuore:
              « Risposta #51 il: Marzo 28, 2019, 13:10:27 pm »
              E poi sono d'accordo su chi dice che alla fine quella grande Olanda è stata la declinazione in nazionale di un progetto di club, l'Ajax (ma in generale il movimento olandese, pure il Feyenoord di Van Hanegem vinse la coppa dei campioni) che è stato tra i più vincenti di sempre.
              Come esempio di squadra leggendaria ma perdente prenderei più la grande Ungheria, a sua volte basata sul blocco Honved degli anni '50, che forse ha lasciato un'impronta nel calcio ancora più forte di quella di Michels

              Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk


                Online Samoth

                • Degustatore di ananassi
                • Diego Armando Maradona
                • *****
                • Post: 27667
                • Karma: 166
                • Sesso: Maschio
                • Squadra del cuore:
                « Risposta #52 il: Marzo 28, 2019, 13:14:54 pm »
                La Germania del 74 non rubò nulla non scherziamo. Era meno bella da vedere, meno spettacolare, più essenziale ma aveva anch'essa giocatori straordinari. Il Kaiser, Breitner, Maier in porta, Muller centravanti clamoroso. E poi Netzer, lo stopper con il nome impronunciabile. Una grande squadra e meritò la vittoria, non rubò nulla. Non perse la testa con il rigore dopo un minuto e seppe azzerare la fantasia olandese.
                Lo scandalo vero fu 4 anni dopo. Argentina arrivata in finale grazie a Quiroga, clima sociale pesantissimo con la dittatura, della seria o vinciamo o vinciamo. Finale con una arbitro, Gonnella, che permise agli argentini di picchiare come fabbri impunemente (e gli olandesi che non si intimidirono per niente e risposero colpo su colpo.....). Palo clamoroso olandese al 94esimo con Gonnella terrorizzato che fischiò subito la fine della partita per andare ai supplementari
                Io non ero ancora nato ma leggendo varie testimonianze mi è parso di capire che quella nazionale per quanto forte fosse comunque lontana parente di quella bellissima del '74, fosse solo per l'abbandono di Cruyff che non giocò il mondiale, e di Michels sostituito da un altro gigante come Happel.
                A sentire tutti la nazionale che aveva mostrato le cose migliori in Argentina era l'Italia di Bearzot, tra l'altro l'unica a battere i padroni di casa.


                Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk


                  Offline Raider Nation

                  • Bruno Pesaola
                  • **
                  • Post: 2327
                  • Karma: 45
                  • Squadra del cuore:
                  « Risposta #53 il: Marzo 30, 2019, 15:26:20 pm »
                  Io non ero ancora nato ma leggendo varie testimonianze mi è parso di capire che quella nazionale per quanto forte fosse comunque lontana parente di quella bellissima del '74, fosse solo per l'abbandono di Cruyff che non giocò il mondiale, e di Michels sostituito da un altro gigante come Happel.
                  A sentire tutti la nazionale che aveva mostrato le cose migliori in Argentina era l'Italia di Bearzot, tra l'altro l'unica a battere i padroni di casa.


                  Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
                  Era due Olande completamente diverse.....
                  Quella del 1974 l'inno supremo al calcio spettacolo, nel momento in cui l'Ajax ed il calcio olandese regnavano in Europa. C'era la novità, la confusione tattica ad affrontarli, l'impotenza dei rivali sovrastati, giocatori clamorosi.....
                  Quella del 1978 l'inno al pragmatismo, tanti campioni avevano abbandonato la nazionale, piano piano si stavano iniziando a prendere accorgimenti contro il loro strapotere del calcio totale, la tattica iniziava a dare i suoi frutti (i belgi iniziavano ad usare il fuorigioco come arma tattica ed all'inizio degli anni 80 ebbero il boom mettendo in crisi tutti i rivali che non sapevano come fronteggiarlo)
                  Nell'Olanda del 1978 Krol era uno degli ultimi che non aveva abbandonato e spostato da terzino a centrale giganteggiava.......
                  Tutto qua......

                    Online Vinicio

                    • Degustatore di ananassi
                    • Antonio Juliano
                    • ***
                    • Post: 9484
                    • Karma: 71
                    • Sesso: Maschio
                    • Squadra del cuore:
                    « Risposta #54 il: Settembre 25, 2019, 18:56:59 pm »
                    NAPOLI. Domani, giovedì 26 settembre 2019 alle ore 14 nella Sala della Giunta di Palazzo San Giacomo, il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris consegnerà una targa a Ruud Krol in segno di  riconoscimento per la sua brillante carriera da capitano nella squadra del Napoli.

                     :sciarpata: :sciarpata: :sciarpata: :sciarpata: :sciarpata:
                    Rudy, Rudy, Rudy, Rudy......
                     :sciarpata: :sciarpata: :sciarpata: :sciarpata: :sciarpata:


                      Online alex70

                      • Hasse Jeppson
                      • ***
                      • Post: 8307
                      • Karma: 78
                      • Squadra del cuore:
                      « Risposta #55 il: Settembre 26, 2019, 15:37:24 pm »
                      Oh, chist ancora parla un italiano perfettamente comprensibile.

                      Grande Rudi.
                      Io l'ho visto dal vivo ed il termine che più mi sembra appropriato per descriverlo è questo:
                      eleganza.

                         

                        SimplePortal 2.3.7 © 2008-2020, SimplePortal