CalcioNapoli24 Forum - Il forum dal cuore azzurro

Neapolis => Notizie & attualità => Topic aperto da: Monkey Ltd - Marzo 08, 2020, 22:50:26 pm

Titolo: Millennials
Inserito da: Monkey Ltd - Marzo 08, 2020, 22:50:26 pm
Siamo la generazione di rottura e passaggio dal mondo analogico a quello digitale.
Voi che considerazione avete in merito?
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: CARACAS70 - Marzo 08, 2020, 22:52:53 pm
io non farei una separazione tra analogico e digitale
Diciamo che, secondo me, non e' quello che separa i Millennials dalle generazioni precedenti

Credo piuttosto che e' l'uso dell'immagine, anche attraverso la rete, che ha cambiato criteri e parametri
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Monkey Ltd - Marzo 08, 2020, 23:01:58 pm
Ma possiamo dire che siamo una delle generazioni più sfigate? Cresciuti tra disoccupazione giovanile, collasso del mondo immobiliare, crisi ambientalista e cambiamento di molte norme sociali derivate dai social. Abbiamo vissuto eventi storici come l'11 settembre che hanno cambiato il modo di vivere in occidente
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Puck - Marzo 08, 2020, 23:06:56 pm
Ma possiamo dire che siamo una delle generazioni più sfigate? Cresciuti tra disoccupazione giovanile, collasso del mondo immobiliare, crisi ambientalista e cambiamento di molte norme sociali derivate dai social. Abbiamo vissuto eventi storici come l'11 settembre che hanno cambiato il modo di vivere in occidente

Mah, molte generazioni hanno fatto la fame :look:
Io credo nel progresso e nel'evoluzione, mediamente le nuove generazioni sono più sveglie e preparate delle precedenti, il resto sono solo considerazioni da boomer, anche 30enni invecchiati molti precocemente che mitizzano il passato per sentirsi superiori :look:
Certo, il film Idiocracy ha fatto crollare un paio di mie certezze :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: CARACAS70 - Marzo 08, 2020, 23:08:04 pm
Certo che lo potete dire e rivendicare.

Il punto e' che le inquietudini e le rivendicazioni, legittime per carità, fanno un poco il solletico ai disagi ed alle lotte delle generazioni precedenti.

i miei genitori, anche se da bambini, hanno vissuto la guerra, il colera, la precarietà, la fame...
I loro bisogni erano molto più immediati e tangibili di quanto non lo siano stati i miei, od ancor più di quanto lo siano quelli dei Millennials

Sembra, a mio vedere, che i disagi delle nuove generazioni a succedere, abbiano sempre più degli elementi "esistenziali" piuttosto che sostanziali

La mia generazione, ancor prima della tua, ha fatto un poco i conti con le frustrazioni ed i disagi sociali. Ma noi avevamo sempre il pane a tavola, e spesso ci veniva ricordato come ci arrivava.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: CARACAS70 - Marzo 08, 2020, 23:09:24 pm
Mah, molte generazioni hanno fatto la fame :look:
Io credo nel progresso e nel'evoluzione, mediamente le nuove generazioni sono più sveglie e preparate delle precedenti, il resto sono solo considerazioni da boomer, anche 30enni invecchiati molti precocemente che mitizzano il passato per sentirsi superiori :look:
Certo, il film Idiocracy ha fatto crollare un paio di mie certezze :look:

Puck, non si tratta di sentirsi superiori (a parte certi casi).
io ho 49 anni, molto da imparare dalle nuove generazioni, ma anche qualcosa da dire
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Puck - Marzo 08, 2020, 23:14:33 pm
Puck, non si tratta di sentirsi superiori (a parte certi casi).
io ho 49 anni, molto da imparare dalle nuove generazioni, ma anche qualcosa da dire

Ci mancherebbe Caracas, in più è chiaro che non si fa riferimento a casi isolati, però quanto odio 30-40enni che mitizzano il passato raccontando cose che "ai tempi loro non accadevano".
Finquando lo fanno gli 80enni lo posso pure capire, ma 30enni ja :look:
I cambiamenti vengono dall'alto, non dal basso, il vero punto di rottura c'è stato tra la nostra generazione e quella dei nostri genitori (quella che veniva dalla guerra per intenderci).
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: CARACAS70 - Marzo 08, 2020, 23:20:54 pm
Ci mancherebbe Caracas, in più è chiaro che non si fa riferimento a casi isolati, però quanto odio 30-40enni che mitizzano il passato raccontando cose che "ai tempi loro non accadevano".
Finquando lo fanno gli 80enni lo posso pure capire, ma 30enni ja :look:
I cambiamenti vengono dall'alto, non dal basso, il vero punto di rottura c'è stato tra la nostra generazione e quella dei nostri genitori (quella che veniva dalla guerra per intenderci).

e' certo, ed era un po' quello che volevo sottolineare
io confesso che ho perso molte delle raccomandazioni che venivano dalla educazione ricevuta.
Ricordo che i miei conservavano gli elastici dalla spesa, la carta del pane e del prosciutto veniva conservata ed il latte finiva sempre nella stessa bottiglia di vetro (poi usci' la busta della centrale).
Voglio dire che era una società abituata alla precarietà, al valore delle cose, che non sapeva ancora cosa era l'usa e getta.
io mi inchino a tecnologie e comodità, lo ammetto, pero' bisogna ricordare che tutto ha un valore e niente e' dovuto
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: LAGRANGIA - Marzo 08, 2020, 23:25:32 pm
Io sono un 30enne e ho visto un mondo abbastanza di merda, onestamente devo ammettere che i millenials trovano una situazione per certi versi ulteriormente peggiorata.
Il mondo ha sempre fatto schifo, negli anni 70 c'erano le BR, negli 80 il terremoto e la camorra di Cutolo, ma prima c'era una speranza di incidere e di essere protagonisti del cambiamento.
Almeno così ce l'hanno raccontata.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Puck - Marzo 08, 2020, 23:28:09 pm
e' certo, ed era un po' quello che volevo sottolineare
io confesso che ho perso molte delle raccomandazioni che venivano dalla educazione ricevuta.
Ricordo che i miei conservavano gli elastici dalla spesa, la carta del pane e del prosciutto veniva conservata ed il latte finiva sempre nella stessa bottiglia di vetro (poi usci' la busta della centrale).
Voglio dire che era una società abituata alla precarietà, al valore delle cose, che non sapeva ancora cosa era l'usa e getta.
io mi inchino a tecnologie e comodità, lo ammetto, pero' bisogna ricordare che tutto ha un valore e niente e' dovuto

Senza dubbio, ma è un valore che la nostra generazione già non ha e quindi non ha trasmesso alle successive.
Per non parlare di quell'insensata paranoia che ci porta a rinchiudere in casa i figli fino ai 25 anni :look: quando noi già a 7 eravamo sempre in giro :look:.
Chiudono i figli in casa, ovviamente non gli dedicano 5 minuti perchè stanno la partita ed il GF in tv e 'sti poveretti non possono far altro che rintanarsi sul pc e poi devono essere pure accusati di essere asociali :look:
Ai figli di 10 anni, quasi per espiare il senso di colpa, gli si compra telefonino, pc, playstation, almeno 5000 euro in regali, quando loro alla stessa età stavano pace per mesi con le 2500 lire necessarie per comprare il Super Santos
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Monkey Ltd - Marzo 08, 2020, 23:32:48 pm
Caracas non sono d'accordo anche noi oggi viviamo la precarietà, non possiamo comprare casa ad esempio. Abbiamo avuto le nostre belle dosi di malattie tra suina, aviaria e mo il covid19.
Anche se non vissute in prima persona le guerre in Iraq e Afghanistan ci hanno colpito per poi continuare con la guerra al terrorismo e alla droga.
Per disagi esistenziali a cosa ti riferisci in particolare?
Siamo una delle generazioni più tolleranti anche se a volte eccessivamente, lavoriamo di più essendo iperconnessi e siamo anche culturalmente voraci
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Puck - Marzo 08, 2020, 23:38:32 pm
Caracas non sono d'accordo anche noi oggi viviamo la precarietà, non possiamo comprare casa ad esempio. Abbiamo avuto le nostre belle dosi di malattie tra suina, aviaria e mo il covid19.
Anche se non vissute in prima persona le guerre in Iraq e Afghanistan ci hanno colpito per poi continuare con la guerra al terrorismo e alla droga.
Per disagi esistenziali a cosa ti riferisci in particolare?
Siamo una delle generazioni più tolleranti anche se a volte eccessivamente, lavoriamo di più essendo iperconnessi e siamo anche culturalmente voraci

Potete però viaggiare con una facilità inimmaginabile prima e lo potete fare già molto preparati, mentre in passato ci si faceva la croce e quel che trovavi trovavi.
Quello della casa è un problema relativo, vecchio mito tutto italiano visto chi ha sempre dominato l'edilizia nostra, a 25 anni trovavi il primo lavoro, i primi soldi e pensiero primo era indebitarsi per i successivi 30 anni. Prima recessione e una casa che hai pagato 150 mila euro, ora non vale nulla perchè invendibile.
Sui problemi esistenziali beh, sono tipici di qualsiasi generazione, sono individuali, non collettivi.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: CARACAS70 - Marzo 08, 2020, 23:43:53 pm
Caracas non sono d'accordo anche noi oggi viviamo la precarietà, non possiamo comprare casa ad esempio. Abbiamo avuto le nostre belle dosi di malattie tra suina, aviaria e mo il covid19.
Anche se non vissute in prima persona le guerre in Iraq e Afghanistan ci hanno colpito per poi continuare con la guerra al terrorismo e alla droga.
Per disagi esistenziali a cosa ti riferisci in particolare?
Siamo una delle generazioni più tolleranti anche se a volte eccessivamente, lavoriamo di più essendo iperconnessi e siamo anche culturalmente voraci

Monkey, anche io non sono riuscito a comprare casa.... ed ho vissuto questa ed altre frustrazioni per anni
Poi ho deciso di andarmene, di scommettere su me stesso in un altra parte del mondo.
Decisione difficile, ma meno difficile di quella presa da chi emigrava 50 o 60 anni fa

Poi ho comprato casa, ho capito che il problema non ero io od il mondo in generale, ma la realtà ovattata, nepotista e comoda all'interno della quale sono nato e cresciuto

io al figlio di un carissimo amico, che ha 23 anni, dico sempre che se vuole essere felice con se stesso deve andare via
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Monkey Ltd - Marzo 08, 2020, 23:48:29 pm
Ma allora la colpa è del sistema italiano non dei millennial. Io non capisco perchè il millennial non è buono, lo chiedo veramente con sana curiosità.
Puck è vero è più facile viaggiare ma ci deve essere anche l'apertura mentale per farlo per dire mio zio non si è ma spostato da Napoli, fu un evento quando vide Caserta
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: CARACAS70 - Marzo 08, 2020, 23:51:45 pm
Senza dubbio, ma è un valore che la nostra generazione già non ha e quindi non ha trasmesso alle successive.
Per non parlare di quell'insensata paranoia che ci porta a rinchiudere in casa i figli fino ai 25 anni :look: quando noi già a 7 eravamo sempre in giro :look:.
Chiudono i figli in casa, ovviamente non gli dedicano 5 minuti perchè stanno la partita ed il GF in tv e 'sti poveretti non possono far altro che rintanarsi sul pc e poi devono essere pure accusati di essere asociali :look:
Ai figli di 10 anni, quasi per espiare il senso di colpa, gli si compra telefonino, pc, playstation, almeno 5000 euro in regali, quando loro alla stessa età stavano pace per mesi con le 2500 lire necessarie per comprare il Super Santos

Disegno perfetto
A 7 anni io prendevo calci e schiaffi per strada, come tutti.
Mi imboccavo batteri, bullying, paure, frustrazioni e nessuno sapeva dove ero e cosa facevo.

Volevo un motorino ed un videogioco, e non li ho mai avuti.
La Playstation l'ho comprata a 34 anni per drogare la mente ed affrontare la morte di mio padre.

Sono cresciuto abituato al fatto che mi dicessero NO, senza farsi alcun problema.
Poi ho comprato casa fuori, dove lavoro, mi dedico a suonare e collezionare chitarre elettriche (una delle mie passioni), lavoro ...
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: CARACAS70 - Marzo 08, 2020, 23:55:40 pm
Ma allora la colpa è del sistema italiano non dei millennial. Io non capisco perchè il millennial non è buono, lo chiedo veramente con sana curiosità.
Puck è vero è più facile viaggiare ma ci deve essere anche l'apertura mentale per farlo per dire mio zio non si è ma spostato da Napoli, fu un evento quando vide Caserta

io non ho mai parlato di colpe
Siamo figli di valori, educazione ed esempi

Immagina cosa possa essere la tua vita se ogni tuo desiderio o richiesta, riceve un NO sistematico
Immagina che il tuo parlare, agire, comunicare sia incanalato su dei binari precisi da cui non devi uscire. Quella e' l'educazione che molti di noi hanno ricevuto.
E nonostante questo.... si possa crescere senza paura
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Puck - Marzo 08, 2020, 23:56:40 pm
Ma allora la colpa è del sistema italiano non dei millennial. Io non capisco perchè il millennial non è buono, lo chiedo veramente con sana curiosità.
Puck è vero è più facile viaggiare ma ci deve essere anche l'apertura mentale per farlo per dire mio zio non si è ma spostato da Napoli, fu un evento quando vide Caserta

Chiaro ci voglia apertura mentale, ma capisci cosa significava viaggare 30 anni fa? Quando partivi per luoghi che per te erano solo un disegnino sull'Atlante, sotto certi aspetti ancor più complicato di quando si doveva migrare, lì dovevi andare perchè non avevi alternative, 30 anni fa invece il piatto di pasta c'era sempre.
Avete un'enorme possibilità, sfruttatela.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Monkey Ltd - Marzo 08, 2020, 23:59:39 pm
Ma siete voi la generazione che ci ha cresciuto senza dire no, nessun bambino rifiuta un regalo che sia esso playstation, smartphone o un supersantos. Secondo me ci addossate anche involontariamente parecchie colpe non nostre.

Secondo voi oggi voi crescendo da millennial sareste gli stessi che siete ora?
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: CARACAS70 - Marzo 09, 2020, 00:01:19 am
Ma siete voi la generazione che ci ha cresciuto senza dire no, nessun bambino rifiuta un regalo che sia esso playstation, smartphone o un supersantos. Secondo me ci addossate anche involontariamente parecchie colpe non nostre.

Secondo voi oggi voi crescendo da millennial sareste gli stessi che siete ora?

No, questo e' sicuro.
Ripeto, per me non e' una questione di colpe, ma la società e' cambiata ed e' diventata più debole in assoluto
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: CARACAS70 - Marzo 09, 2020, 00:03:08 am

https://www.youtube.com/watch?v=Gtz6tJPSSys&t=4s
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Monkey Ltd - Marzo 09, 2020, 00:03:21 am
Chiaro ci voglia apertura mentale, ma capisci cosa significava viaggare 30 anni fa? Quando partivi per luoghi che per te erano solo un disegnino sull'Atlante, sotto certi aspetti ancor più complicato di quando si doveva migrare, lì dovevi andare perchè non avevi alternative, 30 anni fa invece il piatto di pasta c'era sempre.
Avete un'enorme possibilità, sfruttatela.
E penso che lo stiamo facendo no? Non conosco un solo coetaneo che non cerchi di accumulare un minimo per fare un viaggio, compagnie come la Ryanair sono nate proprio per coprire questa richiesta crescente di mercato. Però posso farti pure lo stesso esempio di uno di 70 anni per chi viaggiare era ancora più difficile rispetto a 30 anni fa
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Zilly - Marzo 09, 2020, 00:03:36 am
Na band e sciem
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Puck - Marzo 09, 2020, 00:04:37 am
Ma siete voi la generazione che ci ha cresciuto senza dire no, nessun bambino rifiuta un regalo che sia esso playstation, smartphone o un supersantos. Secondo me ci addossate anche involontariamente parecchie colpe non nostre.

Secondo voi oggi voi crescendo da millennial sareste gli stessi che siete ora?

Ma infatti i ragazzini non hanno colpe, ci mancherebbe pure.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Puck - Marzo 09, 2020, 00:05:34 am
E penso che lo stiamo facendo no? Non conosco un solo coetaneo che non cerchi di accumulare un minimo per fare un viaggio, compagnie come la Ryanair sono nate proprio per coprire questa richiesta crescente di mercato. Però posso farti pure lo stesso esempio di uno di 70 anni per chi viaggiare era ancora più difficile rispetto a 30 anni fa

Vabbuò monkey, non si parlava di andare a farsi 'na vacanza :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: El_Perro - Marzo 09, 2020, 00:06:43 am
Vabbuò ma non è che oggi tutti i ragazzi vengono viziati, fosse pure un un problema di soldi. :look:

Poi bisogna considerare  che i bisogni cambiano con il tempo, lo smartphone oggi non si può considerare un lusso, ma è a tutti gli effetti un bene di necesssita per cento motivi.(certo il discorso cambia se uno delle prendere il nuovo modello ha millemila euro). Lo stesso bisogno di viaggiare è un bisogno indotto.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Monkey Ltd - Marzo 09, 2020, 00:08:06 am
Ah Puck allora non ho colto :asd: intendevi viaggiare per lavoro e quindi trasferirti in un altro luogo?
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: CARACAS70 - Marzo 09, 2020, 00:08:34 am
Vabbuò ma non è che oggi tutti i ragazzi vengono viziati, fosse pure un un problema di soldi. :look:

Poi bisogna considerare  che i bisogni cambiano con il tempo, lo smartphone oggi non si può considerare un lusso, ma è a tutti gli effetti un bene di necesssita per cento motivi.(certo il discorso cambia se uno delle prendere il nuovo modello ha millemila euro). Lo stesso bisogno di viaggiare è un bisogno indotto.

...eh, ma se tuo padre guadagna 1.100 euro al mese.... come risolvi le tue necessita'?
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Puck - Marzo 09, 2020, 00:10:38 am
Ah Puck allora non ho colto :asd: intendevi viaggiare per lavoro e quindi trasferirti in un altro luogo?

Intendo viaggiare come allargare il proprio mondo, poi puoi andare fuori e tornare dopo due anni perchè stai meglio a casa tua o restare fuori e costruirti una vita lì, a 18-19 anni ci si può ancora permettere di viaggiare solo per vedere "che tempo che fa" :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Puck - Marzo 09, 2020, 00:12:00 am
Mah perrò lo smartphone non sarà mai una necessità, è un lusso facilmente alla portata e quindi non avrebbe molto senso rinunciarvi per motivi ideologici :look: ma una necessità proprio no.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: El_Perro - Marzo 09, 2020, 00:15:49 am
Intendo viaggiare come allargare il proprio mondo, poi puoi andare fuori e tornare dopo due anni perchè stai meglio a casa tua o restare fuori e costruirti una vita lì, a 18-19 anni ci si può ancora permettere di viaggiare solo per vedere "che tempo che fa" :look:
Ma mica c'è bisogno di viaggiare per avere una apertura di mondo oggi.  Non che che bisogna andare a ny per scoprire l'america. :look: Il problema di oggi è proprio che abbiamo troppa informazione in un mondo che ci chiede solo di spendere. Per il contadino mezzadro morto di fame il suo mondo è la valle dove vive. Oggi invece anche i più fessi del terzo mondo sanno coem si campa in occidente. Poi ci meravigliamo delle migrazioni. :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Monkey Ltd - Marzo 09, 2020, 00:16:40 am
No invece per me lo smartphone o meglio internet è un bene primario, è uno strumento che riesce a tenerti connesso con il mondo e su cosa succede, è pura informazione tecnica e culturale.
Riesce a farti risparmiare tempo e ad istruirti
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Viper2000 - Marzo 09, 2020, 00:17:38 am
Ma possiamo dire che siamo una delle generazioni più sfigate? Cresciuti tra disoccupazione giovanile, collasso del mondo immobiliare, crisi ambientalista e cambiamento di molte norme sociali derivate dai social. Abbiamo vissuto eventi storici come l'11 settembre che hanno cambiato il modo di vivere in occidente

Se fai un paragone con le generazioni post seconda guerra mondiale posso pure capire ed essere d’accordo ma prima la vita era un inferno, l’11 settembre ha cambiato il modo di vivere in Occidente ma non è nulla rispetto a quando le bombe le buttavano sopra la tua testa o se a 18 anni ti prendevano e ti facevano partire per posti lontani a morire o a uccidere fisicamente qualcuno o vedere i propri cari morire per malattie incurabili che oggi si curano con una pillola.

Gli unici che se ne sono visti bene sono quelli che all’età tua vivevano negli anni 60/70 quando il boom economico fece diventare l’Italia uno dei paesi economicamente più forti al mondo ma poi il vizio di rubare i soldi allo Stato, le raccomandazioni folli e la corruzione dilagante (problemi nati proprio negli anni del boom) hanno portato l’Italia ad essere un paese praticamente morto che va avanti grazie proprio a quella generazione che se n’è vista bene e che oggi ci mantiene tutti :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: El_Perro - Marzo 09, 2020, 00:18:10 am
Mah perrò lo smartphone non sarà mai una necessità, è un lusso facilmente alla portata e quindi non avrebbe molto senso rinunciarvi per motivi ideologici :look: ma una necessità proprio no.
lol ma stiamo ancora a questo? non si  campa si solo pane, ed è la base di ogni società. :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Puck - Marzo 09, 2020, 00:21:26 am
Ma mica c'è bisogno di viaggiare per avere una apertura di mondo oggi. 

Secondo me si e lo dico da persona che non hai mai viaggiato e ahimè si vede  :scusa:
Tra chi l'ha fatto e chi no si nota una differenza clamorosa nei modi di approcciarsi al mondo, alla vita, agli altri (questo in media ovviamente, si escludono i casi singoli).
Le migrazioni si fanno per fame e vabbuò, è un problema diverso.

lol ma stiamo ancora a questo? non si  campa si solo pane, ed è la base di ogni società. :look:

Boh, non ti capisco, non vedo la prima necessità :look:

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Monkey Ltd - Marzo 09, 2020, 00:23:29 am
Vip la guerra è guerra in qualsiasi periodo storico quindi è sempre brutta, infame e bastarda. Oggi sono fortunato perchè le bombe le ha viste mio nonno e non io ma ci sono miei coetanei in altre parti del mondo che stanno vivendo le stesse cose sue
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: El_Perro - Marzo 09, 2020, 00:33:24 am
Le migrazioni si fanno per fame e vabbuò, è un problema diverso.
Non è così, anzi. Le migrazioni oggi riguardano persone di fascia medio-alta, con una buona educazione. Che migrano affascinati dalle immagini che giungono dal mondo occidentale, questo per il discorso che non si campa solo di pane e che ci sono dei bisogni indotti in qualunque società :look: Per poi fare quasi sempre una fine di merda.
C'è una ampia letteratura a riguardo la correlazione tra migrazione e bisogni indotti da tv e oggi internet, per esempio i libri di Arjun Appadurai. Il contadino povero africano non sa nemmeno cosa sia l'europa.

Poi ci sono le migrazioni per le carestie e la guerra, ma sono del tutto diverse da quelle che vediamo noi in europa.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: CARACAS70 - Marzo 09, 2020, 00:40:52 am
Ma mica c'è bisogno di viaggiare per avere una apertura di mondo oggi.  Non che che bisogna andare a ny per scoprire l'america. :look: Il problema di oggi è proprio che abbiamo troppa informazione in un mondo che ci chiede solo di spendere. Per il contadino mezzadro morto di fame il suo mondo è la valle dove vive. Oggi invece anche i più fessi del terzo mondo sanno coem si campa in occidente. Poi ci meravigliamo delle migrazioni. :look:

Una cosa e' avere una idea, osservare un video, comunicare con qualcuno che sta a NY.
Prima esisteva solo la TV ed i libri.

Ma altro e' camminare, i rumori, gli odori, il cibo, il modo di parlare...
Non e' la stessa cosa. Il corpo in un ambiente mette in moto tutti i sensi, ed assorbe le informazioni in tutti i modi possibili.
L'era digitale ti permette di inglobare informazioni, ma esclusivamente attraverso l'uso della vista e dell'udito..... e' una informazione limitata comunque
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Puck - Marzo 09, 2020, 00:44:47 am
Non è così, anzi. Le migrazioni oggi riguardano persone di fascia medio-alta, con una buona educazione.

Boh, mi fido dei tuoi dati, si vede che il Molise fa eccezione :look: perchè i migranti che ho conosciuto di persona non sono nè di fascia medio-alta nè dotati di buona educazione scolastica, ma principalmente ragazzini tra i 15 e i 25 costretti a partire dagli eventi, non per forza da guerra e povertà.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Viper2000 - Marzo 09, 2020, 00:47:39 am
Vip la guerra è guerra in qualsiasi periodo storico quindi è sempre brutta, infame e bastarda. Oggi sono fortunato perchè le bombe le ha viste mio nonno e non io ma ci sono miei coetanei in altre parti del mondo che stanno vivendo le stesse cose sue

E quindi sei fortunato di che ti lamenti ? :look:

Scherzi a parte rispetto al passato le nostre generazioni hanno un benessere che non è neanche paragonabile al passato e proprio il fatto che questo benessere sta raggiungendo sempre più persone nel mondo è alla base delle difficoltà che stiamo vivendo, le materie prime del nostro pianeta non bastano a soddisfare i bisogni altissimi di tante persone, diciamo che la vittoria del capitalismo alla fine non ha pagato sul lungo termine ma questa è un’altra storia :look:

Comunque nonostante tutte le “sfortune” che hai elencato per i millennials, parliamo di una generazione che ha sempre la pancia piena, vestiti buoni, un cellulare in mano con cui soddisfare ogni dubbio in un secondo, abbonamenti (o pezzotti) a tv a pagamento, ragazze che puoi contattare con un messaggio senza passare per i genitori....e potrei continuare tutta la notte, le generazioni di oggi hanno tutto e da qui nasce la depressione, non c’è più il piacere di conquistare qualcosa che faccia crescere la propria autostima ma non è neanche giusto generalizzare, ogni generazione ha i propri pregi e difetti e non tutti i millennials sono degli sfaticati, l’unica cosa certa è che il benessere di cui parlavo prima ha portato i ragazzi di oggi a cercare sempre più professioni e sempre meno mestieri (anche qui spinti in modo sbagliato dalla generazione che ci mantiene  :look: ) e oggi ci troviamo davanti ad un esercito di poveri avvocati e a un manico di ricchissimi installatori di caldaie/condizionatori :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Monkey Ltd - Marzo 09, 2020, 00:56:33 am
Ma io non mi lamentavo anzi il topic era per capire perchè gli altri si lamentano dei millennial :look: :asd: stavo spiegando che anche la mia generazione nonostante il benessere la sua secchiata di merda la sta avendo ma oltre a questo si sente spesso questa specie di "disprezzo" verso questa generazione. Forse cerco di capirne inutilmente il motivo eh, forse quasi sicuramente farò lo stesso con i miei nipoti :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Viper2000 - Marzo 09, 2020, 01:13:15 am
Ma io non mi lamentavo anzi il topic era per capire perchè gli altri si lamentano dei millennial :look: :asd: stavo spiegando che anche la mia generazione nonostante il benessere la sua secchiata di merda la sta avendo ma oltre a questo si sente spesso questa specie di "disprezzo" verso questa generazione. Forse cerco di capirne inutilmente il motivo eh, forse quasi sicuramente farò lo stesso con i miei nipoti :look:

Ah ok :asd:

Allora non perdere tempo, ogni generazione precedente critica quella successiva, pensa, per fare un esempio, che quand’ero piccolo la musica anni 80 era considerata spazzatura da tutti quelli che erano cresciuti con la musica anni 60/70 e oggi ci ritroviamo a vivere da più di 10 anni in un mondo che considera capolavori quella spazzatura  :look:

La differenza è che prima al massimo incontravi un vecchio che ti diceva che eri uno sfaticato e un buono a nulla (e quindi era facile ignorarlo) mentre oggi con internet ci sono milioni degli equivalenti di quei vecchi che ti dicono le stesse cose e fai più fatica ad ignorarli :look:

Quando uscirà la generazione successiva alla tua comincerai a notare cose in quei ragazzi che troverai assurde, fuori dal (tuo) mondo e allora anche tu troverai un posto dove metterti a criticarli per la loro inutilità  :look:

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: GIANPAOLO - Marzo 09, 2020, 01:21:55 am
Ma io non mi lamentavo anzi il topic era per capire perchè gli altri si lamentano dei millennial :look: :asd: stavo spiegando che anche la mia generazione nonostante il benessere la sua secchiata di merda la sta avendo ma oltre a questo si sente spesso questa specie di "disprezzo" verso questa generazione. Forse cerco di capirne inutilmente il motivo eh, forse quasi sicuramente farò lo stesso con i miei nipoti :look:
Come i miei nonni facevano con noi. Ci si lamenta sempre delle generazioni future che non sono capaci, non sono furbe, non sono pronte, etc. etc.

Non ci sono più le vecchie stagioni (a furia di dirlo poi è successo veramente), il pane non è più buono come una volta, il cibo fatto in casa è sempre meglio di quello comprato... sono cliché che si ripetono di generazione in generazione... come quella sui giovani che non sono buoni, incapaci, viziati, etc.

Passati i 40 anni circa si passa dall'appartenere alla generazione degli incapaci a quella che bacchetta i nuovi incapaci :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Viper2000 - Marzo 09, 2020, 01:24:40 am
Come i miei nonni facevano con noi. Ci si lamenta sempre delle generazioni future che non sono capaci, non sono furbe, non sono pronte, etc. etc.

Non ci sono più le vecchie stagioni (a furia di dirlo poi è successo veramente), il pane non è più buono come una volta, il cibo fatto in casa è sempre meglio di quello comprato... sono cliché che si ripetono di generazione in generazione... come quella sui giovani che non sono buoni, incapaci, viziati, etc.

Passati i 40 anni circa si passa dall'appartenere alla generazione degli incapaci a quella che bacchetta i nuovi incapaci :look:

La cassa di risonanza di internet per me è fondamentale, prima i vecchi che ti dicevano che eri inutile si contavano sulle dita di una mano, ora sono milioni :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: DanceOfDeath - Marzo 09, 2020, 01:27:32 am
Perchè aprire un topic per una generazione di imbecilli ( ad eccezion fatta per pochi ) la cui massima aspirazione è avere un like o quanti più follower possibili? :mmm:

 :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: GIANPAOLO - Marzo 09, 2020, 01:33:34 am
La cassa di risonanza di internet per me è fondamentale, prima i vecchi che ti dicevano che eri inutile si contavano sulle dita di una mano, ora sono milioni :look:
Questo pure è vero, ma è altresì vero che quello dovrebbe essere il loro terreno e dovrebbero avere gli strumenti per fronteggiare, spammers, haters, cybernonnisti e fakenewisti vari, mentre noi se ci ribellavamo, oltre alla romanzina, le prendevamo dai genitori :look:

Anche in quello c'è un compenso generazionale :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Abi - Marzo 09, 2020, 09:50:07 am
Perchè aprire un topic per una generazione di imbecilli ( ad eccezion fatta per pochi ) la cui massima aspirazione è avere un like o quanti più follower possibili? :mmm:

 :look:
Commento PERFETTO. Che riassume alla perfezione un pò tutta la situazione.
L'80% delle generazione dei millennials... NON SERVE. Il mondo può tranquillamente farne a meno.
Quelli della generazione precedente però non ne sono del tutto esenti, padri e madri hanno grosse responsabilità in tutto questo!!!
Io ho una figlia piccola, di 8 anni... ed il mio peggior incubo è quello che diventi come i ragazzi di oggi!
FARO' DI TUTTO PER EVITARE QUESTO!!!
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: GIANPAOLO - Marzo 09, 2020, 09:52:54 am
Commento PERFETTO. Che riassume alla perfezione un pò tutta la situazione.
L'80% delle generazione dei millennials... NON SERVE. Il mondo può tranquillamente farne a meno.
Quelli della generazione precedente però non ne sono del tutto esenti, padri e madri hanno grosse responsabilità in tutto questo!!!
Io ho una figlia piccola, di 8 anni... ed il mio peggior incubo è quello che diventi come i ragazzi di oggi!
FARO' DI TUTTO PER EVITARE QUESTO!!!
Detto da chi si fa prendere dal panico nelle situazioni di emergenza, invece di reagire, di operarsi nel modo migliore possibile e nel dare il buon esempio, soprattutto ai più piccoli, è fonte di garanzia :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Abi - Marzo 09, 2020, 09:59:14 am
Detto da chi si fa prendere dal panico nelle situazioni di emergenza, invece di reagire, di operarsi nel modo migliore possibile e nel dare il buon esempio, soprattutto ai più piccoli, è fonte di garanzia :look:
Una cosa è leggere quello che uno scrive su un forum. Ben altra cosa sarebbe vedere come ci si comporta nella vita di tutti i giorni Giampà.
Io mi ritengo la persona più tranquilla di questo mondo, non sono per nulla agitato... rispetto in tutto e per tutto tutte quelle che sono le direttive e le predisposizioni che ci hanno dato e dò il buon esempio agli altri, prima che a me stesso.
Non farti ingannare dai commenti che leggi su di uno schermo.
Mò non so quanti anni hai, ma la nostra generazione degli anni 80... non puoi proprio metterla a paragone con quella di oggi. C'è una differenza di EDUCAZIONE, CONOSCIENZA, AMOR PROPRIO, RESPONSABILITA'... ENORME
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Abi - Marzo 09, 2020, 10:02:26 am
Io che ho vissuto gli anni 80 e 90 per esempio... mai in quel periodo ho visto ragazzi che parlavano "a tu a tu" con persione anziane o con i capelli bianchi. Quasi mai ho visto ragazzi che mancavano di rispetto e mandavano a fanculo gente adulta. Anzi... quando un adulto cazziava un ragazzo lo vedevi quasi sparire dalla vergogna col capo chino (anche quei ragazzi che magari ritenevi guapparielli). Mò se un adulto fà na cazziata ad un guagliunciello... nel 90% dei casi ABBUSCA pure. GARANTITO
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Dieguito - Marzo 09, 2020, 10:08:37 am
La maggior parte di quelli che qui se la prendono con i presunti millenial sono veri millenial.  :rofl:
Non ho letto tutto, non so se qualcuno ha precisato che i millennial sono i nati tra il 1981 e il 1996.  :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Orgrimm - Marzo 09, 2020, 10:16:11 am
La maggior parte di quelli che qui se la prendono con i presunti millenial sono veri millenial.  :rofl:
Non ho letto tutto, non so se qualcuno ha precisato che i millennial sono i nati tra il 1981 e il 1996.  :look:
Brà qua siamo quasi tutti millennial tranne qualche boomer come te e un paio di gen-X :look:
I primi hanno distrutto l'economia mondiale e i secondi sono cresciuti a pane, Duran Duran e Non è la RAI, mó vonn fa e mast :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: IoAmo - Marzo 09, 2020, 10:21:21 am
Brà qua siamo quasi tutti millennial tranne qualche boomer come te e un paio di gen-X :look:
I primi hanno distrutto l'economia mondiale e i secondi sono cresciuti a pane, Duran Duran e Non è la RAI, mó vonn fa e mast :look:
io dell'80 che so? :look: boomer?
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: GIANPAOLO - Marzo 09, 2020, 10:23:25 am
La maggior parte di quelli che qui se la prendono con i presunti millenial sono veri millenial.  :rofl:
Non ho letto tutto, non so se qualcuno ha precisato che i millennial sono i nati tra il 1981 e il 1996.  :look:
:asd:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: DanceOfDeath - Marzo 09, 2020, 10:24:36 am
La maggior parte di quelli che qui se la prendono con i presunti millenial sono veri millenial.  :rofl:
Non ho letto tutto, non so se qualcuno ha precisato che i millennial sono i nati tra il 1981 e il 1996.  :look:

Io sono un 78, per favore non mi mischiare con quella gentaglia :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: GIANPAOLO - Marzo 09, 2020, 10:28:13 am
Io che ho vissuto gli anni 80 e 90 per esempio... mai in quel periodo ho visto ragazzi che parlavano "a tu a tu" con persione anziane o con i capelli bianchi. Quasi mai ho visto ragazzi che mancavano di rispetto e mandavano a fanculo gente adulta. Anzi... quando un adulto cazziava un ragazzo lo vedevi quasi sparire dalla vergogna col capo chino (anche quei ragazzi che magari ritenevi guapparielli). Mò se un adulto fà na cazziata ad un guagliunciello... nel 90% dei casi ABBUSCA pure. GARANTITO
Perché se mi fossi permesso di fare una cosa del genere, prima abbuscavo da mia madre e poi mio padre mi lasciava mezzo morto, quindi, che potessi camminare o meno, mi portavano da chi avevo offeso per chiedergli scusa.

Ogg, invece, chi ha la mia stessa età o è di poco più vecchio, se un anziano riprende il figlio, si fa dire cosa è successo dal figlio, sbraita contro tutti e tutti che il vecchio non si doveva permettere di riprendere il figlio, va dal vecchio e lo aggredisce spesso portandosi il figlio appresso :boh:

Ma di che cosa parliamo :facepalm:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Orgrimm - Marzo 09, 2020, 10:35:56 am
io dell'80 che so? :look: boomer?
L'ultimo della generazione X :look:
I boomer sono quelli nati nel dopoguerra fino alla fine degli anni 60, cioè nel boom economico :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Monkey Ltd - Marzo 09, 2020, 10:45:40 am
L'esempio fatto da Gianpaolo è uno dei cavalli di battaglia dei boomer, facit fa sul figur e  merd :look:

Dance sta generazione si è malata di like e follower ma è una fase come quando tu da bambino volevi diventare calciatore la differenza è che qui con like e follower hai il doppio delle speranze rispetto a te con il Supersantos di fare i dobloni pur non avendo un particolare talento. Voi facevate i guappi per essere i capetti della vostra comitiva mentre noi pur essendo noi stessi da casa con il pigiama lo siamo di questa piccola community virtuale senza sforzo e parlando di cose che prima parevano proibite
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: GIANPAOLO - Marzo 09, 2020, 10:53:39 am
L'esempio fatto da Gianpaolo è uno dei cavalli di battaglia dei boomer, facit fa sul figur e  merd :look:

Dance sta generazione si è malata di like e follower ma è una fase come quando tu da bambino volevi diventare calciatore la differenza è che qui con like e follower hai il doppio delle speranze rispetto a te con il Supersantos di fare i dobloni pur non avendo un particolare talento. Voi facevate i guappi per essere i capetti della vostra comitiva mentre noi pur essendo noi stessi da casa con il pigiama lo siamo di questa piccola community virtuale senza sforzo e parlando di cose che prima parevano proibite
Purtroppo è un esempio che io sperimento un giorno sì e un'altro pure. Da me è piena di gente che sbraita e va di matto pretendendo di avere ragione e sbattendosene dei regolamenti e del senso civile. E sono tutti nati tra gli anni 70 e 80. Ti dirò, addirittura che c'è anche qualche anziano tra loro :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Puck - Marzo 09, 2020, 10:59:47 am
Purtroppo è un esempio che io sperimento un giorno sì e un'altro pure. Da me è piena di gente che sbraita e va di matto pretendendo di avere ragione e sbattendosene dei regolamenti e del senso civile. E sono tutti nati tra gli anni 70 e 80. Ti dirò, addirittura che c'è anche qualche anziano tra loro :look:

I migliori sono compagni di scuola o amici d'infanzia che hanno fatto le peggio porcate ed ora ti raccontano che ai tempi loro certe cose non succedevano, come se ai quei tempi non c'eri pure tu ad ammirare le loro genialate :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: GIANPAOLO - Marzo 09, 2020, 11:03:20 am
I migliori sono compagni di scuola o amici d'infanzia che hanno fatto le peggio porcate ed ora ti raccontano che ai tempi loro certe cose non succedevano, come se ai quei tempi non c'eri pure tu ad ammirare le loro genialate :look:
:asd:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Dieguito - Marzo 09, 2020, 11:04:08 am
L'ultimo della generazione X :look:
I boomer sono quelli nati nel dopoguerra fino alla fine degli anni 60, cioè nel boom economico :look:
Credo che boomer derivi non dal boom economico ma da quello demografico. Baby boomers, no?
Comunque il periodo è lo stesso.

M
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: GIANPAOLO - Marzo 09, 2020, 11:05:35 am
Credo che boomer derivi non dal boom economico ma da quello demografico. Baby boomers, no?
Comunque il periodo è lo stesso.

M

E i problemi sono iniziati proprio perché siamo troppi sul pianeta :shhlook:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Puck - Marzo 09, 2020, 11:05:41 am
Credo che boomer derivi non dal boom economico ma da quello demografico. Baby boomers, no?
Comunque il periodo è lo stesso.

M

Si, demografico ma più o meno corrispondono.
Ot, hai visto la foto di Marte? :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: DanceOfDeath - Marzo 09, 2020, 11:13:31 am
L'esempio fatto da Gianpaolo è uno dei cavalli di battaglia dei boomer, facit fa sul figur e  merd :look:

Dance sta generazione si è malata di like e follower ma è una fase come quando tu da bambino volevi diventare calciatore la differenza è che qui con like e follower hai il doppio delle speranze rispetto a te con il Supersantos di fare i dobloni pur non avendo un particolare talento. Voi facevate i guappi per essere i capetti della vostra comitiva mentre noi pur essendo noi stessi da casa con il pigiama lo siamo di questa piccola community virtuale senza sforzo e parlando di cose che prima parevano proibite

Aspetta però, io giocando a pallone non facevo male a nessuno, a volte solo alle macchine parcheggiate nel parco :look:

E ci aggiungo che voi i guappetti li fate lo stesso prendendovela naturalmente con quelli più deboli come gli anziani o i ragazzi meno svegli. La mia generazione non si è mai permessa di andare a scuola e mettere le mani addosso ad un insegnante, di farsi i selfie sui binari del treno o stendersi in mezzo alla strada a cavallo delle due carreggiate spesso appizzandoci la pelle, per non parlare delle ragazzine che postano solo foto col culo da fuori perchè devono avere i like :facepalm:

Con tutta la stima e l'affetto che ho per te, ma no, non c'è paragone tra le due generazioni, sorry :look:

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Bud Spencer - Marzo 09, 2020, 11:22:20 am
https://www.youtube.com/watch?v=Gtz6tJPSSys&t=4s
Ma stai scherzando? Ma davvero questa ti pare una riflessione lucida?
Questa è la chiara prova che ad una certa età si danno i numeri nonostante consideri Galimberti una persona autorevole, un pò come fece Terzani che negli ultimi anni della sua vita iniziò a delirare.

Capitolo "figli che ricevono le porsche in regalo":
Quindi, ricapitolando sono i figli che non sono buoni a fare nulla...non è mica colpa del sistema economico, non è il fatto che le generazioni post-guerra hanno vissuto in un epoca dove non c'era un cazzo, un paese di contadini dopo la guerra piena di ignoranza e distruzione, dove se ti aprivi una pizzetteria del cazzo avevi la possibilità di crearti un impero galoppando sul miracolo economico italiano.
Oggi invece è un paese dove tutti studiano, e quindi c'è un enorme numero di persone istruite che vogliono fare le cose per cui hanno studiato per farle, ma il modello economico non riesce a darci quello che voi ci avete promesso per tutta quanta la vita, ma no, siamo sicuramente noi i pigri.

Capitolo "immigrati che diventano imprenditori".
400.000 imprenditori immigrati, dove? Vogliamo considerare il kebabbaro un grande imprenditore?
Un paese avanzato come il nostro ha bisogno di persone che vengono dall'estero che fanno i lavori che gli italiani non vogliono fare, ma non perchè siano lavori umili! Perchè genitori, nonni, zii...ci hanno fatto una  testa "così" per farci studiare e quindi non vogliamo fare i lavapiatti e non vogliamo raccogliere i pomodori.
Noi siamo giovani italiani istruiti, voi ci avete spinto a migliorare e a farci il culo e quindi vogliamo fare il lavoro per cui siamo ultra specializzati.

E parlo io che non ho mai avuto un cazzo, pure le mutande mi sono comprato da solo fin da adolescente. Ho studiato e lavorato allo stesso tempo, se fossi all'estero guadagnerei tantissimo.

Ma è sicuramente colpa dei giovani.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Bud Spencer - Marzo 09, 2020, 11:34:54 am
E poi giusto per informazione..i millennials sono quelli nati tra il 1981 e il 1996, i ragazzini di instagram e senza educazione che citate non sono millennials.

Jamm pop checazz...
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: GIANPAOLO - Marzo 09, 2020, 11:42:17 am
Aspetta però, io giocando a pallone non facevo male a nessuno, a volte solo alle macchine parcheggiate nel parco :look:

E ci aggiungo che voi i guappetti li fate lo stesso prendendovela naturalmente con quelli più deboli come gli anziani o i ragazzi meno svegli. La mia generazione non si è mai permessa di andare a scuola e mettere le mani addosso ad un insegnante, di farsi i selfie sui binari del treno o stendersi in mezzo alla strada a cavallo delle due carreggiate spesso appizzandoci la pelle, per non parlare delle ragazzine che postano solo foto col culo da fuori perchè devono avere i like :facepalm:

Con tutta la stima e l'affetto che ho per te, ma no, non c'è paragone tra le due generazioni, sorry :look:


E i genitori di quei figli dov'erano mentre o dopo che facevano quelle cose? Troppo impegnati dall'estetista, in palestra, con le uscite con gli amici, con le foto postate su Instagram o Fecebook, con le serie tv imperdibili, il Grande Fratello e company, la partita in Tv, Amici e la De Filippi, etc. etc. perché non si può solo lavorare e badare a scuola, ma bisogna pensare a se stessi... i figli vengono dopo :look:

E sono sempre le stesse persone che, quando qualcuno rimprovera il proprio figlio proprio perché fanno le cose hai scritto, subito scattano contro chi li ha rimproverati aggredendoli perché non si devono permettere di criticare i propri figli, i migliori che ci siano :shhlook:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Monkey Ltd - Marzo 09, 2020, 11:44:12 am
Aspetta però, io giocando a pallone non facevo male a nessuno, a volte solo alle macchine parcheggiate nel parco :look:

E ci aggiungo che voi i guappetti li fate lo stesso prendendovela naturalmente con quelli più deboli come gli anziani o i ragazzi meno svegli. La mia generazione non si è mai permessa di andare a scuola e mettere le mani addosso ad un insegnante, di farsi i selfie sui binari del treno o stendersi in mezzo alla strada a cavallo delle due carreggiate spesso appizzandoci la pelle, per non parlare delle ragazzine che postano solo foto col culo da fuori perchè devono avere i like :facepalm:

Con tutta la stima e l'affetto che ho per te, ma no, non c'è paragone tra le due generazioni, sorry :look:
Dance si fa per parlare, cose come affetto e stima non cambiano certo per un topic

Tornando al discorso mi vuoi far credere che nella tua generazioni non esistevano i bulli contro i ragazzi meno svegli? Non mettevate le mani addosso ad un insegnante perchè sapevate che lui a- poteva menarvi senza problemi b- avevate il resto a casa, nella mia generazione invece come detto se il prof alza anche solo la voce vengono i genitori a fare ammuina.
Comunque la mia generazione non è violenta come la dipingi ovviamente ti parlo per esperienza personale eh ma nella mia vita scolastica mai avuto a che fare con bullismo anzi c'era parecchio aiutarsi fra di noi, anche in classi con ragazzi che necessitavano di particolari attenzioni. Devi tenere conto anche della sovraesposizione mediatica, anche ai vostri tempi facevate un sacco di cacate ma si veniva a sapere tra pochi intimi mentre ora se fai una figura di merda rischi di diventare un meme mondiale, e non è detto che è male visto che alcuni si sono fatti pure una cosa di soldi :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Dieguito - Marzo 09, 2020, 12:02:05 pm
Si, demografico ma più o meno corrispondono.
Ot, hai visto la foto di Marte? :look:

No  :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Viper2000 - Marzo 09, 2020, 13:16:53 pm


Dance si fa per parlare, cose come affetto e stima non cambiano certo per un topic

Tornando al discorso mi vuoi far credere che nella tua generazioni non esistevano i bulli contro i ragazzi meno svegli? Non mettevate le mani addosso ad un insegnante perchè sapevate che lui a- poteva menarvi senza problemi b- avevate il resto a casa, nella mia generazione invece come detto se il prof alza anche solo la voce vengono i genitori a fare ammuina.
Comunque la mia generazione non è violenta come la dipingi ovviamente ti parlo per esperienza personale eh ma nella mia vita scolastica mai avuto a che fare con bullismo anzi c'era parecchio aiutarsi fra di noi, anche in classi con ragazzi che necessitavano di particolari attenzioni. Devi tenere conto anche della sovraesposizione mediatica, anche ai vostri tempi facevate un sacco di cacate ma si veniva a sapere tra pochi intimi mentre ora se fai una figura di merda rischi di diventare un meme mondiale, e non è detto che è male visto che alcuni si sono fatti pure una cosa di soldi :look:

Prima era effettivamente una guerra sociale dove il più debole del gruppo soccombeva e difficilmente veniva aiutato da qualcuno, oggi invece si è arrivati all'esatto contrario :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Arch Stanton - Marzo 09, 2020, 13:23:23 pm

Prima era effettivamente una guerra sociale dove il più debole del gruppo soccombeva e difficilmente veniva aiutato da qualcuno, oggi invece si è arrivati all'esatto contrario :look:
Sono d'accordo, ricordo che ultimamente vidi un programma contro il bullismo registrato in una scuola media dove alle vittime veniva messa una telecamera nascosta per farci capire cosa subivano questi bambini.
Rimasi allibito dal come potessero essere considerate quelle cose bullismo, se lo avessero registrato quando io andavo alle medie nel '99 nella periferia di est di Napoli avrebbero mandato i caschi blu probabilmente :look:
E devo dire che la mancanza di bullismo è una cosa che mi manca, temprava il carattere. Più bulli meno ciccioni  :look:
Non so se può aggiungere qualcosa alla discussione ma i test di ingresso all'università, che sono gli stessi da decenni logica e cultura generale, nell'ultimo decennio hanno subito un picco medio di discesa esponenziale. Praticamente le nuove generazioni stann nguaiat, non credo per colpa loro, ma il sistema scolastico si sta livellando verso una media molto scarsa tendendo ad estremizzare molto le eccellenze, secondo me oggi molto più presenti che in passato. Un po' secondo il modello americano.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: DanceOfDeath - Marzo 09, 2020, 13:29:21 pm
Dance si fa per parlare, cose come affetto e stima non cambiano certo per un topic

Tornando al discorso mi vuoi far credere che nella tua generazioni non esistevano i bulli contro i ragazzi meno svegli? Non mettevate le mani addosso ad un insegnante perchè sapevate che lui a- poteva menarvi senza problemi b- avevate il resto a casa, nella mia generazione invece come detto se il prof alza anche solo la voce vengono i genitori a fare ammuina.
Comunque la mia generazione non è violenta come la dipingi ovviamente ti parlo per esperienza personale eh ma nella mia vita scolastica mai avuto a che fare con bullismo anzi c'era parecchio aiutarsi fra di noi, anche in classi con ragazzi che necessitavano di particolari attenzioni. Devi tenere conto anche della sovraesposizione mediatica, anche ai vostri tempi facevate un sacco di cacate ma si veniva a sapere tra pochi intimi mentre ora se fai una figura di merda rischi di diventare un meme mondiale, e non è detto che è male visto che alcuni si sono fatti pure una cosa di soldi :look:

È lo "scopo" ad essere diverso, prima le cose accadevano naturlamente adesso invece vengono ricercate perchè ognuno vuole avere i suoi 5minuti di visibilità. Non ho detto che quella di oggi è una generazione violenta, ma che sia una generazione ossessionata dalla voglia di visibilità è indiscutibile e questo purtroppo porta a fare cazzate spesso aldilá di ogni logica
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Orgrimm - Marzo 09, 2020, 13:34:27 pm
Sono d'accordo, ricordo che ultimamente vidi un programma contro il bullismo registrato in una scuola media dove alle vittime veniva messa una telecamera nascosta per farci capire cosa subivano questi bambini.
Rimasi allibito dal come potessero essere considerate quelle cose bullismo, se lo avessero registrato quando io andavo alle medie nel '99 nella periferia di est di Napoli avrebbero mandato i caschi blu probabilmente :look:
E devo dire che la mancanza di bullismo è una cosa che mi manca, temprava il carattere. Più bulli meno ciccioni  :look:
Non so se può aggiungere qualcosa alla discussione ma i test di ingresso all'università, che sono gli stessi da decenni logica e cultura generale, nell'ultimo decennio hanno subito un picco medio di discesa esponenziale. Praticamente le nuove generazioni stann nguaiat, non credo per colpa loro, ma il sistema scolastico si sta livellando verso una media molto scarsa tendendo ad estremizzare molto le eccellenze, secondo me oggi molto più presenti che in passato. Un po' secondo il modello americano.
La tendenza della scuola da anni è quella di non lasciare indietro nessuno (cioè promuovere tutti) perché l'Italia è dietro rispetto alla media europea di laureati e diplomati
Pensa a quanto staremmo se al sud non regalassero diplomi e voti alti :shhlook:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Arch Stanton - Marzo 09, 2020, 13:39:55 pm
La tendenza della scuola da anni è quella di non lasciare indietro nessuno (cioè promuovere tutti) perché l'Italia è dietro rispetto alla media europea di laureati e diplomati
Pensa a quanto staremmo se al sud non regalassero diplomi e voti alti :shhlook:
lo so purtroppo, e all'università è pure peggio. Soprattutto al Sud se ha preso meno di 108 alla magistrale devi essere veramente, ma veramente, ma veramente, un coglione  :look:
Non si offendano gli amici laureati con 105, si scherza. Però trovare qualcuno che esce dalla Sapienza in giù con un voto basso alla magistrale è praticamente un'impresa , e spesso sono direttive che arrivano dall'alto...
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Puck - Marzo 09, 2020, 13:42:23 pm
No  :look:

(https://gsud.cdn-immedia.net/2020/03/Nasa.jpg)

1.8 miliardi di pixel :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Orgrimm - Marzo 09, 2020, 13:43:02 pm
lo so purtroppo, e all'università è pure peggio. Soprattutto al Sud se ha preso meno di 108 alla magistrale devi essere veramente, ma veramente, ma veramente, un coglione  :look:
Non si offendano gli amici laureati con 105, si scherza. Però trovare qualcuno che esce dalla Sapienza in giù con un voto basso alla magistrale è praticamente un'impresa , e spesso sono direttive che arrivano dall'alto...
All'università c'è più che altro una motivazione economica :look:
I fondi che ricevono annualmente vengono basati sull'"eccellenza" degli studenti, che si misura con i voti di laurea :asd:

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 09, 2020, 13:49:14 pm
All'università c'è più che altro una motivazione economica :look:
I fondi che ricevono annualmente vengono basati sull'"eccellenza" degli studenti, che si misura con i voti di laurea :asd:

Questa è una delle cause della rovina della nostra società anche in ottica futura.
Stiamo laureando un numero immenso di CAPRE grazie a questa legge del cazzo.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: CARACAS70 - Marzo 09, 2020, 16:29:18 pm
Ma stai scherzando? Ma davvero questa ti pare una riflessione lucida?
Questa è la chiara prova che ad una certa età si danno i numeri nonostante consideri Galimberti una persona autorevole, un pò come fece Terzani che negli ultimi anni della sua vita iniziò a delirare.

Capitolo "figli che ricevono le porsche in regalo":
Quindi, ricapitolando sono i figli che non sono buoni a fare nulla...non è mica colpa del sistema economico, non è il fatto che le generazioni post-guerra hanno vissuto in un epoca dove non c'era un cazzo, un paese di contadini dopo la guerra piena di ignoranza e distruzione, dove se ti aprivi una pizzetteria del cazzo avevi la possibilità di crearti un impero galoppando sul miracolo economico italiano.
Oggi invece è un paese dove tutti studiano, e quindi c'è un enorme numero di persone istruite che vogliono fare le cose per cui hanno studiato per farle, ma il modello economico non riesce a darci quello che voi ci avete promesso per tutta quanta la vita, ma no, siamo sicuramente noi i pigri.

Capitolo "immigrati che diventano imprenditori".
400.000 imprenditori immigrati, dove? Vogliamo considerare il kebabbaro un grande imprenditore?
Un paese avanzato come il nostro ha bisogno di persone che vengono dall'estero che fanno i lavori che gli italiani non vogliono fare, ma non perchè siano lavori umili! Perchè genitori, nonni, zii...ci hanno fatto una  testa "così" per farci studiare e quindi non vogliamo fare i lavapiatti e non vogliamo raccogliere i pomodori.
Noi siamo giovani italiani istruiti, voi ci avete spinto a migliorare e a farci il culo e quindi vogliamo fare il lavoro per cui siamo ultra specializzati.

E parlo io che non ho mai avuto un cazzo, pure le mutande mi sono comprato da solo fin da adolescente. Ho studiato e lavorato allo stesso tempo, se fossi all'estero guadagnerei tantissimo.

Ma è sicuramente colpa dei giovani.

Bud, non mi pare che Galimberti stesse dando la "colpa" ai giovani.
E non mi pare che stesse parlando dell'Italia in particolare, ma piuttosto dell'Europa in generale
La sua analisi e' abbastanza lucida ed in un certo senso deresponsabilizza il mondo dei giovani, principale "vittima" del modello socio-economico.

Ma al di la' di cercare guerre tra giovani e vecchi e via discorrendo, cosa alquanto stupida a mio parere, credo esista la necessita' di creare coscienza nei giovani e nei meno giovani del fatto che la nostra società e' molto più fragile ed ha bisogno di recuperare l'essenza delle cose, del proprio ruolo nella società e della responsabilità che ciascuno di noi ha verso se stesso (senza ricorrere sempre ad uno Stato o un padre, o chi sia il colpevole o responsabile della nostra condizione) prima e verso gli altri poi.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Orgrimm - Marzo 10, 2020, 10:00:19 am
Questa è una delle cause della rovina della nostra società anche in ottica futura.
Stiamo laureando un numero immenso di CAPRE grazie a questa legge del cazzo.
E sono comunque pochi rispetto alla media europea

Pensa a quanto siamo sottosviluppati, soprattutto al sud
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Puck - Marzo 10, 2020, 10:03:27 am
Devo dire che a 'sti poveri giovani mancheranno quasi totalmente le risse da opinione, quelle che scaturivano su un argomento a caso, completamente a caso (quanto vivono gli ippopotami?), con ognuno che diceva la propria e si finiva si non si perchè a mazzate :nono:
Maledetti smartphone che hanno eliminato le risse da bar :nono:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: GIANPAOLO - Marzo 10, 2020, 10:09:49 am
Devo dire che a 'sti poveri giovani mancheranno quasi totalmente le risse da opinione, quelle che scaturivano su un argomento a caso, completamente a caso (quanto vivono gli ippopotami?), con ognuno che diceva la propria e si finiva si non si perchè a mazzate :nono:
Maledetti smartphone che hanno eliminato le risse da bar :nono:
Con le fake news potrebbero comunque esserci anche in futuro. Vedi cosa sta succedendo tra terratondisti e terrapiattisti :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Abi - Marzo 10, 2020, 10:28:47 am
Il governo dovrebbe prevedere anche un altra direttiva in questo momento così delicato.

Terapia intensiva vietata per la fascia d'età compresa tra i 14 e i 35 anni.

Vi è piaciuto continuare ad andare in giro teste di cazzo? E mò pedalate!!!
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: GIANPAOLO - Marzo 10, 2020, 10:33:37 am
Il governo dovrebbe prevedere anche un altra direttiva in questo momento così delicato.

Terapia intensiva vietata per la fascia d'età compresa tra i 14 e i 35 anni.

Vi è piaciuto continuare ad andare in giro teste di cazzo? E mò pedalate!!!
Allora togliamola anche ai 40enni e ai 50enni che sono andati a sciare e che sono tornati al sud. Che razza di ragionamenti sono :facepalm:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Abi - Marzo 10, 2020, 10:35:17 am
Allora togliamola anche ai 40enni e ai 50enni che sono andati a sciare e che sono tornati al sud. Che razza di ragionamenti sono :facepalm:
Assolutamente si. A tutti quelli che sono contravvenuti alle disposizioni... deve essere lasciato buttare il sangue :sisi: Senza pietà!
Perchè non è giusto che io mi limito in tutto, mi sto accorto in tutto... e tu continui bello bello ad infrangere le regole!
Priorità a chi se lo merita!!!
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Abi - Marzo 10, 2020, 10:39:47 am
Ti faccio un esempio. A quello della zona rossa che se ne è andato a sciare e si è rotto un femore... bisogna lasciarlo soffrire, senza cure!
Agli altri 2 positivi addirittura, che pure sono stati beccati in località di vacanza sulla neve... devi lasciarli in isolamento là, e senza cure!
Ognuno deve essere responsabile della propria vita. Ed è giusto che se della tua vita non te ne fotte un cazzo... ne paghi le conseguenze!
Nel momento in cui metti a rischio anche le vite altrui... allora sei un criminale!
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: GIANPAOLO - Marzo 10, 2020, 10:39:55 am
Assolutamente si. A tutti quelli che sono contravvenuti alle disposizioni... deve essere lasciato buttare il sangue :sisi: Senza pietà!
Perchè non è giusto che io mi limito in tutto, mi sto accorto in tutto... e tu continui bello bello ad infrangere le regole!
Priorità a chi se lo merita!!!
Se ti limiti in tutto, se segui le disposizioni, sei comunque a bassissimo rischio di contagio. Non dare la colpa agli altri. :boh:

Se stai tutto il tempo a casa e non incontri nessuno come ti chiede di fare il Governo, non puoi contrarre il virus. Se esci sei coglione come tutti gli altri :shhlook:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: carcadee - Marzo 10, 2020, 10:40:29 am
Sono d'accordo, ricordo che ultimamente vidi un programma contro il bullismo registrato in una scuola media dove alle vittime veniva messa una telecamera nascosta per farci capire cosa subivano questi bambini.
Rimasi allibito dal come potessero essere considerate quelle cose bullismo, se lo avessero registrato quando io andavo alle medie nel '99 nella periferia di est di Napoli avrebbero mandato i caschi blu probabilmente :look:
E devo dire che la mancanza di bullismo è una cosa che mi manca, temprava il carattere. Più bulli meno ciccioni  :look:
Non so se può aggiungere qualcosa alla discussione ma i test di ingresso all'università, che sono gli stessi da decenni logica e cultura generale, nell'ultimo decennio hanno subito un picco medio di discesa esponenziale. Praticamente le nuove generazioni stann nguaiat, non credo per colpa loro, ma il sistema scolastico si sta livellando verso una media molto scarsa tendendo ad estremizzare molto le eccellenze, secondo me oggi molto più presenti che in passato. Un po' secondo il modello americano.
Effettivamente i dati  Pisa dicono che siamo prossimi a splittare la gaussiana. Non piú un solo picco, come sempre é stato ma un doppio picco con la gran maggioranza dei ragazzi che si trovano sulla sella della totale ignoranza.
Ma dare la colpa a loro sarebbe troppo, sono proprio i boomers e gli X che siamo dei prof  e dei genitori del cazzo.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: carcadee - Marzo 10, 2020, 10:42:16 am
La tendenza della scuola da anni è quella di non lasciare indietro nessuno (cioè promuovere tutti) perché l'Italia è dietro rispetto alla media europea di laureati e diplomati
Pensa a quanto staremmo se al sud non regalassero diplomi e voti alti :shhlook:
Si parla di una tendenza generale, non italiana. Io ho insegnato in vari paesi e non so chi é piú inguaiato. In Francia c'é una piccola percentuale di ragazzini preparatissimi e dietro il nulla da elettroencefalogramma piatto.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Abi - Marzo 10, 2020, 10:44:36 am
Se ti limiti in tutto, se segui le disposizioni, sei comunque a bassissimo rischio di contagio. Non dare la colpa agli altri. :boh:

Se stai tutto il tempo a casa e non incontri nessuno come ti chiede di fare il Governo, non puoi contrarre il virus. Se esci sei coglione come tutti gli altri :shhlook:
Io non dico che uno deve stare chiuso in casa h24, sarebbe impossibile, perchè purtroppo alcune cose le devi fare per forza. Ad esempio, io sono fortunatissimo perchè sono bloccato a casa da 3 settimane per un problema ad un piede, ma in caso fossi stato bene... sarei dovuto andare a faticare con la circumvesuviana pensa!
Ma una cosa è uscire se devi andare a lavoro, a fare una visita medica o qualche altra cosa di importante. Ben altro conto è quello se devi uscire per pariare, andare in giro, cazzeggiare, perdere tempo, vederti con gli amici, fare l'aperitivo al bar, andarti a prendere un caffè. Allora in quel caso... SEI UN COGLIONE
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: carcadee - Marzo 10, 2020, 10:46:14 am
Ti faccio un esempio. A quello della zona rossa che se ne è andato a sciare e si è rotto un femore... bisogna lasciarlo soffrire, senza cure!
Agli altri 2 positivi addirittura, che pure sono stati beccati in località di vacanza sulla neve... devi lasciarli in isolamento là, e senza cure!
Ognuno deve essere responsabile della propria vita. Ed è giusto che se della tua vita non te ne fotte un cazzo... ne paghi le conseguenze!
Nel momento in cui metti a rischio anche le vite altrui... allora sei un criminale!
Anche alle tre ragazze prese mentre scappavano da Tenerife con la febbre a 38. Guardacaso tutti di Bergamo. Ecco, io me la prenderei con i bergamaschi per primi.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Abi - Marzo 10, 2020, 10:47:55 am
Anche alle tre ragazze prese mentre scappavano da Tenerife con la febbre a 38. Guardacaso tutti di Bergamo. Ecco, io me la prenderei con i bergamaschi per primi.
Ieri sera altre 2 ragazze (una di 19 anni e l'altra di 25 mi pare) hanno fatto le bellele su instagram, vantandosi di venire dalle zone rosse e sottolineando il fatto di essere in piena movida ad Agrigento. Sono state identificate e denunciate stamattina, e gli hanno sequestrato i telefoni.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: GIANPAOLO - Marzo 10, 2020, 10:49:41 am
Io non dico che uno deve stare chiuso in casa h24, sarebbe impossibile, perchè purtroppo alcune cose le devi fare per forza. Ad esempio, io sono fortunatissimo perchè sono bloccato a casa da 3 settimane per un problema ad un piede, ma in caso fossi stato bene... sarei dovuto andare a faticare con la circumvesuviana pensa!
Ma una cosa è uscire se devi andare a lavoro, a fare una visita medica o qualche altra cosa di importante. Ben altro conto è quello se devi uscire per pariare, andare in giro, cazzeggiare, perdere tempo, vederti con gli amici, fare l'aperitivo al bar, andarti a prendere un caffè. Allora in quel caso... SEI UN COGLIONE
E quelle cose da coglione li fanno i giovani come i 60enni passando per tutte le età di mezzo :boh:

Finiamola di buttare la croce su qualcuno, perché si è tutti responsabili. Per non parlare dei genitori che lo sono per primo per averli viziati :sisi:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: carcadee - Marzo 10, 2020, 10:50:52 am
E quelle cose da coglione li fanno i giovani come i 60enni passando per tutte le età di mezzo :boh:

Finiamola di buttare la croce su qualcuno, perché si è tutti responsabili. Per non parlare dei genitori che lo sono per primo per averli viziati :sisi:
Sei OT, in questo topic ce la prendiamo con le nuove generazioni! :vecchio: :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: DanceOfDeath - Marzo 10, 2020, 10:51:26 am
E quelle cose da coglione li fanno i giovani come i 60enni passando per tutte le età di mezzo :boh:

Finiamola di buttare la croce su qualcuno, perché si è tutti responsabili. Per non parlare dei genitori che lo sono per primo per averli viziati :sisi:

Gianpà ma sei un bimbominkia per caso? :shhlook:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Abi - Marzo 10, 2020, 10:51:46 am
E quelle cose da coglione li fanno i giovani come i 60enni passando per tutte le età di mezzo :boh:

Finiamola di buttare la croce su qualcuno, perché si è tutti responsabili. Per non parlare dei genitori che lo sono per primo per averli viziati :sisi:
Ma infatti i coglioni ci stanno in tutte le fasce di età, non posso negarlo.
Questo topic però serve a sottolineare che comunque la fascia di età più irresponsabile è quella dei millennials.
80% dei ragazzi di oggi, è gente di cui il mondo può fare a meno! E su questo penso che ci sia poco da discutere...
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: GIANPAOLO - Marzo 10, 2020, 10:51:57 am
Sei OT, in questo topic ce la prendiamo con le nuove generazioni! :vecchio: :look:
Veramente lo ha aperto un millennial il topic con scopi diversi :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: carcadee - Marzo 10, 2020, 10:54:54 am
Veramente lo ha aperto un millennial il topic con scopi diversi :look:
Troppo tardi, i vecchi sgomitano, fatti da parte. :vecchio: :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Orgrimm - Marzo 10, 2020, 12:29:22 pm
Ma infatti i coglioni ci stanno in tutte le fasce di età, non posso negarlo.
Questo topic però serve a sottolineare che comunque la fascia di età più irresponsabile è quella dei millennials.
80% dei ragazzi di oggi, è gente di cui il mondo può fare a meno! E su questo penso che ci sia poco da discutere...
Ma millennial si pur tu, a vuo frní :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Abi - Marzo 10, 2020, 12:36:15 pm
Ma millennial si pur tu, a vuo frní :look:
Fossi stato uno di loro, mi sarei già suicidato per lo scuorno, credimi :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Monkey Ltd - Marzo 10, 2020, 12:37:52 pm
Fossi stato uno di loro, mi sarei già suicidato per lo scuorno, credimi :look:
Tipico atteggiamento da millennial :asd:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Abi - Marzo 10, 2020, 12:39:03 pm
Tipico atteggiamento da millennial :asd:
Ma magari organizzassero un suicidio di massa st'ebeti :look:
Il mondo non potrebbe che giovarne :sisi:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: SPicciFoggia - Marzo 10, 2020, 12:58:43 pm
Sti muccusiell

Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Orgrimm - Marzo 10, 2020, 17:10:05 pm
Fossi stato uno di loro, mi sarei già suicidato per lo scuorno, credimi :look:
Sei degli anni '80, quindi sei millennial :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: carcadee - Marzo 10, 2020, 18:02:30 pm
Sei degli anni '80, quindi sei millennial :look:
Se non ti risponde entro dieci minuti, cominciamo a preoccuparci.
:impiccato:

Enviado desde mi AGS2-W09 mediante Tapatalk

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Abi - Marzo 10, 2020, 21:18:19 pm
Sei degli anni '80, quindi sei millennial :look:
Se non ti risponde entro dieci minuti, cominciamo a preoccuparci.
:impiccato:

Enviado desde mi AGS2-W09 mediante Tapatalk


Nel 2000 ero già maggiorenne :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Viper2000 - Marzo 10, 2020, 22:13:21 pm
Sei degli anni '80, quindi sei millennial :look:
Secondo me il problema è che questa discussione si intitola Millennials ma in realtà si riferisce alla cosiddetta generazione Z, cioè quelli nati tra la seconda metà degli anni 90 e la fine degli anni 2000 :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Abi - Marzo 22, 2020, 00:20:24 am
Siore e Siori... Ecco a voi... THE MILLENNIALS!!!

E sono tutti così, l'80% di loro
L'idea di De Luca e del lanciafiamme... non sarebbe male. Manco le bombe al napalm a dire la verità.
Anche se io sarei per la tortura :look:

https://www.youtube.com/watch?v=vCmX2dai11o
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: LAGRANGIA - Marzo 23, 2020, 00:53:13 am
Siore e Siori... Ecco a voi... THE MILLENNIALS!!!

E sono tutti così, l'80% di loro
L'idea di De Luca e del lanciafiamme... non sarebbe male. Manco le bombe al napalm a dire la verità.
Anche se io sarei per la tortura :look:

https://www.youtube.com/watch?v=vCmX2dai11o
Se la prendi così, servirebbe il lanciafiamme in tutte le ere.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: SPicciFoggia - Marzo 23, 2020, 15:08:59 pm
A calci in culo li prenderei

A calci nel culo...

Il buon Pozzetto ci aveva listo lungo...

https://youtu.be/1W17b3IXRz0

Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: 10maggio1987 - Marzo 23, 2020, 17:40:28 pm
Na band e sciem
Non avrei saputo dirlo meglio

Inviato dal mio SNE-LX1 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: 10maggio1987 - Marzo 23, 2020, 17:53:22 pm
Io non sono sicuro di riuscire a spiegarmi, ma ci provo.
Premetto che ho 55 anni e i millennial li conosco, in casa e fuori.

La cosa che mi lascia sorpreso è che il lavaggio del cervello che gli hanno fatto non gli fa vedere neanche le cose che hanno sotto agli occhi.
Si entusiasmano per delle cazzate assurde e semmai mi compatiscono pure perché ai tempi miei non ci stavano.
L'erasmus, i film in streaming, i social. insomma: stronzate.
Poi gli sfugge che le cose che ho avuto io e che loro non avranno (non per colpa loro) sono molto più importanti: la stabilità lavorativa, la possibilità di potersi permettere una casa, poter pianificare una vita. Cose che li dovrebbero fare incazzare, di cui mi dovrebbero anche chiedere conto... Niente. Neanche se ne accorgono.
Un esempio. Quando comprai casa mi feci fare una libreria in massello su misura dal falegname. Spesi una bella cifra e la libreria durerà più della casa.
Ecco. Loro invece si sentono privilegiati perché adesso c'è ikea che ai tempi miei non c'era. Senza capire che ikea, con i suoi mobili di merda che ti devi pure portare a casa e montare, verosimilmente sarà l'unica cosa che potranno permettersi. Questo, invece di farli incazzare e aprire gli occhi, li fa sentire cittadini del mondo.

Inviato dal mio SNE-LX1 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Abi - Marzo 23, 2020, 22:20:27 pm
Io non sono sicuro di riuscire a spiegarmi, ma ci provo.
Premetto che ho 55 anni e i millennial li conosco, in casa e fuori.

La cosa che mi lascia sorpreso è che il lavaggio del cervello che gli hanno fatto non gli fa vedere neanche le cose che hanno sotto agli occhi.
Si entusiasmano per delle cazzate assurde e semmai mi compatiscono pure perché ai tempi miei non ci stavano.
L'erasmus, i film in streaming, i social. insomma: stronzate.
Poi gli sfugge che le cose che ho avuto io e che loro non avranno (non per colpa loro) sono molto più importanti: la stabilità lavorativa, la possibilità di potersi permettere una casa, poter pianificare una vita. Cose che li dovrebbero fare incazzare, di cui mi dovrebbero anche chiedere conto... Niente. Neanche se ne accorgono.
Un esempio. Quando comprai casa mi feci fare una libreria in massello su misura dal falegname. Spesi una bella cifra e la libreria durerà più della casa.
Ecco. Loro invece si sentono privilegiati perché adesso c'è ikea che ai tempi miei non c'era. Senza capire che ikea, con i suoi mobili di merda che ti devi pure portare a casa e montare, verosimilmente sarà l'unica cosa che potranno permettersi. Questo, invece di farli incazzare e aprire gli occhi, li fa sentire cittadini del mondo.

Inviato dal mio SNE-LX1 utilizzando Tapatalk
Oltretutto... non sai quante persone hanno ucciso i mobili di Ikea :sisi:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Puck - Marzo 23, 2020, 22:24:36 pm
Ikea? Quale Ikea?   :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: GIANPAOLO - Marzo 23, 2020, 23:31:55 pm
Ikea? Quale Ikea?   :look:
Eurikea sem. cit. :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: SPicciFoggia - Marzo 23, 2020, 23:54:34 pm
A me invece l'ikea non mi dispiace, almeno per quanto concerne i piccoli acquisti...

Quelli di Greenpeace invece che si mettono all'ingresso li metterei sotto...

Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: CARACAS70 - Marzo 24, 2020, 00:17:06 am
spanish Millennials

https://www.facebook.com/imigliorivideodiface/videos/655812971843524/
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Bud Spencer - Marzo 24, 2020, 00:20:02 am
Siore e Siori... Ecco a voi... THE MILLENNIALS!!!

E sono tutti così, l'80% di loro
L'idea di De Luca e del lanciafiamme... non sarebbe male. Manco le bombe al napalm a dire la verità.
Anche se io sarei per la tortura :look:

https://www.youtube.com/watch?v=vCmX2dai11o

Non sono millennials.
Se non sapete di cosa parlate, smettetela please    :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Orgrimm - Marzo 24, 2020, 10:06:07 am
Non sono millennials.
Se non sapete di cosa parlate, smettetela please    :look:
Lascia stare, questo è il topic dei vissuti :look:
Non lo sai che prima del 1996 gli adolescenti erano tutti educati :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: andreab1926 - Marzo 24, 2020, 10:31:18 am
Lascia stare, questo è il topic dei vissuti :look:
Non lo sai che prima del 1996 gli adolescenti erano tutti educati :look:
È ovvio che non bisogna generalizzare, ma tra la generazione anni 90 e quella anni 2000 c'è un abisso.

Inviato dal mio ANE-LX1 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Orgrimm - Marzo 24, 2020, 10:35:55 am
È ovvio che non bisogna generalizzare, ma tra la generazione anni 90 e quella anni 2000 c'è un abisso.

Inviato dal mio ANE-LX1 utilizzando Tapatalk
Al liceo dove sono stato eravamo quasi tutti maleducati e irrispettosi e mi sono diplomato nel 2001, qua pare che venite tutti da Oxford
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: #amanteroschifo - Marzo 24, 2020, 10:41:15 am
(https://i.kym-cdn.com/news_feeds/icons/mobile/000/019/234/3ad.jpg)

Same old story. :look:

I 30enni tra dieci anni se la prenderanno con la Generazione D (2010/19). :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Bud Spencer - Marzo 24, 2020, 11:16:16 am
ma almeno aprite un'altro topic, è imbarazzante leggere commenti su millennials che non sono millennials.
Sembra di essere da Barbara D'Urso, un po' di amor proprio dai  :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Abi - Marzo 24, 2020, 14:10:45 pm
Al liceo dove sono stato eravamo quasi tutti maleducati e irrispettosi e mi sono diplomato nel 2001, qua pare che venite tutti da Oxford
Perdonami Orgrimm, pure io mi sono diplomato nel 2001 e sia io che tu sappiamo bene quello che facevamo e quanto eravamo stronzi. Ma, c'è un ma... quelli di oggi non si possono proprio paragonare a noi, perchè oltre a fare cose sceme, ed essere stronzi... non hanno un briciolo di cervello. Sono una massa di handicappati manipolati dai social, da whatsapp e dai "mi piace".
Noi col tempo, forse, siamo maturati.
Questa generazione non maturerà mai, anzi... i figli e i figli dei figli... sarrann ancor 'cchiù strunz!!!!
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Abi - Marzo 24, 2020, 14:12:31 pm
Non sono millennials.
Se non sapete di cosa parlate, smettetela please    :look:
Il ragazzo nel video che viene arrestato è del 2001, è un millennials :look:

Forse è sbagliato il titolo del topic, perchè si voleva intendere quelli nati dopo il 2000.
Anche se la generazione dei millennials viene indicata come quella tra il 1981 e il 1996
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Bud Spencer - Marzo 24, 2020, 15:27:19 pm
Il ragazzo nel video che viene arrestato è del 2001, è un millennials :look:

Forse è sbagliato il titolo del topic, perchè si voleva intendere quelli nati dopo il 2000.
Anche se la generazione dei millennials viene indicata come quella tra il 1981 e il 1996

Appunto, i millennials non sono quelli nati nel 2000 ma quelli che erano teenager entro l'anno 2000. Io teng 30 anni e sono millennials, quello più muccuso ne ha 24-25.

Voi nel topic intendete generazione Z
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Monkey Ltd - Marzo 24, 2020, 15:29:14 pm
Non ho sbagliato titolo, cacate sempre il cazzo ai millennial ma alla fine schifate la Gen Z :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: LAGRANGIA - Marzo 24, 2020, 15:41:54 pm
Grazie al topic ho imparato meglio le definizioni di Millenials, generation x, y, z, alpha.

E ho capito che non avevo capito un cazzo di chi fossero i millenials.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Abi - Marzo 24, 2020, 17:55:20 pm
Uagliù, o millennials, o generazioe X, Y, Z... il succo del discorso non cambia.
Quelli nati dopo l'anno 2000 (fino al 2006 più o meno) sono delle emerite (inutili) teste di cazzo!!!
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 24, 2020, 20:18:07 pm
Non ho sbagliato titolo, cacate sempre il cazzo ai millennial ma alla fine schifate la Gen Z :look:

Intendiamo la fascia di età che ora va dai 15 ai 20-21 anni.

Confermo.

E' na tragedia.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: SPicciFoggia - Marzo 24, 2020, 20:31:25 pm
X y o zeta....

Via a calci in culo da questo pianeta...

Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: TomDurrr - Marzo 24, 2020, 21:21:57 pm
Un paio di giorni dopo i fatti di Codogno ( sigh ) nel campo di fronte casa mia, c’è stata una partita liceo Umberto vs Mercalli
Sembrava si giocasse river - boca, che cosa si sono firati di combinare lol
quanto mi mancano quegli anni :look:

Io credo che non ci sia alcuna differenza, a quell’età scemi si era prima scemi si è oggi


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: andreab1926 - Marzo 24, 2020, 21:53:39 pm
Un paio di giorni dopo i fatti di Codogno ( sigh ) nel campo di fronte casa mia, c’è stata una partita liceo Umberto vs Mercalli
Sembrava si giocasse river - boca, che cosa si sono firati di combinare lol
quanto mi mancano quegli anni :look:

Io credo che non ci sia alcuna differenza, a quell’età scemi si era prima scemi si è oggi


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Hanno fatto un partitone?

Inviato dal mio ANE-LX1 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: ABRAXAS_KMS_PANDA - Marzo 24, 2020, 22:33:28 pm
Un paio di giorni dopo i fatti di Codogno ( sigh ) nel campo di fronte casa mia, c’è stata una partita liceo Umberto vs Mercalli
Sembrava si giocasse river - boca, che cosa si sono firati di combinare lol
quanto mi mancano quegli anni :look:

Io credo che non ci sia alcuna differenza, a quell’età scemi si era prima scemi si è oggi


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Abbiamo vinto o abbiamo perso? (Mercalli)

Inviato dal mio EML-L09 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: linus Solo Gli Sponsor Sulla Maglia - Marzo 25, 2020, 02:00:15 am
Perdonami Orgrimm, pure io mi sono diplomato nel 2001 e sia io che tu sappiamo bene quello che facevamo e quanto eravamo stronzi. Ma, c'è un ma... quelli di oggi non si possono proprio paragonare a noi, perchè oltre a fare cose sceme, ed essere stronzi... non hanno un briciolo di cervello. Sono una massa di handicappati manipolati dai social, da whatsapp e dai "mi piace".
Noi col tempo, forse, siamo maturati.
Questa generazione non maturerà mai, anzi... i figli e i figli dei figli... sarrann ancor 'cchiù strunz!!!!
A me mi sa che l'unica differenza è che mo ci stanno le prove video mentre quando ci siamo diplomati noi ci stava il motorola v360 che era buono solo per sentire le canzoni di Alessio e Raffaello.


Inviato dal mio G8231 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: GIANPAOLO - Marzo 25, 2020, 02:15:35 am
A me mi sa che l'unica differenza è che mo ci stanno le prove video mentre quando ci siamo diplomati noi ci stava il motorola v360 che era buono solo per sentire le canzoni di Alessio e Raffaello.


Inviato dal mio G8231 utilizzando Tapatalk


Ai miei tempi si portavano le panciere con in temi infilati dentro (tipo le cartucciere con le pallottole :look:) e i vocabolari che normalmente avevano uno spessore di 15 cm e all'esame diventavano improvvisamente di 20 cm :shhlook:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: TomDurrr - Marzo 25, 2020, 02:39:03 am
Abbiamo vinto o abbiamo perso? (Mercalli)

Inviato dal mio EML-L09 utilizzando Tapatalk
Mercalli tanto a poco :asd:


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: LAGRANGIA - Marzo 25, 2020, 11:02:17 am
Uagliù, o millennials, o generazioe X, Y, Z... il succo del discorso non cambia.
Quelli nati dopo l'anno 2000 (fino al 2006 più o meno) sono delle emerite (inutili) teste di cazzo!!!
Mah non saprei.
Io sono nato a fine anni 80.

un mio amico a 8 anni venne da me e disse che voleva costruire uno "shparafasul".
Io che ero piccolo di 2, quindi ne avevo 6, feci da assistente supportando la fabbricazione.
A fine operazioni mi disse vieni, andiamo a sparare. Le munizioni erano appunto legumi o piccoli sassi.

Ci appostammo dietro a un cancello che dava su una strada di commercio e grande struscio. Parcheggia una macchina. Madre e figlio scendono.

Il mio amico, occhi che brillano, "a chesta cessa a shpar rint a fess" boom parte il colpo e la prende proprio in mezzo alle pacche, la tizia grida e si gira spaesata.

Noi scappiamo ridendo, ignari del rischio corso che sbagliando di pochi cm potevamo prendere l'occhio del figlio piccolo accanto.

La mia idea è che tutte le generazioni da 1 a 18 anni siano alquanto insulse. Di quasi tutte le epoche.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 25, 2020, 16:49:17 pm
Mah non saprei.
Io sono nato a fine anni 80.

un mio amico a 8 anni venne da me e disse che voleva costruire uno "shparafasul".
Io che ero piccolo di 2, quindi ne avevo 6, feci da assistente supportando la fabbricazione.
A fine operazioni mi disse vieni, andiamo a sparare. Le munizioni erano appunto legumi o piccoli sassi.

Ci appostammo dietro a un cancello che dava su una strada di commercio e grande struscio. Parcheggia una macchina. Madre e figlio scendono.

Il mio amico, occhi che brillano, "a chesta cessa a shpar rint a fess" boom parte il colpo e la prende proprio in mezzo alle pacche, la tizia grida e si gira spaesata.

Noi scappiamo ridendo, ignari del rischio corso che sbagliando di pochi cm potevamo prendere l'occhio del figlio piccolo accanto.

La mia idea è che tutte le generazioni da 1 a 18 anni siano alquanto insulse. Di quasi tutte le epoche.

Tu forse non hai capito di cosa parliamo.
Questo tuo amichetto d'infanzia, per quanto stronzo, era un genio fottuto !!!
Lascia stare lo scopo, il fine, il rischio, l'incoscienza.......non è questo di cui si parla, almeno non solo............chist s'ha costruito, a 8 anni, nu sparafasul !!!!!

Un millenials non ci arriverebbe mai !!!.....rimarrebbe lobotomizzato davanti al suo smartphone cercando a fot ro cumpagno pe fa na condivisione..........manco na fionda con l'elastico foss capace e fà !!
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Monkey Ltd - Marzo 25, 2020, 22:01:31 pm
Vecchiardi ma ai vostri tempi lo compravate il tozzabancone? :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: DanceOfDeath - Marzo 25, 2020, 22:12:04 pm
Vecchiardi ma ai vostri tempi lo compravate il tozzabancone? :look:

Ai  nostri tempi c'era anche la corrente sfusa :vecchio:

 :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: ABRAXAS_KMS_PANDA - Marzo 26, 2020, 07:28:02 am
Da me eravamo più criminali, invece del fagiolo che a contatto con il target si sfalda usavamo i ceci, che fanno veramente male come le pietre. Ma la cosa più incosciente o una delle, era mettere le Minerva dentro le bottiglie di coca Cola di vetro e lanciarle. Veramente a livello Baghdad.

Inviato dal mio EML-L09 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: TomDurrr - Marzo 26, 2020, 07:43:57 am
Le minerve nelle povere lucertole

Non io ovviamente


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: ABRAXAS_KMS_PANDA - Marzo 26, 2020, 08:00:04 am
Le minerve nelle povere lucertole

Non io ovviamente


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
E barbettun

Inviato dal mio EML-L09 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: SPicciFoggia - Marzo 26, 2020, 11:48:48 am
Le minerve nelle povere lucertole

Non io ovviamente


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
E barbettun

Inviato dal mio EML-L09 utilizzando Tapatalk
E barbacani....

Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: SPicciFoggia - Marzo 26, 2020, 11:51:04 am
Da me eravamo più criminali, invece del fagiolo che a contatto con il target si sfalda usavamo i ceci, che fanno veramente male come le pietre. Ma la cosa più incosciente o una delle, era mettere le Minerva dentro le bottiglie di coca Cola di vetro e lanciarle. Veramente a livello Baghdad.

Inviato dal mio EML-L09 utilizzando Tapatalk
Se parli dello sparafasullli, niente era più doloroso dei chicchi di mais....

Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk
Titolo: Re:Millennialsse
Inserito da: Arch Stanton - Marzo 26, 2020, 11:54:35 am
non vi racconto cosa combinavamo a inizio anni duemila nel periodo di carnevale e a capodanno perchè credo di poter ancora essere perseguito penalmente.
"Tradizioni" che ormai vedo completamente scomparse nei giovani attuali. Fortunatamente  :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: TomDurrr - Marzo 26, 2020, 12:26:41 pm
non vi racconto cosa combinavamo a inizio anni duemila nel periodo di carnevale e a capodanno perchè credo di poter ancora essere perseguito penalmente.
"Tradizioni" che ormai vedo completamente scomparse nei giovani attuali. Fortunatamente  :look:
Eri uno di quegli stronzi che andava all’Edenlandia con più uova di un pasticcere a Pasqua ?


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Titolo: Re:Millennialsse
Inserito da: Puck - Marzo 26, 2020, 15:06:17 pm
non vi racconto cosa combinavamo a inizio anni duemila nel periodo di carnevale e a capodanno perchè credo di poter ancora essere perseguito penalmente.
"Tradizioni" che ormai vedo completamente scomparse nei giovani attuali. Fortunatamente  :look:

Ah ecco, nessuno lo dice :look:, a Carnevale non si poteva uscire, ti facevi male, oggi cammini tranquillamente per la piazza principale e al massimo becchi due coriandoli :look:

Arch, che hai combinato col titolo del topic? :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: SPicciFoggia - Marzo 26, 2020, 18:34:02 pm
non vi racconto cosa combinavamo a inizio anni duemila nel periodo di carnevale e a capodanno perchè credo di poter ancora essere perseguito penalmente.
"Tradizioni" che ormai vedo completamente scomparse nei giovani attuali. Fortunatamente  :look:
La butto lì...

Lamette nelle arance?

Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 27, 2020, 13:42:56 pm
Ragazzi, comunque ora ne faccio un discorso serio.
La frase:
"Ai miei tempi i giovani erano un'altra cosa....chisti ca chi è capisce....."
si è sempre sentita dall'alba dei tempi, abbiamo testimonianze che era così anche nell'Antica Grecia, quindi......eviterei banalizzazioni e facili dietrologie.

Io coi nati dall'anno 2000 , in realtà, il motivo del depauperamento culturale ( soprattutto ) lo vedo ed è evidentissimo.
E me ne accorgo soprattutto perchè, lavorando nell'editoria universitaria, mi confronto con i docenti.
Che confermano che ogni anno che passa il livello degli studenti del primo anno è, tragicamente, sempre più basso.

Addirittura ci stanno chiedendo di semplificare i testi per le prossime edizioni, perchè molti di loro non sono capaci proprio di comprendere elementari periodi scritti.

Ma uscendo dall'ambito universitario vi faccio un altro esempio.
Le Scuole Guida.
Parlavo il mese scorso con una segretaria di una scuola guida, mi ha confermato pure lei sta cosa.......i diciottenni che le arrivano da un paio d'anni a questa parte sono sempre peggio.
Non sanno più come fare lezione, come spiegare le norme basilari ( che spesso so 4 strunzate, parliamoci chiaro ), dice ca nisciuno capisc nu cazzo...........e parlamm e 4 strunzate o vero, eh.........non si pretende, come quando ero ragazzo io, e sapè cumm è fatt o motore......e cartelli stradali !!!........giusto due precedenze !!!!

E pure la percentuale di bocciati ai test sta aumentando vertiginosamente.

Purtroppo è un dato sociale rilevante......sta crescendo una generazione non di vichinghi ( come qualcuno ha erroneamente capito, e lo vedo da alcuni post precedenti ) ma di capre !!!!
E questa è una cosa pericolosissima in proiezione futura.
Pericolosissima.

Perchè le capre, oltre a non saper far niente di utile ,e quindi 90 su 100 si rivelano dannose e parassitarie per la società, sono anche facilmente abbindolabili.

Io ho anche una spiegazione "tecnica" che va aldilà di considerazioni di carattere sociale ( anche se poi lo diventa di carattere sociale ).

Se volete ve la dico.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Orgrimm - Marzo 27, 2020, 14:01:35 pm
Vecchiardi ma ai vostri tempi lo compravate il tozzabancone? :look:
Hanno intostato litri e litri di acqua, mó vonn fa e saput :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: GIANPAOLO - Marzo 27, 2020, 14:18:32 pm
Ragazzi, comunque ora ne faccio un discorso serio.
La frase:
"Ai miei tempi i giovani erano un'altra cosa....chisti ca chi è capisce....."
si è sempre sentita dall'alba dei tempi, abbiamo testimonianze che era così anche nell'Antica Grecia, quindi......eviterei banalizzazioni e facili dietrologie.

Io coi nati dall'anno 2000 , in realtà, il motivo del depauperamento culturale ( soprattutto ) lo vedo ed è evidentissimo.
E me ne accorgo soprattutto perchè, lavorando nell'editoria universitaria, mi confronto con i docenti.
Che confermano che ogni anno che passa il livello degli studenti del primo anno è, tragicamente, sempre più basso.

Addirittura ci stanno chiedendo di semplificare i testi per le prossime edizioni, perchè molti di loro non sono capaci proprio di comprendere elementari periodi scritti.

Ma uscendo dall'ambito universitario vi faccio un altro esempio.
Le Scuole Guida.
Parlavo il mese scorso con una segretaria di una scuola guida, mi ha confermato pure lei sta cosa.......i diciottenni che le arrivano da un paio d'anni a questa parte sono sempre peggio.
Non sanno più come fare lezione, come spiegare le norme basilari ( che spesso so 4 strunzate, parliamoci chiaro ), dice ca nisciuno capisc nu cazzo...........e parlamm e 4 strunzate o vero, eh.........non si pretende, come quando ero ragazzo io, e sapè cumm è fatt o motore......e cartelli stradali !!!........giusto due precedenze !!!!

E pure la percentuale di bocciati ai test sta aumentando vertiginosamente.

Purtroppo è un dato sociale rilevante......sta crescendo una generazione non di vichinghi ( come qualcuno ha erroneamente capito, e lo vedo da alcuni post precedenti ) ma di capre !!!!
E questa è una cosa pericolosissima in proiezione futura.
Pericolosissima.

Perchè le capre, oltre a non saper far niente di utile ,e quindi 90 su 100 si rivelano dannose e parassitarie per la società, sono anche facilmente abbindolabili.

Io ho anche una spiegazione "tecnica" che va aldilà di considerazioni di carattere sociale ( anche se poi lo diventa di carattere sociale ).

Se volete ve la dico.
Ma questo, però, è il risultato di situazioni interconnesse che andrebbero analizzate singolarmente con il dovuto approfondimento (che allungherebbe troppo la discussione). Ovvero, in sintesi:

1. Riforme della scuola primaria sulla carta positive, ma gestite in modo pessimo (come per es. quella della moltiplicazione degli insegnanti nelle elementari con l'immissione, però, di gente non preparata adeguatamente).

2. Allargamento dei poteri dei genitori nel mondo scuola, che ha dato la facoltà a persone incompetenti di mettere bocca su tutto.

3. Indicazioni ministeriali sul piano pedagogico in merito alla valutazione degli alunni che non andavano bocciati se non per cause gravi, che ha permesso di accompagnare individui non sufficientemente preparati fino al diploma.

4. Riforma sul sistema scuola-lavoro incompiuta e mai partita. Chi non arriva al diploma oggi, non trova lavoro. Però non tutti hanno la capacità o anche la voglia di studiare per essere preparati ad affrontare con sufficienza la maturità e lo Stato avrebbe dovuto garantire a queste persone lavori che non necessitavano di competenze scientifico-umanistiche eccessive tali da doversi per forza diplomare. Parlo di manovalanza artigianale, manovalanza agricola, custodi, soldati semplici, etc. Addirittura per chi avesse le qualità e avesse voluto continuare successivamente gli studi avrebbe potuto in quei settori fare anche carriera.

5. Distribuzioni fondi alle Università legate al numero dei laureati e non ai risultati scientifici conseguiti al loro interno valutabili in brevetti o pubblicazioni di riconoscimento internazionale, col vantaggio di far diventare la stessa Università luogo di lavoro e non ulteriore parcheggio non solo per gli studenti, ma anche dei ricercatori.

6. Inutile proliferazione delle Università quanto sarebbe bastato aprire poli specifici sul territorio concentrando le competenze e specializzando le strutture che avrebbero permesso ai nuovi laureati non solo di avere un pezzo di carta più autorevole e spendibile nel mondo del lavoro, ma qualità di studi nettamente superiori.

E mi fermo qui (penso di aver indicato i maggiori temi), tenendo presente che il punto 1 e il punto 6 sono stati creati ad hoc per venire incontro ad una esigenza politica e sindacale di immettere quante più persone possibile nel mondo del lavoro a discapito della competenza e della qualità di chi entrava e questo, ovviamente e inevitabilmente, si è riflesso sugli studenti con le conseguenze dalle quali si è partiti :sisi:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 27, 2020, 15:21:42 pm
Ma questo, però, è il risultato di situazioni interconnesse che andrebbero analizzate singolarmente con il dovuto approfondimento (che allungherebbe troppo la discussione). Ovvero, in sintesi:

1. Riforme della scuola primaria sulla carta positive, ma gestite in modo pessimo (come per es. quella della moltiplicazione degli insegnanti nelle elementari con l'immissione, però, di gente non preparata adeguatamente).

2. Allargamento dei poteri dei genitori nel mondo scuola, che ha dato la facoltà a persone incompetenti di mettere bocca su tutto.

3. Indicazioni ministeriali sul piano pedagogico in merito alla valutazione degli alunni che non andavano bocciati se non per cause gravi, che ha permesso di accompagnare individui non sufficientemente preparati fino al diploma.

4. Riforma sul sistema scuola-lavoro incompiuta e mai partita. Chi non arriva al diploma oggi, non trova lavoro. Però non tutti hanno la capacità o anche la voglia di studiare per essere preparati ad affrontare con sufficienza la maturità e lo Stato avrebbe dovuto garantire a queste persone lavori che non necessitavano di competenze scientifico-umanistiche eccessive tali da doversi per forza diplomare. Parlo di manovalanza artigianale, manovalanza agricola, custodi, soldati semplici, etc. Addirittura per chi avesse le qualità e avesse voluto continuare successivamente gli studi avrebbe potuto in quei settori fare anche carriera.

5. Distribuzioni fondi alle Università legate al numero dei laureati e non ai risultati scientifici conseguiti al loro interno valutabili in brevetti o pubblicazioni di riconoscimento internazionale, col vantaggio di far diventare la stessa Università luogo di lavoro e non ulteriore parcheggio non solo per gli studenti, ma anche dei ricercatori.

6. Inutile proliferazione delle Università quanto sarebbe bastato aprire poli specifici sul territorio concentrando le competenze e specializzando le strutture che avrebbero permesso ai nuovi laureati non solo di avere un pezzo di carta più autorevole e spendibile nel mondo del lavoro, ma qualità di studi nettamente superiori.

E mi fermo qui (penso di aver indicato i maggiori temi), tenendo presente che il punto 1 e il punto 6 sono stati creati ad hoc per venire incontro ad una esigenza politica e sindacale di immettere quante più persone possibile nel mondo del lavoro a discapito della competenza e della qualità di chi entrava e questo, ovviamente e inevitabilmente, si è riflesso sugli studenti con le conseguenze dalle quali si è partiti :sisi:

Tutto giusto e condivido.
Però c'è una cosa.

I riferimenti all'università sono assolutamente corretti e li condivido peinamente, però..........come spiegato prima quando gli attuali diciottenni arrivano lì GIA' sono capre.
Quindi sono stati rovinati già da prima, capito ?
Ma lo segnali nei punti 1,2,3,4.
Ed è vero anche quello.


Ti introduco però un ulteriore elemento social che diventa "sociale".

Gli smartphone !!

Ebbene si.
Io do una grandissima importanza al declino culturale dell'attuale generazione agli smartphone.
Li ritengo la più grande droga ed il più grande strumento di rincoglionimento di massa mai messo nelle mani dell'uomo.......certo, ogni cosa è un mezzo e dipende sempre dall'uso che se ne fa.
Beh, l'attuale uso secondo me sta portando l'attuale situazione.

Intendiamoci.....i cellulari fottono la cervella pure a chi è più grande, non solo a loro.......però un adulto NON è nato con quell'aggeggio diabolico in mano, quindi ha o qualche anticorpo in più o un vissuto che lo porta a potersi un pò alienare.


Sono molto convinto di questa cosa.
Questi hanno passato ( non scherzo ) il 30% della loro vita passata da svegli ( e dormendo poco ) co na capa acalata ngopp a nu cellulare !

E sono convinto che nessuno può smentire questa percentuale.....basta guardarli.
Camminano co chill affare in mano, tornano a casa e s mettono ngopp o lietto o ngopp o divano co chill affare in mano.
Provate a toglierglielo....reazione che neanche un drogato all'ultimo stadio !!!

Osservare ste cose è facile.
Anche perchè sono tutti uguali.

Ed è questo che è inquietante.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: linus Solo Gli Sponsor Sulla Maglia - Marzo 27, 2020, 16:52:17 pm
Ragazzi, comunque ora ne faccio un discorso serio.
La frase:
"Ai miei tempi i giovani erano un'altra cosa....chisti ca chi è capisce....."
si è sempre sentita dall'alba dei tempi, abbiamo testimonianze che era così anche nell'Antica Grecia, quindi......eviterei banalizzazioni e facili dietrologie.

Io coi nati dall'anno 2000 , in realtà, il motivo del depauperamento culturale ( soprattutto ) lo vedo ed è evidentissimo.
E me ne accorgo soprattutto perchè, lavorando nell'editoria universitaria, mi confronto con i docenti.
Che confermano che ogni anno che passa il livello degli studenti del primo anno è, tragicamente, sempre più basso.

Addirittura ci stanno chiedendo di semplificare i testi per le prossime edizioni, perchè molti di loro non sono capaci proprio di comprendere elementari periodi scritti.

Ma uscendo dall'ambito universitario vi faccio un altro esempio.
Le Scuole Guida.
Parlavo il mese scorso con una segretaria di una scuola guida, mi ha confermato pure lei sta cosa.......i diciottenni che le arrivano da un paio d'anni a questa parte sono sempre peggio.
Non sanno più come fare lezione, come spiegare le norme basilari ( che spesso so 4 strunzate, parliamoci chiaro ), dice ca nisciuno capisc nu cazzo...........e parlamm e 4 strunzate o vero, eh.........non si pretende, come quando ero ragazzo io, e sapè cumm è fatt o motore......e cartelli stradali !!!........giusto due precedenze !!!!

E pure la percentuale di bocciati ai test sta aumentando vertiginosamente.

Purtroppo è un dato sociale rilevante......sta crescendo una generazione non di vichinghi ( come qualcuno ha erroneamente capito, e lo vedo da alcuni post precedenti ) ma di capre !!!!
E questa è una cosa pericolosissima in proiezione futura.
Pericolosissima.

Perchè le capre, oltre a non saper far niente di utile ,e quindi 90 su 100 si rivelano dannose e parassitarie per la società, sono anche facilmente abbindolabili.

Io ho anche una spiegazione "tecnica" che va aldilà di considerazioni di carattere sociale ( anche se poi lo diventa di carattere sociale ).

Se volete ve la dico.
Gli omogeneizzati?!

Comunque si lo smartphone è lo spartiacque e te lo dice uno sotto i 30 anni che ha fatto in tempo a vedere gli ultimi rullini da 36 e che mo sta sempre con il telefono in mano
Quando devo fare un periodo di studio intenso la prima cosa che faccio e mettere il telefono nel cassetto e impormi intervalli di due ore tra una accensione e l'altra, ma non mi riesce subito devo fare come i tossici :la prima giornata, la mattina faccio una volta all'ora e il pomeriggio una volta ogni mezz'ora,scatta la scimmia.

Solo al terzo giorno riesco ad arrivare a stare 4 e senza telefono in n mano.

Inviato dal mio G8231 utilizzando Tapatalk
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: GIANPAOLO - Marzo 27, 2020, 16:54:43 pm
Tutto giusto e condivido.
Però c'è una cosa.

I riferimenti all'università sono assolutamente corretti e li condivido peinamente, però..........come spiegato prima quando gli attuali diciottenni arrivano lì GIA' sono capre.
Quindi sono stati rovinati già da prima, capito ?
Ma lo segnali nei punti 1,2,3,4.
Ed è vero anche quello.


Ti introduco però un ulteriore elemento social che diventa "sociale".

Gli smartphone !!

Ebbene si.
Io do una grandissima importanza al declino culturale dell'attuale generazione agli smartphone.
Li ritengo la più grande droga ed il più grande strumento di rincoglionimento di massa mai messo nelle mani dell'uomo.......certo, ogni cosa è un mezzo e dipende sempre dall'uso che se ne fa.
Beh, l'attuale uso secondo me sta portando l'attuale situazione.

Intendiamoci.....i cellulari fottono la cervella pure a chi è più grande, non solo a loro.......però un adulto NON è nato con quell'aggeggio diabolico in mano, quindi ha o qualche anticorpo in più o un vissuto che lo porta a potersi un pò alienare.


Sono molto convinto di questa cosa.
Questi hanno passato ( non scherzo ) il 30% della loro vita passata da svegli ( e dormendo poco ) co na capa acalata ngopp a nu cellulare !

E sono convinto che nessuno può smentire questa percentuale.....basta guardarli.
Camminano co chill affare in mano, tornano a casa e s mettono ngopp o lietto o ngopp o divano co chill affare in mano.
Provate a toglierglielo....reazione che neanche un drogato all'ultimo stadio !!!

Osservare ste cose è facile.
Anche perchè sono tutti uguali.

Ed è questo che è inquietante.
Ma infatti la mia critica parte dalle scuole elementari come si evince dal punto 1 :sisi:

È tutto il sistema scuola che è stato rovinato dalle riforme monche iniziate nel 1990 fino ad oggi, non solo l'Università o le primarie rispetto alla secondarie :boh:

Io ci ho lavorato/studiato per 10 anni nelle Università a quasi tutti i livelli (non ho fatto il professore e nemmeno sono riuscito a laurearmi, ma questa è una lunghissima storia :look:) e da 5 anni lavoro nelle scuole primarie e secondarie... purtroppo so benissimo tutte le problematiche createsi in questi anni :facepalm:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: linus Solo Gli Sponsor Sulla Maglia - Marzo 27, 2020, 17:02:01 pm
Ma infatti la mia critica parte dalle scuole elementari come si evince dal punto 1 :sisi:

È tutto il sistema scuola che è stato rovinato dalle riforme monche iniziate nel 1990 fino ad oggi, non solo l'Università o le primarie rispetto alla secondarie :boh:

Io ci ho lavorato/studiato per 10 anni nelle Università a quasi tutti i livelli (non ho fatto il professore e nemmeno sono riuscito a laurearmi, ma questa è una lunghissima storia :look:) e da 5 anni lavoro nelle scuole primarie e secondarie... purtroppo so benissimo tutte le problematiche createsi in questi anni :facepalm:
Sei un assistente di laboratorio? Io lo sono quasi diventato.

Inviato dal mio G8231 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Jiranek - Marzo 30, 2020, 10:11:38 am
Tutto molto giusto, ma mettetevi un attimo nei panni dei ragazzi di oggi.

La laurea, la cultura e la preparazione sono associati, al giorno d'oggi, a disoccupazione, stress, ingiustizie, cioé fatica gratuita.
Senza voler scomodare VIP, calciatori, bellone, ed anche solo figli di papà veri e propri, basta anche solo fare l'influencer per avere una vita decisamente più interessante e retribuita.

Molte volte è solo apparenza, ma stiamo parlando di ragazzi: una volta, la cultura era veicolo di affermazione sociale, e molti hanno studiato per questo. Una scenario del genere, invece, non è molto adatto a generare l'amore per il sapere.

Inutile prendersela con smartphone, internet, programmi ecc.... per me è proprio il contesto socio-culturale moderno che invita allo spegnimento dei neuroni.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 30, 2020, 10:50:11 am

Inutile prendersela con smartphone, internet, programmi ecc.... per me è proprio il contesto socio-culturale moderno che invita allo spegnimento dei neuroni.

Si, ma lo smartphone è il mezzo attraverso cui viene premuto il pulsante dello spegnimento neurologico.
Diventi come un autistico, la tua mente funziona a compartimenti stagni.......sei magari bravissimo a digitare 1000 messaggi in un minuto o a trovare il primo volo per Zanzibar con l'app più avveniristica che esiste, ma tutto il resto del tuo cervello è out, se devi trovare il maglione nell'armadio e non chiami mammina non ci riesci !
Anche perchè, in breve, il cellulare si trasforma da semplice strumento in droga.

Perchè quello è, una droga.
Ai ragazzini di oggi qualunque punizione gli commini se ne fottono altamente......qualunque.
L'unica che funziona è togliergli lo smartphone o spegnergli la connessione internet.
L'unica.

Ma se lo fai poi devi aspettarti reazioni da crisi di astinenza......esattamente come quando togli la dose ai tossici.
Uguale !

Non è una cosa da sottovalutare.
E' come avere intorno milioni di drogati adolescenti.......e i drogati, si sa, non eccellono per uso di neuroni.  :sisi:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: ABRAXAS_KMS_PANDA - Marzo 30, 2020, 12:32:06 pm
Si, ma lo smartphone è il mezzo attraverso cui viene premuto il pulsante dello spegnimento neurologico.
Diventi come un autistico, la tua mente funziona a compartimenti stagni.......sei magari bravissimo a digitare 1000 messaggi in un minuto o a trovare il primo volo per Zanzibar con l'app più avveniristica che esiste, ma tutto il resto del tuo cervello è out, se devi trovare il maglione nell'armadio e non chiami mammina non ci riesci !
Anche perchè, in breve, il cellulare si trasforma da semplice strumento in droga.

Perchè quello è, una droga.
Ai ragazzini di oggi qualunque punizione gli commini se ne fottono altamente......qualunque.
L'unica che funziona è togliergli lo smartphone o spegnergli la connessione internet.
L'unica.

Ma se lo fai poi devi aspettarti reazioni da crisi di astinenza......esattamente come quando togli la dose ai tossici.
Uguale !

Non è una cosa da sottovalutare.
E' come avere intorno milioni di drogati adolescenti.......e i drogati, si sa, non eccellono per uso di neuroni.  :sisi:


le stesse cose che diceva mia zia del Commodere64  mia mamma del NES e poi del PC...
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 30, 2020, 12:53:09 pm

le stesse cose che diceva mia zia del Commodere64  mia mamma del NES e poi del PC...

Sei troppo intelligente per fare un paragone del genere.
A meno che tu da ragazzo non camminassi in mezzo alla strada, come un ebete e incurante di cosa ti circonda, con il tuo commodore 64 in mano ( e non oso pensare che prolunga usavi ) !!!.... :sisi:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: pokkio - Marzo 30, 2020, 13:14:30 pm
Sei troppo intelligente per fare un paragone del genere.
A meno che tu da ragazzo non camminassi in mezzo alla strada, come un ebete e incurante di cosa ti circonda, con il tuo commodore 64 in mano ( e non oso pensare che prolunga usavi ) !!!.... :sisi:
Il problema come diceva qualcuno sopra, non sono i cellulari. E` la mancanza di una prospettiva futura.

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: ABRAXAS_KMS_PANDA - Marzo 30, 2020, 13:21:14 pm
Sei troppo intelligente per fare un paragone del genere.
A meno che tu da ragazzo non camminassi in mezzo alla strada, come un ebete e incurante di cosa ti circonda, con il tuo commodore 64 in mano ( e non oso pensare che prolunga usavi ) !!!.... :sisi:
Metti gameoy nella frase. Lo smartphone o per meglio dire l'informazione sempre disponibile ha cambiato il modo di pensare delle persone. Oggi molte cose che erano importanti nella mia scuola sono completamente inutili per gli studenti. Magari da quelle imposizioni derivava una diversa capacità di pensiero ma non sto dicendo migliore o sbagliata ti dico DIVERSA. Poi ci stanno gli idioti e i saggi in ogni epoca che esiste, che è esistita e che esisterà.

Inviato dal mio EML-L09 utilizzando Tapatalk
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Jiranek - Marzo 30, 2020, 14:53:13 pm
Si, ma lo smartphone è il mezzo attraverso cui viene premuto il pulsante dello spegnimento neurologico.
Diventi come un autistico, la tua mente funziona a compartimenti stagni.......sei magari bravissimo a digitare 1000 messaggi in un minuto o a trovare il primo volo per Zanzibar con l'app più avveniristica che esiste, ma tutto il resto del tuo cervello è out, se devi trovare il maglione nell'armadio e non chiami mammina non ci riesci !
Anche perchè, in breve, il cellulare si trasforma da semplice strumento in droga.

Perchè quello è, una droga.
Ai ragazzini di oggi qualunque punizione gli commini se ne fottono altamente......qualunque.
L'unica che funziona è togliergli lo smartphone o spegnergli la connessione internet.
L'unica.

Ma se lo fai poi devi aspettarti reazioni da crisi di astinenza......esattamente come quando togli la dose ai tossici.
Uguale !

Non è una cosa da sottovalutare.
E' come avere intorno milioni di drogati adolescenti.......e i drogati, si sa, non eccellono per uso di neuroni.  :sisi:

Ok, gli hai tolto lo smartphone e li hai mandati tutti in astinenza da internet: cos'hai ottenuto? Accenderanno di nuovo la televisione e vedranno che una Elettra Lamborghini avrà sempre una vita più soddisfacente ed interessante, nonché più attenzione mediatica, di uno che ha passato la vita sui libri.
Esistono ancora persone che hanno amore per il sapere, oggi come ieri, ma non è una cosa che si può chiedere a tutti: la stragrande maggioranza delle persone, oggi come ieri, imparano per trovare un posto nel mondo, servire a qualcosa e a se stessi,

Oggi, la realtà è che la cultura rappresenta grande fatica ma poche garanzie, quindi i ragazzi, che hanno tutto il diritto di sognare e di avere delle prospettive, si rivolgono altrove.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 30, 2020, 16:56:37 pm
Ok, gli hai tolto lo smartphone e li hai mandati tutti in astinenza da internet: cos'hai ottenuto? Accenderanno di nuovo la televisione e vedranno che una Elettra Lamborghini avrà sempre una vita più soddisfacente ed interessante, nonché più attenzione mediatica, di uno che ha passato la vita sui libri.
Esistono ancora persone che hanno amore per il sapere, oggi come ieri, ma non è una cosa che si può chiedere a tutti: la stragrande maggioranza delle persone, oggi come ieri, imparano per trovare un posto nel mondo, servire a qualcosa e a se stessi,

Oggi, la realtà è che la cultura rappresenta grande fatica ma poche garanzie, quindi i ragazzi, che hanno tutto il diritto di sognare e di avere delle prospettive, si rivolgono altrove.

Si ma gli hai tolto la sostanza stupefacente da mano.
Non è poco.
La tv non ha la stessa forza tossica dello smartphone.

Se vai in un pub e c'è la tv accesa non tutti la guardano ( o la guardavano ).
Anzi, quasi nessuno.
E se la guardano lo fanno distrattamente senza neanche sentire.

Prova a contare, nello stesso pub, quanti tengono il cellulare in mano.
E in quel caso succede il contrario, se tu parli loro sentono a te distrattamente.


Il mezzo è totalmente diverso.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 30, 2020, 16:59:27 pm
Metti gameoy nella frase. Lo smartphone o per meglio dire l'informazione sempre disponibile ha cambiato il modo di pensare delle persone. Oggi molte cose che erano importanti nella mia scuola sono completamente inutili per gli studenti. Magari da quelle imposizioni derivava una diversa capacità di pensiero ma non sto dicendo migliore o sbagliata ti dico DIVERSA. Poi ci stanno gli idioti e i saggi in ogni epoca che esiste, che è esistita e che esisterà.


Non è diversa.
La capacità di pensiero attuale è peggiore.

Su questo non ci sono dubbi, se permetti, come ho già detto, io ci lavoro con l'Università e con le scuole..........peggiore senza alcun dubbio, col cazzo che è diversa.

Magari lo fosse.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Arch Stanton - Marzo 30, 2020, 17:31:12 pm
Alex quello che dici è vero, anche io ho sollevato la questione nelle prime pagine parlando di come dati alla mano, i risultati dei test d'ingresso all'università peggiorano anni dopo anno.
Però ti inviterei a ribaltare la prospettiva e seguire il discorso di panda, quei test, così come la maggior parte degli esami universitari sono retaggio di un metodo d'insegnamento vecchio stampo, manuale tomo di 800 pagine di sei chili lezione frontale e tanti saluti. Stampo latino-italico.
La conoscenza intanto è cambiata nei giovani d'oggi portando secondo me a privilegiare la cosiddetta informazione diffusa e capacità di azione anziché la nozione statica e capacità di concentrazione.
Non ho dubbi che la qualità degli studenti sugli esami classici sia peggiorata, però ti dico che vanno forte e molto più forte sugli esami pratici dove devi mescolare le conoscenze e agire velocemente. E te lo dico per esperienza diretta.
Nello stile anglosassone e americano il corso frontale sta lentamente scomparendo per privilegiare da subito un approccio diretto alla materia, almeno la dove è permesso chiaro che se fai filosofia teoretica non lo puoi fare.
Io credo che quella sarà la strada che dovremo seguire, con buona pace dei prof. 60enni che ancora non l hanno capito. Poi però quando devono inserire un esame su segrepass si fanno spiegare come si fa dal 19enne a cui hanno appena messo 18 :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 30, 2020, 20:10:27 pm
Alex quello che dici è vero, anche io ho sollevato la questione nelle prime pagine parlando di come dati alla mano, i risultati dei test d'ingresso all'università peggiorano anni dopo anno.
Però ti inviterei a ribaltare la prospettiva e seguire il discorso di panda, quei test, così come la maggior parte degli esami universitari sono retaggio di un metodo d'insegnamento vecchio stampo, manuale tomo di 800 pagine di sei chili lezione frontale e tanti saluti. Stampo latino-italico.


Arch, quello che dici in parte è vero, ma in parte no.
Non siamo più nel '68.... i miei genitori e, forse, i tuoi nonni lottarono, allora, proprio contro questo:
contro la didattica dei vecchi professoroni che ancora insegnavano in maniera mnemonica e deamicisiana........questo senza voler negare che, anche oggi, certe didattiche si possono sicuramente snellire ( ma ti assicuro che, da anni, lo si sta facendo ).
Ma ora cinquant'anni dopo, pur con tante criticità, non siamo più in quella situazione per fortuna.
Poi ti capiterà sempre il professore idiota che, rompendosi e con poca voglia di faticare, t chiava o libro ngopp a cattedra e dice:
studiate.
E poi vò sapè e cose a memoria.
Ma non sono tutti così.

Citazione
La conoscenza intanto è cambiata nei giovani d'oggi portando secondo me a privilegiare la cosiddetta informazione diffusa e capacità di azione anziché la nozione statica e capacità di concentrazione.
Non ho dubbi che la qualità degli studenti sugli esami classici sia peggiorata, però ti dico che vanno forte e molto più forte sugli esami pratici dove devi mescolare le conoscenze e agire velocemente. E te lo dico per esperienza diretta.
Nello stile anglosassone e americano il corso frontale sta lentamente scomparendo per privilegiare da subito un approccio diretto alla materia, almeno la dove è permesso chiaro che se fai filosofia teoretica non lo puoi fare.


Il punto è proprio questo.
Lo hai centrato, anche se inconsapevolmente.
CONOSCENZA e INFORMAZIONE.
Questo è il grande nodo su cui, anche in casa editrice, ci stiamo confrontando.

Perchè ora ti spiego cosa sta succedendo.
La conoscenza sta andando a farsi fottere a scapito dell'informazione, che sta diventando preminente.
Questa capacità di padroneggiare l'informazione ( seppur buona, in alcuni casi ottima ) diventa pericolosissima e quasi sempre deleteria se non hai la base delle conoscenza.
Ti mancano, in pratica, le basi per poter gestire "correttamente" l'informazione.

Vuoi un esempio pratico semplice, semplice dalla nostra vita di tutti giorni ?
Le fake-news !!
Le condividono e le diffondono a migliaia con notevole maestria, una moltitudine vi accede, le rigenera, le reinoltra......ma.........non tutti si rendono conto che sono fake news !!
Perchè per rendertene conto devi avere una cultura e degli strumenti cognitivi che sono frutto di una conoscenza acquisita.
Quando Salvini spara le sue cazzate, come quella dell'immigrato che spacciava per sostenersi scarcerato, in 50.000 diffondono, condividono e gestiscono l'informazione ma solo pochissimi, in quel caso specifico, si sono resi conto che non era possibile, e quei pochissimi erano quelli che avevano gli strumenti culturali ( e magari anche qualche infarinatura di diritto ) per capire che non era vero, che non era giuridicamente possibile ( e infatti non era vero ).

Questo è il grande problema.
Saper gestire le informazioni in modo veloce e pratico non va bene se non capisci ciò che gestisci.
E per farlo devi aver studiato, pochi cazzi !!
In modo "tradizionale" o meno, ma devi aver studiato.

Citazione
Io credo che quella sarà la strada che dovremo seguire, con buona pace dei prof. 60enni che ancora non l hanno capito. Poi però quando devono inserire un esame su segrepass si fanno spiegare come si fa dal 19enne a cui hanno appena messo 18 :look:

Come ti ho spiegato finora, il prof. magari  non sa inserire l'esame su segrepass, e siamo d'accordo.
Però, se lo studente che lo inserisce ottimamente poi non ha la benchè minima idea di cosa ha inserito, a che spaccetta serve la sua praticità ?

Il problema è tutto lì.
E non è un problema da poco, attualmente, credimi.

Proprio no.



...
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: El_Perro - Marzo 30, 2020, 20:13:49 pm
Guardate che dai test sulla comprensione di un testo, sulle abilità logiche e matematiche, le vecchie generazioni sono peggiori di quelle attuali. :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: ABRAXAS_KMS_PANDA - Marzo 30, 2020, 20:16:28 pm
Arch, quello che dici in parte è vero, ma in parte no.
Non siamo più nel '68, i miei genitori e, forse, i tuoi nonni lottarono proprio contro questo:
contro la didattica dei vecchi professoroni che ancora insegnavano in maniera mnemonica e deamicisiana........questo senza voler negare che, anche oggi, certe didattiche si possono sicuramente snellire ( ma ti assicuro che, da anni, lo si sta facendo ).
Ma ora cinquant'anni dopo, pur con tante criticità, non siamo più in quella situazione per fortuna.
Poi ti capiterà sempre il professore idiota che, rompendosi e con poca voglia di faticare, t chiava o libro ngopp a cattedra e dice:
studiate.
E poi vò sapè e cose a memoria.
Ma non sono tutti così.

il punto è proprio questo.
Lo hai centrato, anche se inconsapevolmente.
CONOSCENZA e INFORMAZIONE.
Questo è il grande nodo su cui, anche in casa editrice, ci stiamo confrontando.

Perchè ora ti spiego cosa sta succedendo.
La conoscenza sta andando a farsi fottere a scapito dell'informazione, che sta diventando preminente.
Questa capacità di padroneggiare l'informazione ( seppur buona, in alcuni casi ottima ) diventa pericolosissima e quasi sempre deleteria se non hai la base delle conoscenza.
Ti mancano, in pratica, le basi per poter gestire "correttamente" l'informazione.

Vuoi un esempio pratico semplice semplice dalla nostra vita di tutti giorni ?
Le fake-news !!
Le condividono e le diffondono a migliaia con notevole maestria, una moltitudine vi accede, le rigenera, le reinoltra......ma.........non tutti si rendono conto che sono fake news !!
Perchè per rendertene conto devi avere una cultura e degli strumenti cognitivi che sono frutto di una conoscenza acquisita.
Quando Salvini spara le sue cazzate, come quella dell'immigrato che spacciava per sostenersi scarcerato, in 50.000 hanno diffuso, condiviso e gestito l'informazione ma solo pochissimi si sono resi conto che non era possibile, e quuei pochissimi erano quello che avevano gli strumenti culturali ( e qualche infarinatura di diritto ) per capire che non era vero, che non era giuridicamente possibile ( e infatti non era vero ).

Questo è il grande problema.
Saper gestire le informazioni in modo veloce e pratico non va bene se non capisci ciò che gestisci.
E per farlo devi aver studiato, pochi cazzi !!
Anche se in modo "tradizionale".

Come ti ho spiegato finora il prof non sa inserire l'esame su segrepass e siamo d'accordo.
Però, se lo studente che lo inserisce ottimamente poi non ha la benchè minima idea di cosa ha inserito, a che spaccetta serve la sua praticità ?

Il problema è tutto lì.
E non è un problema da poco, attualmente, credimi.

Proprio no.
Perché fino 30 anni fa le informazioni le criticavano bene le persone? Hai mai sentito parlare della teoria del magic bullet?

Inviato dal mio EML-L09 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 30, 2020, 20:22:13 pm
Perché fino 30 anni fa le informazioni le criticavano bene le persone? Hai mai sentito parlare della teoria del magic bullet?


Ho detto forse che in passato non esistevano soggetti ignoranti e facilmente abbindolabili ??
Non ho descritto una precedente età dell'oro, eh ?

Sto dicendo che ora, rispetto agli ultimi 30 anni, si sta ulteriormente peggiorando.
Ma mica che si partisse da una situazione ottimale, mai detto.


Titolo: Re:Millennials
Inserito da: ABRAXAS_KMS_PANDA - Marzo 30, 2020, 20:28:38 pm
Ho detto forse che in passato non esistevano soggetti ignoranti e facilmente abbindolabili ??
Non ho descritto una precedente età dell'oro, eh ?

Sto dicendo che ora, rispetto agli ultimi 30 anni, si sta ulteriormente peggiorando.
Ma mica che si partisse da una situazione ottimale, mai detto.
Alcuni? Intere masse, società intere...manipolate altro che le fake news di oggi.

Inviato dal mio EML-L09 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 30, 2020, 20:33:24 pm
Guardate che dai test sulla comprensione di un testo, sulle abilità logiche e matematiche, le vecchie generazioni sono peggiori di quelle attuali. :look:

Comprensione del testo proprio no.
Allo stato attuale ho numeri terrificanti.

Sulle abilità logiche e matematiche va un pò meglio ma dipende dal contesto.......che è riferito soprattutto ai test invalsi e a molti concorsi.
I ragazzi sono abituati magari a sviluppare dei test, però, ripeto, ben pochi sanno poi spiegare il perchè un determinato test dà un determinato risultato.
Spesso la risposta ad un quesito di logica si dà anche in base all'abitudine a farli tali test.

Te lo assicuro.


Insomma, per fare un esempio pratico pensate ad uno studente di medicna.
Abituato a fare test magari passa l'esame di fisiologia se è strutturato così.

Quando però si troverà davanti ad un caso, da dottore e nella vita reale, vi assicuro che si guarderà intorno smarrito e chiederà aiuto.
La sua attitudine ai test gli ha fatto passare l'esame, ma non gli ha fornito la necessaria conoscenza e le necessarie basi per poter eccellere nella materia.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 30, 2020, 20:35:56 pm
Alcuni? Intere masse, società intere...manipolate altro che le fake news di oggi.


E quindi ?
Non capisco come questa cosa infici il mio discorso.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: El_Perro - Marzo 30, 2020, 20:38:02 pm
Comprensione del testo proprio no.
Allo stato attuale ho numeri terrificanti.
Non è uan opinione, ma una constatazione. :look:

Poi sinceramente tutto sto genio nelle generazioni 'mature' non le vedo, anzi direi che fare peggio è difficile. :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Arch Stanton - Marzo 30, 2020, 20:39:49 pm
Io non sono convinto che ora si sta peggiorando, credo che un diciottenne medio sia molto più sgamato nel riconoscere le fake news di un 50enne sui social per esempio.
Io ho l'impressione che oggi la conoscenza nei giovani sia demandata, nel senso che loro sanno dove andarsela a prendere alla bisogna. Questo naturalmente rende loro molto più smart e adattivi a situazioni nuove ma meno ferrati sulle basi e ritrosi a fare capa e libro per settimane. Bisognerebbe naturalmente trovare il giusto mix per miscelare le due cose perché alla fine capa e libro in determinate cose la dovrai sempre fare; però a mio avviso meglio il giovane sveglio che magari pecca di basi solide che il vecchio che crede di avere la verità in tasca e critica perché ai tempi suoi gli hanno fatto leggere questo e quest'altro.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Puck - Marzo 30, 2020, 20:42:56 pm
Si ma gli hai tolto la sostanza stupefacente da mano.
Non è poco.
La tv non ha la stessa forza tossica dello smartphone.

Ua Alex, ha trasformato il mondo come niente prima, un cambiamento molto più radicale degli smart.
Le problematiche ci sono, dovute chiaramente alle mancanze delle nostre generazioni, ma il mezzo con tutto le sue problematiche è certamente utile.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 30, 2020, 20:50:34 pm
Non è uan opinione, ma una constatazione. :look:

Poi sinceramente tutto sto genio nelle generazioni 'mature' non le vedo, anzi direi che fare peggio è difficile. :look:

Il problema forte, ripeto, è nella fascia d'età che va dai 15 ai 20 anni attualmente.
E ribadisco di non aver mai detto che i "maturi" sono geni.
Sto dicendo che si sta peggiorando..........cioè, lo sto scrivendo chiaro, eh ?

Non mi fate pensar male........ :stralol:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 30, 2020, 20:51:39 pm
Ua Alex, ha trasformato il mondo come niente prima, un cambiamento molto più radicale degli smart.
Le problematiche ci sono, dovute chiaramente alle mancanze delle nostre generazioni, ma il mezzo con tutto le sue problematiche è certamente utile.

la televisione ha avuto un impatto spaventoso e chi lo nega ?
Io ho detto che è "meno" tossica, mica che non ha trasformato......... :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 30, 2020, 21:00:08 pm
Bisognerebbe naturalmente trovare il giusto mix per miscelare le due cose perché alla fine capa e libro in determinate cose la dovrai sempre fare; però a mio avviso meglio il giovane sveglio che magari pecca di basi solide che il vecchio che crede di avere la verità in tasca e critica perché ai tempi suoi gli hanno fatto leggere questo e quest'altro.

Non servono a niente tutti e due, Arch.
Sic et simpliciter.

Io però ho iniziato questa discussione con un dato ( ed è un dato ).
Gli studenti universitari degli ultimi tre anni sono "sensibilmente peggiori" dei loro colleghi precedenti.
Ed è un dato che io vedo quotidianamente con il mio lavoro.

E i loro colleghi precedenti NON SONO vecchi rincoglioniti che dispensano perle di ( presunta ) saggezza.
E' gente ca ten pochissimi anni in più.

Io qua non sto parlando tanto di uno scontro generazionale.....sono focalizzato in un ambito molto più ristretto.
Non faccio confronto tra generazioni.
Qui il problema è l'ultimo lustro.



..
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Puck - Marzo 30, 2020, 21:04:03 pm
Non servono a niente tutti e due, Arch.
Sic et simpliciter.

Io però ho iniziato questa discussione con un dato ( ed è un dato ).
Gli studenti universitari degli ultimi tre anni sono "sensibilmente peggiori" dei loro colleghi precedenti.
Ed è un dato che io vedo quotidianamente con il mio lavoro.

E i loro colleghi precedenti NON SONO vecchi rincoglioniti che dispensano perle di ( presunta ) saggezza.
E' gente ca ten pochissimi anni in più.

Io qua non sto parlando tanto di uno scontro generazionale.....sono focalizzato in un ambito molto più ristretto.
Non faccio confronto tra generazioni.
Qui il problema è l'ultimo lustro.



..

Questo dipende chiaramente dal peggioramento del sistema scolastico però, non dagli studenti
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 30, 2020, 21:09:06 pm
Questo dipende chiaramente dal peggioramento del sistema scolastico però, non dagli studenti

No.
Troppo semplicistico.
Non ci sono queste differenze incredibili negli ultimi anni.

Mi spiego.
Se fa schifo ora, faceva schifo pure 5 anni fa.
Pure 7-10 anni fa.
Non c'è stata nessuna riforma epocale, nessun cambiamento didattico rilevante.
Non sto difendendo il sistema, sia chiaro.......sto dicendo che non ci sono variazioni tali che giustificano questo depauperamento culturale così improvviso.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Puck - Marzo 30, 2020, 21:17:47 pm
No.
Troppo semplicistico.
Non ci sono queste differenze incredibili negli ultimi anni.

Mi spiego.
Se fa schifo ora, faceva schifo pure 5 anni fa.
Pure 7-10 anni fa.
Non c'è stata nessuna riforma epocale, nessun cambiamento didattico rilevante.
Non sto difendendo il sistema, sia chiaro.......sto dicendo che non ci sono variazioni tali che giustificano questo depauperamento culturale così improvviso.

Non so a quali dati fai riferimento, ma già rispetto a 10 anni fa si è passato dalle commissioni interne a quelle esterne in sede di maturità, e non è una differenza di poco conto, tutti noi o quasi abbiamo dato gli esami coi nostri prof e grazie al cavolo che i numeri schizzavano, questo per dirne uno.
A me 5-10 anni sembra un lasso di tempo importante, ogni anno c'è un'enorme ricambio di insegnanti, si passa da persone con 30-40 anni d'esperienza a giovanotti veniti fuori dalle università moderne, qualle a cui interessa solo avere alte percentuali di gradimento e quindi regalano lauree a voti alti, ed un numero sempre più alto di persone che gli va male nei rispettivi campi e ripiegano sull'insegnamento (sarebbe interessante vedere numeri ufficiali, sono sicuro che in certi ambiti in passato era molto più difficile ottenere lauree e non si correva il rischio di ritrovarsi 45enni demotivati a fare danni nelle scuole).
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: ABRAXAS_KMS_PANDA - Marzo 30, 2020, 21:19:38 pm
la televisione ha avuto un impatto spaventoso e chi lo nega ?
Io ho detto che è "meno" tossica, mica che non ha trasformato......... :look:
"La televisione" ci ha fatto parlare italiano tutti assieme.

Inviato dal mio EML-L09 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 30, 2020, 21:40:28 pm
Non so a quali dati fai riferimento, ma già rispetto a 10 anni fa si è passato dalle commissioni interne a quelle esterne in sede di maturità, e non è una differenza di poco conto, tutti noi o quasi abbiamo dato gli esami coi nostri prof e grazie al cavolo che i numeri schizzavano, questo per dirne uno.
A me 5-10 anni sembra un lasso di tempo importante, ogni anno c'è un'enorme ricambio di insegnanti, si passa da persone con 30-40 anni d'esperienza a giovanotti veniti fuori dalle università moderne, qualle a cui interessa solo avere alte percentuali di gradimento e quindi regalano lauree a voti alti, ed un numero sempre più alto di persone che gli va male nei rispettivi campi e ripiegano sull'insegnamento (sarebbe interessante vedere numeri ufficiali, sono sicuro che in certi ambiti in passato era molto più difficile ottenere lauree e non si correva il rischio di ritrovarsi 45enni demotivati a fare danni nelle scuole).

Guarda, mi sono capitati dei prof. eccezionali a me 30 anni fa e dei tipi improponibili a bassi livelli.

Per quanto riguarda il ricambio attuale è bassissimo.
Ci sono liste d'attese interminabili, docenti in attesa di posto da anni, concorsi a cazzo che ti inseriscono in ultriori graduatorie interminabili a scorrimento......il ricambio ora è proprio la cosa che avviene meno, te lo assicuro.
E uno dei mortivi è che lo stato NON investe nella scuola.

Il problema non è lì, ripeto.
La situazione attuale della scuola si trascina da anni, da almeno 20.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Jiranek - Marzo 30, 2020, 22:49:19 pm
Si ma gli hai tolto la sostanza stupefacente da mano.
Non è poco.
La tv non ha la stessa forza tossica dello smartphone.

Se vai in un pub e c'è la tv accesa non tutti la guardano ( o la guardavano ).
Anzi, quasi nessuno.
E se la guardano lo fanno distrattamente senza neanche sentire.

Prova a contare, nello stesso pub, quanti tengono il cellulare in mano.
E in quel caso succede il contrario, se tu parli loro sentono a te distrattamente.


Il mezzo è totalmente diverso.

Quindi, la accendiamo? Togli internet da mezzo i ragazzi torneranno alla cultura.

Non è cosi, alex.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 30, 2020, 22:52:49 pm
Quindi, la accendiamo? Togli internet da mezzo i ragazzi torneranno alla cultura.

Non è cosi, alex.

Internet c'è da 25 anni.
Io non voglio togliere internet.
Io sto parlando dello smartphone.
Che in questo momento, in quanto ad utilizzo e impatto, assimilo ad una droga.

Mi sembrava chiaro.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: GIANPAOLO - Marzo 30, 2020, 23:01:02 pm
Internet c'è da 25 anni.
Io non voglio togliere internet.
Io sto parlando dello smartphone.
Che in questo momento, in quanto ad utilizzo e impatto, assimilo ad una droga.

Mi sembrava chiaro.
Mia sorella ha due ragazzi di 10 e 9 anni. Non gli ha mai comprato il telefonino. Fanno i compiti poi 1 ora di tv e 1 ora di videogame il resto giocano come si faceva una volta.

Quando cresceranno ha già detto che dovranno scegliere tra 1 ora di smartphone e togliere una delle due ore tra tv e videogame. Fuoricasa faranno quello che vogliono.

Il male maggiore non sono i ragazzi, ma i genitori che non hanno più tempo per loro. Le madri sono troppo impegnate perché lavorano e poi devono andare dalla parrucchiera, dall'estetista, dalla dentista, in palestra e la sera devono uscire (guai a privarle della loro libertà). I padri hanno il lavoro fuori e dentro casa, la palestra, la bolletta... e la sera? Partita serale con gli amici, partita in tv oppure "non mi scassate il cazzo che stasera non ho niente da fare e devo dormire"

Non hanno più tempo per i figli :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Jiranek - Marzo 31, 2020, 10:27:12 am
Internet c'è da 25 anni.
Io non voglio togliere internet.
Io sto parlando dello smartphone.
Che in questo momento, in quanto ad utilizzo e impatto, assimilo ad una droga.

Mi sembrava chiaro.

Chiedo scusa per aver fraiteso. Tuttavia continui a smarcarti alla domanda principale, il che comincia ad essere un segnale rivelatore di quanto debole sia l'argomentazione presentata.

Hai eliminato ogni smartphone per dieci anni: i ragazzini avranno preso dei libri in mano? Avrai aiutato la cultura? Tolti gli smartphone, l'acquisizione di cultura e preparazione risulterà sempre fatica, dedizione e sacrificio, spesso anche dispendio economico, perché i libri costano SOLDI. L'istruzione costa SOLDI.

Sai come aiuteremmo la cultura? Facendo capire ai ragazzi che potranno ottenere qualcosa grazie ad essa. Tutto il resto è un pretesto utilizzato da una società pronta sempre ad attaccare l'ultimo arrivato sul fronte della tecnologia, perché risulta decisamente più facile che fare autocritica.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 31, 2020, 11:37:01 am
Chiedo scusa per aver fraiteso. Tuttavia continui a smarcarti alla domanda principale, il che comincia ad essere un segnale rivelatore di quanto debole sia l'argomentazione presentata.

Hai eliminato ogni smartphone per dieci anni: i ragazzini avranno preso dei libri in mano? Avrai aiutato la cultura? Tolti gli smartphone, l'acquisizione di cultura e preparazione risulterà sempre fatica, dedizione e sacrificio, spesso anche dispendio economico, perché i libri costano SOLDI. L'istruzione costa SOLDI.

Sai come aiuteremmo la cultura? Facendo capire ai ragazzi che potranno ottenere qualcosa grazie ad essa. Tutto il resto è un pretesto utilizzato da una società pronta sempre ad attaccare l'ultimo arrivato sul fronte della tecnologia, perché risulta decisamente più facile che fare autocritica.

Non mi smarco proprio da niente.
Anche il contesto socio economico è importantissimo e rilevante.

Però......c'è un però.
E non lo consideri.

La maggior parte dei ragazzi che si trovano nella fascia di età tra i 13 e i 20 anni non sono quelli che attraversano i turbamenti esistenziali di cui parli.
Quanti ragazzi a 13-14 anni affrontano la scuola pensando al futuro ?
Quanti ?
Ma non solo oggi, eh ?.......Anche ai tempi nostri era così.

Parliamoci chiaro e siamo onesti......a quell'età pensi ad essere promosso e andare avanti a scuola, ma molto raramente hai una visione che ti porta a pensare al futuro mondo del lavoro, tranne rari casi ( che pure ci sono ma non sono la maggioranza ).
Paradossalmente molti di loro le idee chiare non ce le hanno neanche quando si iscrivono all'università, anche se dopo i 18 anni un pò il problema cominci a portelo.

Questo fondamentalmente perchè, aldilà della facile demagogia, la casa ce l'hai, papà e mamma il piatto a tavola te lo mettono, con gli amici ci esco..........e penso che questo non sia discutibile.


Il ruolo della scuola e della famiglia in questo è fondamentale.
Ma ( e lo ripeto per la decima volta, non mi smarco proprio da nulla ) pur ammettendo che in famiglia succede quello che dice Gianpaolo ( genitori sempre più assenti ) la scuola non è che è cambiata più di tanto negli ultimi 5 anni ( ma neanche negli ultimi 10 ).

quindi ?
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Jiranek - Marzo 31, 2020, 15:52:13 pm
Non mi smarco proprio da niente.
Anche il contesto socio economico è importantissimo e rilevante.

Però......c'è un però.
E non lo consideri.

La maggior parte dei ragazzi che si trovano nella fascia di età tra i 13 e i 20 anni non sono quelli che attraversano i turbamenti esistenziali di cui parli.
Quanti ragazzi a 13-14 anni affrontano la scuola pensando al futuro ?
Quanti ?
Ma non solo oggi, eh ?.......Anche ai tempi nostri era così.

Parliamoci chiaro e siamo onesti......a quell'età pensi ad essere promosso e andare avanti a scuola, ma molto raramente hai una visione che ti porta a pensare al futuro mondo del lavoro, tranne rari casi ( che pure ci sono ma non sono la maggioranza ).
Paradossalmente molti di loro le idee chiare non ce le hanno neanche quando si iscrivono all'università, anche se dopo i 18 anni un pò il problema cominci a portelo.

Questo fondamentalmente perchè, aldilà della facile demagogia, la casa ce l'hai, papà e mamma il piatto a tavola te lo mettono, con gli amici ci esco..........e penso che questo non sia discutibile.


Il ruolo della scuola e della famiglia in questo è fondamentale.
Ma ( e lo ripeto per la decima volta, non mi smarco proprio da nulla ) pur ammettendo che in famiglia succede quello che dice Gianpaolo ( genitori sempre più assenti ) la scuola non è che è cambiata più di tanto negli ultimi 5 anni ( ma neanche negli ultimi 10 ).

quindi ?

Quindi non hai capito cosa intendevo dire.
Non è solo una questione relativa a cosa questi ragazzini faranno da grandi: è proprio l'idea di ESSERE COLTI a non avere alcun appeal.

Sai parlare in maniera perfetta l'italiano, e allora? Accendi la televisione (non internet, la televisione), e vedi decine di persone volgari, incolte, prive di buone maniere, prive della capacità di dibattito, ed hanno una vita molto più interessante.

Giochi con gli amici, ti muovi nel mondo, e vedi che i figli degli amichetti più ricchi possono prendere i voti peggiori, tanto ci sono le private, tanto c'è il portafogli di papà. A chi interessa che tu sia colto? Al massimo, temono di sembrare ridicoli.
E' commovente come, al mondo di oggi, interessi quasi più la marca delle nostre cuffie che il nostro utilizzo del congiuntivo, e questo i ragazzini lo percepiscono a dispetto del loro interesse per il futuro.

Sin da piccoli, non si hanno che percezioni di quanto sia inutile, al giorno d'oggi, avere un certo livello d'istruzione. Come hanno detto in molti, non aiuta una scuola nella quale il maestro, che una volta era una persona di un certo rilievo nella comunità, oggi sia visto come una persona che non ha concluso niente nella vita. Come si può pretendere impegno da una persona sottopagata, umiliata, e spesso anche minacciata dai genitori, che oramai sono i primi a vedere nella scuola solo un modo di tenere i propri figli fuori di casa mentre loro vanno a lavorare.

Prima la licenza media ha perso valore, poi il diploma ed oggi persino moltissime lauree .....

Internet e gli smartphone sono solo riusciti a far passare questo messaggio in maniera più veloce e capillare, ma l'opera di distruzione era già stata avviata. Parte da lontano.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: El_Perro - Marzo 31, 2020, 17:06:57 pm
Mah, tutti questi confronti  nascono da una visione mitizzata del passato, a parte che non capisco come si possa giudicare una generazione ancora in fascie.
Poi proprio il fatto che il numero dei laureti sia drasticamente superiore al passato, seppure troppo basso rispetto al resto del mondo, mentre un tempo già la licenza media faceva la differenza :look: fa capire che il livello medio di istruzione sia decisamente più alto.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: ABRAXAS_KMS_PANDA - Marzo 31, 2020, 18:13:38 pm
Quindi non hai capito cosa intendevo dire.
Non è solo una questione relativa a cosa questi ragazzini faranno da grandi: è proprio l'idea di ESSERE COLTI a non avere alcun appeal.

Sai parlare in maniera perfetta l'italiano, e allora? Accendi la televisione (non internet, la televisione), e vedi decine di persone volgari, incolte, prive di buone maniere, prive della capacità di dibattito, ed hanno una vita molto più interessante.

Giochi con gli amici, ti muovi nel mondo, e vedi che i figli degli amichetti più ricchi possono prendere i voti peggiori, tanto ci sono le private, tanto c'è il portafogli di papà. A chi interessa che tu sia colto? Al massimo, temono di sembrare ridicoli.
E' commovente come, al mondo di oggi, interessi quasi più la marca delle nostre cuffie che il nostro utilizzo del congiuntivo, e questo i ragazzini lo percepiscono a dispetto del loro interesse per il futuro.

Sin da piccoli, non si hanno che percezioni di quanto sia inutile, al giorno d'oggi, avere un certo livello d'istruzione. Come hanno detto in molti, non aiuta una scuola nella quale il maestro, che una volta era una persona di un certo rilievo nella comunità, oggi sia visto come una persona che non ha concluso niente nella vita. Come si può pretendere impegno da una persona sottopagata, umiliata, e spesso anche minacciata dai genitori, che oramai sono i primi a vedere nella scuola solo un modo di tenere i propri figli fuori di casa mentre loro vanno a lavorare.

Prima la licenza media ha perso valore, poi il diploma ed oggi persino moltissime lauree .....

Internet e gli smartphone sono solo riusciti a far passare questo messaggio in maniera più veloce e capillare, ma l'opera di distruzione era già stata avviata. Parte da lontano.
Solo i giovani si sentono ridicoli a fare sfoggio di cultura? Io veramente mi trattengo sia qua che quando parlo con qualcuno se posso evito pure il congiuntivo.

Inviato dal mio EML-L09 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 31, 2020, 18:35:47 pm
Mah, tutti questi confronti  nascono da una visione mitizzata del passato, a parte che non capisco come si possa giudicare una generazione ancora in fascie.
Poi proprio il fatto che il numero dei laureti sia drasticamente superiore al passato, seppure troppo basso rispetto al resto del mondo, mentre un tempo già la licenza media faceva la differenza :look: fa capire che il livello medio di istruzione sia decisamente più alto.

Perdonami.
E' il mio campo.
Non è così.

L'attuale alto numero di laureati degli ultimi anni è dato, purtroppo, da una stortura amministrativa terrificante che favorisce l'attuale situazione.
Quantità non significa qualità, questo te lo do per certo.

Come dico sempre, se vi dovete ammalare tra 10 anni, accertatevi che il medico in questione ne abbia almeno 40....sennò suicidatevi direttamente, che fate prima.


Ps:
a meno che l'attuale crisi, una volta passata, non aiuti a cambiare le cose.
Non sarebbe la prima volta che da una tragedia nascono opportunità positive.



...
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: El_Perro - Marzo 31, 2020, 18:55:52 pm
Ma parlo di un processo storico, 50 anni fa l'università era un privilegio.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Arch Stanton - Marzo 31, 2020, 19:00:00 pm
Secondo me la fai troppo tragica. Io sono d'accordo che il sistema universitario e scolastico sta calando di livello e produce laureati con una conoscenza sempre meno profonda. Ma questi laureati sono più smart e adattivi di quello che si è laureato vent'anni fa. È il tipo di conoscenza che viene richiesto che sta cambiando non serve a niente rimpiangere il passato. Sì va verso una conoscenza più di confine e diffusa e meno specialistica.
Non ha senso parlare di laureati migliori prima o dopo, l'unica statistica che ha senso è se questi laureati vengono inseriti nel mondo del lavoro e se fanno bene.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 31, 2020, 19:29:21 pm
Secondo me la fai troppo tragica. Io sono d'accordo che il sistema universitario e scolastico sta calando di livello e produce laureati con una conoscenza sempre meno profonda. Ma questi laureati sono più smart e adattivi di quello che si è laureato vent'anni fa. È il tipo di conoscenza che viene richiesto che sta cambiando non serve a niente rimpiangere il passato. Sì va verso una conoscenza più di confine e diffusa e meno specialistica.
Non ha senso parlare di laureati migliori prima o dopo, l'unica statistica che ha senso è se questi laureati vengono inseriti nel mondo del lavoro e se fanno bene.

Allora Arch ( rispondo anche a Perro ), ora funziona così.

I finanziamenti, allo stato attuale. alle università arrivano in base ad un criterio di valutazione di eccellenza.
Ok ?
Bene.
Sapete qual è il criterio principale di valutazione di tale eccellenza ?

No ?

Ve lo dico io.
Il numero di laureati e di promossi ai singoli esami!!!

Ripeto:
Il numero di laureati e di promossi ai singoli esami!!!

Sapete questo cosa sta comportando da qualche anno a questa parte ?
Lo sapete ?
Se non lo sapete vi spiego anche questo.

Esame x di materia x con Professor X.
Si presentano 20 caproni all'esame che non sanno un cazzo e non rispondono ad una domanda manco per sbaglio.

Il prof che fa ( o dovrebbe fare  ) ?
Li boccia ?
Bene.
Facciamo che li boccia ( come dovrebbe essere ).

Esattamente il giorno dopo gli arriva la telefonata del Rettore !

"Carissimo Professor X, come va ?"
"Buonasera a lei, Rettore.....a che devo il piacere di questa telefonata ?"
"Ma niente.....notavo che lei ieri è stato un pò severo in sede di esame........."
"Rettore......ma severo cosa ?......non sapevano manco la loro data di nascita.........se gliela chiedevo dovevano guardare sulla carta d'identità. E un paio di loro mi danno seriamente l'impressione di avere difficoltà a leggere pure quella...."
"Si, io capico.....però.....si renda conto anche lei....."
"Di cosa devo rendermi conto ?......."
"Eh.....che il buon nome dell'Ateneo, così noi perdiamo in prestigio, credibilità...."
"Ma Rettore, posso almeno avere il piacere di sentirmi ripetere, pure male, UNO.....almeno UNO degli argomenti che tratto a lezione ?"
"Professore, io mi rendo conto e capisco che sia frustrante, però.....senta, noi non siamo un'associazione benefica o una Onlus, deve pensare all'Università come ad una azienda, ecco....noi siamo un'azienda !...E un'azienda, oggi, va avanti se ha i soldi......e se lei mi boccia tutta sta gente i soldi non arrivano !......Prof. il suo stipendio non è a rischio, ovviamente....ma i fondi per il suo dipartimento, le sue attività di ricerca, le sue pubblicazioni......insomma, ci siamo capiti ?....Le sto solo chiedendo di essere un pò meno severo, alla fine, mica di fare qualcosa di illecito !"
"........"
"Professore ?"
"......."
"C'è ancora ?"
"Si.....sono qui."
"Ah, beh....non la sentivo più. Allora ?....Che mi dice ?"
"E che le dico ?....Che le devo dire ?........Che al prossimo studente che non sa una minchia quando gli faccio una domanda che dovrei fare ?......gli apro il libro alla pagina dove c'è la risposta ?"
"Ecco....bravo !....Significherebbe comunque che è in grado di individuare l'argomento!..... E mi raccomando......una pagina dove il testo è scritto chiaro e comprensibile ! "


Questa è la situazione attuale.
Da alcuni anni.
E non parliamo poi dei criteri di valutazioni dei docenti...... uno di questi è online ed è basato sul gradimento degli studenti !!
Cioè.....ma scherziamo ?
Il valutatore valutato dai valutati ?????????
Ci sono prof. che non bocciano perchè temono i giudizi degli studenti sulle piattaforme !!!!

Stiamo crescendo una generazione di capre.
E sono situazioni che, frequentando le Università, tocco con mano ogni santo giorno.
Ogni santo giorno !

Non mi venite a parlare di livello superiore......c'è solo se scatta l'amor proprio e l'eccellenza del singolo studente, ormai........e devo dire che avviene pure non è che non avviene......e in quel caso, molti professori si mettono felicemente a disposizione.
Ma la massa.........la MAGGIOR parte degli studenti ragiona in modo differente........ragiona così:
"Ma che me ne fotte ?...basta ca m pigl' l'esame........"

E , ora come ora, il sistema attuale in questo li agevola a manetta !!!



....
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Arch Stanton - Marzo 31, 2020, 19:42:06 pm


Allora Arch ( rispondo anche a Perro ), ora funziona così.

I finanziamenti, allo stato attuale. alle università arrivano in base ad un criterio di valutazione di eccellenza.
Ok ?
Bene.
Sapete qual è il criterio principale di valutazione di tale eccellenza ?

No ?

Ve lo dico io.
Il numero di laureati e di promossi ai singoli esami!!!

Ripeto:
Il numero di laureati e di promossi ai singoli esami!!!

Sapete questo cosa sta comportando da qualche anno a questa parte ?
Lo sapete ?
Se non lo sapete vi spiego anche questo.

Esame x di materia x con Professor X.
Si presentano 20 caproni all'esame che non sanno un cazzo e non rispondono a d una domanda manco per sbaglio.

Il prof che fa ( o dovrebbe fare  ) ?
Li boccia ?
Bene.
Facciamo che li boccia ( come dovrebbe essere ).

Esattamente il giorno dopo gli arriva la telefonata del Rettore !

"Carissimo Professor X, come va ?"
"Buonasera a lei, Rettore.....a che devo il piacere di questa telefonata ?"
"Ma niente.....notavo che lei ieri è sttao un pò severo in sede di esame........."
"Rettore......ma severo cosa ?......non sapevano manco la loro data di nascita.........se gliela chiedevo dovevano guardare sulla carta d'identità. E un paio di loro mi hanno dato l'impressione di avere difficoltà a leggere pure quella...."
"Si, io capico.....però.....si renda conto anche lei....."
"Di cosa devo rendermi conto ?......."
"Eh.....che il buon nome dell'Ateneo, così noi perdiamo in prestigio, credibilità...."
"Ma Rettore, posso almeno avere il piacere di sentirmi ripetere, pure male, UNO.....almeno UNO degli argomenti che tratto a lezione ?"
"Professore, io mi rendo conto e capisco che sia frustrante, però.....senta, noi non siamo un'associazione benefica o una Onlus, deve pensare all'Università come ad una azienda, ecco....noi siamo un'azienda !...E un'azienda, oggi, va avanti se ha i soldi......e se lei mi boccia tutta sta gente i soldi non arrivano !......Prof. il suo stipendio non è a rischio, ovviamente....ma i fondi per il suo dipartimento, le sue attività di ricerca, le sue pubblicazioni......insomma, ci siamo capiti ?....Le sto solo chiedendo di essere un pò meno severo, alla fine, mica di fare qualcosa di illecito !"
"........"
"Professore ?"
"......."
"C'è ancora ?"
"Si.....sono qui."
"Ah, beh....non la sentivo più. Allora ?....Che mi dice ?"
"E che le dico ?....Che le devo dire ?........Che al prossimo studente che non sa una minchia quando gli faccio una domanda che dovrei fare ?......gli apro il libro alla pagina dove c'è la risposta ?"
"Ecco....bravo !....Significherebbe comunque che è in grado di individuare l'argomento!..... E mi raccomando......una pagina dove il testo è scritto chiaro e comprensibile ! "


Questa è la situazione attuale.
Da alcuni anni.
E non parliamo dei criteri di avlutazioni dei docenti, uno di questi è online ed è basato sul gradimento degli studenti !!
Cioè.....ma scherziamo ?
Il valutatore valutato dai valutati ?????????
Ci sono prof. che non bocciano perchè temono i giudizi degli studenti sulle piattaforme !!!!

Stiamo crescendo una generazione di capre.
E sono situazioni che, frequentando le Università, tocco con mano ogni santo giorno.
Ogni santo giorno !

Non mi venite a parlare di livello superiore......c'è solo se scatta l'amor proprio e l'eccellenza del singolo studente........e devo dire che, in quel caso, molti professori si mettono felicemente a disposizione.
Ma la massa.........la MAGGIOR parte degli studenti ragiona in modo differente........ragiona così:
"Ma che me ne fotte ?...basta ca m pigl' l'esame........"

E in questo momento il sistema in questo li agevola a manetta !!!

Alex guarda che io di lavoro faccio il ricercatore e lavoro all'università, so benissimo come funziona visto che le capre le promuovo perché mi rompo il cazzo di fare gli esami visto che per fare carriera la didattica non serve a un benemerito cazzo e viene valutata solo la ricerca. Ricerca che non puoi fare se devi fare ricevimento a centinaia di diciottenni e sessioni di esami di quattro giorni, più lezioni di ore ed ore. Per non parlare di quando ti vai a fare le lezioni che il professorone si rompe il cazzo di fare o che non può fare perché sta alla conferenza dell'amico suo a Rio de Janeiro a trombarsi due tranvoni e ti manda la mail alle due di notte. Che fai non ci vai a fare lezione? Ma dove stanno sti professori che hanno a cuore la didattica e la preparazione degli studenti? Su dieci ordinari otto sono fuori dalla materia da anni e fanno cacate su cacate delegate ai PhD e post-doc e ci mettono la firma, si presentano due volte a settimana e cacano pure il cazzo con teorie bislacche. Gli altri due hanno la decenza di capire che non è più cosa e si dedicano alla politica e alla ricerca di fondi e si limitano a non cacare il cazzo. Guarda se te la prendi con gli studenti lascia perdere i professori, perché veramente salvando la pace di qualcuno una volta che sei ordinario chiudi bottega e te ne vai a mignotte per il resto della carriera.
Quindi gettare la croce sullo studente che è l'ultima ruota del carro è ridicolo, e te lo dico io che nove su dieci li ceffonerei seduta stante. Però lo vuoi sapere quando ho cambiato idea, quando per un progetto mi sono trovato a fare un corso di formazione a professori di liceo, ebbene il diciottenne con lo smartphone e la cicca in bocca è Einstein a confronto. E che potrei tirare fuori :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 31, 2020, 19:51:22 pm

Alex guarda che io di lavoro faccio il ricercatore e lavoro all'università, so benissimo come funziona visto che le capre le promuovo perché mi rompo il cazzo di fare gli esami visto che per fare carriera la didattica non serve a un benemerito cazzo e viene valutata solo la ricerca. Ricerca che non puoi fare se devi fare ricevimento a centinaia di diciottenni e sessioni di esami di quattro giorni, più lezioni di ore ed ore. Per non parlare di quando ti vai a fare le lezioni che il professorone si rompe il cazzo di fare o che non può fare perché sta alla conferenza dell'amico suo a Rio de Janeiro a trombarsi due tranvoni e ti manda la mail alle due di notte. Che fai non ci vai a fare lezione? Ma dove stanno sti professori che hanno a cuore la didattica e la preparazione degli studenti? Su dieci ordinari otto sono fuori dalla materia da anni e fanno cacate su cacate delegate ai PhD e post-doc e ci mettono la firma, si presentano due volte a settimana e cacano pure il cazzo con teorie bislacche. Gli altri due hanno la decenza di capire che non è più cosa e si dedicano alla politica e alla ricerca di fondi e si limitano a non cacare il cazzo. Guarda se te la prendi con gli studenti lascia perdere i professori, perché veramente salvando la pace di qualcuno una volta che sei ordinario chiudi bottega e te ne vai a mignotte per il resto della carriera.
Quindi gettare la croce sullo studente che è l'ultima ruota del carro è ridicolo, e te lo dico io che nove su dieci li ceffonerei seduta stante. Però lo vuoi sapere quando ho cambiato idea, quando per un progetto mi sono trovato a fare un corso di formazione a professori di liceo, ebbene il diciottenne con lo smartphone e la cicca in bocca è Einstein a confronto. E che potrei tirare fuori :look:

Vabbè, al netto di alcune cose che dici di cui ti ringrazio mi stai anche dando ragione su molti punti.
Mi permetto di dire che, frequentando decine e decine di università e centinaia di prof. ho una visione un pò più ampia, per quanto non ti do torto.

E comunque vedila così:
Quelli che ti si presentano davanti l'è itt tu, no io, che e pigliass a paccheri 9 su 10 !.... 9 su 10 !!....esattamente la mia proporzione di capronaggine rispetto alla massa !
Tutta sta gente che stai promuovendo,  DOPO che farà ?
E con quali competenze ?

Tu dici che quelle che stanno acquisendo ora in modalità smart sono sufficienti ?
Ti dico di no.
Non lo sono.
E questo con buona pace degli ordinari ca song na chiavica e dei professori di Liceo mis int a sacca ro diciottenne.

Non lo sono e non lo potranno mai essere.
Ne avrai pochi che si distingueranno e migliaia che si perderanno nel brodo primordiale dell'incompiutezza.
E' solo una strada ineluttabile verso il baratro quello che ci si spalanca davanti.

Non una gran prospettiva.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Arch Stanton - Marzo 31, 2020, 20:02:06 pm


Vabbè, al netto di alcune cose che dici di cui ti ringrazio mi stai anche dando ragione su molti punti.
Mi permetto di dire che, frequentando decine e decine di università e centinaia di prof. ho una visione un pò più ampia, per quanto non ti do torto.

E comunque vedila così:
Quelli che ti si presentano davanti l'è itt tu, no io, che e pigliass a paccheri 9 su 10 !.... 9 su 10 !!....esattamente la mia proporzione di capronaggine rispetto alla massa !
Tutta sta gente che stai promuovendo,  DOPO che farà ?
E con quali competenze ?

Tu dici che quelle che stanno acquisendo ora in modalità smart sono sufficienti ?
Ti dico di no.
Non lo sono.
E questo con buona pace degli ordinari ca song na chiavica e dei professori di Liceo mis int a sacca ro diciottenne.

Non lo sono e non lo potranno mai essere.
Ne avrai pochi che si distingueranno e migliaia che si perderanno nel brodo primordiale dell'incompiutezza.
E' solo una strada ineluttabile verso il baratro quello che ci si spalanca davanti.

Non una gran prospettiva.

Alex io non lo so se poi vanno a cogliere le pummarole però da dati Almalaurea i laureati hanno una buona riuscita e un aumento proporzionale del loro stipendio con l'età dalla laurea. Il che vuol dire che fanno carriera. Naturalmente dipende dalla laurea ma io credo che abbiano una buona riuscita nel mondo del lavoro, che alla fine è questo quello che conta.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Puck - Marzo 31, 2020, 20:26:59 pm
Alex però hai pesantemente deviato il tiro, eri partito dagli smartphone come principale problema delle nuove generazioni per passare all'assurdità del sistema scolastico e universitario attuale, sul quale credo siamo tutti d'accordo ma che capirai, non è certo colpa degli studenti ma nostra, delle nostre generazioni e di quelle che ci hanno preceduto. Non vedo come le colpe possano ricadere su smartphone e generazione x,y, uai :look: o comm se chiamman llor :look:
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 31, 2020, 20:31:00 pm

Alex io non lo so se poi vanno a cogliere le pummarole però da dati Almalaurea i laureati hanno una buona riuscita e un aumento proporzionale del loro stipendio con l'età dalla laurea. Il che vuol dire che fanno carriera. Naturalmente dipende dalla laurea ma io credo che abbiano una buona riuscita nel mondo del lavoro, che alla fine è questo quello che conta.

Dipende da molte cose Arch.
E poi non dimenticare quella principale.
Io ho fatto partire tutto questo pippone dicendo che il peggioramento più sensibile ( al netto di problemi didattici che ci sono sempre stati ) del materiale "umano" studentesco è soprattutto negli ultimi 4-5 anni.
Lavoro da tantissimo tempo nel mondo dei libri e dell'editoria, ti prego di credermi.
Occhio....questi in giro per il mondo ancora non sono andati, la maggior parte non è ancora laureata.

Prima la situazione non era eccelsa ma si andava avanti e un pò di luce ogni tanto pure si vedeva.
Quindi non stesnto acredere che ci sia tanta gente di valore in giro che si è ben inserita nel mondo del lavoro.

E allora il punto focale del mio discorso non è tanto sugli attuali laureati o su quelli che sono usciti fuori negli ultimi 10 anni.....magari si poteva fare meglio, ma in qualche modo la si è sfangata.

Il problema sono quelli di ora !!
Quelli che ora si stanno laureando e che si laureranno nei prossimi anni.
Se io dico che da tre anni a questa parte si sono decuplicati i Prof. che ci consigliano di fare testi più semplici un motivo ci sarà, e ti prego di credermi.
Attenzione.....non parliamo di fruibilità più semplice.......mi chiedono proprio in molti casi di banalizzare i concetti !....perchè dicono che tanto i più non capiscono un cazzo lo stesso !

Ovviamente c'è sempre la richiesta di lasciare sempre testi più ricchi di approfondimento in aggiunta perchè non vogliono banalizzare tutto e vogliono comunque cercare di seguire quei pochi ( pochi ) che dimostrano di valere di più.
Guarda come l'orizzonte si presenta complicato.....si comincia a pensare di differenziare la didattica all'interno dello stesso esame , per consentire a chi è più bravo comunque di raggiungere una preparazione migliore !!

La frase che ho postato oggi è chiara:
Citazione
Come dico sempre, se vi dovete ammalare tra 10 anni, accertatevi che il medico in questione ne abbia almeno 40....sennò suicidatevi direttamente, che fate prima.

Non mi riferivo a quelli attuali, non del tutto almeno.....chiaro, no ?


..
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: pokkio - Marzo 31, 2020, 20:34:58 pm
Come già dissi, in Italia so da troppo peso alla laurea, al suo voto e alla sua provenienza.

Oggi giorno i lavori d'ufficio so quatt strunzat. Che poi c'è chi va oltre, si specializza e cresce nell'azienda. Ma moltissimi junior jobs sono alla portata di tutti.

Si potrebbero mettere dei neolaureati qualsiasi e fargli vedere cosa fare. Tanto nei corsi di laurea nessuno ti insegna a scrivere un email, ad usare Sap, Oracle etc.

Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 31, 2020, 20:36:23 pm
Alex però hai pesantemente deviato il tiro, eri partito dagli smartphone come principale problema delle nuove generazioni per passare all'assurdità del sistema scolastico e universitario attuale, sul quale credo siamo tutti d'accordo ma che capirai, non è certo colpa degli studenti ma nostra, delle nostre generazioni e di quelle che ci hanno preceduto. Non vedo come le colpe possano ricadere su smartphone e generazione x,y, uai :look: o comm se chiamman llor :look:

Concause.
Che non necessariamente si escludono tra loro.

Non ragionare in maniera assoluta.
Devi farlo in maniera relativa.

Semplifico.
Per me i cellulari hanno avuto un impatto devastante sul livello culturale medio ( mentre hanno reso spesso i ragazzi più smart su alcune cosa pratiche.....che però, ripeto, se non supportate da conoscenza sono spesso inutili ).

E questo problema si è inserito nella situazione non tanto didattica attuale ma valutativa.
Che c'era anche prima, ma prima arrivavano meno studenti col cervello bruciato da 10 ore consecutive passate su Whatsapp.
Ora che ne arrivano di più, o tutti, il sistema salta.
Se prima su 10 studenti 2  erano capre il prof. li bocciava e non succedeva niente.
Ora però le capre sono 8 su 10 e il prof. non li può bocciare sennò arriva la telefonata del preside.
Il sistema sempre quello era ( di merda ) però reggeva.

E' come il coronavirus.....i posti in terapia intensiva erano pochi pure prima, però ci arrivavano 10 pazienti al mese e bastavano.


Semplice.




..
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: Puck - Marzo 31, 2020, 20:44:28 pm
Concause.
Che non necessariamente si a
escludono tra loro.

Non ragionare in amniera ssoluto.
Devi farlo in maniera relativa.

Semplifico.
Per me i cellulari hanno avuto un impatto devastante sul livello culturale medio ( mentre hanno reso spesso i ragazzi più smart su alcune cosa pratiche.....che però, ripeto, se non supportate da conoscenza sono spesso inutili ).

E questo problema si è inserito nella situazione non tanto didattica attuale ma valutativa.
Che c'era anche prima, ma prima arrivavano meno studenti col cervello bruciato da 10 ore consecutive passate su Whatsapp.
Ora che ne arrivano di più, o tutti, il sistema salta.

E' come il coronavirus.....i posti in terapia intensiva erano pochi pure prima, però ci arrivavano 10 pazienti al mese e bastavano.


Semplice.

Un pò troppo semplice, decisamente troppo semplice alex dai :look:, unisci valutazioni personali, che sono sempre le stesse identiche da anni (le generazioni dei nostri padri e nonni dicevano le stesse identiche cose) e dati oggettivi che mostrano chiaramente come le responsabilità vengano dall'alto, ma tu li leggi come mancanze di chi è in basso, i giovani d'oggi.
Ogni generazione ha mitizzato il passato e screditato il presente, ma per fortuna il mondo è sempre andato avanti.
Titolo: Re:Millennials
Inserito da: alex70 - Marzo 31, 2020, 20:54:49 pm
Un pò troppo semplice, decisamente troppo semplice alex dai :look:, unisci valutazioni personali, che sono sempre le stesse identiche da anni (le generazioni dei nostri padri e nonni dicevano le stesse identiche cose) e dati oggettivi che mostrano chiaramente come le responsabilità vengano dall'alto, ma tu li leggi come mancanze di chi è in basso, i giovani d'oggi.
Ogni generazione ha mitizzato il passato e screditato il presente,

Allora, non puoi prentendere su un forum una spiegazione che articolata che avrebbe bisogno almeno di una mezz'oretta a voce.
Scrivendo devo sintetizzare ( e già così i periodi sono lunghi ).
Ma questa cosa che hai appena scritto è esattamente la premessa del mio primo post su questo argomento qualche giorno fa.

Ne sono perfettamente consapevole.
I "maturi" hanno sempre guardato il futuro con la nuca.

Ma io in questo momento ho dati oggettivi basati sul mio lavoro.
Non è un semplice "ai miei tempi".....sto spiegando in cinese che c'è un problema recentissimo......non sto parlando di quando andavo io all'Università.......non sto parlando dei miei tempi.
Sto parlando di una devoluzione degli ultimi 4 anni ( e ogni anno è peggio ), mica di 20 anni fa.

Sono come un agricoltore che ha sempre avuto un terreno non fertilissimo ma per tanti anni il raccolto lo ha comunque fatto.
Ora ( ora !! ) mi stanno dando dei semi scadenti, il terreno è sempre non il massimo, ma se ci aggiungo pure questa è la fine.

Citazione
ma per fortuna il mondo è sempre andato avanti.

Il mondo andrà sempre avanti.
Il problema è "come".


..