Benvenuto, Ospite. Effettua il login oppure registrati.

Topic: Cambiare lavoro/formazione lavorativa a 33 anni?  (Letto 1924 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.


Online NikGerace

  • Degustatore di ananassi
  • Diego Armando Maradona
  • *****
  • Post: 33409
  • Karma: 431
  • Sesso: Maschio
  • Hallo World!!!!
  • Squadra del cuore:
« Risposta #75 il: Giugno 04, 2018, 17:11:45 pm »
Un consiglio che mi sento di darti è quello di non sottovalutare uno stage formativo, anche con solo rimborso spese, l'importante è che rispecchi le tue aspettative.
Sei tu che devi sfruttare l'azienda che te lo offre e non l'azienda te. Accetta lo stage ma la tua abilità deve essere, oltre ad apprendere più che puoi, quella di capire se effettivamente quello stage ti serve per il prosieguo, in loco o altrove, della carriera che hai deciso di intraprendere.
Qualora non sia così, ovvero ti promettono di insegnarti determinate cose ma poi ti mettono a telefono o a fare fax, scappa in men che non si dica e cerca altro.
FERLAINO PRESIDENTE!!!!!

AMICO DI TUTTI, COMPAGNO DI NESSUNO

    Offline Arbitro insensibile

    • El Pampa Sosa
    • *
    • Post: 210
    • Karma: 0
    • Squadra del cuore:
    « Risposta #76 il: Giugno 05, 2018, 07:51:06 am »
    Vai a bologna o milano e cercs lavoro come guardia giurata. Ti prendono facilmente. E' na vita fi merda lavori titte le feste e mediamente prendi sulle 1200 all inizio. Ma lavori fidati
    ......... JUVENTINO DIVENTA PAZZO I TUOI 1000 SCUDETTI NON VALGONO UN CA.....

      Online CommOMMOsi'nuBLUFF

      • Degustatore di ananassi
      • Antônio Careca
      • ****
      • Post: 20166
      • Karma: 41
      • Sesso: Maschio
      • Squadra del cuore:
      « Risposta #77 il: Giugno 05, 2018, 08:49:02 am »
      Hai la mia stessa età...se attualmente non lavori...vai in Emilia Romagna sulla riviera fatti albergo per albergo è fai l'estate come cameriere 1400/1500 vitto e alloggio...il lavoro stagionale lo trovi...ti metti da parte un 5000mila fino a  metà settembre...Poi prendi è te ne vai all'estero.
      Magari in Germania.

        Offline BluNapoli

        • Napoli Unica Fede
        • Attila Sallustro
        • ***
        • Post: 7550
        • Karma: 9
        • Sesso: Maschio
        • Napoli capitale del SUD!
        • Squadra del cuore:
        « Risposta #78 il: Giugno 05, 2018, 16:41:32 pm »
        Hai la mia stessa età...se attualmente non lavori...vai in Emilia Romagna sulla riviera fatti albergo per albergo è fai l'estate come cameriere 1400/1500 vitto e alloggio...il lavoro stagionale lo trovi...ti metti da parte un 5000mila fino a  metà settembre...Poi prendi è te ne vai all'estero.
        Magari in Germania.
        Se non hai pregiudizi sull'estero, questa è la migliore soluzione ed è la più concreta!  :sisi:

          Offline Delfino.Rossoblu

          • El Pampa Sosa
          • *
          • Post: 159
          • Karma: 1
          • Sesso: Maschio
          • ...Da Taranto col furgone...!
          • Squadra del cuore:
          « Risposta #79 il: Giugno 06, 2018, 22:47:07 pm »
          Obiettivamente sei nella merda, inutile indorare la pillola, ne sei consapevole pure tu. Purtroppo non sei più giovane, o almeno lo sei ancora per poco tempo, e la mancanza di una laurea o qualsivoglia specializzazione ti espone a una situazione in cui è impossibile uscire fuori senza amicizie/raccomandazioni o un colpo di culo. Così ad occhio ti direi che sei fuori dal mercato del lavoro e che ti conviene completamente rivoluzionare la tua vita, magari anche andando all'estero se hai una famiglia che ti tiene il culo parato per un po'. A fare che non lo so, a 33 anni non sei più giovanissimo e iniziare a fare tipo il cameriere potrebbe non essere semplicissimo. Certo che restare fermo potrebbe essere ancora peggio.

          Giusto per la cronaca, la laurea, a meno che non sia in

          biotecnologie/fisioterapia/scienze infermieristiche/medicina/informatica/ingegneria (solo alcune) la puoi usare come parasole per la macchina, ca mo ha arr'vat a stagion....  :stralol:

          Io non mi stancherò mai di dirlo...oggi ha vinto chi si è imparato un mestiere...se sai fare il parrucchiere, hai molte piu chances rispetto a un qualsivoglia laureato (tranne i settori suindicati)...se pensate ancora che la laurea sia sinonimo di specializzazione e spendibilità sul lavoro, andrete incontro a cocenti delusioni  :look:
          3 so le città chiù bell d'u munn.... Budapèst, Bucarèst, e Tard nuestr!

            Offline BluNapoli

            • Napoli Unica Fede
            • Attila Sallustro
            • ***
            • Post: 7550
            • Karma: 9
            • Sesso: Maschio
            • Napoli capitale del SUD!
            • Squadra del cuore:
            « Risposta #80 il: Giugno 13, 2018, 16:30:33 pm »
            Giusto per la cronaca, la laurea, a meno che non sia in

            biotecnologie/fisioterapia/scienze infermieristiche/medicina/informatica/ingegneria (solo alcune) la puoi usare come parasole per la macchina, ca mo ha arr'vat a stagion....  :stralol:

            Io non mi stancherò mai di dirlo...oggi ha vinto chi si è imparato un mestiere...se sai fare il parrucchiere, hai molte piu chances rispetto a un qualsivoglia laureato (tranne i settori suindicati)...se pensate ancora che la laurea sia sinonimo di specializzazione e spendibilità sul lavoro, andrete incontro a cocenti delusioni  :look:
            E' quello che ho detto io ad inizio topic, ma qualcuno non vuole ancora ammetterlo!
            Questa è la dura e triste realtà..  :sisi:

              Offline Camiseta Azul

              • Omar Sivori
              • ****
              • Post: 14208
              • Karma: 8
              • Sesso: Maschio
              • Squadra del cuore:
              « Risposta #81 il: Giugno 13, 2018, 16:36:06 pm »
              Giusto per la cronaca, la laurea, a meno che non sia in

              biotecnologie/fisioterapia/scienze infermieristiche/medicina/informatica/ingegneria (solo alcune) la puoi usare come parasole per la macchina, ca mo ha arr'vat a stagion....  :stralol:

              Io non mi stancherò mai di dirlo...oggi ha vinto chi si è imparato un mestiere...se sai fare il parrucchiere, hai molte piu chances rispetto a un qualsivoglia laureato (tranne i settori suindicati)...se pensate ancora che la laurea sia sinonimo di specializzazione e spendibilità sul lavoro, andrete incontro a cocenti delusioni  :look:
              Perfettamente d'accordo ma togli pure Scienze infermieristiche e Fisioterapia all'elenco

                Online Monkey Ltd

                • Il Piccolo Basco
                • Antonio Juliano
                • *****
                • Post: 9562
                • Karma: 1323
                • Sesso: Maschio
                • PNHSEDXIVS
                • Squadra del cuore:
                « Risposta #82 il: Giugno 13, 2018, 17:28:37 pm »
                Perfettamente d'accordo ma togli pure Scienze infermieristiche e Fisioterapia all'elenco
                Confermo purtroppo
                .GIF addicted  

                  Online Frank_Edom

                  • Degustatore di ananassi
                  • Giuseppe Savoldi
                  • **
                  • Post: 3289
                  • Karma: 23
                  • Sesso: Maschio
                  • "English motherfucker do you speak it?"
                  • Squadra del cuore:
                  « Risposta #83 il: Giugno 15, 2018, 11:24:57 am »
                  Giusto per la cronaca, la laurea, a meno che non sia in

                  biotecnologie/fisioterapia/scienze infermieristiche/medicina/informatica/ingegneria (solo alcune) la puoi usare come parasole per la macchina, ca mo ha arr'vat a stagion....  :stralol:

                  Io non mi stancherò mai di dirlo...oggi ha vinto chi si è imparato un mestiere...se sai fare il parrucchiere, hai molte piu chances rispetto a un qualsivoglia laureato (tranne i settori suindicati)...se pensate ancora che la laurea sia sinonimo di specializzazione e spendibilità sul lavoro, andrete incontro a cocenti delusioni  :look:
                  Il problema della lauree è che sono diventate troppo accessibili :look:
                  Ho visto decerebrati con la 104 riuscire a laurearsi, tanto coi 18 alla fine si arriva a dama.
                  Servirebbe un sistema simile a quello americano, dove gia in età infantile ti selezionano in base al QI.
                  Tu tien e cervell studia, tu no m'parat o mestier.
                  In questo modo i corsi di laurea non sarebbero sovraffollati e spesso malgestiti, e chi impara il mestiere avrebbe la sua soddisfazione senza vederlo come ripiego.
                  "And you will know my name is the Lord when I lay my vengeance upon thee"
                     

                    Online Arch Stanton

                    • Degustatore di ananassi
                    • Antonio Juliano
                    • ***
                    • Post: 9189
                    • Karma: 170
                    • Squadra del cuore:
                    « Risposta #84 il: Giugno 15, 2018, 11:32:43 am »
                    Veramente in Italia abbiamo la percentuale di laureati annui più bassa tra gli stati membri dell'unione europea.
                    Inoltre le università italiane se fatte come si deve formano professionisti in grado di farsi valere sia sul mercato interno che su quello europeo molto più di un tedesco o uno spagnolo.
                    Sfido chiunque con una laurea in materie scientifiche o economiche con almeno 100 ( e presa in tempi decenti) a rimanere a piedi più di due anni. E' praticamente impossibile; certo non tutti finiscono alla NASA ma il piatto a tavola lo metti in maniera dignitosa.
                    In italia c'è un grosso problema di inserimento nel mondo del lavoro di laureati in materie umanistiche, soprattutto dovuto alle difficoltà di accesso all'insegnamento.

                      Online Chef Culapierto

                      • Culapiert output.
                      • Diego Armando Maradona
                      • *****
                      • Post: 28587
                      • Karma: 565
                      • Il fu therimble
                      • Squadra del cuore:
                      « Risposta #85 il: Giugno 15, 2018, 11:40:35 am »
                      Perfettamente d'accordo ma togli pure Scienze infermieristiche e Fisioterapia all'elenco
                      Io per esperienza quasi diretta posso dire che per adesso con la laurea in Fisioterapia, almeno uscendo dalla Campania, si lavora ancora e abbastanza bene. La mia ragazza qua si barcamena tra centri, asl, domiciliari, quando ha cercato una settimana tra Lombardia, Piemonte e Trentino ha avuto diversi colloqui veri, con stipendi più che decenti. A Lodi le offrirono 22 euro lordi l'ora per 20 ore settimanali, che tolte le tasse a regime dei minimi sono comunque 17 euro netti l'ora, cioè quasi 1900 euro al mese. A Milano le offrirono netti 1400 euro per altre 20 ore settimanali nel pomeriggio. Quindi avrebbe potuto fare entrambi i lavori nel tempo totale di un full time e senza impegnarsi eccessivamente nella ricerca. Dove stiamo noi invece è il deserto più totale, il giro di favori e raccomandazioni è grottesco e finisci a dover pagare la commissione sulle terapie domiciliari anche a chi dà il tuo nome ai centri.

                        Offline mtpgpp

                        • Degustatore di ananassi
                        • Giuseppe Savoldi
                        • **
                        • Post: 3562
                        • Karma: 20
                        • Squadra del cuore:
                        « Risposta #86 il: Giugno 15, 2018, 15:02:22 pm »
                        Giusto per la cronaca, la laurea, a meno che non sia in

                        biotecnologie/fisioterapia/scienze infermieristiche/medicina/informatica/ingegneria (solo alcune) la puoi usare come parasole per la macchina, ca mo ha arr'vat a stagion....  :stralol:

                        Io non mi stancherò mai di dirlo...oggi ha vinto chi si è imparato un mestiere...se sai fare il parrucchiere, hai molte piu chances rispetto a un qualsivoglia laureato (tranne i settori suindicati)...se pensate ancora che la laurea sia sinonimo di specializzazione e spendibilità sul lavoro, andrete incontro a cocenti delusioni  :look:
                        Anche farmacia post riforma fa lavorare parecchio.

                        In consulenza vanno bene anche matematica e statistica ora (ne stiamo assumendo parecchie).

                        Inviato dal mio Redmi 5 Plus utilizzando Tapatalk


                          Online SPiccinini

                          • Hasse Jeppson
                          • ***
                          • Post: 8555
                          • Karma: 16
                          • Squadra del cuore:
                          « Risposta #87 il: Giugno 27, 2018, 16:41:29 pm »
                          Aunas ti ho scritto in pvt

                          Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk

                          Quando definisco "giornalaio" un giornalista, non intendo offendere la categoria dei venditori di giornali; anche perchè se li volessi offendere, li chiamerei giornalisti....

                          Alvino lecchino, Auriemma lotamma, De Maggio pagiaccio!

                          <Non conosci minimamente FIRENZE amico mio; è l'unica partita nella quale possiamo anche NON PRESENTARCI in campo> - Ipse Dixit

                          <Comunque l’umanità è proprio ad un punto di non ritorno, basta vedere l’odio che c’è in questo topic per un grande manager ed una squisita persona> - Lo stesso pensatore di prima su Marchionne

                            Online fred74

                            • Francesco Baldini
                            • *
                            • Post: 76
                            • Karma: 1
                            • Sesso: Maschio
                            • Squadra del cuore:
                            « Risposta #88 il: Giugno 27, 2018, 20:33:13 pm »
                            C'è del vero sulla poca utilità della laurea, io per esperienza diretta conosco gente che senza neppure il diploma ma con un semplice corso di estetista si abbuscano non meno di 150/200€ al giorno, lavorando a casa anche di sabato con agenda piena da qui a due mesi, ovviamente tutto esentasse! .
                            Magari però c'è chi può portare una testimonianza completamente opposta, per cui alla fine credo che tutto dipende dalle proprie capacità, il problema è che anche per chi non ha particolari capacità dovrebbe essere garantita la possibilità di guadagnare abbastanza per vivere dignitosamente, ma questo oggi e soprattutto in Italia è sempre più difficile.

                            Inviato dal mio STF-L09 utilizzando Tapatalk


                              Online LAGRANGIA

                              • Degustatore di ananassi
                              • Omar Sivori
                              • ****
                              • Post: 14189
                              • Karma: 159
                              • Squadra del cuore:
                              « Risposta #89 il: Giugno 27, 2018, 20:55:13 pm »
                              Mi fa piacere come saltate a pie' pari gli aspetti pensionistici, infortunistici, malattie etc della faccenda.
                              La laurea presa come si deve e la ricerca del "posto giusto" risulteranno sempre aspetti strategici per pianificare la propria vita.
                              Quante volte ho sentito amici con l'attività libera parlare di picchi di guadagni, esempio settore immobiliare, locali, etc salvo poi cambiare dopo poco lavoro perché non girava bene

                              Un laureato 90 è come un Idraulico che fa danni. In ogni settore ci sono gli incapaci. Una volta che hai la nomea di coglione sei finito.

                                 

                                SimplePortal 2.3.5 © 2008-2012, SimplePortal