Benvenuto, Ospite. Effettua il login oppure registrati.

Ragioni Karma per messaggio concreto

Messaggio

LAGRANGIA

    Degustatore di ananassi
    Giuseppe Bruscolotti
    Post: 17483
  • Karma: 162

L'approssimazione nelle scalate in transizione difensiva ricorda tanto una squadra di bassa serie C.

Ieri ero allo stadio, e nel primo tempo onestamente si aveva la sensazione che potessero pareggiare da un momento all'altro.

Poi nel secondo tempo, le loro punte hanno smesso di schermare le linee di passaggio per il nostro regista, e non hanno visto più la palla.

Se non fosse stato per Meret, parlavamo di una X o di una vittoria stentata al 93esimo contro la squadra peggiore del campionato al netto delle prime 3 partite.

Classic agnolotti.
Allo stesso modo con la Fiorentina solo al 75imo si è visto un palleggio dominante, non a caso con l'ingresso di Elmas e il calo fisico della Viola.

È lecito ma anche assurdo chiedere un LAVORO tattico che migliori questo aspetto.

Nella mia ignoranza calcistica ho splittato questa A in due tronconi, quello delle 13 squadre contro le quali il Napoli sulla carta può fare 78 punti base praticamente da bendati, e finora siamo in linea con 6/6 contro Fiore e Samp.

Questo mega blocco di squadre farà SEMPRE la stessa partita. All'inizio, con le energie al massimo, agiranno sulle nostre linee di passaggio, presseranno alti, giocheranno negli spazi, etc, provando a sbloccarla passando in vantaggio per poi giocare di rimessa. Cosa possono fare del resto? Sia in trasferta, sia al San Paolo, accadrà questo, quindi meglio prepararsi da subito.

Molto diverso il blocco del G7 dove ci siamo noi, Rube, Inter, Milan, Roma, Lazio, Atalanta.
Qui bisogna affrontare caso per caso con un lavoro specifico, che già con la Rube è parso latitare soprattutto osservando la fatica di Zielinski Ruiz e Allan a far uscire la squadra e fare possesso.

Affinale ci vuole sempre l'allenatore.   :look:
Cambiato Cambia Ragione Data
SimplePortal 2.3.7 © 2008-2020, SimplePortal