Benvenuto, Ospite. Effettua il login oppure registrati.

Ragioni Karma per messaggio concreto

Messaggio

demian88

    Degustatore di ananassi
    Diego Armando Maradona
    Post: 29415
  • Karma: 2265

L’Italia inizia bene: travolta la Georgia 3-0

Le azzurre non hanno problemi contro le padrone di casa. La scritta per ricordare Sylla e Malinov


ITALIA-GEORGIA 3-0 (25-14, 25-12, 25-12)
Esordio sul velluto per l’Italia che entra nell’Europeo superando le padrone di casa della Georgia – numero 37 del ranking Cev e 115 di quello Fivb -. E nel facile 3-0 delle azzurre continua l’abitudine al femminile di esprimere un concetto da portare avanti nel torneo attraverso una scritta sul corpo: braccio, mano o gamba. Dopo il “the moment is now” dell’Under 18 iridata di Mencarelli, arriva il “13cuore5” delle ragazze di Mazzanti. Sì, perché le 14 azzurre presenti a Tblisi (e poi a Baku) non hanno voluto dimenticare chi a questo Europeo ambiva come loro: Miriam Sylla – positiva al clenbuterolo alle finali del Grand Prix – e Lia Malinov – si è rotta il calcagno del piede destro durante un’amichevole con l’Azerbaigian -, la prima che gioca in azzurro con la maglia numero 13 e la seconda con la 5.
LA PARTITA — Il match con la Georgia, alla prima uscita in una fase finale continentale, è una pratica che le azzurre sbrigano senza problemi: il muro italiano (7 nel 1° set con Folie a quota 5) la fa da padrone e anche il servizio, sia in salto che salto-float, crea molti problemi alla Georgia. Primo parziale chiuso in 24’. Anche il 2° vola via liscio in 21’ con Mazzanti che dà spazio anche a Lucia Bosetti, non al 100% dopo la distorsione occorsa ieri nell’allenamento di rifinitura. Il 3° set si trascina stanco fino allo show finale al servizio e in attacco di Paola Egonu che lancia l’Italia verso il 3-0. Da domani si sale d’intensità con la Bielorussia e poi domenica la Croazia.
Cambiato Cambia Ragione Data
SimplePortal 2.3.7 © 2008-2019, SimplePortal