Benvenuto, Ospite. Effettua il login oppure registrati.

Topic: Scie chimiche  (Letto 10485 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.


Online Ford Perfect

  • A un bivio, nel dubbio, vai dritto!
  • Degustatore di ananassi
  • Diego Armando Maradona
  • *****
  • Post: 57742
  • Karma: 1710
  • Sesso: Maschio
  • Deus Ex Moto
  • Squadra del cuore:
« Risposta #15 il: Giugno 06, 2014, 17:12:20 pm »
che poi so chimiche per forza, tutto è riducibile a elementi chimici, quindi ci sono le scie, sono chimiche.... hanno ragione quelli che ci credono :look:
ou kalon esti to kalon, alla kalon, kalon, kalon

Assioma di Cole: l'intelligenza nel mondo è una costante.... la popolazione è in aumento.

FORZA NAPOLI!!!!!!

    Online Dieguito

    • #ForzaNapoliSpesso
    • Degustatore di ananassi
    • Diego Armando Maradona
    • *****
    • Post: 32009
    • Karma: 736
    • Tengo dos. Jugar en el mundial, y salir campeon
    • Squadra del cuore:
    « Risposta #16 il: Giugno 06, 2014, 17:12:40 pm »
    Tutti Dottori (post ad altissimo contenuto di turpiloquio)

    Io vorrei tanto capire chi cazzo ha sdoganato l’ignoranza; vorrei tanto sapere chi ha tolto al caprone l’onere di informarsi prima di aprire la bocca e rifilato alla persona colta, molto colta, appena più colta – o anche semplicemente informata – quello di dimostrare con disegnini, parole, gentilezza e tante scuse, che le teorie ululate dal caprone suddetto sono puttanate.
    Io vorrei capire perché l’unica vera parola innominabile in quest’Italia ostaggio del politically correct più estremo, del genitore uno e due, del diversamente caucasico, del diversamente cittadino regolare, dei quaranta punti esclamativi alla fine di ogni singola stronza frase, sia diventata il termine IGNORANTE...



      Offline Torexx

      • "Avere un sogno non ti rende intelligente, sapere che non si avvererà, quello sì!"
      • Degustatore di ananassi
      • Diego Armando Maradona
      • *****
      • Post: 25737
      • Karma: 297
      • Sesso: Maschio
      • Squadra del cuore:
      « Risposta #17 il: Giugno 06, 2014, 17:13:10 pm »
      Ma allà fine che so ste scie chimiche? Non l ho mai capito :look:

      Inviato dal mio ST25i utilizzando Tapatalk




        Online Ford Perfect

        • A un bivio, nel dubbio, vai dritto!
        • Degustatore di ananassi
        • Diego Armando Maradona
        • *****
        • Post: 57742
        • Karma: 1710
        • Sesso: Maschio
        • Deus Ex Moto
        • Squadra del cuore:
        « Risposta #18 il: Giugno 06, 2014, 17:15:31 pm »
        Ma allà fine che so ste scie chimiche? Non l ho mai capito :look:

        Inviato dal mio ST25i utilizzando Tapatalk



        secondo le teorie cospirazioniste, in qualche modo gli aerei sono utilizzati per spargere composti utili a pilotare le condizioni meteo.
        ou kalon esti to kalon, alla kalon, kalon, kalon

        Assioma di Cole: l'intelligenza nel mondo è una costante.... la popolazione è in aumento.

        FORZA NAPOLI!!!!!!

          Offline Torexx

          • "Avere un sogno non ti rende intelligente, sapere che non si avvererà, quello sì!"
          • Degustatore di ananassi
          • Diego Armando Maradona
          • *****
          • Post: 25737
          • Karma: 297
          • Sesso: Maschio
          • Squadra del cuore:
          « Risposta #19 il: Giugno 06, 2014, 17:17:50 pm »
          Molte grazie :pat_hi:

          Che razza di idioti :look:

          Inviato dal mio ST25i utilizzando Tapatalk




            Online Sound Sid

            • Degustatore di ananassi
            • Gianfranco Zola
            • **
            • Post: 1162
            • Karma: 52
            • Sesso: Maschio
            • Happiness is a warm gun
            • Squadra del cuore:

              Online primax79

              • Degustatore di ananassi
              • Josè Altafini
              • **
              • Post: 4359
              • Karma: 82
              • Sesso: Maschio
              • Squadra del cuore:
              « Risposta #21 il: Giugno 06, 2014, 17:41:58 pm »
              secondo le teorie cospirazioniste, in qualche modo gli aerei sono utilizzati per spargere composti utili a pilotare le condizioni meteo.

              questa era la prima fase della cospirazione

              la versione attuale sostiene che le sostanze chimiche servono per modificare i comportamenti della gente

                Online el schiatty napoletano

                • Aurelio De Laurentiis
                • *****
                • Post: 124364
                • Karma: 1381
                • Squadra del cuore:
                « Risposta #22 il: Giugno 06, 2014, 17:44:08 pm »
                Ed è strettamente collegato al progetto haarp
                Inviato da una cripta. :schiatty:

                  Offline Shabalik

                  • Degustatore di ananassi
                  • Gianfranco Zola
                  • **
                  • Post: 1342
                  • Karma: 10
                  • Sesso: Maschio
                  • Squadra del cuore:
                  « Risposta #23 il: Giugno 06, 2014, 17:44:36 pm »
                  Tsurf={[S○(1-α)+Fghg]/σ}¼


                   :look:
                  Nel medioevo la categoria di "scienziati" più ascoltata erano gli astrologi. A noi sono toccati gli economisti (cit.) :look:

                    Online Ford Perfect

                    • A un bivio, nel dubbio, vai dritto!
                    • Degustatore di ananassi
                    • Diego Armando Maradona
                    • *****
                    • Post: 57742
                    • Karma: 1710
                    • Sesso: Maschio
                    • Deus Ex Moto
                    • Squadra del cuore:
                    « Risposta #24 il: Giugno 06, 2014, 23:07:17 pm »
                    In realtà, la teoria s'è evoluta, ed adesso le scie servono a condizionare mentalemente le popolazioni o per provocare patologie.
                    Sulla pagina fb " Protesi di complotto" esistono alcuni esempi :
                    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=678318948908770&set=a.152029921537678.39911.152029301537740&type=1&relevant_count=1
                    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=658360087571323&set=a.152029921537678.39911.152029301537740&type=1&relevant_count=1
                    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=674327125974619&set=a.533296860077647.1073741826.152029301537740&type=1&relevant_count=1
                    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=676580062415992&set=a.152029921537678.39911.152029301537740&type=1&relevant_count=1
                    questa era la prima fase della cospirazione

                    la versione attuale sostiene che le sostanze chimiche servono per modificare i comportamenti della gente

                    va beh era per semplificare :asd:
                    volendo sulle scie chimiche si può rilanciare con i complotti più strambi... alla fine il controllo mentale è più subliminale e commerciale che chimico come complotto :look:
                    ou kalon esti to kalon, alla kalon, kalon, kalon

                    Assioma di Cole: l'intelligenza nel mondo è una costante.... la popolazione è in aumento.

                    FORZA NAPOLI!!!!!!

                      Offline Ioreth

                      • Omar Sivori
                      • ****
                      • Post: 14652
                      • Karma: 315
                      • Sesso: Femmina
                      • Meglio poco, ma meglio
                      • Squadra del cuore:
                      « Risposta #25 il: Giugno 07, 2014, 17:34:58 pm »
                      mi pare impossibile che stati uniti, russia ed altri, che fanno esperimenti per ogni cuoll e cazz, non abbiano mai provato a provocare terremoti con l'idea di creare un'arma offensiva a distanza.


                      bah è un discorso meramente probabilistico, quindi "credibile". da qui a crederci poi ce ne passa, ma che una storia su mille possa essere vera è pure possibile. :boh:
                      stesso discorso degli alieni: l'universo è troppo enorme per esserci solo l'uomo, ma allo stesso tempo è estremamente improbabile che qualcuno ne abbia visti davvero. però credere che non esistono è, secondo me, molto più stupido che credere a chi dice di averne incontrati. tra le due la seconda è di gran lunga più probabile.
                      il complottismo si basa proprio su questo d'altronde (oltre che sull'ignoranza in tante altre cose tipo il signoraggio)

                      Per fare ciò che ipotizzi tu si deve avere grande padronanza dei terremoti, già questo mi fa ridere assai, ma supponiamo che questa cosa sia possibile.
                      Per dominare un fenomeno oltre a conoscerlo devi anche avere la possibilità materiale di poterlo ricreare e, soprattutto, controllare: stai implicitamente dicendo che un governo random abbia la facoltà di muovere le placche (parliamo di milioni di km quadrati di terra da spostare affinchè producano una quantità di energia - da calcolare prima ovviamente - tale da provocare uno smottamento in un punto definito del globo terrestre.

                      Ci sono tre ordini di problemi anche volendo restare alla sola teoria (ci sarebbero pure aspetti di tipo pratico come gli strumenti e i materiali da utilizzare, ma vabbè, proprio perché sei tu sorvoliamo):

                      1)Non è una cosa che puoi ricreare in laboratorio o meglio lo puoi fare, ma non puoi analizzarne gli effetti, non li puoi misurare (come nei casi di virus, di miscele esplosive o di gas tossici) parliamo di dimensioni molto vaste che quindi presentano un margine di errore difficile da preventivare (perché ci mancano i dati sulle azioni lente che richiedono centinaia di anni di osservazioni e perché le deformazioni non sono determinate), probabilmente è difficile perfino stimare l'ordine dell'errore stesso, parliamo di elevatissime quantità di energia da gestire in un 'materiale' disomogeo come la litosfera.
                      Abbiamo sempre bisogno del terremoto stesso per fare delle ipotesi (usando la legge di ricorrenza) che vengono sviluppate poi con un approccio statistico,con simulazioni, che però riguardano fenomeni locali e localizzati.
                      Per farti un esempio della relatività di questa cosa: a Fukushima l'impianto nucleare è stato progettato secondo i registri storici che avevano annotato gli tsunami successivi a terremoti deducendo che l'impianto era in sicurezza per onde fino a sei metri.
                      Il terremoto che l-ha devastata ha provocato però onde sopra i sette  :patt: 
                      Appena due anni fa' - dopo quel terremoto sulla fossa oceanica dei nani ninja - hanno scoperto che le argille estremamente viscose presenti in zona hanno amplificato il disastro.
                      Questo ti dovrebbe dire - già come dato unico - quanto sia complesso analizzare la 'terra' e i potenziali effetti che potrebbero esserci scatenando volutamente una roba del genere.


                      2)Oltre a non essere una banale esplosione controllata (è esponenzialmente più potente dell'energia sprigionata da una bomba nucleare) il problema sostanziale è che non può avvenire ovunque nel mondo (tra l'altro se sbagli le ipotesi e non controlli il risultato ne potrebbero risentire le faglie contigue per via della subduzione, della collisione o dell'allontanamento dei margini che si spostano, ma neanche questo sappiamo con certezza), già solo questa cosa rende inutili se non dannosi esperimenti di questo tipo.

                      3)Hai un'arma nel momento in cui la controlli e ne puoi disporre, se non la controlli semplicemente non hai niente, se non un potenziale disastro.
                      Quanto sarebbe utile un fucile se tu avessi la concreta possibilità che ti spari addosso?
                      Ti basti pensare anche alla sola possibilità di piazzare un certo innesco (?!) alla profondità dei margini di una faglia -  di che tipo, poi? Ogni faglia ha un certo movimento in base alla classificazione dei margini, significa che ha anche alcuni parametri preesistenti tali da avere una certa qualità di movimento intrinseca -  senza contare che questo implica che deve  già esistere la zolla e dunque riduciamo tantissimo il campo d'azione - che scegli affinchè funga da ipocentro simulando il carico di rottura (e quindi devi creare un certo fronte che attivi la la faglia), già solo questa cosa come si dovrebbe fare, di grazia?
                      E ti sto risparmiando il caso in cui tu voglia creare un terremoto in un abisso oceanico (lontano da occhi indiscreti, cos'), visto che le principali faglie sono proprio le dorsali (e ti ci voglio vedere a lavorare a quelle pressioni  :asd:) perché non voglio infilare le unghie nella faglia piaga e chiederti che ne sarebbe del basalto di cui è fatta la dorsale oceanica, o meglio delle esplosioni vulcaniche che l'hanno creato.

                      4) Se voglio colpire Mosca da quale placca parto? Devo far propagare il terremoto dalla zolla arabica, euroasiatica? Su quale faglia? Apro la crosta terrestre a uso noce di cocco e ne creo una nuova? Come? Senza che se ne accorge nessuno?

                      Devo andare avanti?  :asd:

                      Sono argomenti talmente complessi che vederli in mano a qualche cialtrone (non tu) che non sa' manco cosa sia un  campo vettoriale mi fa' tuccare i niervi, robb' che se gli chiedi della funzione Delta ti rispondono che sta nuova funzione ngopp' o' telecomando e' Sky a' casa soja ancora non è arrivata e se gli chiedi dello spettro di Fourier ti rispondono che loro so' tropp' intelligent' pe' credere ai fantasmi, cos'.

                      [ E' possibile e probabile che esistano forme di vita oltre alla nostra se presupponiamo l'infinità dell'Universo, ma più che altro c'è il fatto stesso che noi non dominiamo la vita artificialmente  (manco la nostra) si generalizza quindi che non dominiamo la Vita (soprattutto in un luogo di cui non conosciamo praticamente niente).
                      Tra l'altro possibile non significa affatto probabile:  se tutti diventassero lesbiche e gay - o suore e preti - l'umanità si estinguerebbe. E' possibile? Si può fare, certo, non esiste legge fisica che te lo vieti.
                      E' una cosa probabile? No. ]



                        Online Orgrimm

                        • Tifosotto da salotto
                        • Diego Armando Maradona
                        • *****
                        • Post: 56861
                        • Karma: 858
                        • Sesso: Maschio
                        • gentilment, iat affancul
                        • Squadra del cuore:
                        « Risposta #26 il: Giugno 07, 2014, 19:43:56 pm »
                        Tra l'altro l'infinità dell'universo, che ci dice che c'è una probabilità che da qualche parte ci sia una forma di vita simile alla nostra, presuppone anche che per via delle distanze enormi difficilmente entreremo mai in contatto con loro :look:


                        Onestament,ma a chi cazz aggà rà cunt?

                          Online Ford Perfect

                          • A un bivio, nel dubbio, vai dritto!
                          • Degustatore di ananassi
                          • Diego Armando Maradona
                          • *****
                          • Post: 57742
                          • Karma: 1710
                          • Sesso: Maschio
                          • Deus Ex Moto
                          • Squadra del cuore:
                          « Risposta #27 il: Giugno 07, 2014, 21:43:17 pm »

                          Per fare ciò che ipotizzi tu si deve avere grande padronanza dei terremoti, già questo mi fa ridere assai, ma supponiamo che questa cosa sia possibile.
                          Per dominare un fenomeno oltre a conoscerlo devi anche avere la possibilità materiale di poterlo ricreare e, soprattutto, controllare: stai implicitamente dicendo che un governo random abbia la facoltà di muovere le placche (parliamo di milioni di km quadrati di terra da spostare affinchè producano una quantità di energia - da calcolare prima ovviamente - tale da provocare uno smottamento in un punto definito del globo terrestre.

                          Ci sono tre ordini di problemi anche volendo restare alla sola teoria (ci sarebbero pure aspetti di tipo pratico come gli strumenti e i materiali da utilizzare, ma vabbè, proprio perché sei tu sorvoliamo):

                          1)Non è una cosa che puoi ricreare in laboratorio o meglio lo puoi fare, ma non puoi analizzarne gli effetti, non li puoi misurare (come nei casi di virus, di miscele esplosive o di gas tossici) parliamo di dimensioni molto vaste che quindi presentano un margine di errore difficile da preventivare (perché ci mancano i dati sulle azioni lente che richiedono centinaia di anni di osservazioni e perché le deformazioni non sono determinate), probabilmente è difficile perfino stimare l'ordine dell'errore stesso, parliamo di elevatissime quantità di energia da gestire in un 'materiale' disomogeo come la litosfera.
                          Abbiamo sempre bisogno del terremoto stesso per fare delle ipotesi (usando la legge di ricorrenza) che vengono sviluppate poi con un approccio statistico,con simulazioni, che però riguardano fenomeni locali e localizzati.
                          Per farti un esempio della relatività di questa cosa: a Fukushima l'impianto nucleare è stato progettato secondo i registri storici che avevano annotato gli tsunami successivi a terremoti deducendo che l'impianto era in sicurezza per onde fino a sei metri.
                          Il terremoto che l-ha devastata ha provocato però onde sopra i sette  :patt: 
                          Appena due anni fa' - dopo quel terremoto sulla fossa oceanica dei nani ninja - hanno scoperto che le argille estremamente viscose presenti in zona hanno amplificato il disastro.
                          Questo ti dovrebbe dire - già come dato unico - quanto sia complesso analizzare la 'terra' e i potenziali effetti che potrebbero esserci scatenando volutamente una roba del genere.


                          2)Oltre a non essere una banale esplosione controllata (è esponenzialmente più potente dell'energia sprigionata da una bomba nucleare) il problema sostanziale è che non può avvenire ovunque nel mondo (tra l'altro se sbagli le ipotesi e non controlli il risultato ne potrebbero risentire le faglie contigue per via della subduzione, della collisione o dell'allontanamento dei margini che si spostano, ma neanche questo sappiamo con certezza), già solo questa cosa rende inutili se non dannosi esperimenti di questo tipo.

                          3)Hai un'arma nel momento in cui la controlli e ne puoi disporre, se non la controlli semplicemente non hai niente, se non un potenziale disastro.
                          Quanto sarebbe utile un fucile se tu avessi la concreta possibilità che ti spari addosso?
                          Ti basti pensare anche alla sola possibilità di piazzare un certo innesco (?!) alla profondità dei margini di una faglia -  di che tipo, poi? Ogni faglia ha un certo movimento in base alla classificazione dei margini, significa che ha anche alcuni parametri preesistenti tali da avere una certa qualità di movimento intrinseca -  senza contare che questo implica che deve  già esistere la zolla e dunque riduciamo tantissimo il campo d'azione - che scegli affinchè funga da ipocentro simulando il carico di rottura (e quindi devi creare un certo fronte che attivi la la faglia), già solo questa cosa come si dovrebbe fare, di grazia?
                          E ti sto risparmiando il caso in cui tu voglia creare un terremoto in un abisso oceanico (lontano da occhi indiscreti, cos'), visto che le principali faglie sono proprio le dorsali (e ti ci voglio vedere a lavorare a quelle pressioni  :asd:) perché non voglio infilare le unghie nella faglia piaga e chiederti che ne sarebbe del basalto di cui è fatta la dorsale oceanica, o meglio delle esplosioni vulcaniche che l'hanno creato.

                          4) Se voglio colpire Mosca da quale placca parto? Devo far propagare il terremoto dalla zolla arabica, euroasiatica? Su quale faglia? Apro la crosta terrestre a uso noce di cocco e ne creo una nuova? Come? Senza che se ne accorge nessuno?

                          Devo andare avanti?  :asd:

                          Sono argomenti talmente complessi che vederli in mano a qualche cialtrone (non tu) che non sa' manco cosa sia un  campo vettoriale mi fa' tuccare i niervi, robb' che se gli chiedi della funzione Delta ti rispondono che sta nuova funzione ngopp' o' telecomando e' Sky a' casa soja ancora non è arrivata e se gli chiedi dello spettro di Fourier ti rispondono che loro so' tropp' intelligent' pe' credere ai fantasmi, cos'.

                          [ E' possibile e probabile che esistano forme di vita oltre alla nostra se presupponiamo l'infinità dell'Universo, ma più che altro c'è il fatto stesso che noi non dominiamo la vita artificialmente  (manco la nostra) si generalizza quindi che non dominiamo la Vita (soprattutto in un luogo di cui non conosciamo praticamente niente).
                          Tra l'altro possibile non significa affatto probabile:  se tutti diventassero lesbiche e gay - o suore e preti - l'umanità si estinguerebbe. E' possibile? Si può fare, certo, non esiste legge fisica che te lo vieti.
                          E' una cosa probabile? No. ]




                          ma io mica ho detto che ci riescono, ho detto che sicuro ci provano. tutto sto papiello è ovvio. ma questo non esclude lo studio del fenomeno, le simulazioni e, al 99,9%, qualche tentativo.

                          e comunque, volendo generalizzare, se la terra trema è un terremoto, non devi necessariamente smuovere le placche...
                          ou kalon esti to kalon, alla kalon, kalon, kalon

                          Assioma di Cole: l'intelligenza nel mondo è una costante.... la popolazione è in aumento.

                          FORZA NAPOLI!!!!!!

                            Offline Shabalik

                            • Degustatore di ananassi
                            • Gianfranco Zola
                            • **
                            • Post: 1342
                            • Karma: 10
                            • Sesso: Maschio
                            • Squadra del cuore:
                            « Risposta #28 il: Giugno 07, 2014, 23:38:50 pm »
                            Tra l'altro l'infinità dell'universo, che ci dice che c'è una probabilità che da qualche parte ci sia una forma di vita simile alla nostra, presuppone anche che per via delle distanze enormi difficilmente entreremo mai in contatto con loro :look:
                            ebbè, se se ne stanno a distanza infinita :look:
                            Nel medioevo la categoria di "scienziati" più ascoltata erano gli astrologi. A noi sono toccati gli economisti (cit.) :look:

                              Online alex70

                              • Antonio Vojak
                              • ***
                              • Post: 6755
                              • Karma: 67
                              • Squadra del cuore:
                              « Risposta #29 il: Giugno 07, 2014, 23:40:01 pm »
                              Ci sta uno int e Quartieri che 'o chiammann' Mercalli !!.....magari è più informato......

                                 

                                SimplePortal 2.3.5 © 2008-2012, SimplePortal