Benvenuto, Ospite. Effettua il login oppure registrati.

Topic: Black Metal  (Letto 1571 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.


Online Rever

  • Giuseppe Savoldi
  • *****
  • Post: 3479
  • Karma: 149
  • Squadra del cuore:
« Risposta #15 il: Agosto 05, 2012, 23:24:45 pm »
Perchè sono un gruppetto.A parte i primi dischi si può dire che abbiano fatto ben poco d'interessante almeno sotto il profilo qualitativo,poi il fatto di essersi aperti ad un pubblico così eterogeneo e vasto ha fatto in modo che il peggioramento avvenisse sempre più rapidamente.Per comprendere il black metal e non etichettare la musica come "rumore" è indispensabile comprenderne la genesi e le ragioni profonde.Il black metal nasce sul finire degli anni 80,primi anni 90 nelle regioni scandinave e comincia a diffondersi nell'ambiente underground grazie all'opera dei Mayhem fondati dal genio Euronymous(riposi in pace)e il controverso Varg Vikernes.I sentimenti del black metal come potrete facilmente immaginare sono identificabili nell'avversione verso la religione cristiana,la misantropia,la solitudine e il culto della natura,questo perchè il genere si faceva(adesso non più purtroppo se non in rarissimi casi)portavoce di una spiritualità più pura ed intuitiva da perseguire attraverso un'autodistruzione che non avrebbe tuttavia portato l'uomo al nichilismo,bensì alla perdita delle stratificazioni culturali per un ritorno alla più istintiva e primitiva espressione dell'io.Altri movimenti di fondamentale importanza furono le Legions Noires in Francia e il Blazebirth hall in russia,dal carattere spiccatamente nazionalistico.Anche in Italia abbiamo avuto esponenti di rilievo,soprattutto per ciò che concerne la violenta retorica politica riadattata in chiave black oppure l'esaltazione delle divinità pagane e dell'antica roma.
Perchè tanto odio e un vocalist urlante?come vi sentireste se improvvisamente vi venisse imposta una religione che non vi appartiene sopprimendo con violenza i rituali propri di quella precedente?le ritmiche del black metal unitamente al gusto per il teatrale prendono completamente le distanze dal resto della scena metal,qui ai colori vengono contrapposti il bianco e il nero(corruzione e purezza)mentre all'enfasi e i toni trionfalistici e vitali,riff ripetuti fino all'ossessione e liriche deprimenti.

Raydler, non prenderti troppo sul serio, era ovvio che scherzassi sugli Slipknot (che fra le altre cose non apprezzo affatto)  :asd:
Comunque personalmente conosco abbastanza bene la genesi della scena black.
Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.

    Offline Raydler

    • El Pampa Sosa
    • *
    • Post: 178
    • Karma: 2
    • Sesso: Maschio
    • Squadra del cuore:
    « Risposta #16 il: Agosto 06, 2012, 01:42:52 am »
    Raydler, non prenderti troppo sul serio, era ovvio che scherzassi sugli Slipknot (che fra le altre cose non apprezzo affatto)  :asd:
    Comunque personalmente conosco abbastanza bene la genesi della scena black.
    ah ok!
    cosa ascolti?

    La teologia, la morale, la storia e l'esperienza di tutti i giorni insegnano che, per raggiungere l'equilibrio, non c'è un'infinità di segreti – ce n'è uno solo: sottomettersi. «Accettate un giogo» esse ci ripetono «e sarete felici»; siate qualche cosa e verrete liberati dalle vostre pene.
    (Emil Cioran)






      Offline DestroyEraseImprove

      • Fernando De Napoli
      • **
      • Post: 860
      • Karma: 11
      • Sesso: Maschio
      • non è la fame ma è l'ignoranza che uccide!
      • Squadra del cuore:
      « Risposta #17 il: Agosto 06, 2012, 23:30:02 pm »
      Non sono per il black metal duro e puro. anche se nutro massimo rispetto per gli esponenti e gli ascoltatori del genere. . . mi piace il black ma contaminato dall' industrial e symphonic. . .

        Online el ciel0

        • Francesco Baldini
        • *
        • Post: 93
        • Karma: 0
        « Risposta #18 il: Agosto 07, 2012, 00:10:18 am »
        Ho sempre trovato ridicoli personaggi come vikernes, euronymous, attila csihar ecc. e le varie faide che si sono portati appresso; così come non ho mai sopportato tutti quelli (tra cui anche alcuni dei sopracitati) che hanno associato al black metal tutta una serie di comportamenti e modi di vestire, in seguito divenuti stereotipi.
        Tornando in tema, mi trovo spesso ad ascoltare vari gruppi che si muovono ai bordi dei black metal, come ulver(soprattutto gli ultimi dischi), sunn  o))), celeste, rwake, neurosis, kongh.
        Comunque più che black io sto azzeccato con doom, sludge ed hardcore.

          Online Rever

          • Giuseppe Savoldi
          • *****
          • Post: 3479
          • Karma: 149
          • Squadra del cuore:
          « Risposta #19 il: Agosto 07, 2012, 16:42:29 pm »
          Ho sempre trovato ridicoli personaggi come vikernes, euronymous, attila csihar ecc. e le varie faide che si sono portati appresso; così come non ho mai sopportato tutti quelli (tra cui anche alcuni dei sopracitati) che hanno associato al black metal tutta una serie di comportamenti e modi di vestire, in seguito divenuti stereotipi.

          Quoto assolutamente, così come trovo ridicoli quei gruppi che usano il corpse/face painting e vogliono in ogni modo trattare tematiche estreme al fine di risultare il più possibile blasfemi.
          Diciamo che ascolto con molto piacere quei gruppi maggiormente vicini alle tematiche folk, del panismo..quindi gli Ulver (ovvio che in questo caso mi riferisco al loro primo periodo), i Borknagar, In the Woods, Drudkh, Dismal Euphony..poi se vogliamo citare coloro che ne sono particolarmente influenzati, mi pare giusto ricordare Alcest, Agalloch, Amesoeurs, Primordial
          Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.

            Offline DestroyEraseImprove

            • Fernando De Napoli
            • **
            • Post: 860
            • Karma: 11
            • Sesso: Maschio
            • non è la fame ma è l'ignoranza che uccide!
            • Squadra del cuore:
            « Risposta #20 il: Agosto 08, 2012, 00:41:52 am »
            Quoto assolutamente, così come trovo ridicoli quei gruppi che usano il corpse/face painting e vogliono in ogni modo trattare tematiche estreme al fine di risultare il più possibile blasfemi.
            Diciamo che ascolto con molto piacere quei gruppi maggiormente vicini alle tematiche folk, del panismo..quindi gli Ulver (ovvio che in questo caso mi riferisco al loro primo periodo), i Borknagar, In the Woods, Drudkh, Dismal Euphony..poi se vogliamo citare coloro che ne sono particolarmente influenzati, mi pare giusto ricordare Alcest, Agalloch, Amesoeurs, Primordial
            ma se non erro pure i borknagar e i dismal euphony si truccano. . .  :look:

              Online Rever

              • Giuseppe Savoldi
              • *****
              • Post: 3479
              • Karma: 149
              • Squadra del cuore:
              « Risposta #21 il: Agosto 08, 2012, 00:55:25 am »
              ma se non erro pure i borknagar e i dismal euphony si truccano. . .  :look:

              voglio le prove  :look:
              Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.

                Offline DestroyEraseImprove

                • Fernando De Napoli
                • **
                • Post: 860
                • Karma: 11
                • Sesso: Maschio
                • non è la fame ma è l'ignoranza che uccide!
                • Squadra del cuore:
                « Risposta #22 il: Agosto 08, 2012, 09:29:33 am »
                voglio le prove  :look:
                devo fare una ricerca... :lettura:
                ad ogni modo...cosa apprezzi della produzione dei borknagar e dei dismal?

                  Offline Raydler

                  • El Pampa Sosa
                  • *
                  • Post: 178
                  • Karma: 2
                  • Sesso: Maschio
                  • Squadra del cuore:
                  « Risposta #23 il: Agosto 12, 2012, 16:36:00 pm »
                  Quoto assolutamente, così come trovo ridicoli quei gruppi che usano il corpse/face painting e vogliono in ogni modo trattare tematiche estreme al fine di risultare il più possibile blasfemi.
                  Diciamo che ascolto con molto piacere quei gruppi maggiormente vicini alle tematiche folk, del panismo..quindi gli Ulver (ovvio che in questo caso mi riferisco al loro primo periodo), i Borknagar, In the Woods, Drudkh, Dismal Euphony..poi se vogliamo citare coloro che ne sono particolarmente influenzati, mi pare giusto ricordare Alcest, Agalloch, Amesoeurs, Primordial
                  al di là del collegamento con l'aspetto blasfemo il corpse paint cerca di riprodurre l'antico trucco da guerra dei guerrieri nordici,non è una trovata carnevalesca.Se ti piacciono gli alcest ti consiglio di ascoltare il loro primo bootleg,oggi introvabile(all'epoca di cd neanche a parlarne)Tristesse Hivernal.L'unico grande lavoro Black di Neige con Famine dei peste nel gruppo.
                  « Ultima modifica: Agosto 12, 2012, 16:38:19 pm da Raydler »

                  La teologia, la morale, la storia e l'esperienza di tutti i giorni insegnano che, per raggiungere l'equilibrio, non c'è un'infinità di segreti – ce n'è uno solo: sottomettersi. «Accettate un giogo» esse ci ripetono «e sarete felici»; siate qualche cosa e verrete liberati dalle vostre pene.
                  (Emil Cioran)






                    Online Samoth

                    • Degustatore di ananassi
                    • Antônio Careca
                    • ****
                    • Post: 23015
                    • Karma: 161
                    • Sesso: Maschio
                    • Squadra del cuore:
                    « Risposta #24 il: Settembre 06, 2012, 17:18:50 pm »
                    Vedere nick, all hail Emperor (nell'eclissi notturna e gli inni per il cielo al tramonto non si battono)
                    Ascoltatevi Storm of light's bane e the Somberlain dei Dissection, roba buona, garantisco io
                    Poi gli Anorexia Nervosa di Drudenhaus e New obscurantis order, e l'ultimo redemption process che è magnifico
                    Qualcuno ha citato Neige, più che Alcest (apprezzo solo souvenirs d' un autre monde) andrei ad ascoltarmi i Forgotten Woods, con Race of Cain e Curse of  mankind
                    Gli In the woods sono da paura nel loro lato prog, con Omnio e soprattutto Strange in stereo.
                    Per gli Ulver, Bergtatt è da paura, Kveldssanger è di un folkeggiare noiosissimo, mai apprezzato
                    Tenendoci sul "classico" non si possono non citare Transilvanian hunger e a blaze in the northern sky dei Darkthrone, oltre a nightwing e panzer division dei Marduk
                    Menzione d'onore per i "nostri" Forgotten tomb e Stormlord
                    « Ultima modifica: Settembre 06, 2012, 17:39:39 pm da Samoth »

                      Online #amanteroschifo

                      • Diego Armando Maradona
                      • *****
                      • Post: 64200
                      • Karma: 503
                      • Squadra del cuore:
                      « Risposta #25 il: Dicembre 20, 2017, 15:06:53 pm »
                      Che topic rispolvero, poi per andare pesantemente OT: sono andato su un sito di metallari true e sono rimasto sorpreso dal leggere tanto odio verso gli Ulver per il loro tradimento verso il dio metallo. :look:

                      Gruppo fantastico, dal black metal sono passati per ambient e trip-hop fino ad arrivare al synth-pop senza sbagliare un colpo. Quest'anno hanno tirato fuori uno dei miei dischi preferiti degli ultimi anni:






                         

                        SimplePortal 2.3.5 © 2008-2012, SimplePortal