Benvenuto, Ospite. Effettua il login oppure registrati.

Topic: Governo Conte (M5S + Lega Nord)  (Letto 396498 volte)

0 Utenti e 6 Visitatori stanno visualizzando questo topic.


Offline mimmo1988able

  • William Prunier
  • *
  • Post: 2
  • Karma: 0
« Risposta #21795 il: Ottobre 10, 2018, 11:09:40 am »
Ho appena letto una notizia secondo la quale, a Bari 4 persone su 10 rinunciano al sussidio di 600€ al mese perché c'è l'obbligo di seguire  il percorso di formazione (per cui risulta più redditizio il lavoro nero). Parliamo del 40% degli aventi diritto. Questo significa che il numero dei disoccupati e degli inoccupati al Sud è completamente falsato. Questo in tv nessuno lo dice, nessuno la pone come questione. E invece, a parer mio, è una questione fondamentale. Se considerassimo anche il lavoro nero nelle statistiche, probabilmente avremmo un livello di disoccupazione simile a quella del nord. Una lotta concreta al lavoro nero, è l'unico modo per far funzionare il reddito di cittadinanza. Sono sicuro che quando verrà introdotta questa misura, ci ritroveremo dei paradossi. Per cui ci saranno tante persone che avranno diritto al reddito, che non lo accetteranno.


    Online DONKEY PANDA

    • Degustatore di ananassi
    • Attila Sallustro
    • ***
    • Post: 7039
    • Karma: 37
    • Squadra del cuore:
    « Risposta #21796 il: Ottobre 10, 2018, 11:12:27 am »
    Ho appena letto una notizia secondo la quale, a Bari 4 persone su 10 rinunciano al sussidio di 600€ al mese perché c'è l'obbligo di seguire  il percorso di formazione (per cui risulta più redditizio il lavoro nero). Parliamo del 40% degli aventi diritto. Questo significa che il numero dei disoccupati e degli inoccupati al Sud è completamente falsato. Questo in tv nessuno lo dice, nessuno la pone come questione. E invece, a parer mio, è una questione fondamentale. Se considerassimo anche il lavoro nero nelle statistiche, probabilmente avremmo un livello di disoccupazione simile a quella del nord. Una lotta concreta al lavoro nero, è l'unico modo per far funzionare il reddito di cittadinanza. Sono sicuro che quando verrà introdotta questa misura, ci ritroveremo dei paradossi. Per cui ci saranno tante persone che avranno diritto al reddito, che non lo accetteranno.

    non esageriamo, però sicuramente con il nero molti apparano, ragion per cui se ci fosse una politica a favore del sommerso raccoglierebbe sicuramente più frutti.

      Online Habana

      • Degustatore di ananassi
      • Diego Armando Maradona
      • *****
      • Post: 30740
      • Karma: 316
      • Sesso: Maschio
      • let's go Phins!!!
      • Squadra del cuore:
      « Risposta #21797 il: Ottobre 10, 2018, 11:30:17 am »
      Ho appena letto una notizia secondo la quale, a Bari 4 persone su 10 rinunciano al sussidio di 600€ al mese perché c'è l'obbligo di seguire  il percorso di formazione (per cui risulta più redditizio il lavoro nero). Parliamo del 40% degli aventi diritto. Questo significa che il numero dei disoccupati e degli inoccupati al Sud è completamente falsato. Questo in tv nessuno lo dice, nessuno la pone come questione. E invece, a parer mio, è una questione fondamentale. Se considerassimo anche il lavoro nero nelle statistiche, probabilmente avremmo un livello di disoccupazione simile a quella del nord. Una lotta concreta al lavoro nero, è l'unico modo per far funzionare il reddito di cittadinanza. Sono sicuro che quando verrà introdotta questa misura, ci ritroveremo dei paradossi. Per cui ci saranno tante persone che avranno diritto al reddito, che non lo accetteranno.
      perché sulla carta avrebbero diritto ma in realtà proprio per niente
      e non potendo coniugare le due cose preferiscono continuare a lavorare in nero
      ma si sapeva infatti qualche post fa scrissi proprio che i lavoratori in nero ne sarebbero stati esclusi automaticamente visto che non avrebbero avuto proprio il tempo materiale per adempiere gli obblighi necessari per avere il rdc

      per il resto sono d'accordo in parte
      il rdc come qualsiasi forma di reddito minimo garantito non nasce per contrastare il lavoro in nero ma la povertà assoluta che in una società civile del terzo millennio non dovrebbe proprio essere contemplata
      e non saranno i 6,5 mln di poveri di cui si parla ma una percentuale cospicua li in mezzo di veri poveri ci sta comunque
      « Ultima modifica: Ottobre 10, 2018, 11:36:01 am da Habana »
         

       

        Online Habana

        • Degustatore di ananassi
        • Diego Armando Maradona
        • *****
        • Post: 30740
        • Karma: 316
        • Sesso: Maschio
        • let's go Phins!!!
        • Squadra del cuore:
        « Risposta #21798 il: Ottobre 10, 2018, 11:35:17 am »
        aggiungo poi 4 su 10 a bari
        figurarsi napoli (e relativa cm) che è la capitale mondiale dell'economia a nero :look:

        che poi questo è uno dei tanti motivi per cui ogniqualvolta si asserisce che adl non fa lo stadio perché economicamente non gli conviene visto che viviamo in una zona con il reddito pro capite più basso d'europa si dice una colossale fesseria
        « Ultima modifica: Ottobre 10, 2018, 11:36:54 am da Habana »
           

         

          Online CARACAS70

          • Josè Altafini
          • **
          • Post: 4193
          • Karma: 16
          • Sesso: Maschio
          • Cave canem
          • Squadra del cuore:
          « Risposta #21799 il: Ottobre 10, 2018, 14:43:48 pm »
          "Niente reddito di cittadinanza a chi vive con i genitori.
          Ma dove dovrebbe vivere uno senza reddito?" (Cit.)

          Cit. "Un giorno tutto questo finirà"

            Online pokkio

            • Degustatore di ananassi
            • Omar Sivori
            • ****
            • Post: 14119
            • Karma: 52
            • Squadra del cuore:
            « Risposta #21800 il: Ottobre 10, 2018, 14:55:08 pm »
            "Niente reddito di cittadinanza a chi vive con i genitori.
            Ma dove dovrebbe vivere uno senza reddito?" (Cit.)
            Ma serio ch strunzat
            L'obiettività e la coerenza dei sarraioli  :look:
            La vittoria col Liverpool non vale perchè è "una vittoria al 90mo col Liverpool in debito di ossigeno".

            Il pareggio col PSG invece è un pareggio e basta. Non un "pareggio al 90mo, con i nostri in debito di ossigeno" che pigliano goal su tiraggiro di Di Maria da 25 metri.
            La vittoria a Torino, un goal su calcio d'angolo al 90mo, viene raccontata come il monumento del Sarrismo, qualcosa come la bomba atomica su Hiroshima o quel Napoli-Juventus 5-1 del 1990.

              Online CARACAS70

              • Josè Altafini
              • **
              • Post: 4193
              • Karma: 16
              • Sesso: Maschio
              • Cave canem
              • Squadra del cuore:
              « Risposta #21801 il: Ottobre 10, 2018, 15:06:06 pm »
              Ma serio ch strunzat

              L'aspetto sconcertante di questo esperimento di Governo, e' a completa ignoranza ed incoerenza del loro procedere.

              Senza voler entrare nel merito etico delle misure, questi ci dicono che con il reddito di cittadinanza migliorerà il PIL (la crescita economica) perche' i soldi contribuiranno ad accrescere la domanda.
              Poi ci dicono che introdurranno il concetto delle spese immorali (ed i relativi controlli e sanzioni) secondo il quale, il reddito suddetto servirà solo ed esclusivamente per spese alimentari e mediche (magari con qualche aggiunta di beni o servizi, ...poi vai a capire cosa c@zzo sono le spese immorali). Quindi, tradotto in termini di domanda, il reddito andrà ad accrescere solo la domanda di certi beni, violando il funzionamento ed i benefici economici della cosiddetta Curva di Indifferenza.
              In poche parole, non si avra' alcun miglioramento del PIL e della crescita
              Cit. "Un giorno tutto questo finirà"

                Online Habana

                • Degustatore di ananassi
                • Diego Armando Maradona
                • *****
                • Post: 30740
                • Karma: 316
                • Sesso: Maschio
                • let's go Phins!!!
                • Squadra del cuore:
                « Risposta #21802 il: Ottobre 10, 2018, 16:15:27 pm »
                è stata smentita questa storia delle spese immorali
                le uniche spese non consentite sono quelle relative al gioco d'azzardo
                oltre si può acquistare quello che si vuole
                per quanto riguarda i controlli ruotano non sui consumi ma sulle dichiarazioni ed anche se uno realmente adempie agli obblighi per mantenerlo (lavori di pubblica utilità e impegno a formarsi)
                fermo restando che non controlleranno niente perché non c'è personale a sufficienza per controllare tutta la platea e quelli che dovrebbero farlo sono dei fancazzisti come pochi
                infine per quanto riguarda il discorso di chi vive con i genitori riguarda solo chi vive in nuclei familiari che sono sopra la soglia dei 9360 €
                è sempre la stessa roba che inventano i giornali per accaparrarsi click e visualizzazioni (unità all'idiozia dilagante all'interno dei grillini) perchè di fatto si sa da tempo che il rdc ruota intorno alle soglie di reddito del nucleo familiare e non del singolo (come che i 780 riguardano solo i single ad esempio...)
                fermo restando piuttosto che la platea definitiva ancora la devono stabilire e potrebbero esserci parecchie sorprese a riguardo ma per ora niente di niente
                   

                 

                  Online TomDurrr

                  • Degustatore di ananassi
                  • Diego Armando Maradona
                  • *****
                  • Post: 28325
                  • Karma: 379
                  • Squadra del cuore:
                  « Risposta #21803 il: Ottobre 10, 2018, 16:36:54 pm »
                  habana ma i pensionati che sono sotto i 9360 euro annui come devono fare ?

                    Online Habana

                    • Degustatore di ananassi
                    • Diego Armando Maradona
                    • *****
                    • Post: 30740
                    • Karma: 316
                    • Sesso: Maschio
                    • let's go Phins!!!
                    • Squadra del cuore:
                    « Risposta #21804 il: Ottobre 10, 2018, 16:47:21 pm »
                    habana ma i pensionati che sono sotto i 9360 euro annui come devono fare ?
                    pensione di cittadinanza non reddito di cittadinanza :look:
                    una coppia di pensionati deve vivere con 1170 euro mentre un singolo con 780
                    comunque pure li è sempre da prendere come riferimento il reddito familiare
                    per dire marito con pensione da 700 euro e la moglie con la minima non prendono niente anche se entrambi sono sotto la famosa soglia dei 780
                    due pensionati con minima e/o assegno sociale hanno l'integrazione fino a 1170 (2-300 euro)
                    una vedova che vive con assegno sociale + incremento al milione perché over 70 da 640 passa a 780
                    se poi un pensionato ha nel proprio nucleo familiare anche un non pensionato (tipo un figlio) che ha reddito ci si rifà sempre alla scala ocse

                    si possono fare centinaia di esempi
                    in compenso in giro tutte le simulazioni sono completamente sballate (e infatti la pdc che dovrebbe costare tipo 2-3 mld non oltre invece da quelle simulazioni vengono fuori cifre di 15-20 mld solo per le pdc)
                    e lo sono oltre che per la malafede del giornalista in questione anche per le dichiarazioni a cazzo rilasciate da di maio (tipo "ogni pensionato avrà minimo 780 euro" che non è assolutamente vero ma in compenso è quello che la gente vuole sentirsi dire...classico m5s)
                       

                     

                      Online CARACAS70

                      • Josè Altafini
                      • **
                      • Post: 4193
                      • Karma: 16
                      • Sesso: Maschio
                      • Cave canem
                      • Squadra del cuore:
                      « Risposta #21805 il: Ottobre 10, 2018, 19:56:59 pm »
                      è stata smentita questa storia delle spese immorali
                      le uniche spese non consentite sono quelle relative al gioco d'azzardo
                      oltre si può acquistare quello che si vuole
                      per quanto riguarda i controlli ruotano non sui consumi ma sulle dichiarazioni ed anche se uno realmente adempie agli obblighi per mantenerlo (lavori di pubblica utilità e impegno a formarsi)
                      fermo restando che non controlleranno niente perché non c'è personale a sufficienza per controllare tutta la platea e quelli che dovrebbero farlo sono dei fancazzisti come pochi
                      infine per quanto riguarda il discorso di chi vive con i genitori riguarda solo chi vive in nuclei familiari che sono sopra la soglia dei 9360 €
                      è sempre la stessa roba che inventano i giornali per accaparrarsi click e visualizzazioni (unità all'idiozia dilagante all'interno dei grillini) perchè di fatto si sa da tempo che il rdc ruota intorno alle soglie di reddito del nucleo familiare e non del singolo (come che i 780 riguardano solo i single ad esempio...)
                      fermo restando piuttosto che la platea definitiva ancora la devono stabilire e potrebbero esserci parecchie sorprese a riguardo ma per ora niente di niente

                      Il punto sul reddito del nucleo familiare e' il nocciolo della questione
                      Il rdc e' una misura folle e sbagliata, e ti spiego perche'.

                      1) Decidi di introdurre il ddc, a mio avviso misura populista, ma va bene cosi.
                      2) Lo giustifichi allegando che i soldi, entrando nelle tasche di chi ha poco, saranno destinati ai consumi.
                      3) Per ovviare al fatto che non hai abbastanza soldi per tutti, e per dare una parvenza "etica" alla misura adottata, onde evitare che i fancazzisti carine approfittino, introduci il limite dettato dal reddito del nucleo familiare.

                      L'esperienza delle politiche fiscali di Governo, in economia ci dice una cosa semplice, cioè che cosi facendo, il rdc non finisce per niente ad alimentare il consumo, ma va a risparmio, ovvero credito.
                      Se un disoccupato a carico riceve il rdc, non smette di stare a carico, non fitta un immobile, non paga servizi, non consuma. Quel reddito finisce per tappare i buchi del nucleo familiare.

                      Queste misure, cosi messe in atto, per questa ragione si definiscono populiste.
                      La stessa identica cosa, riguarda il fatto di abolire la Fornero. E' una legge di merd@, ma in economia affermare che per un lavoratore che va in pensione, un nuovo soggetto entra nel mondo del lavoro, e' una grande cazzat@. Gli economisti sanno perfettamente che per le imprese si traduce in un costo minore del lavoro, che puo' essere sostituito senza nuove assunzioni.
                      Cit. "Un giorno tutto questo finirà"

                        Online CARACAS70

                        • Josè Altafini
                        • **
                        • Post: 4193
                        • Karma: 16
                        • Sesso: Maschio
                        • Cave canem
                        • Squadra del cuore:
                        « Risposta #21806 il: Ottobre 10, 2018, 20:04:21 pm »
                        Nessuna ha il coraggio di affrontare la questione: il lavoro ed il reddito.

                        Per far ripartire il paese ci vogliono politiche industriali (con incentivi e con controlli) e politiche dei redditi (concertazioni serie, non più con i sindacati, oramai alla canna del gas, ma con le diverse tipologie di lavoratori e/o contratti e con le imprese).

                        Le esperienze di paesi come Gran Bretagna, Francia e Germania (anni '80), Spagna Olanda (più recentemente), dimostrano che la politica puo' decidere dove portare il paese per dargli un futuro. Si tratta di scegliere, nel panorama proprio di ciascun paese, dove vuoi puntare il dito (cultura, tecnologia, rinnovamento industriale, infrastrutture, etc..)

                        Se non hai una idea del paese, del presente e del futuro, riguardo a questi aspetti, finisci per continuare a fare danni, tutto questo per conquistare e conservare consenso.
                        Cit. "Un giorno tutto questo finirà"

                          Online Habana

                          • Degustatore di ananassi
                          • Diego Armando Maradona
                          • *****
                          • Post: 30740
                          • Karma: 316
                          • Sesso: Maschio
                          • let's go Phins!!!
                          • Squadra del cuore:
                          « Risposta #21807 il: Ottobre 10, 2018, 21:53:16 pm »
                          L'esperienza delle politiche fiscali di Governo, in economia ci dice una cosa semplice, cioè che cosi facendo, il rdc non finisce per niente ad alimentare il consumo, ma va a risparmio, ovvero credito.
                          Se un disoccupato a carico riceve il rdc, non smette di stare a carico, non fitta un immobile, non paga servizi, non consuma. Quel reddito finisce per tappare i buchi del nucleo familiare.

                          "esperienza delle politiche fiscali" cioè quali?
                          o meglio quali assimilabili ad un reddito minimo garantito come il rdc
                          misura tra l'altro presente in tutta europa e che la stessa ue da anni chiede di istituire anche in italia e tutto quello che il precedente governo è riuscito a partorire è una porcheria per 200k nuclei familiari che non serve a niente
                          quindi l'ipotesi alternativa qual'è? dire a quelli che fanno la fame di continuare a farlo perché è giusto così e se non gli sta bene si dessero fuoco?
                          si parla di lavoro...tutto bellissimo
                          peccato che tralasciando la mole d'investimenti e soprattutto il tempo che richiede una politica attiva per il lavoro per dare i suoi frutti qua la cosa fondamentale da mettere in questa contrapposizione è che non si parla di scelta
                          non stai scegliendo se dare lavoro o rdc (gli stessi paesi che tu hai citato come esempi da seguire hanno TUTTI un reddito minimo garantito)
                          semplicemente si parte dal presupposto fondamentale che anche il paese più organizzato non ha un tasso di occupazione del 100% ma ci saranno sempre disoccupati e persone che vivono in condizioni di povertà (alcune pur lavorando...) e a queste persone un minimo di dignità e di assistenza la devi garantire tu stato
                          questo in una società civile del terzo millennio e l'unica soluzione è un reddito minimo garantito appunto
                          tu la chiami populismo io la chiamo semplicemente buonsenso e civiltà
                          « Ultima modifica: Ottobre 10, 2018, 21:54:49 pm da Habana »
                             

                           

                            Online Habana

                            • Degustatore di ananassi
                            • Diego Armando Maradona
                            • *****
                            • Post: 30740
                            • Karma: 316
                            • Sesso: Maschio
                            • let's go Phins!!!
                            • Squadra del cuore:
                            « Risposta #21808 il: Ottobre 10, 2018, 21:57:40 pm »
                            e poi aggiungo vien da ridere a pensare che i primi ad asserire che invece di erogare il rdc bisogna creare lavoro siano i partiti di opposizione come pd e forza italia che in tanti anni di governo in questi anni non hanno creato un solo posto di lavoro anzi a crescere è stato proprio il tasso di disoccupazione e di nuovi poveri in questi anni...
                               

                             

                              Online CARACAS70

                              • Josè Altafini
                              • **
                              • Post: 4193
                              • Karma: 16
                              • Sesso: Maschio
                              • Cave canem
                              • Squadra del cuore:
                              « Risposta #21809 il: Ottobre 11, 2018, 01:06:40 am »
                              e poi aggiungo vien da ridere a pensare che i primi ad asserire che invece di erogare il rdc bisogna creare lavoro siano i partiti di opposizione come pd e forza italia che in tanti anni di governo in questi anni non hanno creato un solo posto di lavoro anzi a crescere è stato proprio il tasso di disoccupazione e di nuovi poveri in questi anni...

                              Premesso che il mio non era un tono polemico, ma piuttosto un parere tecnico.
                              Premesso che non sono berlusconiano e nemmeno renziano, mai votati e nemmeno i rispettivi partiti.

                              Giusto per spiegare meglio, le esperienze si riferiscono ad i paesi che hanno adottato misure simili, senza accompagnarle con politiche del lavoro, etc.. I paesi che tu citi hanno reddito pro capite molto più alto del nostro, e superavit fiscale (in alcuni casi). Le politiche dell'impiego e del rdc sono sostenuti da denaro pubblico esistente, che poco incide sulla bontà dei conti pubblici.

                              Sulla dignità del cittadino, per me che sono emigrato in un altro Continente per rincorrere un reddito ed una vita decente, non posso che essere d'accordo Habana. Ho sempre pensato che tutti, nessun escluso, meritiamo pari condizioni.
                              Detto questo, considero la società italiana bloccata e mummificata nel responsabilizzare sempre l'altro del proprio destino.
                              Se e' vero, come e' vero, che veniamo da 30 anni di governi di merd@, cosa con la quale non posso che trovarmi d'accordo con te, che hanno aumentato le diseguaglianze e creato nuovi poveri, e' anche vero che la società italiana li ha votati, non perche' cercava un cambiamento che riguardasse il Paese, una idea di futuro che permettesse a tutta la collettività di partecipare di progresso e ricchezza, ma sono governi (incluso questo ultimo) votati dalla gran maggioranza per risolvere tornaconti personali o lobbistici.

                              L'italiano ha perso l'ambizione, la voglia di superamento, il concetto di comunità, l'energia di voler farcela da solo, di voler costruire un futuro migliore dei propri padri, ed un paese migliore, perdendo quel concetto alla base del superamento dell'uomo che e' la speranza.
                              L'italiano vuole il posto, il rdc, il contributo, zero tasse, e pochi sforzi. Le sue condizioni, disagiate, sono colpa del commerciante, dell'imprenditore o del professionista... di turno, tutti soggetti poco raccomandabili e concettualmente disonesti, ...

                              Se il paese non recupera un briciolo di coscienza, di etica e di onesta' verso se stessi, non esisteranno misure economiche o sociali che cambieranno le cose. L'Italia già' oggi e' un paese povero. Il reddito medio in Italia e' sotto la media di tutti i paesi industrializzati, ci sta poco da fare
                              Cit. "Un giorno tutto questo finirà"

                                 

                                SimplePortal 2.3.5 © 2008-2012, SimplePortal