CalcioNapoli24 Forum - Il forum dal cuore azzurro

Home| Register | Accedi

Accedi

Nome utente:

Password:

S.S.C. Napoli 1926 > Calcio Napoli

(1/4) > >>

image omostr:
Squadra del cuore:
Giugno 20, 2011, 15:13:24 pm

dalla home:

Citazione
Dal 2004, anno in cui il neo patron De laurentiis ha raccolto il club partenopeo letteralmente dalle ceneri, il Napoli è cresciuto costantemente raggiungendo obiettivi sempre più impensabili. Con tanta pazienza, impegno e abnegazione gli addetti ai lavori hanno creato quella che, oramai, è una società più che solida. Sono tanti gli attuali presidenti che sfruttano il calcio solo per un fine economico personale, tralasciando la passione e il rispetto dello sport che un tempo erano alla base di qualsisi pratica. La Società Sportiva Calcio Napoli, sotto quest’aspetto e non solo, è stata più che fortunata poiché ha trovato un presidente volenteroso, grintoso e seriamente interessato negli interessi del suo club per un fine, ovviamente, personale ma, soprattutto, del gruppo. Ha sempre avuto idee brillanti e futuristiche, volendo puntare sempre sui giovani che ha considerato, sin dai tempi in cui assaporava il calcio e i campi di gioco per la prima volta, la chiave per il calcio che verrà. Hamsik, Lavezzi e Gargano, acquistati giovanissimi all’arrivo in Serie A, sono una dimostrazione. Il progetto di “ringiovanimento” si è ora espanso. Il presidente, infatti, ha inaugurato la “cantera”, cioè settore giovanile, del suo club. Peppe Santoro, coadiuvato dall’ex giocatore azzurro Gigi Caffarelli, sarà l’elemento imprescindibile del settore giovanile poiché cordinerà il lavoro di un gruppo affiliato. Duemila ragazzi, circa, saranno seguiti e visionati dall’intera rete di osservatori che cercheranno di non lasciar andare via giovani talenti come è già accaduto in passato. Come in ogni cosa la fatica ripaga e cosi le prime soddisfazioni arrivano anche per gli “azzurrini”: una finale alla fase nazionale (Allievi) e uno scudetto (conquistato dalla Berretti di Felice Mollo). La città di Napoli ama la maglia, ma è chiaro che avrebbe piacere di vedere campioncini cresciuti qui in prima squadra. Considerando solo gli ultimi anni del massimo campionato nazionale, è mastodontico il numero di “scugnizzi” in giro per la penisola: Ferdinando Coppola, Stefano Sorrentino, Antonio Mirante, Emanuele Belardi, Ciro Capuano, Gennaro Sardo, Domenico Criscito, Guglielmo Stendardo, Antonio Langella, Salvatore Masiello, Ignazio Abate, Simone Pepe, Pasquale Foggia, Antonio Nocerino, Giulio Migliaccio, Francesco Lodi, Fabio Quagliarella (al di là delle note vicende), Antonio Di Natale, Raffaele Palladino, Francesco Tavano, Marco Borriello, Antonio Floro Flores e tanti altri ancora. Molti di loro non hanno praticamente mai vestito la maglia azzurra, e sembra che l’abbiano anche dimenticata presto. Altri, invece, hanno preferito andare altrove e altri ancora, dopo anni, hanno raggiunto il sogno di essere un calciatore del Napoli. 22 nomi che, potenzialmente, avrebbero potuto garantire al Napoli calciatori di spessore col minimo delle spese, nessuna se si pensa unicamente al costo del cartellino risparmiato. Affinché il Napoli non sbagli più, è finalmente nata la “cantera” partenopea che potrà offrire talenti importanti solo e unicamente per la gloriosa città di Napoli.     

RIPRODUZIONE RISERVATA

ma Pepe nun è romano? :uhm:

image Orgrimm:
Squadra del cuore:
Giugno 20, 2011, 15:17:07 pm

si :asd: e Belardi è salernitano :look:

image Puck:
Squadra del cuore:
Giugno 20, 2011, 15:17:53 pm

tavano è di caserta  :look:

image omostr:
Squadra del cuore:
Giugno 20, 2011, 15:19:38 pm

Citazione da: Orgrimm - Giugno 20, 2011, 15:17:07 pm
si :asd: e Belardi è salernitano :look:
è di Eboli...e poi ha giocato a Napoli in serie c... :mazzarri:
non si odiano i corregionali  :vecchio:

image omostr:
Squadra del cuore:
Giugno 20, 2011, 15:21:53 pm

Citazione da: Puck - Giugno 20, 2011, 15:17:53 pm
tavano è di caserta  :look:
Abate è della provincia di Benevento...ho un aneddoto su di lui... :look2:

[1] 2 3 4   Vai su

Navigation

Message Index

Next page

Vai alla versione completa