CalcioNapoli24 Forum - Il forum dal cuore azzurro

Home| Register | Accedi

Accedi

Nome utente:

Password:

S.S.C. Napoli 1926 > Calcio Napoli

<< < (2/7) > >>

image bonovoxpride:
Squadra del cuore:
Luglio 11, 2011, 16:34:59 pm

Citazione da: Diedorf - Luglio 11, 2011, 15:04:47 pm
Il Napoli le cose le sa meglio di noi, non sono scemi e neppure incompetenti.

Per me arriverà un vice Cavani e, forse, uno come Vidal se dovessimo essere in grado di accontentare le sue richieste economiche (i 12-15 milione alla sua formazione non sono affatto un problema).

A quel punto direi che potremmo ritenerci più che soddisfatti (IMHO).
Beh se arriva Vidal si, mi accontenterai anche del rinnovo di Lucarelli e di nessun altro ma boh non sono così ottimista. Secondo me il centrocampo è chiuso così, e se parte Gargano arriva un comprimario non un top.

image ralph81:
Squadra del cuore:
Luglio 11, 2011, 16:38:59 pm

Citazione da: Diedorf - Luglio 11, 2011, 11:46:16 am
Non è neppure valida per lavare i vetri e per incartare la frutta, quel rosa rovina tutto.

Vorrei sapere la firma del fenomeno che ha scritto l'articolo. Un quotidiano della caratura della Gazzetta dello Sport almeno un ragioniere (non dico un commercialista o un esperto) lo poteva prendere per controllare gli articoli che trattano di questi temi.

Evidenzio questa affermazione:

"Poiché è particolarmente florido (quello del 30 giugno 2010 ha fatto registrare un attivo di 53.490.609)"

E la sostituisco con un numero diverso:

"Poiché è particolarmente florido (quello del 31 dicembre 2010 ha fatto registrare un attivo di 164.306.000)"

Il secondo dato appartiene al Milan...
La cifra citata è l'Attivo Circolante e comprende Rimanenze, Crediti e Liquidità. L'Attivo vero e proprio comprende anche le immobilizzazioni ed i ratei e risconti attivi.

Qual è l'importanza di questo dato secco? Assolutamente zero. Non significa nulla.
Premettendo che nello Stato Patrimoniale Attivo e Passivo devono presentare la stessa cifra (per intenderci, il totale attivo del Napoli è pari a 117.237.581 euro, così come il passivo) ciò che conta di più è il Conto Economico. Ma poi, come facciamo a dire che nell'estate 2011 Tizio può spendere e Caio no, se i bilanci a cui ci rifacciamo sono al 30/06/2010 (cioè di un anno fa)?

Abbiamo sempre sostenuto che il Napoli fosse la società con la maggior disponibilità per i cartellini. Il Napoli è l'unico club di A che potrebbe spendere cifre "folli" per un calciatore, a patto di avere un ingaggio nei parametri.
La scorsa stagione ha fatto "rifiatare" il bilancio perchè il peso degli ammortamenti della campagna acquisti 2009 era ancora al 30%. Il Bilancio chiuso il 2010 (in utile) scontava ammortamenti per 43,7ml di euro, una cifra elevatissima. Il Bilancio chiuso il 30/06/2011 avrà una quota di ammortamenti che sarà presumibilmente leggermente inferiore. Il periodo d'esercizio attuale (che si chiuderà il 30/06/2012) vedrebbe crollare tale valore, in assenza di acquisti ed i ricavi, invece, aumenteranno notevolmente grazie a diritti tv, merchandising, stadio, Champions etc.

Il Napoli ha aliquote di ammortamento dei calciatori decrescenti. 40% il primo anno, 30% il secondo, 20% il terzo e 7% o 10%  il quarto anno.
Logicamente nell'anno in cui viene effettuata l'imponente campagna acquisti il peso del 40% è notevole ed anche in quella successiva in cui si pesa al 30%. Dopo due stagioni (cioè facendo rifiatare il bilancio per una stagione) il Napoli ha già ammortizzato al 70% quella campagna acquisti, può cedere gli scarti senza fare minusvalenze (anzi, facendo plusvalenze) e può spendere nuovamente.
Per tale motivo ho sempre sostenuto che quest'anno ci fossero parecchi soldi da investire e non è ancora finita. Spero in Vidal e spero anche in una buona punta.
Se dovesse andar via Lavezzi (a quelle cifre sarebbe più che giusto) si potrebbe prendere ad occhi chiusi Pastore che per 35 milioni andrebbe via da Palermo (però giova ricordare che la plusvalenza da 30 milioni la contabilizzeremmo in questo esercizio, mentre il Pastore peserebbe "solo" per il 40%, in pratica avremmo fatto una campagna acquisti, quasi, da zero a zero).
non te ne andare mai dal forum..   :sisisisi: spieghi cose molto complicate (per chi non è del mestiere), con una chiarezza fuori dal normale. :sisi:
+1 per te..caro diedorf!

image Luca79:
Squadra del cuore:
Luglio 11, 2011, 16:50:53 pm

Citazione da: ralph81 - Luglio 11, 2011, 16:38:59 pm
non te ne andare mai dal forum..   :sisisisi: spieghi cose molto complicate (per chi non è del mestiere), con una chiarezza fuori dal normale. :sisi:
+1 per te..caro diedorf!
E' La capacità di chi conosce il proprio mestiere, mentre i giornalisti, che non hanno assolutamente nessuna base di questi argomenti, mettono all'interno degli articoli, diecimila numeri e cifre, per confondere il lettore.
La differenza tra chi conosce la sua materia(Dierdof) e i giornalisti è la stessa differenza che c'è tra un insegnate ceh sipega la sua materia senza aprire i libri ma solo con semplici esempi e con un insegnate che si siede alla scrivania è legge il libro o la normativa

image Diedorf:
Luglio 11, 2011, 22:42:41 pm

Ragazzi, troppi complimenti, non c'è bisogno, cacciat e' renarr'! Spend the money  :stralol:

Il problema è che nel mondo del calcio l'aspetto economico-finanziario è diventato fondamentale ed anche i giornalisti sportivi sono costretti a parlarne, ma non hanno sufficienti competenze, eppure basta aprire in un secondo un bilancio e capire (per chi ha l'occhio) l'esattezza o meno di certe affermazioni.

Poi, sia chiaro, i bilanci si "costruiscono" a tavolino, per tale motivo quando si acquista una società si fa la cosiddetta due diligence sui conti, per rettificarli.

Io commento i dati che sono pubblici, ma per conoscere veramente bene i conti del Napoli si dovrebbe andare in sede, restarci un paio di settimane ed esaminare le singole fatture.

Un bilancio si aggiusta e basta convincere la società di revisione della correttezza delle poste in bilancio, poi viene pubblicato.

Chiaramente si vede che il Napoli è una società sanissima e l'Inter sta "nguaiata".
L'unico rischio per i conti del Napoli potrebbero venire da De Laurentiis. Ora sta gestendo il Napoli da imprenditore, se dovesse trasformarsi in un tifoso vero (cosa facile viste le passioni e le emozioni che il calcio suscita) potrebbe farsi prendere la mano. E' fantastico giocare la Champions e sarebbe fantastico vincere uno scudetto, per fare questo si potrebbe perdere il senso della misura. Attualmente non mi sembra proprio il caso, la gestione è sanissima ed il problema contabile principale per il Napoli è come fare per pagare meno tasse.

Sarò un inguaribile ottimista (e nella vita, fino ad ora, mi è sempre andata bene), ma il futuro del Napoli lo vedo roseo.

image ciannino:
Squadra del cuore:
Luglio 14, 2011, 14:58:18 pm

DIEDORF posso farti una domanda?

TENENDO SOLO PRESENTE IL LATO ECONOMICO DELLA QUESTIONE

1)visto la vetrina champions che si sà fa lievitare i prezzi dei giocatori acquistati
2) visto che il napoli nn ha alcun tipo di pressione riguardo i risultati in champions
3) ma tenendo conto che i risultati portano a nuovi introiti

tu il budget acquisti di questa campagna cioè circa 50 mln a quanto pare
lo avresti destinato per giocatori di "sicuro" affidamento e quindi un po piu costosi?

(vedi INLER DZEMAILI BRITOS SANTANA DONADEL ROSATI)

o avresti azzardato un po di piu comprando GIOVANI SCOMMESSE come fanno le grandi squadre?
(ALVAREZ EL SHARAWI LAMELA WITSEL FUNES MORI MATAVZ etc etc)

non era questo il momento di osare?
considerato il fatto che realisticamente sia molto piu difficile il prossimo anno
avere gli introiti dovuti alla champions

1 [2] 3 4 ... 7   Vai su

Navigation

Message Index

Next page

Previous page

Vai alla versione completa