CalcioNapoli24 Forum - Il forum dal cuore azzurro

Home| Register | Accedi

Accedi

Nome utente:

Password:

Neapolis > Tecnologia & videogames

<< < (1337/1516) > >>

image il famoso signor Kvara:
Squadra del cuore:
Novembre 18, 2022, 19:19:21 pm

Attacco il Vomero con 10 scooter SH partendo dall'Avvocata. Il Vomero si arrende senza opporre resistenza :look:

image La tecnica di Meret:
Squadra del cuore:
Novembre 19, 2022, 07:56:17 am

Citazione da: LaFataTurchinaDelGhetto; - Novembre 18, 2022, 17:24:17 pm
Return to Monkey Island
Gilbert e Grossman riprendono in mano il marchio dopo anni, senza l'umorismo caciarone di Tim Schafer. Confezionano un'avventura grafica classica fatta a regola d'arte che, se scorre via abbastanza fluida, non significa necessariamente che sia facile. Bloccarsi, storica spina nel fianco del genere, capita raramente e si arriva ad una conclusione
Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.

VOTO: 9

Scorn
Gettati in un mondo strano, orribile, ostile ed indifferente al nostro cammino. Risvegliatici senza scopo, andiamo avanti tenendo in mente l'obiettivo sul breve, mai quello sul lungo periodo. Enigmi ambientali che fanno storcere il naso soltanto chi non conosce Myst o Riven, sebbene rispetto a quelli di questi ultimi, molto più materici, organici, meno logici e più oscuri.
Combattimenti inutili che spezzano l'incanto della contemplazione del mutamento dei corpi. Perché?
Strano, affascinante, non soddisfacente. Un insieme di suggestioni tecnicamente ineccepibile.
VOTO: 7,5

Somerville
Da amante passionale dei videogiochi Playdead, l'ho atteso per mesi e mesi convinto che si trattasse di un capolavoro del livello di INSIDE, complice anche la collaborazione di Dino Patti (ex Playdead e fondatore di Jumpship che qui produce e realizza).
Malinconico fin da subito, criptico, ma senza guizzi di gameplay. Gameplay che qui è troppo macchinoso, sgraziato, poco pulito... il protagonista si muove ora velocemente, ora lentamente senza apparente motivo, il suo path continuamente e inutilmente sporcato da ostacoli ambientali (immondizia, ringhiere, rami ecc.).
Poteva essere un sidescroller narrativo di pregevole fattura, invece è freddo. Coinvolge poco, salvo alcuni specifici punti effettivamente emozionanti.
Per il resto poco logico, non rifinito, i rapporti tra i personaggi poco curati.
Delusione cocente. Torno a tuffarmi nel fascino concettuale di INSIDE.
VOTO: 5
Mi piasce questa rubrica, diesci

image chughino:
Squadra del cuore:
Novembre 20, 2022, 15:36:11 pm

Citazione da: ThomYorke - Novembre 18, 2022, 19:10:54 pm




Attacco da Barra Nord a San Giovanni con cinque carrarmati e uno t-max.

Spigatemi Piscinola nord e sud....e la mancanza di Marinella... comunque pianura è la nuova Kamchacha... :look:

image chughino:
Squadra del cuore:
Novembre 20, 2022, 15:38:54 pm

Citazione da: Grassi&Regini - Novembre 18, 2022, 19:19:21 pm
Attacco il Vomero con 10 scooter SH partendo dall'Avvocata. Il Vomero si arrende senza opporre resistenza :look:

Attacco Scampia con 6 Audi ner opac... :look:

image Beasy:
Squadra del cuore:
Novembre 20, 2022, 16:01:34 pm

Citazione da: LaFataTurchinaDelGhetto; - Novembre 18, 2022, 17:24:17 pm
Return to Monkey Island
Gilbert e Grossman riprendono in mano il marchio dopo anni, senza l'umorismo caciarone di Tim Schafer. Confezionano un'avventura grafica classica fatta a regola d'arte che, se scorre via abbastanza fluida, non significa necessariamente che sia facile. Bloccarsi, storica spina nel fianco del genere, capita raramente e si arriva ad una conclusione
Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.

VOTO: 9

Scorn
Gettati in un mondo strano, orribile, ostile ed indifferente al nostro cammino. Risvegliatici senza scopo, andiamo avanti tenendo in mente l'obiettivo sul breve, mai quello sul lungo periodo. Enigmi ambientali che fanno storcere il naso soltanto chi non conosce Myst o Riven, sebbene rispetto a quelli di questi ultimi, molto più materici, organici, meno logici e più oscuri.
Combattimenti inutili che spezzano l'incanto della contemplazione del mutamento dei corpi. Perché?
Strano, affascinante, non soddisfacente. Un insieme di suggestioni tecnicamente ineccepibile.
VOTO: 7,5

Somerville
Da amante passionale dei videogiochi Playdead, l'ho atteso per mesi e mesi convinto che si trattasse di un capolavoro del livello di INSIDE, complice anche la collaborazione di Dino Patti (ex Playdead e fondatore di Jumpship che qui produce e realizza).
Malinconico fin da subito, criptico, ma senza guizzi di gameplay. Gameplay che qui è troppo macchinoso, sgraziato, poco pulito... il protagonista si muove ora velocemente, ora lentamente senza apparente motivo, il suo path continuamente e inutilmente sporcato da ostacoli ambientali (immondizia, ringhiere, rami ecc.).
Poteva essere un sidescroller narrativo di pregevole fattura, invece è freddo. Coinvolge poco, salvo alcuni specifici punti effettivamente emozionanti.
Per il resto poco logico, non rifinito, i rapporti tra i personaggi poco curati.
Delusione cocente. Torno a tuffarmi nel fascino concettuale di INSIDE.
VOTO: 5


Scorn l'ho abbandonato dopo un quarto d'ora. Immediatamente di fronte a 5 enigmi riguardanti meccanismi d'apertura o chissà cosa. Ambientazione nella quale si fa fatica a ricordarsi la strada, l'ambiente circostante è identico in ogni area. Insomma non mi ha preso come gioco

Somerville: Iniziato da poco, fatto giusto il prologo. Non sono un fan del genere ma ne ho sentito parlare per tanto tempo e considerando che dovrebbero bastare poche ore per finirlo, lo sto giocando

1 ... 1335 1336 [1337] 1338 1339 ... 1516   Vai su

Navigation

Message Index

Next page

Previous page

Vai alla versione completa