Benvenuto, Ospite. Effettua il login oppure registrati.

Topic: Crisi Economica [CORONAVIRUS EDITION]  (Letto 262623 volte)

0 Utenti e 11 Visitatori stanno visualizzando questo topic.


Offline gallettoazzurro

  • Salvatore Bagni
  • *
  • Post: 350
  • Karma: 2
  • Sesso: Maschio
  • EMIGRANTE NAPOLATANO
  • Squadra del cuore:
« Risposta #15 il: Agosto 13, 2011, 02:01:29 am »
La crisi è non solo economica, ma anche morale stando alle notizie ormai quotidiane di sprechi che questa classe politica composta da cialtroni ed inetti si arroga in maniera subdola!!!!
Il problema non è tanto ciò che guadagnano al mese i politici (credo che 5.000 Euro al mese per parlamentare e 7.500 per il Presidente della Repubblica vadano più che bene) ma l'insopportabile montagna di privilegi che si arrogano e che sono indecenti, considerando che ci chiedono ancora altri sacrifici, mentre loro non rinunciano di un centimetro alle esagerazioni che si concedono.......li manderei a zappare, prima di prenderli a calci nel culo insieme alle cricche (petrolieri, assicuratori e banchieri) che proteggono in maniera spudorata e vergognosa. La seconda fase del risanamento morale, consisterà nel richiamare le nostre truppe dalle inutili quanto costose guerre in Afghanistan, Libia ed altri parti del mondo e mandarle a fare i rastrellamenti nei quartieri infestati dal pus camorristico e mafioso.........un pò di sani provvedimenti eccezionali e creiamo le condizioni affinchè un imprenditore decida finalmente di investire anche dalle nostre parti. Il tutto, snellendo l'apparato burocratico ed eliminando le tante, troppe leggi che limitano sia l'iniziativa imprenditoriale privata che le tasse che asfissiano i consumi dei percettori di reddito fisso. Le soluzioni ci sono, ma occorrerebbe una rivoluzione culturale totale.......dobbiamo imparare a responsabilizzarci ed a non delegare ad altri tutte le decisioni più importanti. Chi mi conosce, sa che con questo mi riferisco all'adozione del modello federale elvetico, ma questo è un discorso che va fatto a parte....

é una miseria secondo me la cifra che proponi....io i mie rappresentati li voglio pagare anche profumatamente perché io voglio che siano i migliori a gestirmi e non voglio predere ad esempio gli economistti scartine del mercato....il problema é che, facendo un esmpio sul calcio, se tu paghi cavani 1.8 ti sta bene perché grazie alle sue qualità ti fa guadagnare il doppio.......se al suo posto ma con il suo salario ci fosse el wallaritos a te ti girerebbero le palle....

é tutta qui la questione stiamo a guardare i salari dei politici perché non hanno lavorato bene e perché ci sembra ridicolo che un chiavica di ameba celebrolesa come calderoli (ma ne ho preso uno a caso, c"è l'imbarazzo della scelta) guadagni quelle cifre. Non sono i salari il problema ma chi li percepisce....poi é evidente che ci sono delle cose che non vanno con il numero di parlamentari/senatori e in generale con l'organizzazione della macchina stato, ma questo é sempre dovuto alle basse capacità di gestione dei soggetti eletti.....pero,una domanda, chi li ha eletti non ha colpe molto superiori a questi ultimi?
:saluto: IL MIO PAPPONE PREFERITO :pugno:



    Online demian88

    • Degustatore di ananassi
    • Diego Armando Maradona
    • *****
    • Post: 31675
    • Karma: 2286
    • Squadra del cuore:
    « Risposta #16 il: Agosto 17, 2011, 23:05:52 pm »
    é una miseria secondo me la cifra che proponi....io i mie rappresentati li voglio pagare anche profumatamente perché io voglio che siano i migliori a gestirmi e non voglio predere ad esempio gli economistti scartine del mercato....il problema é che, facendo un esmpio sul calcio, se tu paghi cavani 1.8 ti sta bene perché grazie alle sue qualità ti fa guadagnare il doppio.......se al suo posto ma con il suo salario ci fosse el wallaritos a te ti girerebbero le palle....

    é tutta qui la questione stiamo a guardare i salari dei politici perché non hanno lavorato bene e perché ci sembra ridicolo che un chiavica di ameba celebrolesa come calderoli (ma ne ho preso uno a caso, c"è l'imbarazzo della scelta) guadagni quelle cifre. Non sono i salari il problema ma chi li percepisce....poi é evidente che ci sono delle cose che non vanno con il numero di parlamentari/senatori e in generale con l'organizzazione della macchina stato, ma questo é sempre dovuto alle basse capacità di gestione dei soggetti eletti.....pero,una domanda, chi li ha eletti non ha colpe molto superiori a questi ultimi?
    vero è che votiamo una lista senza sceglierli poiché li nomina qualcun altro



      Offline Vinicio

      • Degustatore di ananassi
      • Antonio Juliano
      • ***
      • Post: 9981
      • Karma: 72
      • Sesso: Maschio
      • Squadra del cuore:
      « Risposta #17 il: Agosto 19, 2011, 00:05:38 am »


        Offline Diedorf

        • Degustatore di ananassi
        • Giuseppe Savoldi
        • **
        • Post: 3333
        • Karma: 194
        « Risposta #18 il: Agosto 19, 2011, 02:02:33 am »
        Questo articolo è merda scritta da uno che non solo verrebbe bocciato in qualsiasi Università italiana, ma verrebbe anche deriso pesantemente per l'ignoranza e la stupidità.

        E' incredibile come un sedicente scrittore (pure ex parlamentare europeo  :facepalm:) possa prendere in giro le persone sfruttando la loro ignoranza.
        Le risposte sono due: o Chiesa sa di mentire ed è un truffatore o non sa di mentire ed è semplicemente un ignorante.

        Se Tizio presta a Cairo 1 euro e rinnova il prestito per 365 giorni (le banche prendono i soldi a prestito ogni singolo giorno) quanto ha prestato Tizio a Cairo? 1 euro o 365 euro?

        Fate questo ragionamento e usate il libro di Chiesa per pulire i vetri delle vostre finestre...

          Offline Vinicio

          • Degustatore di ananassi
          • Antonio Juliano
          • ***
          • Post: 9981
          • Karma: 72
          • Sesso: Maschio
          • Squadra del cuore:
          « Risposta #19 il: Agosto 19, 2011, 02:45:24 am »
          Questo articolo è merda scritta da uno che non solo verrebbe bocciato in qualsiasi Università italiana, ma verrebbe anche deriso pesantemente per l'ignoranza e la stupidità.

          E' incredibile come un sedicente scrittore (pure ex parlamentare europeo  :facepalm:) possa prendere in giro le persone sfruttando la loro ignoranza.
          Le risposte sono due: o Chiesa sa di mentire ed è un truffatore o non sa di mentire ed è semplicemente un ignorante.

          Se Tizio presta a Cairo 1 euro e rinnova il prestito per 365 giorni (le banche prendono i soldi a prestito ogni singolo giorno) quanto ha prestato Tizio a Cairo? 1 euro o 365 euro?

          Fate questo ragionamento e usate il libro di Chiesa per pulire i vetri delle vostre finestre...

          Hey Diedorf, non volevo scatenare questa reazione!
          Non ho il libro (non sapevo neanche che ne avesse scritto uno) e mi sono imbattuto in questo articolo 15 minuti prima di postarlo qui (il tempo di leggerlo) per alimentare il dibattito.
          Al di la dellla veridicità o meno di quello che dice, c'è qualcosa che non funziona in questo sistema.
          Non sono un economista nè mi occupo di economia, ma voglio fare un esempio, facendo il parallelo con quello che ho sentito accadere in questi giorni. Il mercato. Il mercato è anche quello che sta sotto casa. Si vende e si compra. Ora non so se l'esempio è calzante ma facendo il parallelo con quello che è successo in questi giorni è come se al mercato all'improvviso tutti decidessero di vendere cipolle e pomodori (ma ci vuole anche chi compra). Ma la cosa bella è che hanno deciso di vendere cipolle e pomodori anche chi non ne ha mai avuti! Crollo dei prezzi al di sotto del loro oggettivo valore. Ma si continua a vendere anche a perdere. Qualcuno comunque ha acquistato (magari da chi non ha mai avuto ciò che vendeva).
          Il giorno dopo ovviamente non si trovano cipolle e pomodori, qualcuno comincia a chiederle ed è disposto anche a pagarle di più (magari il giorno prima se le è vendute a perdere, senza neanche averle) ed il prezzo sale. E qualcuno da questo, non so come chiamarlo, giochetto?, guadagna bei soldi (qualcuno, ovvio, li perde ma mi sembra che chi perde siano sempre gli stessi) magari senza che per le sue mani sia passata nè una cipolla nè un pomodoro e senza pagarci le tasse. Non sono contro il mercato (me piace 'a 'nzalata 'e pummarole :-) ) ma credo che sia un meccanismo abbastanza folle che ha bisogno di regole forti e precise e di rigorosi controlli.
          C'è troppa astrazione, è come fare la guerra seduti ad un tavolino premendo bottoni: la guerra si fa in trincea e devi vederlo il sangue di colui che uccidi altrimenti non ci si rende conto di quello che si fa. Tutto troppo virtuale. E quindi pericoloso, secondo me. Non so se ho reso l'idea di quello che voglio dire.

          Ho 50 anni e da almeno 30 sento dire che il debito pubblico italiano è più o meno ai livelli attuali: ce ne siamo accorti davvero nell'agosto del 2011? E 20, 10, 5 anni fa non era come oggi? E perchè tutto 'sto casino proprio oggi e non 10 anni fa o fra altri 20 anni?

          Un'ultima cosa. Maggior facilità nel licenziare i lavoratori nella manovra finanziaria: e questo porta soldi nelle casse dello stato? Mah. Io so solo che se aumenta la disoccupazione e l'insicurezza la gente spende meno e se spende meno l'economia come riparte? A me sembra ancora una volta che a pagare sono sempre gli stessi, per far mantenere in piedi una giostra che non va più e che pochi hanno interesse che giri ancora.


            Offline leoniDAM

            • Bruno Pesaola
            • **
            • Post: 2135
            • Karma: 55
            • Sesso: Maschio
            • Squadra del cuore:
            « Risposta #20 il: Agosto 19, 2011, 03:06:48 am »
            Se Tizio presta a Cairo
            :look:

            L'autore dice di non essere complottista, ma lo stile è esattamente quello del complottista, decine e decine di righe dove non dice nulla di interessante e gira attorno al problema, per poi farne un accenno citando parzialmente i dati (che ovviamente gli fanno comodo) di una fonte senza spiegare i particolari di quel che dovrebbe essere successo e rimandando per maggiori dettagli ad altre fonti, il tutto dichiarandosi ovviamente unico depositario della verità (assieme atutti quelli che gli daranno ragione e quei poveri martiri che hanno pubblicato le informazioni) mentre gli altri sono solo dei poveri stolti.

              Offline Diedorf

              • Degustatore di ananassi
              • Giuseppe Savoldi
              • **
              • Post: 3333
              • Karma: 194
              « Risposta #21 il: Agosto 19, 2011, 10:24:12 am »
              Caro Vinicio, non volevo essere scortese o duro con te, figurati, ma con quelli come Chiesa che avrebbero il dovere di dire le cose senza prendere in giro le persone.

              Anche io penso che ci siano cose che non vanno nei mercati e nella gestione dell'Economia, ma non butterei il bambino con l'acqua sporca.

              Sulla questione italiana avevo scritto un lungo post, piuttosto duro, ma l'ho cancellato perchè era troppo duro.

              In sintesi, penso che il problema dell'Italia siano gli italiani. Prodi, Padoa Schioppa e Visco fecero cose ottime per i conti pubblici, portarono il Debito/PIL al 102%, stavano facendo una dura lotta all'evasione e si ritrovarono un tesoretto. Fecero tantissimo sul fronte delle liberalizzazioni. Per noi furono pessimi (per me no, ma conta la maggioranza). Purtroppo quel governo venne demonizzato, ma ricordo in ufficio il viavai di commercialisti e fiscalisti che cercavano di far ricomparire tutto il sommerso senza attirare la guardia di finanza. Quella era lotta all'evasione.

              Abbiamo preferito Berlusconi, per ignoranza o convenienza, in buona o mala fede, non importa. Ci piacevano gli anni 80 e primi anni 90, i governi Craxi e De Mita (che portarono il Debito sul PIL dal 60% al 120%), adesso paghiamo il conto. Anzi, lo pagassimo noi sarebbe anche giusto, ma l'ingiustizia è che lo pagheranno i nostri figli e nipoti. Allora, penso, ognuno dovrebbe guardarsi allo specchio, farsi l'analisi di coscienza ricordando come ha votato nel segreto dell'urna e poi sputarsi da solo in faccia. Abbiamo sempre scelto pensando all'orticello di casa nostra ed ancora oggi crediamo che se affonda la nave affondiamo tutti. E' una puttanata. Se affonda la nave affondano solo quelli che stanno peggio, quelli che stanno bene non continueranno la fantastica crociera, ma non moriranno.
              Ho sempre cercato di far capire questa cosa a tutti i miei interlocutori, cercando di far capire che a me Berlusconi ha solo gonfiato il portafogli con la sua politica, ma non voglio vivere in un Paese senza futuro per i miei figli e non voglio neppure vivere in un Paese dove i miei vicini di casa non possono realizzare le loro aspirazioni o dove non possono vivere una vita dignitosa. Purtroppo molti pensano solo agli interessi di bottega e se ne fregano dell'equità. Personalmente ancora ci credo e spero di poterlo credere sempre.

                Offline Angus_92

                • Degustatore di ananassi
                • Giuseppe Bruscolotti
                • ****
                • Post: 16662
                • Karma: 225
                • Squadra del cuore:
                « Risposta #22 il: Agosto 19, 2011, 10:34:07 am »
                Il guaio di Prodi era non avere delle televisioni che ogni giorno attaccavano l' oppositore politico. :mmmm:

                  Online Yavonz™ Original

                  • Fondatore unico di Yavonz, gli altri sono pezzotti.
                  • Diego Armando Maradona
                  • ******
                  • Post: 25854
                  • Karma: 266
                  • Sesso: Maschio
                  • Squadra del cuore:
                  « Risposta #23 il: Agosto 19, 2011, 10:59:17 am »
                  Udite, udite, o signori e signore che leggete i giornali dei finanzieri di tutto il mondo, (cioè i “loro giornali”, cioè tutti i giornali del mainstream, e naturalmente tutte le televisioni del mainstream) adesso scoprirete il segreto, uno dei segreti, forse il più importante dei segreti, che sta dietro la crisi della finanza mondiale. Credevate che la Grecia fosse la pietra dello scandalo e che i greci, questi spendaccioni corrotti, dovessero essere salvati, sì, ma insieme privati della loro sovranità nazionale, come gli italiani, del resto, e i portoghesi e gli irlandesi? Vi sbagliavate, ma non è colpa vostra. Le cose stanno diversamente, e tenetevi forte alle vostre sedie. Scoprirete anche come la più grande democrazia del mondo (senza scherzi, sto parlando di quella americana!) è in grado di guardarsi dentro (quasi) fino in fondo.
                  E questo è un bene. Salvo naturalmente il fatto che nessuno lo saprà. E questo è un male. Eccetto io e voi che leggete queste righe elettroniche (questa roba non andrà mai sulla prestigiosa carta dove scrivono De Bortoli, Riotta, Pigì Battista e altri tristanzuoli che vi hanno raccontato e vi raccontano frottole tutti i giorni).
                  Prima di tutto la fonte, perchè non abbiate a sospettare che si tratti del solito trucco di un “complottista” inveterato. La fonte è più che ufficiale, unica e irripetibile: GAO Audit (Government Accountability Office). Il Governo è quello degli Stati Uniti d’America. L’Audit è parola inglese che sta per verifica contabile. L’Audit di cui si parla è il primo che sia stato mai effettuato da mano umana (non possiamo escludere il buon Dio) sull’attività della Federal Reserve nei quasi cento anni della sua storia.

                  Voi direte, stupiti: ma come è possibile? Mai nessuno è andato a guardare dentro quei conti? Risposta esatta, mai nessuno. La Federal Reserve è stata una riserva di caccia al di sopra di ogni controllo. La seconda domanda che vi porrete è: ma perchè proprio adesso? Il fatto è, capirete, che gira il mondo un sacco di gente sospettosa. E costoro sono malfidati: visti i risultati vorrebbero dare un’occhiata alla cassaforte. Così è accaduto un accidente imprevisto. All’inizio quelli che stavano dentro la cassaforte hanno pensato: che guardino pure, intanto non ci capiranno niente. Invece quei temerari hanno capito fin troppo bene. E’ andata così, che Ron Paul e Alan Grayson hanno fatto passare un emendamento alla legge Dodd-Frank che consentiva di fare l’inaudito: controllare i conti della Federal Reserve. Al Senato USA erano distratti in quel momento. Detto fatto, due senatori fuori del comune (cioè con le rotelle non del tutto a posto, come vedremo) hanno fatto la ricerca: la storia meriterebbe che i loro nomi restassero scolpiti come i profili dei presidenti sul Mount Rushmore. Si chiamano Bernie Sanders, indipendente, e Jim DeMint, repubblicano.
                  Aperto il vaso di Pandora è successo un finimondo. Ma, per così dire, “al chiuso”. Ben Bernanke, attuale portiere della Federal Reserve ha protestato veementemente, seguito a ruota dal predecessore Alan Greenspan, e da altri banchieroni tutti mondiali, e tutti beneficiari, come vedremo, di donazioni varie e gratuite. “Che effetto avrebbero sui mercati del pianeta certe scoperte?”, hanno detto. “Bloccare tutto, fermare, insabbiare!”.
                  Se queste cose le leggete per la prima volta vuol dire che ci sono riusciti, fino ad ora.
                  Il fatto è che il senatore Sanders è uno svitato e ha messo tutto, pixel su pixel, sulla sua web page. E la frittata non è più riparabile. Per meglio dire: si ordinerà a tutto il mainstreamdi tacere e nascondere. E magari di pubblicare tutte le storie delle eventuali amanti di Sanders, o di svelare quanti conti in banca ha, e magari se ha sodomizzato il suo cuoco, o ha una collezione di foto pedofile. Cosicchè della faccenda dell’audit della Federal Reserve non ne sentirà parlare nessuno, o quasi. Ma Sanders, DeMint e il buon Dio ci permettono comunque, a noi, che parte del mainstream non siamo, di raccontarvi cosa è venuto fuori. Che è una storia niente male, che, se il mainstream non fosse la cloaca che è, potrebbe perfino metterla in prima pagina. E veniamo al dunque, scusandoci con i lettori se abbiamo fatto in apertura come fece Dostoevskij nel presentare i suoi “ Fratelli Karamazov”, cioè scrivendo un romanzo per introdurne un altro.
                  Le cifre dunque ci dicono che, tra il dicembre 2007 e il giugno 2010, senza che nessuno sapesse niente, cioè segretamente, la Federal Reserve ha tolto dal brago banche, corporations, governi sotto diverse latitudini e longitudini, dalla Francia alla Scozia, e chissà fin dove è arrivata la sua “beneficenza”, con la non modica cifra di 16 mila miliardi di dollari, cioè sedici trilioni di dollari. Tutto questo ben di Dio sarebbe stato collocato sotto la vocina di bilancio di un “programma onnicomprensivo di prestiti”. Ma nessuno, nemmeno il Congresso americano ne è stato informato. Di quei 16 trilioni non un dollaro è ritornato indietro. Eppure sono stati prestati – pensate o lettori ignari – a tasso zero, cioè gratis et amore dei. Per avere un’idea della cifra, se ancora non avete avuto il capogiro, basti pensare che il prodotto interno lordo annuale degli USA si aggira attorno a 14,2 trilioni e che il debito complessivo degli Stati Uniti viaggia sui 14,5 trilioni.
                  Dunque, concludendo, un gruppo di banchieri, che non sono stati eletti da nessuno, prende decisioni di portata mondiale, compra e ricatta governi, banche corporations. Perchè lo fanno? Perchè il sistema è esploso e va al collasso, e loro lo drogano con denaro finto, perchè possa continuare a funzionare. E – cosa non meno importante – in questo modo si mettono in condizione di minacciare ricattare, condizionare, sostituire governi e ministri di tutto il mondo. Siamo alla dittatura di un superclan semi criminale, che complotta usando denaro fittizio (da dove credete siano usciti quei 16 trilioni se non dalle “stamperie” segrete della Federal Reserve? Tenendo conto anche che quei soldi non occorre stamparli, ma li si può creare dal nulla schiacciando qualche tasto di un computer). Dunque adesso sappiamo che il famoso TARP (Troubled Asset Relief Program), fissato in 800 miliardi di dollari, era una balla al ribasso, buona per i mercati e per non fare esplodere la protesta dei contribuenti americani. Lo chiamarono (libera traduzione mia) “Programma di salvaguardia degli assetti tossici”. E, in effetti fu proprio un programma per salvare quegli assetti.
                  Li comprarono perchè non si scoprisse che erano velenosi. Valevano zero, ma vennero acquistati in denaro sonante. Salvarono i truffatori. Il pubblico fu indotto a pensare che questo servisse a qualche scopo. L’unico scopo era di finanziare i truffatori. Che sono gli stessi che ora esigono di essere nuovamente pagati per i crediti illegali (tossici appunto) che erogarono. Solo che la cifra fu venti volte più grande.
                  Dove sono andati e a chi, e quanto? Adesso sappiamo tutto. C’è l’elenco, eccolo:
                  Citigroup: $2.5 trillion ($2,500,000,000,000)
                  Morgan Stanley: $2.04 trillion ($2,040,000,000,000)
                  Merrill Lynch: $1.949 trillion ($1,949,000,000,000)
                  Bank of America: $1.344 trillion ($1,344,000,000,000)
                  Barclays PLC (United Kingdom): $868 billion ($868,000,000,000)
                  Bear Sterns: $853 billion ($853,000,000,000)
                  Goldman Sachs: $814 billion ($814,000,000,000)
                  Royal Bank of Scotland (UK): $541 billion ($541,000,000,000)
                  JP Morgan Chase: $391 billion ($391,000,000,000)
                  Deutsche Bank (Germany): $354 billion ($354,000,000,000)
                  UBS (Switzerland): $287 billion ($287,000,000,000)
                  Credit Suisse (Switzerland): $262 billion ($262,000,000,000)
                  Lehman Brothers: $183 billion ($183,000,000,000)
                  Bank of Scotland (United Kingdom): $181 billion ($181,000,000,000)
                  BNP Paribas (France): $175 billion ($175,000,000,000)
                  E molte altre banche minori che qui non staremo a citare. Chi volesse sapere i dettagli può andarseli a vedere qui, qui, qui e ancora qui.
                  Adesso ci è più chiaro chi sono i nove banchieri che si ritrovano, assieme ai loro complici, in qualche ufficio di Wall Street, o a bordo di qualche nave, una volta al mese per complottare contro le nostre vite, il nostro lavoro, il nostro futuro. Sicuramente sono tutti fedeli partecipanti alle riunioni del Gruppo Bilderberg e della Trilaterale. In un mondo bene ordinato bisognerebbe che venissero arrestati, su mandato, per esempio, della Corte Penale Internazionale. Ma chi ha il potere di spiccare un tale mandato, visto che i governi europei sono tutti complici di questi balordi? Ai quali si dovrebbe aggiungere i dirigenti delle agenzie di rating che non potevano non sapere e che sono state e sono parte della macchinazione. Danno i voti a tutti, e decidono chi è fedele e chi non lo è alle loro operazioni da scassinatori; sorvegliano e fanno il palo prima che arrivi l’opinione pubblica. E questa non può arrivare perchè non sa niente. E non sa niente perchè giornali e tv mentono e distraggono milioni e miliardi di spettatori. Da quei pulpiti ci viene l’accusa di avere troppo consumato. Ma quei pulpiti, materialistici per eccellenza, continuano a spingerci a consumare ancora. E’ il delirio dei balordi.
                  Come difenderci? Organizzarci per rispondere. Il debito che hanno creato se lo paghino loro, se ci riescono. L’attacco alle nostre condizioni di vita dobbiamo respingerlo. Certo che ricorreranno alla forza, come sta facendo il cameriere Cameron dopo i tumulti di Londra. Come Berlusconi e Fassino stanno facendo con i No Tav della Val di Susa. Ma se milioni di europei capiranno che è giunto il momento di difendersi, partendo dalla difesa del proprio territorio (dove per territorio s’intende tutta la nostra vita, a partire dal nostro cervello e dalla nostra salute), li potremo sbalzare di sella. Dove abitiamo noi, loro sono più deboli e noi quasi invincibili. Se ci organizziamo. Tertium non datur: o li sbalziamo di sella o loro ci distruggeranno. Sicuramente molti di noi, insieme ai milioni che non si possono difendere. Ci porteranno via gli ultimi residui di democrazia, ci renderanno schiavi. Vogliono cancellare la storia di 150 anni di diritti conquistati. Sono la peste moderna. Se vogliamo guarire dobbiamo rispondere alla loro dichiarazione di guerra.


                  "Ma veda..."

                    Offline Diedorf

                    • Degustatore di ananassi
                    • Giuseppe Savoldi
                    • **
                    • Post: 3333
                    • Karma: 194
                    « Risposta #24 il: Agosto 19, 2011, 11:45:03 am »
                    Yavonz, leggi i post precedenti.

                    Abbiamo appena finito di dire che questo articolo è una stronzata.

                    Quando esce un unico genio che ha guardato ed ha capito qualcosa che il resto del mondo non ha mai notato o capito (e parliamo di aspetti fondamentali della nostra vita), allora vuol dire che ci sta prendendo per il culo.

                    Rivedendo adesso l'articolo noto anche che Chiesa credo confonda bilioni con trilioni. Nel mondo economico anglosassone si parla spesso di trillion, ma non si tratta del nostro trilione (10^18) , ma del nostro bilione (10^12). Non bisogna essere geni della matematica per capire che c'è una "piccola" differenza, soprattutto quando parliamo di denaro.

                    Bisognerebbe rivedersi lo studio che è pubblico e vedere se questa capra ha realmente confuso (visto il personaggio è altamente probabile).

                    Il problema principale è che masse relativamente ignoranti e "anti-complotto" si rifanno a questi personaggi di bassissimo livello per sostenere le proprie tesi, senza capire che i loro argomenti (talvolta degnissimi di attenzione) diventano ridicoli.


                      Offline Vinicio

                      • Degustatore di ananassi
                      • Antonio Juliano
                      • ***
                      • Post: 9981
                      • Karma: 72
                      • Sesso: Maschio
                      • Squadra del cuore:
                      « Risposta #25 il: Agosto 19, 2011, 14:51:52 pm »
                      Yavonz, leggi i post precedenti.


                      Deve pur sempre far onore alla sua fama di Fomentator  :asd:


                        Online Yavonz™ Original

                        • Fondatore unico di Yavonz, gli altri sono pezzotti.
                        • Diego Armando Maradona
                        • ******
                        • Post: 25854
                        • Karma: 266
                        • Sesso: Maschio
                        • Squadra del cuore:
                        « Risposta #26 il: Agosto 19, 2011, 14:55:00 pm »
                        Purtroppo non stavo seguendo ,ho postato sta notizia che ho trovato
                        chiedo venia


                        "Ma veda..."

                          Offline Vinicio

                          • Degustatore di ananassi
                          • Antonio Juliano
                          • ***
                          • Post: 9981
                          • Karma: 72
                          • Sesso: Maschio
                          • Squadra del cuore:
                          « Risposta #27 il: Agosto 19, 2011, 15:01:54 pm »
                          ....
                          Allora, penso, ognuno dovrebbe guardarsi allo specchio, farsi l'analisi di coscienza ricordando come ha votato nel segreto dell'urna e poi sputarsi da solo in faccia. Abbiamo sempre scelto pensando all'orticello di casa nostra ed ancora oggi crediamo che se affonda la nave affondiamo tutti. E' una puttanata. Se affonda la nave affondano solo quelli che stanno peggio, quelli che stanno bene non continueranno la fantastica crociera, ma non moriranno.
                          Ho sempre cercato di far capire questa cosa a tutti i miei interlocutori, cercando di far capire che a me Berlusconi ha solo gonfiato il portafogli con la sua politica, ma non voglio vivere in un Paese senza futuro per i miei figli e non voglio neppure vivere in un Paese dove i miei vicini di casa non possono realizzare le loro aspirazioni o dove non possono vivere una vita dignitosa. Purtroppo molti pensano solo agli interessi di bottega e se ne fregano dell'equità. Personalmente ancora ci credo e spero di poterlo credere sempre.

                          In tutta onestà, caro Diedorf, non posso neanche sputarmi in faccia guardandomi allo specchio perchè ho sempre pagato tutte le tasse che dovevo e perchè nel segreto dell'urna ho sempre evitato di dare il mio consenso a cialtroni, anche per rispetto verso me stesso: non posso e non voglio essere rappresentato da certa gente.


                            Offline Angus_92

                            • Degustatore di ananassi
                            • Giuseppe Bruscolotti
                            • ****
                            • Post: 16662
                            • Karma: 225
                            • Squadra del cuore:
                            « Risposta #28 il: Agosto 19, 2011, 15:05:48 pm »
                            E se resettassimo tutto il sistema monetario partendo da 0? :look:

                              Online el schiatty napoletano

                              • Aurelio De Laurentiis
                              • *****
                              • Post: 130740
                              • Karma: 1393
                              • Squadra del cuore:
                              « Risposta #29 il: Agosto 21, 2011, 13:18:04 pm »
                              io penso che il problema vero dell'italia siano 2

                              non c'è un leader carismatico che sappia prendere anche decisioni dure(es.quelli delle province che protestano contro il governo nel caso dei tagli....portassero proposte concrete o se ne andassero a fanculo)

                              c'e troppa burocrazia in mezzo,leggi,leggine,controlli ecc ecc

                              io direi che se lo stato dicesse "uagliu,nei limiti dei regolamenti e leggi,facit chell che cazz vulit vuj e mi date il 30% di tasse"
                              Inviato da una cripta. :schiatty:

                                 

                                SimplePortal 2.3.7 © 2008-2022, SimplePortal