CalcioNapoli24 Forum - Il forum dal cuore azzurro

Home| Register | Accedi

Accedi

Nome utente:

Password:

S.S.C. Napoli 1926 > Rosa ufficiale & Organigramma Societario

<< < (280/565) > >>

image jayx:
Squadra del cuore:
Ottobre 06, 2022, 09:13:07 am

Citazione da: CarcA16 - Ottobre 05, 2022, 13:35:24 pm
La mentalità incide sulle prestazioni.
Perché il Napoli quest'anno sembra non avere paura di nessuno? Gioca senza pressione sotto di un gol nell'Arena di Amsterdam cosí come ha fatto a Glasgow?
Credo che Kwara día uno degli ingredienti principio, anche se non il solo.
Uno che va a fare quel gol con le caviglie gonfie per i calcio presi ha le stigmati del predestinato.
Fa bene Spalletti a criticarlo in conferenza.
Perché ci sonó persono che si fronte alle avversità reagiscono male e poi ci sonó i campioni come Kwara.
Altri elemento in squadra con palle cubiche: Di Lorenzo (che a me come giocatore non piace), Simeone, Lobo, Anguissa, Rrhamani e Kim.

Enviado desde mi RMX3263 mediante Tapatalk
Concordo su tutto ma mi dai l'assist per scrivere una cosa che in questo forum suonerà come provocazione: le palle cubiche sono da attribuire anche a Zielinski e a Meret.

image Demiurgo:
Squadra del cuore:
Ottobre 06, 2022, 10:52:20 am

Citazione da: jayx - Ottobre 06, 2022, 09:13:07 am
Concordo su tutto ma mi dai l'assist per scrivere una cosa che in questo forum suonerà come provocazione: le palle cubiche sono da attribuire anche a Zielinski e a Meret.

Ragazzi, Kalidou, Ciro e Insigne ci hanno fatto godere tanto, sono dei campioni (Insigne meno degli altri due), fanno parte della nostra storia e qualche trofeo con noi lo hanno vinto. Senza il furto del 2018 avrebbero chiuso la carriera a Napoli da eroi, con uno scudetto sul petto, ma qualcuno ha deciso diversamente.
Guardate che fare 91 punti in Serie A e non vincere nulla, sapendo che il ciclo ormai era agli sgoccioli e che possibilità di ripetersi erano quasi nulle, farebbe crollare anche gente come Gattuso e Ibra (gente con "le palle" e/o con un ego smisurato)

Quando si parla di palle, cazzimma, voglia, mi girano sempre un pò. In campo conta si la concentrazione e la voglia che ci metti, ma Insigne non sarebbe mai potuto essere Baggio, Koulibaly non è Thuram e Mertens, da falso nove, non è Messi. Eppure, nonostante i tanti limiti, questi hanno dimostrato per anni di essere tra i migliori in serie A; non si è vinto per motivi che tutti noi conosciamo e perchè il Presidente ha fatto di tutto, dalla cessione di Higuain in avanti, per evitare che ciò accedesse.
Abbiamo avuto il piacere di ammirare per anni grandi calciatori e adesso ne abbiamo degli altri, che sembrano avere fame e voglia di imporsi.
La differenza tra questo Napoli e gli altri? Nessuna. Abbiamo iniziato 5 6 volte le stagioni in questo modo, illudendoci di essere forti, per poi non concludere nulla.
Aspettiamo, arrapati, la prossima partita, sperando che questo gioco continui, ma, dopo anni di vertice e di bel gioco, dopo un Milan mediocre che si impone in questo campionato di seconda fascia, vorrei provare l'ebbrezza di vincere.

Kvara, nello specifico, è superiore, per capacità tecniche, fisiche ed atletiche ad Insigne. E' un campione e lo dimostra in questo inizio di stagione. Anche quando gioca male, sbaglia dribbling, passaggi, movimenti, si accende, fa assist, goal e si fa fare falli da rigore. E' decisivo adesso che non  è ancora al top, sarà ancora più impressionante quando troverà maggiore continuità all'interno della partita, perchè nei colpi e nelle giocate decisive, lui c'è sempre.
A chi assomiglia? Nelle sterzate che fa in velocità ricorda El Fideo di Benfica e Madrid, nella conduzione palla in velocità ricorda Kakà, con un gap di accelerazione evidente in favore del brasiliano, ha un ottimo tiro e una potenza incredibile nelle gambe, alla Lavezzi.
Kvara è unico ed ha caratteristiche uniche. L'unico che mi diede questa sensazione di avere dinanzi uno di classe superiore, oltre al Pipita, è stato il primo Marek.

image CarcA16:
Squadra del cuore:
Ottobre 06, 2022, 11:01:29 am

Citazione da: Demiurgo - Ottobre 06, 2022, 10:52:20 am
Ragazzi, Kalidou, Ciro e Insigne ci hanno fatto godere tanto, sono dei campioni (Insigne meno degli altri due), fanno parte della nostra storia e qualche trofeo con noi lo hanno vinto. Senza il furto del 2018 avrebbero chiuso la carriera a Napoli da eroi, con uno scudetto sul petto, ma qualcuno ha deciso diversamente.
Guardate che fare 91 punti in Serie A e non vincere nulla, sapendo che il ciclo ormai era agli sgoccioli e che possibilità di ripetersi erano quasi nulle, farebbe crollare anche gente come Gattuso e Ibra (gente con "le palle" e/o con un ego smisurato)

Quando si parla di palle, cazzimma, voglia, mi girano sempre un pò. In campo conta si la concentrazione e la voglia che ci metti, ma Insigne non sarebbe mai potuto essere Baggio, Koulibaly non è Thuram e Mertens, da falso nove, non è Messi. Eppure, nonostante i tanti limiti, questi hanno dimostrato per anni di essere tra i migliori in serie A; non si è vinto per motivi che tutti noi conosciamo e perchè il Presidente ha fatto di tutto, dalla cessione di Higuain in avanti, per evitare che ciò accedesse.
Abbiamo avuto il piacere di ammirare per anni grandi calciatori e adesso ne abbiamo degli altri, che sembrano avere fame e voglia di imporsi.
La differenza tra questo Napoli e gli altri? Nessuna. Abbiamo iniziato 5 6 volte le stagioni in questo modo, illudendoci di essere forti, per poi non concludere nulla.
Aspettiamo, arrapati, la prossima partita, sperando che questo gioco continui, ma, dopo anni di vertice e di bel gioco, dopo un Milan mediocre che si impone in questo campionato di seconda fascia, vorrei provare l'ebbrezza di vincere.

Kvara, nello specifico, è superiore, per capacità tecniche, fisiche ed atletiche ad Insigne. E' un campione e lo dimostra in questo inizio di stagione. Anche quando gioca male, sbaglia dribbling, passaggi, movimenti, si accende, fa assist, goal e si fa fare falli da rigore. E' decisivo adesso che non  è ancora al top, sarà ancora più impressionante quando troverà maggiore continuità all'interno della partita, perchè nei colpi e nelle giocate decisive, lui c'è sempre.
A chi assomiglia? Nelle sterzate che fa in velocità ricorda El Fideo di Benfica e Madrid, nella conduzione palla in velocità ricorda Kakà, con un gap di accelerazione evidente in favore del brasiliano, ha un ottimo tiro e una potenza incredibile nelle gambe, alla Lavezzi.
Kvara è unico ed ha caratteristiche uniche. L'unico che mi diede questa sensazione di avere dinanzi uno di classe superiore, oltre al Pipita, è stato il primo Marek.
Ti do ragione in termini generali, di solito anche io non sopporto discorsi sulla mentalità.
Il vecchio gruppo ad Amsterdam si sarebbe innervosito e anche a ragione, perché vessato da troppi arbitraggi assurdi e fin troppo consciente che questi alla lunga fanno la differenza.
Questo nuovo gruppo invece é inconsciente e in questo modo non vive l'ingiustizia come qualcosa di insuperabile.
Ma per quanto riguarda Kwara il discorso é diverso. Non ricordo tanti giocatori segnare un gol in progressione con le caviglie gonfie di calci. A livello mentale in campo ha qualcosa in piú, qualcosa che hanno in pochi.
E non mi fare bestemmiare, ma a questo livello, e solo a questo, mi ricorda D10S.

Enviado desde mi RMX3263 mediante Tapatalk

image GIANPAOLO:
Squadra del cuore:
Ottobre 06, 2022, 17:18:26 pm

Tutto giusto tranne il tiro alla Lavezzi che segnava solo quand'era tutto scoordinato, per una caduta, un inciampo, uno sbilanciamento o altro :look:

image jayx:
Squadra del cuore:
Ottobre 07, 2022, 10:19:02 am

Citazione da: Demiurgo - Ottobre 06, 2022, 10:52:20 am
La differenza tra questo Napoli e gli altri? Nessuna. Abbiamo iniziato 5 6 volte le stagioni in questo modo, illudendoci di essere forti, per poi non concludere nulla.
Il Napoli nella sua storia non ha mai avuto una partenza del genere nella massima competizione europea - sì, neanche con Maradona. Questa è una differenza bella grossa rispetto alle stagioni precedenti, perché unita alla partenza sparata in campionato, quella sì abbastanza frequente in questi anni ma non per questo da sminuire, dà a chi non è ottuso la nitida percezione di una squadra talmente forte da poter competere su entrambi i fronti. Cosa che non abbiamo mai visto a Napoli dal 1926 ad oggi.
Questo, aggiungerei, nonostante la perdita per un mese su due di Osimhen, il suo giocatore di maggior caratura.
Vincere piacerebbe a tutti, ma pensarlo ora è inutile, tanto ad ottobre non ci sono trofei in palio. L'ansia per i trofei primaverili serve solo a farvi godere di meno del divertimento di queste partite, e a farvi intossicare di più per eventuali possibili passi falsi.
Pensate a divertirvi!

1 ... 278 279 [280] 281 282 ... 565   Vai su

Navigation

Message Index

Next page

Previous page

Vai alla versione completa