Benvenuto, Ospite. Effettua il login oppure registrati.

Topic: caso Emanuela Orlandi  (Letto 1925 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.


Online geralt

  • Degustatore di ananassi
  • Edinson Cavani
  • ****
  • Post: 12081
  • Karma: 8
  • Squadra del cuore:
« Risposta #15 il: Dicembre 15, 2022, 08:08:27 am »
Comunque l'articolo che parla dell'audio è solo l'ultima tappa di un percorso che viene da anni di lavoro

Purgatori, insieme ad un altro giornalista, insieme ad un avvocato donna che non ricordo il nome, hanno parlato di questa ipotesi in tempi non sospetti in cui hanno collegato il nome della Orlandi con quello della Gregori.

Hanno avuto a disposizione delle carte del Vaticano, probabilmente rubate o fotocopiate, in cui si parlava di spese sostenute per mantenere la Orlandi in una specie di convento in Inghilterra

Poi, c'è la testimonianza data a Purgatori (a viso coperto) di una compagna della Orlandi in cui ella dice che la Orlandi le confessò di essere stata oggetto di attenzioni sessuali da parte di qualcuno con la tonaca

io non lo so quale è la verità, però questi elementi sono sul tavolo da anni, ed anche queste conclusioni.
Poi se l'audio è di un mitomane, non lo so.

L'ex fidanzata di De Pedis ha dichiarato senza ritrattare che lei consegnò la Orlandi drogata ad alcuni sacerdoti fuori alle mura del Vaticano, su ordine del De Pedis... (la ragazza era stata qualche settimana sotto sequestro)

la docuserie l'ho vista anch'io  , l'amica se ben ricordo aggiunge anche che l'ecclesiastico era uno molto in "alto" ( o vicino al Papa )

la cosa chiara  ( anche prima di queste nuove prove audio )   è che la chiesa/il Vaticano ha avuto un ruolo molto attivo in questa vicenda


    Online SANJUAN70

    • Degustatore di ananassi
    • Giuseppe Bruscolotti
    • ****
    • Post: 17435
    • Karma: 45
    • Sesso: Maschio
    • il Vil Peculio
    • Squadra del cuore:
    « Risposta #16 il: Dicembre 15, 2022, 14:12:32 pm »
    la docuserie l'ho vista anch'io  , l'amica se ben ricordo aggiunge anche che l'ecclesiastico era uno molto in "alto" ( o vicino al Papa )

    la cosa chiara  ( anche prima di queste nuove prove audio )   è che la chiesa/il Vaticano ha avuto un ruolo molto attivo in questa vicenda

    che sapessero dal primo momento, è cosa provata dalle registrazioni delle telefonate.
    Per molti anni è passata l'idea che il Vaticano fosse vittima, perchè era forte la tesi che i rapitori avessero ragioni per ricattare (i soldi in deposito allo IOR)...poi le registrazioni che mostrano l'inazione di Casaroli che prende tempo, la tomba di De Pedis in Vaticano, la testimonianza dell'allora fidanzata, i documenti sulle spese di mantenimento della ragazza in Inghilterra, hanno indotto a cercare ipotesi di un Vaticano mandante del sequestro

    ieri sera comunque un excursus storico sulla Banda della Magliana molto dettagliato, fino alle vicende di Mafia capitale e di Carminati, quella lota che compare come esecutoremdell'omicidio Pecorelli, e nel furto delle cassette di sicurezza della banca di Roma
    ..e che oggi sta di nuovo. a piede libero
    Defecatio matutina bona tam quam medicina

      Online CEMTURIO983

      • Degustatore di ananassi
      • Giuseppe Bruscolotti
      • ****
      • Post: 16065
      • Karma: 22
      • Sesso: Maschio
      • Squadra del cuore:
      « Risposta #17 il: Dicembre 15, 2022, 14:25:10 pm »
      Emanuela Orlandi se non ricordo male aveva la cittadinanza del Vaticano.
      Per me è impossibile che lo Stato Vaticano non sappia cosa le sia successo e perché.

        Online SANJUAN70

        • Degustatore di ananassi
        • Giuseppe Bruscolotti
        • ****
        • Post: 17435
        • Karma: 45
        • Sesso: Maschio
        • il Vil Peculio
        • Squadra del cuore:
        « Risposta #18 il: Dicembre 15, 2022, 14:28:37 pm »
        Emanuela Orlandi se non ricordo male aveva la cittadinanza del Vaticano.
        Per me è impossibile che lo Stato Vaticano non sappia cosa le sia successo e perché.

        E' quello che viene fuori dalle indagini e ricerche degli ultimi anni.
        Il fatto è che Pignatone, presidente del Tribunale dello Stato della Città del Vaticano dal 2019, ha archiviato qualsiasi sollecito....

        Per questo, uno dei tentativi, è quello di associare la scomparsa della Orlandi con quella di Mirella Gregori, che invece è cittadina italiana
        Defecatio matutina bona tam quam medicina

          Online OisselaAzzurro

          • Degustatore di ananassi
          • Antônio Careca
          • ****
          • Post: 21769
          • Karma: 84
          • Sesso: Maschio
          • JUVE MERDA!!
          • Squadra del cuore:
          « Risposta #19 il: Gennaio 03, 2023, 10:00:30 am »
          Ho visto il documentario è ben fatto come struttura ma è fuffa come risultati. Nel senso che arriva a 3 ipotesi (lupi grigi, soldi mafia, sex gate) su cui comunque si parla da anni. Io, come idea personale, vedo sempre più probabile la prima ipotesi quella dei lupi grigi su cui ci sono anche tanti riscontri. Certo anche le altre due stanno in piedi però come dicono appunto nel documentario, stanno morendo tutti i protagonisti quindi dopo 40 anni sarà difficile far uscire la verità. Una nota però voglio farla...molti mettono l'accento sull'appello del papa in quei giorni. Mi sembra un pretesto un po' stupidino. Era cittadina vaticana quindi ci sta che lui si appellasse, ci mancherebbe pure. E poi aggiungo. Se lui fosse stato a conoscenza di tutto perchè attirare su di se l'attenzione con quel messaggio e con le ricorrenti visite a casa Orlandi? Per me Wojtyla non sapeva un cazzo. La chiesa non l'ha mai comandata il papa ma tutti i prelati che girano intorno (come il caso Ratzinger dimostra) quindi non è assolutamente detto che se due tre prelati di alto livello si scopavano ste ragazzine automaticamente il papa lo sapesse. Forse se l'hanno fatta sparire è proprio per evitare che la voce arrivasse a Wojtyla, con cui si scherzava poco. Già se mi dite che il papa era coinvolto sul discorso soldi passati a Solidarnosc (ha fatto bene  :look:) ci credo di più. Ma di chi si scopassero i prelati non penso sapesse nulla....

          Questo è un parere mio che in mezzo ai tanti comunistelli qua sopra non sarà gradito ma tant'è.
          1987-1990-2018-2022-2023
          Grazie ragazzi!!

          Mertens il mio Dio, Kta il mio pastore!!

            Offline Hombre del Partido

            • Come può una società basata sulle differenze di età riconoscere la parità di genere? Ex 'il bombato'.
            • Degustatore di ananassi
            • Giuseppe Savoldi
            • **
            • Post: 3782
            • Karma: 4
            • Sesso: Maschio
            • Ageismo = razzismo
            • Squadra del cuore:
            « Risposta #20 il: Febbraio 13, 2023, 16:50:41 pm »
            Papa Wojtyla per me era veramente uno dei peggiori.
            Sotto il suo papato è successo di tutto: sparizioni, attentati, suicidi, omicidi, fallimenti di banche...

             :ok:
            Forse il peggiore.
            Wojtyla, guarda caso, è stato il primo papa non italiano dopo 455 anni, guarda caso polacco: la Polonia faceva parte del blocco Urss, ed era la patria del Patto di Varsavia per la difesa contro l'aggressione della Nato. E Wojtyla era atlantista e  alleato di Reagan (entrambi destinatari nello stesso periodo di un attentato farsa da motivazioni ancora più farsesche), soprattutto persecutore della Teologia della Liberazione professata in Sudamerica per la liberazione dai regimi paramilitari appoggiati dagli Stati Uniti. Diceva che la liberazione doveva essere spirituale e non politica, ma quando si è trattato di sovvenzionare, tramite lo Ior, il sindaladro Solidarsnosch capeggiato dall'ambiguo Lech Walesa (che aveva collaborato fino al 1983 con la polizia polacca) il discorso cambiava. 
            Ratzinger ha continuato la sua perversa politica vaticanista ed è rimasto travolto dagli scandali, ma evidentemente o non era massone come il polacco, o non aveva le giuste coperture.
            Quando l'animo è schiacciato dal peso del dolore, più si fa forza più si indebolisce cercando di farsi forza.

               

              SimplePortal 2.3.7 © 2008-2024, SimplePortal