CalcioNapoli24 Forum - Il forum dal cuore azzurro

S.S.C. Napoli 1926 => Amarcord => Topic aperto da: andreab1926 - Gennaio 25, 2015, 22:53:06 pm

Titolo: Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: andreab1926 - Gennaio 25, 2015, 22:53:06 pm
Vorrei chiedere ai tifosi più adulti che ricordo hanno di quella stagione e dello scudetto venduto.
Cosa avete provato in quei momenti?
Io non potrei mai immaginare che il Napoli ad un passo dallo scudetto cede il passo e delude migliaia e migliaia di tifosi...

Non immagino i commenti del forum, se fosse esistito già in quegli anni e con gli attuali utenti :look:
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: el schiatty napoletano - Gennaio 25, 2015, 22:54:23 pm
La stagione è sbagliata :look:
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: Torexx - Gennaio 25, 2015, 23:04:53 pm
Non era la stagione 87-88?
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: andreab1926 - Gennaio 25, 2015, 23:05:25 pm
La stagione è sbagliata :look:
Hai ragione :look:
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: andreab1926 - Gennaio 25, 2015, 23:05:54 pm
Da Tapatalk non mi fa cambiare
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: Quentin - Gennaio 25, 2015, 23:37:25 pm
Ho cambiato io
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: Puck - Gennaio 25, 2015, 23:39:03 pm
I vecchi raccontano sempre che quello è stato il Napoli migliore di sempre, che si è venduto lo scudetto ma che alla fine si pareggia col 2° scudetto, che non meritavamo ma non volevano farlo vincere abberluscone che era in continua polemica coi vertici nazionali :look:
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: Azzurro76 - Gennaio 26, 2015, 10:21:05 am

I vecchi raccontano sempre che quello è stato il Napoli migliore di sempre


E' così...paradossalmente, la due migliori stagioni del Napoli maradoniano sono state quelle in cui si è arrivati 2°...anche se piuttosto piccolo, ricordo bene le rosicate dell'annata '88 -'89, quando l'Inter azzeccò la stagione dei record di sta minchia...con quel bastardo di Serena che ogni volta che toccava la palla segnava.

LOTA...lui, Matthaues e il catenacciaro di Trapattoni.

Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: Dieguito - Gennaio 26, 2015, 10:30:51 am
I vecchi raccontano sempre che quello è stato il Napoli migliore di sempre, che si è venduto lo scudetto ma che alla fine si pareggia col 2° scudetto, che non meritavamo ma non volevano farlo vincere abberluscone che era in continua polemica coi vertici nazionali :look:

Quell'anno qualcosa è successo, eravamo talmente superiori alle altre che ci si annoiava a seguire il campionato. Vincevamo sempre con 5-6 gol di scarto, poi improvvisamente cominciammo a perderle tutte.
 *dawson*

Il secondo scudetto invece lo vincemmo con pieno merito, malgrado quello che si dice in giro.

PS
Andrea, io provai odio profondo per il Milan, per gli olandesi e per Berlusconi. Un odio mai sopito, come sapete. :asd:
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: William.S - Gennaio 26, 2015, 10:41:24 am
Chi non l'ha vissuto è difficile capisca le sensazioni, che poi sono soggettive per ciascuno di noi. Le mie erano quelle di un bambino che, quando cominciò a seguire le partite, capì di essere nato e di vivere nella Mecca del calcio perché ho avuto la fortuna di vivere Diego e la squadra più forte mai ammirata al San Paolo. Per me, per tutti i bambini dell'epoca non esisteva il "Ciuccio", il Napoli che le prendeva da tutti. Napoli era Maradona e Maradona era il calcio. Vivevo nella capitale mondiale del pallone.

Quel maledetto giorno giunse al culmine di una settimana cominciata male. Non riuscimmo a trovare i biglietti per lo stadio, così ripiegammo nel piano B che consisteva in: abbuffata a casa di mio zio e partita alla tv (troppo grande fu la delusione dei napoletani rimasti senza ticket che la RAI decise di trasmettere l'incontro in diretta). Quella domenica capii che gli dèi del pallone non erano onnipotenti, che esisteva un concetto finora sconosciuto: la sconfitta.

Di quella partita ricordo alcune immagini distinte:

- lo strapotere fisico e tattico del Milan;
- Gullit che, cazzarola, era ovunque;
- la punizione di D10S che mi fece sperare in una rimonta;
- le lacrime di tutta la famiglia al fischio finale;
- gli applausi del San Paolo ai futuri nuovi campioni d'Italia
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: Viper2000 - Gennaio 26, 2015, 10:43:09 am
Io ricordo che in quel periodo c'era si sconforto, però si diceva "Vabbè questo scudetto è andato, vuol dire che lo vinceremo l'anno prossimo", c'era la consapevolezza di avere una squadra straordinaria che non avrebbe fatto fatica a vincere ancora
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: 10maggio1987 - Gennaio 26, 2015, 10:43:13 am
Ero allo stadio. Napoli -milan 2-3. Li lo perdemmo. Una delle piu grandi delusioni. Non riuscivo neanche ad alzarmi e andarmene. I giocatori sembravano impotenti. Se lo sono venduto? Non lo so. Certo che sembro tutto irreale

Inviato dal mio Q10 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: William.S - Gennaio 26, 2015, 10:56:39 am
Ero allo stadio

Ti odio  :stralol:

Non so se se lo siano venduto, all'epoca fu contestato addirittura Diego che però fu forse l'unico a giocare quella partita. Non mi piace la dietrologia, fu tutto molto strano e per un bambino che fino a quel momento conosceva solo la vittoria un colpo difficile da digerire.
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: andreab1926 - Gennaio 26, 2015, 10:57:33 am
Dai ragazzi fu palesemente venduto...
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: andreab1926 - Gennaio 26, 2015, 10:58:16 am
Mi piacerebbe immaginare noi del forum, complottisti come siamo, commentare in diretta quegli episodi :stralol:
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: William.S - Gennaio 26, 2015, 11:00:26 am
La squadra era contro Bianchi già dall'anno prima, però Ferlaino anche dopo lo scudetto perso confermò il tecnico e regalò alcuni dei dissidenti (Garella, Bagni, ecc.) rafforzando la posizione del bresciano. L'anno dopo l'Ingegnere fregò anche Diego («Se ci fai vincere la coppa UEFA ti vendo») :asd:
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: Dieguito - Gennaio 26, 2015, 11:02:04 am
Mi piacerebbe immaginare noi del forum, complottisti come siamo, commentare in diretta quegli episodi :stralol:

Siamo una squadra di merda11!1
L'anno prossimo lotteremo per la salvezza!1!!1
Maradona ten'a panz :look:

E l'anno dopo l'evergreen di sempre: Bigon lota. (Su quel Bigon concorderei). :look4:
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: William.S - Gennaio 26, 2015, 11:04:48 am
Siamo una squadra di merda11!1
L'anno prossimo lotteremo per la salvezza!1!!1
Maradona ten'a panz :look:

E l'anno dopo l'evergreen di sempre: Bigon lota. (Su quel Bigon concorderei). :look4:

 :stralol:
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: Dieguito - Gennaio 26, 2015, 11:08:34 am
:stralol:

Ma anche "con Marchesi vincevamo la Coppa dei Campioni"!!11!

 :look:
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: andreab1926 - Gennaio 26, 2015, 11:10:35 am
Bianchi s'è fissato iss e stu modulo... Maradona sta già con la testa altrove!
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: William.S - Gennaio 26, 2015, 11:10:45 am
Ma anche "con Marchesi vincevamo la Coppa dei Campioni"!!11!

 :look:

Ferlaino Pappone!
(e vai di bomba carta)
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: bonovoxpride - Gennaio 26, 2015, 19:33:03 pm
Avevo 8 anni, non ho molti ricordi dell'epoca ma impresse mi sono rimaste le bestemmie di mio padre  :pianto:
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: NikGerace - Gennaio 27, 2015, 20:54:06 pm
E' così...paradossalmente, la due migliori stagioni del Napoli maradoniano sono state quelle in cui si è arrivati 2°...anche se piuttosto piccolo, ricordo bene le rosicate dell'annata '88 -'89, quando l'Inter azzeccò la stagione dei record di sta minchia...con quel bastardo di Serena che ogni volta che toccava la palla segnava.

LOTA...lui, Matthaues e il catenacciaro di Trapattoni.

ricordo un Inter Cesena dove il Cesena ebbe sette otto palle gol clamorose e poi l'Inter vinse 1 - 0 con gol di Serena ...

però ad onor del vero nel girone di ritorno l'Inter divenne inarrestabile e giocò anche bene ... ricordo un 6 - 0 in casa del Bologna
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: NikGerace - Gennaio 27, 2015, 20:58:36 pm
Siamo una squadra di merda11!1
L'anno prossimo lotteremo per la salvezza!1!!1
Maradona ten'a panz :look:

E l'anno dopo l'evergreen di sempre: Bigon lota. (Su quel Bigon concorderei). :look4:

Bigliardi non è cosa sua ... ma chi l'ha pigliat a chist, tutta colpa di Bigon  :look:
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: William.S - Gennaio 28, 2015, 09:19:34 am
Bigliardi non è cosa sua ... ma chi l'ha pigliat a chist, tutta colpa di Bigon  :look:

Ma po' stu scem 'e Careca, costringe Giordano a giocare fuori ruolo.
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: NikGerace - Gennaio 28, 2015, 14:38:01 pm
Ma po' stu scem 'e Careca, costringe Giordano a giocare fuori ruolo.

Maradona a pall l'essa passà pur, ma chi se crer i esser Pelè
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: Druido - Gennaio 29, 2015, 11:14:36 am
Anche io l'ho vissuta allo stadio, all'epoca dei fatti abbonato in curva B, ricordo una ferita non più rimarginabile, un dolore che a distanza di 25 e oltre anni non è sparito, non fui tra quelli che applaudirono sportivamente, in vita mia nel calcio non sono mai stato uno sportivo, solo un tifoso del Napoli......quell'anno siamo stati superiori fino alle prime partite del girone di ritorno, ricordo una trasferta ad ascoli in cui si divertivano a far segnare tutto il tridente, altrimenti non valeva..... poi la rimonta, la paura, e un paio di partite che col senno di poi lasciano l'amaro in bocca come Napoli Roma, a mia memoria un paio di errori difensivi veramente clamorosi....
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: NikGerace - Gennaio 29, 2015, 16:54:43 pm
Anche io l'ho vissuta allo stadio, all'epoca dei fatti abbonato in curva B, ricordo una ferita non più rimarginabile, un dolore che a distanza di 25 e oltre anni non è sparito, non fui tra quelli che applaudirono sportivamente, in vita mia nel calcio non sono mai stato uno sportivo, solo un tifoso del Napoli......quell'anno siamo stati superiori fino alle prime partite del girone di ritorno, ricordo una trasferta ad ascoli in cui si divertivano a far segnare tutto il tridente, altrimenti non valeva..... poi la rimonta, la paura, e un paio di partite che col senno di poi lasciano l'amaro in bocca come Napoli Roma, a mia memoria un paio di errori difensivi veramente clamorosi....

io ero nei distinti ed anche io non ho applaudito, alla faccia della sportività ... e comunque, a distanza di quasi trent'anni, continuo a pensare che erano applausi di delusione e di contestazione alla squadra, ma quale sportività ...

in quel Napoli Roma, oltre ad un errore difensivo (si scontrarono un paio di difensori se non ricordo male) avemmo anche tante occasioni da gol, fu una partita sfortunata
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: Raider Nation - Gennaio 31, 2015, 23:02:16 pm
Comunque concordo che quello fu il più bel Napoli di sempre almeno fino a che non successe qualcosa che noi non sappiamo. Anche superiore alle squadre che vinsero i due scudetti. Mediamente dopo un tre minuti eravamo già in vantaggio di "almeno" un paio di gol e la partita era già in ghiaccio. Uno strapotere incredibile mai visto da queste parti.
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: Blade Runner - Febbraio 13, 2015, 09:19:56 am
Comunque concordo che quello fu il più bel Napoli di sempre almeno fino a che non successe qualcosa che noi non sappiamo. Anche superiore alle squadre che vinsero i due scudetti. Mediamente dopo un tre minuti eravamo già in vantaggio di "almeno" un paio di gol e la partita era già in ghiaccio. Uno strapotere incredibile mai visto da queste parti.

Vero. Di base secondo me a un certo punto del girone di ritorno erano fisicamente scoppiati.
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: Blade Runner - Febbraio 13, 2015, 09:27:46 am
Chi non l'ha vissuto è difficile capisca le sensazioni, che poi sono soggettive per ciascuno di noi. Le mie erano quelle di un bambino che, quando cominciò a seguire le partite, capì di essere nato e di vivere nella Mecca del calcio perché ho avuto la fortuna di vivere Diego e la squadra più forte mai ammirata al San Paolo. Per me, per tutti i bambini dell'epoca non esisteva il "Ciuccio", il Napoli che le prendeva da tutti. Napoli era Maradona e Maradona era il calcio. Vivevo nella capitale mondiale del pallone.

Quel maledetto giorno giunse al culmine di una settimana cominciata male. Non riuscimmo a trovare i biglietti per lo stadio, così ripiegammo nel piano B che consisteva in: abbuffata a casa di mio zio e partita alla tv (troppo grande fu la delusione dei napoletani rimasti senza ticket che la RAI decise di trasmettere l'incontro in diretta). Quella domenica capii che gli dèi del pallone non erano onnipotenti, che esisteva un concetto finora sconosciuto: la sconfitta.

Di quella partita ricordo alcune immagini distinte:

- lo strapotere fisico e tattico del Milan;
- Gullit che, cazzarola, era ovunque;
- la punizione di D10S che mi fece sperare in una rimonta;
- le lacrime di tutta la famiglia al fischio finale;
- gli applausi del San Paolo ai futuri nuovi campioni d'Italia

Io capii che avremmo perso quando sentii la formazione con Bagni numero 9 e uno fra careca e Giordano (non mi ricordo chi) in panchina. Bianchi aveva preso atto che non potevamo giocarla ad armi pari e aveva rinunciato alla MaGiCa per un uomo in più a centrocampo.
Il segno di una sconfitta annunciata.
Quando Diego pareggiò su calcio di punizione feci in ginocchio dalla camera mia alla cucina, mia madre e mia sorella spaventate, e sperai, ma.. tutto fu vano... credo che Ameri tenesse per noi perché sul gol di Van Basten disse "traversa!" .. "no, la palla è entrata, scusate, gol" ..

Un incubo.

Per me erano scoppiati e basta. L'unica cosa veramente sospetta fu quella frase nel dopo partita detta non ricordo se da Garella o da Bagni.. "ora non dipende più da noi" .. quasi con un senso di sollievo...
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: Giaguaro - Marzo 05, 2015, 07:37:53 am
Io sono andato allo stadio dal 1982 ed ho tifato Napoli nei tempi dei campionati mediocri da centro classifica, poi Maradona ed il Napoli dei sogni, fino a quel momento in cui si correva forte verso il secondo scudetto, strameritatamente. Luciano Castellini diverra' mio beneamato imperituro a partire da un glorioso Inter-Napoli 2-2 (forse campionato 1981/82 ) con gli azzurri che negli ultimi dieci minuti fanno due gol ed io che gongolo dal secondo anello di SSiro (il terzo non esisteva ancora), ed io che, da giovanissimo portiere di buone speranze già in squadre di terza categoria, cercavo di carpirne i segreti dalle immagini della moviola alla Domenica Sportiva.

Nel fatidico campionato 87/88 avevo seguito le trasferte piu' insidiose nei campi ostili del nord (Bergamo, Como, Meazza con le due Milanesi...). Verona la schifavo cosi' tanto che non ci andai mai per non sporcarmi le suole delle scarpe, ma partecipai ad una sua trasferta (inter -verona) al solo scopo di insultarli dal vivo, e riuscii anche ad intrufolarmi tra la sicurezza per stringere la mano a quel pelato di Fanna, preventivamente sputata ovviamente.
Di quel campionato ricordo quello che si diceva nelle ultime giornate quando il fato sembrava accanirsi contro di noi: erano gli anni del totonero e dell'anti napoletanismo sfrenato, nonche' della milano da Bere e del totale senso d'impunita' di affaristi di ogni risma, con manipulite non ancora scoppiata.

Beh si diceva chiaramente a Napoli che la camorra aveva venduto il campionato per questione di Totonero (che ai tempi pagava di piu', piu' in fretta e con piu' affidabilita' del Totocalcio ufficiale), e che fosse cosi' tanto esposta da fare perdite plurimiliardarie in caso di vittoria del Napoli. Napoli non doveva vincere anche in virtu' di uno strapotere Milanese nell'economia e nella societa' che, con un Berlusconi in ascesa, reclamava la ricchissima piazza di Milano come palcoscenico unico.

Prove non ne vidi mai, ma la sensazione fortissima fu proprio quella della squadra venduta (e i fatti del calcio scommesse emersi a piu' riprese negli anni a seguire coinvolgenti altre squadre e campionati dimostrarono come le minacce ai giocatori di Serie A per comprarsi le partite sono storicamente provate da parte di mafie di tutti i tipi, figuriamoci quale possa essere stata ipoteticamente un'influenza della camorra su una squadra cittadina... sicuramente persone ricattabili ne avrebbero potute trovare... )

Come vissi quel campionato?  Con una delusione estrema: smessi di seguir il calcio completamente per circa 10 anni, e per i successivi 15 anni seguii solo la Nazionale. Non m'interesdai del secondo scudetto, sentendomi tradito profondamente dal sistema, ne' versai una lacrima per il fallimento e la ripartenza dalla C.

Ho recuperato passione solo negli ultimi anni, e un Napoli umile con budget limitato che vuole fare bene circondato dalla passione immutata nei decenni di tutta una citta' mi ha riacceso la fiamma. Ora che posso permettermelo compro gadget e magliette ufficiali, cose inarrivabili quando da ragazzo squattrinato facevo i salti mortali per la trasferta a Bergamo col Comando Ultra Curva B (CUCB, ma chi lha inventato st'acronimo improbabil?), coprendo le spalle a Gennaro Montuori, in arte Palummella.
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: andreab1926 - Marzo 05, 2015, 08:40:36 am
Dai ragazzi fu tutto palesemente venduto... Dei ragazzi che stanno lì lì per vincere lo scudetto sono talmente carichi che la stanchezza la trasformano in energia
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: NikGerace - Marzo 05, 2015, 14:18:46 pm
Io sono andato allo stadio dal 1982 ed ho tifato Napoli nei tempi dei campionati mediocri da centro classifica, poi Maradona ed il Napoli dei sogni, fino a quel momento in cui si correva forte verso il secondo scudetto, strameritatamente. Luciano Castellini diverra' mio beneamato imperituro a partire da un glorioso Inter-Napoli 2-2 (forse campionato 1981/82 ) con gli azzurri che negli ultimi dieci minuti fanno due gol ed io che gongolo dal secondo anello di SSiro (il terzo non esisteva ancora), ed io che, da giovanissimo portiere di buone speranze già in squadre di terza categoria, cercavo di carpirne i segreti dalle immagini della moviola alla Domenica Sportiva.

era il 1982/83 ... Antonino Criscimanni di testa e Raimondo Marino dal limite dell'area, mi pare che già ci fosse Zenga in porta ma non ne sono sicuro aL 100%
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: Giaguaro - Marzo 05, 2015, 20:25:37 pm
17 ottobre 1982, inter napoli 2-2, sesta giornata per la precisione.

Guardate che ho trovato anche il filmato:  https://m.youtube.com/watch?v=aHJgATcoMKE

Posso dire io c'ero !

Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: NikGerace - Marzo 05, 2015, 23:17:28 pm
è vero c'era Bordon in porta ...
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: Giaguaro - Marzo 06, 2015, 06:52:40 am
Guardate che bella storia vi ho trovato sullo scudetto venduto:

http://attualizzandolafoschia.blogspot.de/2011/02/calcio-camorra-e-cocaina-lo-scudetto_5600.html (http://attualizzandolafoschia.blogspot.de/2011/02/calcio-camorra-e-cocaina-lo-scudetto_5600.html)

Fatti ricostruiti in un libro scritto da tre giornalisti sportivi e Marco Travaglio.  Ricattabilita' dei giocatori adusi alla cocaina e disastro finanziario della camkrra a causa deo totonero sono le ragioni della perdita di ounti repentini.
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: rugod - Luglio 06, 2017, 11:16:01 am
mhà....io n ci credo alla dietrologia...in questo noi italiani siamo veri maestri

tutto accade sempre perché forze oscure tramano contro il giusto

ogni sconfitta e ogni vittoria in italia si devono analizzare facendo sempre i conti con trame , macchinazioni e imbrogli (nn che fossero assenti in quegli anni come adesso)

io credo che semplicemente il milan giocava un altro calcio.
il milan era una squadra del 2000 che giocava nel 1987

tenete presente che sacchi non ha inventato la zona come molti dicono erroneamente
sacchi ha portato l'atletica nel calcio
famosa fu una sua dichiarazione su chi gli chiedeva il perché i calciatori li facesse allenare tanto duramente e lui rispose che guadagnavano troppi soldi per allenarsi un'oretta ogni due giorni
a quei tempi il calcio non era ancora fisico, era sono tecnico...le squadre non pressavano, non correvano, le punte non erano i primi difensori, le squadre nn giocavano corte
immaginate a quei tempi trovarsi di fronte il milan di sacchi al massimo della forma...una squadra che in trasferta (in quel calcio a 2 punti a vittoria in trasferta si andava per pareggiare) ti veniva a pressare fin dentro alla tua area, dove eri costretto a giocare la palla in un decimo di secondo , mentre normalmente avevi tutto il tempo che volevi ..immaginate di trovarvi Gullit che un secondo prima era in area di rigore a colpire di testa e poi l azione dopo te lo trovavi a pressare il tuo terzino
Praticamente il milan di sacchi giocava in 20
Quell'anno i lmilan trovò la forma solo il girone di ritorno (erano comunque metodi avvenieristici per l'epoca , ancora da perfezionare) , ma se avesse giocato anche il girone d'andata allo stesso modo avrebbe vinto lo scudetto con 15 giornate d'anticipo
Il napoli era fortissimo, con dei giocatori sublimi, ma il milan era una squadra troppo moderna ....rivedetevi la partita e vedete la velocità dei giocatori del  milan e dei nostri...i nostri non andavano lenti, andavano alla normale andatura di quegli anni..era il milan a andare forte
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: Zilly - Luglio 06, 2017, 22:08:26 pm
Sicuramente il Napoli più forte mai visto.
Ma arrivammo alla fine senza birra in corpo mentre i berluscoidi viaggiavano come treni.
La coca, la camorra, il totonero, in quegli anni si è detto di tutto, ma ci credo poco.

Inviato domani

Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: Dieguito - Luglio 07, 2017, 09:00:34 am
17 ottobre 1982, inter napoli 2-2, sesta giornata per la precisione.

Guardate che ho trovato anche il filmato:  https://m.youtube.com/watch?v=aHJgATcoMKE

Posso dire io c'ero !

Ahahah, rigore clamorosamente inventato!

Sicuramente il Napoli più forte mai visto.


Tra i Napoli classici sì, ma quello attuale è più forte. :look:
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: LAGRANGIA - Luglio 07, 2017, 09:10:45 am
Se il forum fosse esistito in quegli anni:

dall'84 all'86: con Diego non si vince, sopravvalutato, etc.

dall'86: tre scudetti nel cesso con Inter, Milan, Samp....potevamo avere 5 scudetti,
Ferlaino pappone, Ferlaino vattene.

Ad ogni modo che invidia, anche considerando che nascendo nel 1960 conseguendo gli stessi
titoli che ho oggi, dall'84 al 91 avrei maturato 8 anni di stipendi e contributi,
cosa oggi purtroppo non avvenuta. Avrei vissuto l'ebbrezza Diego, visto due scudetti,
oggi avrei già due case di proprietà.

O forse sarei morto nell'83 mangiandomi il cazzo.

Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: rugod - Luglio 07, 2017, 09:34:06 am
Sicuramente il Napoli più forte mai visto.
Ma arrivammo alla fine senza birra in corpo mentre i berluscoidi viaggiavano come treni.
La coca, la camorra, il totonero, in quegli anni si è detto di tutto, ma ci credo poco.

Inviato domani

non è che arrivammo senza birra, era il milan ad andare ad un'altra velocità...giocava proprio un altro calcio
All'epoca ancora si marcava a uomo, quindi il calcio era una serie di duelli individuali.
lo stopper sul centravanti , il terzino sull'ala, il mediano sul trequartista...di solito il gioco si sviluppava col libero che si sganciava dalla difesa e portava palla libero, mentre si formavano le marcature...era il dribbling (che all'epoca era il gesto tecnico più importante ) a scardinare il sistema di difesa avversario....appena in dribblig ci si liberava de proprio marcatore , saltavano a cascata le altre marcature perché bisognava andare a chiudere sul portatore di palla.
Si giocava così in italia e in europa.....molte squadre giocavano ancora a uomo puro, col marcatore che ti seguiva per tutto il campo

quel milan lì giocava con difesa in linea alzata fino al centrocampo, con il centravanti che andava a pressare il libero avversario....se prima il trequartista doveva duellare solo col mediano avversario, adesso ne aveva 3 addosso perché il milan giocava raccolto in 10 metri...se perdevano palla, invece di rientrare , come si faceva all'epoca per prendere le marcature, il milan scattava in avanti, pressandoti senza darti il tempo di giocare tranquillo...
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: Zilly - Luglio 07, 2017, 11:47:54 am
Ahahah, rigore clamorosamente inventato!

Tra i Napoli classici sì, ma quello attuale è più forte. :look:
Intendevo come singoli giocatori

Inviato domani

Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: Zilly - Luglio 07, 2017, 11:51:09 am
non è che arrivammo senza birra, era il milan ad andare ad un'altra velocità...giocava proprio un altro calcio
All'epoca ancora si marcava a uomo, quindi il calcio era una serie di duelli individuali.
lo stopper sul centravanti , il terzino sull'ala, il mediano sul trequartista...di solito il gioco si sviluppava col libero che si sganciava dalla difesa e portava palla libero, mentre si formavano le marcature...era il dribbling (che all'epoca era il gesto tecnico più importante ) a scardinare il sistema di difesa avversario....appena in dribblig ci si liberava de proprio marcatore , saltavano a cascata le altre marcature perché bisognava andare a chiudere sul portatore di palla.
Si giocava così in italia e in europa.....molte squadre giocavano ancora a uomo puro, col marcatore che ti seguiva per tutto il campo

quel milan lì giocava con difesa in linea alzata fino al centrocampo, con il centravanti che andava a pressare il libero avversario....se prima il trequartista doveva duellare solo col mediano avversario, adesso ne aveva 3 addosso perché il milan giocava raccolto in 10 metri...se perdevano palla, invece di rientrare , come si faceva all'epoca per prendere le marcature, il milan scattava in avanti, pressandoti senza darti il tempo di giocare tranquillo...
Assolutamente vero

Io sacchi con la sua falsa "umilté" lo schifo malamente, ma ha cambiato il calcio ....

Inviato domani

Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: rugod - Luglio 07, 2017, 12:55:12 pm
Assolutamente vero

Io sacchi con la sua falsa "umilté" lo schifo malamente, ma ha cambiato il calcio ....

Inviato domani

aggiungiamoci pure un'altra cosa....la difesa giocava in linea....non aveva il libero staccato che andava a chiudere gli spazi, ma aveva il libero in linea che era baresi, il coordinatore della difesa
considerate che all'epoca i difensori avevano un solo compito, togliere palla all'attacco avversario...erano quindi grossi, potenti, aggressivi e con i piedi fucilati
baresi era l'esatto contrario del difensore dell'epoca (prima di sacchi era impiegato spesso a centrocampo) aveva piedi buoni, era magro con un'intelligenza tattica fuori dal comune...baresi col braccio alzato era l'immagine iconica del milan di sacchi che impiegava la tattica del fuorigioco e difesa attiva..il milan, cioè aggrediva in fase di non possesso alzando la linea di difesa e, poiché gli avversari giocavano lunghi e non esistendo il fuorigioco passivo (cioè chiunque era aldilà della linea di difesa, anche se non attivo nel gioco, era considerato in offside) praticamente metteva sempre in fuorigioco gli avversari...

il concetto di umiltè che è diventato un po' anche per prenderlo in giro il suo motto, partiva dalla tesi che i calciatori erano solo i membri di una squadra che doveva giocare compatta come un organismo unico, quindi nella filosofia sacchiana , van basten contava quanto colombo e che quindi tutti dovevano allenarsi allo stesso modo (cioè duramente)
se leggete le dichiarazioni di ancelotti che ricorda i primi allenamenti di sacchi e di quanto lo schifassero alll'inizio i calciatori potete capire il livello di rivoluzione che ha portato nel calcio
ancelotti diceva che alla fine dell'allenamento non ce la facevano a fare le scale , che avevano la nausea per la fatica....si allenavano senza palla muovendosi per il campo per provare gli schemi fino all'esaurimento nervoso....se confrontate questi allenamenti con quelli del napoli dell'epoca (le rovesciate nel fango di diego ) forse si può capire il perché il milan al san paolo ci fece il culo a tarallo
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: Gigi77 - Settembre 07, 2017, 14:28:43 pm
La delusione fu indescrivibile, ma al termine della stagione successiva ringrazio sempre il Signore per quel secondo posto perché ci permise di partecipare alla coppa UEFA e di vincerla, con lo storico 0-2 a Torino contro la Juve e 3-0 a Napoli ai quarti di finale. Io ero allo stadio e quando ci penso mi viene sempre la pelle d'oca
Titolo: Re:Il "terzo" scudetto (Stagione 87/88)
Inserito da: Cranyo - Settembre 07, 2017, 14:54:58 pm
La delusione fu indescrivibile, ma al termine della stagione successiva ringrazio sempre il Signore per quel secondo posto perché ci permise di partecipare alla coppa UEFA e di vincerla, con lo storico 0-2 a Torino contro la Juve e 3-0 a Napoli ai quarti di finale. Io ero allo stadio e quando ci penso mi viene sempre la pelle d'oca
Ah capit a Cary


Ah no ho sbagliato :look: