CalcioNapoli24 Forum - Il forum dal cuore azzurro

Calcio & altri sport => Altri sport => Topic aperto da: demian88 - Novembre 27, 2012, 18:16:41 pm

Titolo: Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Novembre 27, 2012, 18:16:41 pm
postiamo e commentiamo qui notizie come questa:

Schwazer: "L'antidoping c'è soltanto in Italia"

dal CdS:

"Dopo Pechino sono stati tanti gli episodi che mi hanno fatto prendere quella decisione. Non è facile dover gareggiare contro atleti nei confronti dei quali c'è tanto sospetto. Nessuno dà uno sguardo al di là dell'Italia, dove l'antidoping non esiste". In una intervista-confessione a Donatella Scarnati del TG1, in onda questa sera, l'olimpionico a Pechino 2008 Alex Schwazer ribadisce di aver fatto tutto da solo e spiega il suo stato d'animo di allora: "vi posso dire che negli anni è diventata dura gareggiare contro questi avversari. Ci si sente presi in giro. Se uno qua da noi si dopa non è perchè vuole avere un vantaggio, ma perchè vuole finalmente gareggiare alla pari". Schwazer racconta che per anni avversari dei paesi dell'est, dopo le gare, gli hanno ripetuto sempre questa frase: "Alex Schwazer italiano ha realizzato questo tempo, se non fosse italiano avrebbe fatto registrare un tempo inferiore di cinque minuti. Per me - la riflessione del marciatore - era difficile non partire alla pari con gli altri, anche se in passato lo avevo fatto e avevo vinto, ma dentro di me non ero più sereno, vivevo tutto in maniera negativa. Ho sbagliato. Forse mi sarei dovuto fermare per un anno, occuparmi di altre cose e probabilmente sarei rientrato e avrei vinto come a Pechino. La tristezza e la rabbia mi hanno spinto a fare un terribile errore".

Alex Schwazer adesso studia Economia a Innsbruck: "Sto cercando di provare altri stimoli... Sono stati dei mesi molto intensi. Positivi per la nuova sfida che riguarda il Master, ma anche negativi perchè sono state dette e scritte sul mio conto tante cose non vere che hanno coinvolto persone che, purtroppo, non c'entrano niente. Mesi difficili". L'ombra del dottor Ferrari, messo al bando dal Coni fin dal 2002: Schwazer lo ha incontrato nel 2010, non per il doping - ripete - ma per farsi preparare delle tabelle di allenamento: "sapevo che era sospettato per dei precedenti episodi legati al doping,ma non sapevo che era stato radiato dal coni,altrimenti non ci sarei mai andato" E infine, la Kostner e le perplessità sul fatto che anche lei potesse sapere. "Carolina sta bene. La gente deve sapere che quando due atleti di vertice stanno insieme, il rapporto non si può paragonare a quello delle coppie normali che lavorano e si incontrano alla fine della giornata.. noi non ci vediamo per dei lunghi periodi e ci sentiamo solo al telefono. Chi pensa ad un rapporto normale è ovvio che dica: cavolo,lui mette l'eritropoietina nel frigorifero e lei non si accorge di nulla, ma non è così... quando uno decide di doparsi o si confida con qualcuno, oppure sceglie il segreto e non lo dice a nessuno. Come ho fatto io".



dalla gazza:

Il momento che cambia la vita di Alex Schwazer è una sera di fine agosto del 2011, in Corea del Sud. La mattina il marciatore altoatesino - medaglia d’oro olimpica nel 2008 a Pechino - ha gareggiato al Mondiale nella 20 chilometri, e anche se si è qualificato solo nono è soddisfatto del risultato: arriva da un periodo difficile (dopo Pechino ha cambiato allenatore, città, psicologo) e in primavera si è rotto un legamento. Ma, quella sera, gli si avvicina un gruppo di atleti stranieri che in gara sono andati molto forte, e che sono appena rientrati da una squalifica per doping. Sghignazzano, ridono di lui, e c’è una frase che per Alex è una pugnalata: "Schwazer Italia 3 ore e 36, Schwazer Russia 3 ore e 30". Ovvero: il tempo che fa da 'pulito' rispetto a quello che - se imitasse tanti atleti russi - farebbe da 'dopato'?. Per Schwazer quelle parole ne vogliono dire una sola: stupido. Il resto è nelle cronache: l'acquisto delle fiale di eritropoietina in una farmacia turca, le iniezioni cominciate il 13 luglio 2012, il 30 dello stesso mese il controllo che lo trova positivo e che determina l'esclusione dall'Olimpiade di Londra, l'8 agosto lo shock della conferenza stampa, l'intervento della giustizia sportiva e di quella ordinaria, che si pronunceranno prossimamente.
Dopo un lungo silenzio, l'ex marciatore azzurro torna a parlare in una doppia intervista al Tg1, in onda questa sera, e a Vanity Fair, in edicola domani. Ribadisce di aver fatto tutto da solo e spiega il suo stato d'animo di allora: "Ci si sente presi in giro. Se uno qua da noi si dopa non è perché vuole avere un vantaggio, ma perché vuole finalmente gareggiare alla pari. Non è facile dover gareggiare contro atleti nei confronti dei quali c'è tanto sospetto. Nessuno dà uno sguardo al di là dell'Italia, dove l'antidoping non esiste". Poi un rimpianto: "Forse mi sarei dovuto fermare per un anno, occuparmi di altre cose e probabilmente sarei rientrato e avrei vinto come a Pechino. La tristezza e la rabbia mi hanno spinto a fare un terribile errore".


Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Gilles27 - Dicembre 03, 2012, 22:51:47 pm
Il fatto è che ci sono molte nazioni (vedi la Spagna) che lasciano i loro atleti dopati. Poi quando arriva il processo nazionale per loro è casualmente tutto ok, poi quando arrivano al tribunale internazionale, tac, squalificati :sisi:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: el schiatty napoletano - Dicembre 03, 2012, 22:59:27 pm
attendo la spagna di questi anni :)
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Gennaio 29, 2013, 23:58:27 pm
Dalla gazza:

Doping, Fuentes: non solo i ciclisti  - "Dopavo ogni genere di atleta"

È questa la prima forte confessione di Eufemiano Fuentes, il dottore 57enne spagnolo che stamane ha testimoniato a Madrid, all'apertura del processo per Operacion Puerto, il blitz condotto nel 2006 dalla polizia spagnola contro il doping nel ciclismo. Il processo vede tra i protagonisti anche l'ex vincitore di Tour de France, Giro d'Italia e Vuelta spagnola, Alberto Contador.


Coinvolti oltre ai ciclisti (gruppo più numeroso), anche calciatori, tennisti e mezzofondisti tra i nomi noti al pubblico.
Titolo: Re: Doping ed antidoping
Inserito da: Napolidomina - Gennaio 30, 2013, 08:52:15 am


spagnoli magari? Che schifo!
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: freshvinc - Gennaio 30, 2013, 12:00:35 pm
Il fatto è che ci sono molte nazioni (vedi la Spagna) che lasciano i loro atleti dopati. Poi quando arriva il processo nazionale per loro è casualmente tutto ok, poi quando arrivano al tribunale internazionale, tac, squalificati :sisi:

Ovvio. Atleti che vincono portano più soldi. Quindi conviene anche a loro. Si risanano il bilancio cosi.  :ok: :ok:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: el schiatty napoletano - Gennaio 30, 2013, 14:30:56 pm
il boom spagnolo :)
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Febbraio 09, 2013, 11:25:23 am
Dalla Rosa:

Doping, Cipollini: un mito in pezzi. Il fango dopo dieci anni
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: joker87 - Febbraio 09, 2013, 11:59:16 am
la Spagna c'è dentro di brutto.....sicuro
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: TOTORE-RASTAMAN - Febbraio 09, 2013, 12:07:59 pm
L'altro giorno a sport merdaset hanno fatto vedere degli appunti di fuentes dove faceva un po di conti sui "clienti".
Nella lista, sotto a RSOC (evidentemente real sociedad), c'era scrtto chiatto chiatto MILAN..... :look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: #amanteroschifo - Febbraio 09, 2013, 12:08:55 pm
L'altro giorno a sport merdaset hanno fatto vedere degli appunti di fuentes dove faceva un po di conti sui "clienti".
Nella lista, sotto a RSOC (evidentemente real sociedad), c'era scrtto chiatto chiatto MILAN..... :look:
Vabè, pure la figlia di Pique e Shakira si chiama Milan :look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Febbraio 09, 2013, 12:10:41 pm
Wenger, proposta choc: "Esami del sangue ai calciatori"

Dove sta lo choc della proposta? I calciatori sono dei privilegiati anche nell'antidoping...Ridicoli i controlli solo sulle urine ai sorteggiati (due tra tutti coloro presenti in campo e pure in panchina!) e solo al termine delle partite, a meno di controlli extra, decisi una tantum dalle Federazioni...
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Febbraio 09, 2013, 12:20:34 pm
Vabè, pure la figlia di Pique e Shakira si chiama Milan :look:
:ahha:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: JoeFalchetto715 - Febbraio 09, 2013, 12:58:27 pm
Azz, di Cipollini leggo solo ora. Non che non ci fosse qualche sospetto, però veramente praticamente ad uno ad uno stanno mandando in frantumi il ciclismo degli ultimi 20 anni.

Se viene fuori qualcosa pure sul Tour di Cadel Evans, davvero è la fine, non resta più niente da salvare.
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: leif - Febbraio 09, 2013, 14:02:40 pm
ma se si drogano tutti non è come se non si drogasse nessuno :look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Febbraio 09, 2013, 14:06:27 pm
ma se si drogano tutti non è come se non si drogasse nessuno :look:
......
no dipende da quanto si droga ognuno...
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: JoeFalchetto715 - Febbraio 09, 2013, 14:25:42 pm
ma se si drogano tutti non è come se non si drogasse nessuno :look:
Alcuni si drogano di più, quindi non vale!  :look:
Titolo: R: Doping ed antidoping
Inserito da: Newrotico - Febbraio 09, 2013, 14:28:12 pm
Cipollini la tiene la faccia del fattone :shhlook:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Def Leppard - Febbraio 09, 2013, 15:20:15 pm
ma se si drogano tutti non è come se non si drogasse nessuno :look:
allora che cazzo si drogano a fare?  :look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: joker87 - Febbraio 09, 2013, 16:30:12 pm
ma se si drogano tutti non è come se non si drogasse nessuno :look:
allora che cazzo si drogano a fare?  :look:
puro piacere  :look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: #amanteroschifo - Febbraio 09, 2013, 20:21:48 pm
Cipollini :sbonk: :sbonk: :sbonk: :facepalm:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: JoeFalchetto715 - Luglio 14, 2013, 20:47:38 pm

Tyson Gay positivo: salterà i Mondiali

Asafa Powell e altri quattro giamaicani positivi

Altri casi di positività dopo quella individuata nei confronti dello statunitense Tyson Gay: tra i cinque ci sarebbero due medagliati di Londra 2012. I primi nomi usciti sono quelli di Asafa Powell, Nesta Carter e Sheron Simpson

Non solo Tyson Gay: anche cinque atleti giamaicani sarebbero state trovati positivi a prodotti illeciti, nel corso dei campionati nazionali d’atletica che si sono tenuti dal 20 al 23 giugno.

Tra questi cinque sarebbero presenti anche due sprinter detentori di una medaglia d’oro olimpica e un junior: tre i nomi usciti fino a questo momento. Quelli di Asafa Powell, Nesta Carter e Sheron Simpson. A darne notizia è il giornale giamaicano “The Gleaner”, che afferma anche che gli atleti in questione avrebbero potuto ingerire la sostanza proibita a seguito dell’introduzione di nuovi complementi alimentari (o intergratori) nel loro regime durante gli allenamenti.

"Stiamo lavorando con la WADA per capire come la sostanza è entrata nel suo corpo", ha affermato Paul Doyle, agente di Asafa Powell. Più dirette invece le dichiarazioni di Sherone Simpson, medaglia d'argento a Londra 2012 nella 4x100m: "E' un brutto periodo per me: ho ricevuto un avviso che mi diceva che le mie urine del 21 giugno (dopo le finali dei 100m) sono risultate positive a uno stimolante, l'oxilofrina. Sono un atleta e come tale responsabile di qualsiasi cosa entri nel mio corpo. Non introdurrei mai una sostanza illegale nel mio corpo".

Per il momento la commissione giamaicana anti-doping ha confermato le cinque positività, riferendo però di non aver ancora in mano i risultati delle contro-analisi. “Non posso dire altro finché tutti gli atleti coinvolti non saranno messi al corrente della cosa”, ha detto il dottor Herb Elliott.

Altro duro colpo per l’atletica giamaicana che solo qualche settimana fa aveva visto un’altra sua rappresentante, Veronica Campbell-Brown, positiva a un test per un diuretico utilizzato per migliorare le prestazioni e sospesa dalla sua federazione.

Sent from my Galaxy Nexus using Tapatalk 4 Beta

Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Onisco - Luglio 14, 2013, 20:50:04 pm
:facepalm:

Sent from my GT-N7100 using Tapatalk 4 Beta

Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Luglio 14, 2013, 21:10:08 pm
Occorre vedere quali sono le sostanze incriminate per ciascun atleta...
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Viper2000 - Luglio 14, 2013, 21:11:42 pm
Occorre vedere quali sono le sostanze incriminate per ciascun atleta...

Per Simpon si tratterebbe di oxilofrina come scritto nell'articolo postato da Joe :sisi:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Luglio 14, 2013, 21:17:33 pm
Per Simpon si tratterebbe di oxilofrina come scritto nell'articolo postato da Joe :sisi:
Se non erro ci dovrebbe essere una differenziazione della sanzione in base al tipo di sostanza usata
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Viper2000 - Luglio 14, 2013, 21:28:23 pm
Per cercare di raggiungere Bolt (che è totalmente estraneo ai fatti) hanno perso un po' tutti la testa :asd:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Luglio 14, 2013, 21:49:28 pm
Aspettiamo di conoscere maggiori particolari..
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: JoeFalchetto715 - Luglio 14, 2013, 23:27:18 pm
Questo dimostra come il doping sia ovunque.
E resto convinto che se facessero controlli seri, pure nel calcio salterebbero tante teste.

Sent from my Galaxy Nexus using Tapatalk 4 Beta

Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Diedorf - Luglio 15, 2013, 08:34:35 am
Il "controllo serio" e quello che fanno ai ciclisti (per questo li beccano). Passaporto biologico e ti vengono a prelevare a ti fanno le analisi in qualsiasi posto ed a qualsiasi ora. Oramai pochissimi sono tanto fessi da farsi la roba durante le competizioni, si scelgono tempi, modi e dosi che consentano dei vantaggi ma che annullino i rischi.

Con le analisi dell'urina non becchi nessuno, gli unici negli ultimi anni li prendono per cocaina perché non possono farne a meno, ma quello non è doping e pura dipendenza da una sostanza "ludica". Le sostanze "serie" richiedono approcci dopanti "seri".

Comunque l'antidoping sta facendo un grosso lavoro, pur essendo sempre un passo indietro al doping (ma questo è normale).
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: freshvinc - Luglio 15, 2013, 10:49:28 am
Questo dimostra come il doping sia ovunque.
E resto convinto che se facessero controlli seri, pure nel calcio salterebbero tante teste.

Sent from my Galaxy Nexus using Tapatalk 4 Beta

Non solo il calcio. Ma anche tennis, rugby... fino alla pelota basca.  :sisi:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Viper2000 - Luglio 15, 2013, 11:02:58 am

Comunque l'antidoping sta facendo un grosso lavoro, pur essendo sempre un passo indietro al doping (ma questo è normale).

l'antidoping è sicuramente un passo indietro (a volte anche due o tre) ma sta dimostrando che col tempo riesce a colmare questo distacco togliendo anche dopo svariati anni medaglie mondiali e olimpiche (vedi il caso Marion Jones) grazie all'utilizzo di nuove tecnologie che rilevano meglio la presenza di doping su campioni conservati anni prima; non sarà il massimo punire con ritardo un atleta ma almeno dà la sensazione a chi decide di doparsi che se non sarà subito e se non sarà tra 2 anni di sicuro verranno presi (e sputtanati) nel giro di 5-10 anni (e credo che ridurre al minimo il tempo di scoperta di nuovi agenti dopanti, permetterà di raggiungere risultati, in termini di prevenzione, ancora maggiori)
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: TomDurrr - Luglio 15, 2013, 11:19:14 am
Per cercare di raggiungere Bolt (che è totalmente estraneo ai fatti) hanno perso un po' tutti la testa :asd:
Dici ? secondo me non si salva nessuno...  :asd:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Viper2000 - Luglio 15, 2013, 11:35:54 am
Dici ? secondo me non si salva nessuno...  :asd:

 Bolt si allena separatamente dal gruppo di Powell, gli fanno controlli da dieci anni e non hanno mai trovato nulla, in più ha più volte sfidato (a mo di sfottó) l'antidoping a controllarlo dove e quando volevano loro proprio perché non ha nulla da nascondere, quindi attualmente è totalmente estraneo ai fatti e pensare il contrario per ora sono solo congetture personali basate sul fatto che in una sola giornata hanno beccato molti atleti, ma è sbagliato fare di tutta l'erba un fascio.
Per me Bolt è un talento naturale e finché non lo troveranno positivo non ci penserò neanche a un suo possibile coinvolgimento in questa storia.
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: el schiatty napoletano - Luglio 15, 2013, 13:03:30 pm
Bolt si allena separatamente dal gruppo di Powell, gli fanno controlli da dieci anni e non hanno mai trovato nulla, in più ha più volte sfidato (a mo di sfottó) l'antidoping a controllarlo dove e quando volevano loro proprio perché non ha nulla da nascondere, quindi attualmente è totalmente estraneo ai fatti e pensare il contrario per ora sono solo congetture personali basate sul fatto che in una sola giornata hanno beccato molti atleti, ma è sbagliato fare di tutta l'erba un fascio.
Per me Bolt è un talento naturale e finché non lo troveranno positivo non ci penserò neanche a un suo possibile coinvolgimento in questa storia.
quoto

al massimo gli trovano la frittura nel sangue :look:

Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: el schiatty napoletano - Luglio 15, 2013, 13:04:05 pm
ma di quella cinese che andava più veloce dei tonni controcorrente non si è saputo nulla? :look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: freshvinc - Luglio 15, 2013, 15:02:43 pm
quoto

al massimo gli trovano la frittura nel sangue :look:

O del detersivo. :look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Diedorf - Luglio 15, 2013, 15:10:37 pm
E' morta, ma per cause naturali  :look:

No scherzo.

Comunque sono tutti puliti fino a prova contraria.

Ricordo però che all'atleta più controllato di tutti i tempi nello sport più controllato di tutti hanno tolto tutti i titoli ed ha ammesso le sue colpe.

Il problema non è "dicotomico", cioè doping non doping, ma anche quantitativo e qualitativo. Cosa ti fai, quanta te ne fai, con quale frequenza, per quanto tempo etc. Se ad uno gli consenti di doparsi per anni con dosi da cavallo e poi gli dai roba "leggera" (o nulla) per le gare avrà comunque acquisito un vantaggio improprio.

Spero ci siano dei terremoti anche in sport più seguiti come il calcio, il tennis o il rugby, perché senza "terremoti" si pensa sempre che determinati sport siano "puliti". Per me sono puliti solamente perché facciamo le analisi ancora sulle urine.
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: tonyesp - Luglio 15, 2013, 18:05:16 pm
l'antidoping è sicuramente un passo indietro (a volte anche due o tre) ma sta dimostrando che col tempo riesce a colmare questo distacco togliendo anche dopo svariati anni medaglie mondiali e olimpiche (vedi il caso Marion Jones) grazie all'utilizzo di nuove tecnologie che rilevano meglio la presenza di doping su campioni conservati anni prima; non sarà il massimo punire con ritardo un atleta ma almeno dà la sensazione a chi decide di doparsi che se non sarà subito e se non sarà tra 2 anni di sicuro verranno presi (e sputtanati) nel giro di 5-10 anni (e credo che ridurre al minimo il tempo di scoperta di nuovi agenti dopanti, permetterà di raggiungere risultati, in termini di prevenzione, ancora maggiori)

L'antidoping è sicuramente indietro perchè il moderno doping viene "disegnato" in maniera tale da sfuggire alle attuali tecniche e/o ricerche.

Il problema degli sport cosiddetti "minori" è che se pure ti ritirano la medaglia dopo 2 anni, in questo caso il vero momento di gloria e quel podio, quell'inno nazionale, la folla che ti applaude in uno stadio anche se manco il 95% delle persone sa il tuo nome (salvo poche eccezioni). Se io finisco secondo da pulito, e dopo due anni mi danno un oro... non avrò avuto nulla di quella gioia e di quel trionfo che avrei giustamente meritato...  :fermo:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Capitan Harlock - Luglio 15, 2013, 19:10:42 pm
L'antidoping è sicuramente indietro perchè il moderno doping viene "disegnato" in maniera tale da sfuggire alle attuali tecniche e/o ricerche.

A me niente mi leva dalla testa che ci sono stati in cui vengono somministrate sostanze dopanti, invisibili ai controlli,come normale pratica sportiva, Cina e la Spagna su tutti; riguardo a questi ultimi , e mi ripeto,non mi spiego come nell'ultimo ventennio
siano esplosi in alcuni sport di squadra ( calcio e basket) dove erano sempre stati scadenti, per non parlare del tennis ( da Emilio Sanchez fino a Nadal) dove sono la nazione che vanta piu atleti nei primi 100 in classifica al mondo ( piu degli Usa!).
Guarda caso il famigerato dott."doping" ( al secolo Fuentes) e' spagnolo.
Ps vedrete che anche il buon Froome, prossimo vincitore del tour, verrà sgamato
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: tonyesp - Luglio 15, 2013, 22:42:35 pm
A me niente mi leva dalla testa che ci sono stati in cui vengono somministrate sostanze dopanti, invisibili ai controlli,come normale pratica sportiva, Cina e la Spagna su tutti; riguardo a questi ultimi , e mi ripeto,non mi spiego come nell'ultimo ventennio
siano esplosi in alcuni sport di squadra ( calcio e basket) dove erano sempre stati scadenti, per non parlare del tennis ( da Emilio Sanchez fino a Nadal) dove sono la nazione che vanta piu atleti nei primi 100 in classifica al mondo ( piu degli Usa!).
Guarda caso il famigerato dott."doping" ( al secolo Fuentes) e' spagnolo.
Ps vedrete che anche il buon Froome, prossimo vincitore del tour, verrà sgamato

Sono d'accordo con te, soprattutto sta cosa della Spagna onestamente è troppo sospetta...
Per quanto riguarda il ciclismo, io dopo la storia di Armstrong con questo sport ho chiuso. Vinci solo se sei dopato, non esiste nessun allenamento in grado di farti fare quei ritmi...
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Luglio 15, 2013, 23:15:43 pm
E' morta, ma per cause naturali  :look:

No scherzo.

Comunque sono tutti puliti fino a prova contraria.

Ricordo però che all'atleta più controllato di tutti i tempi nello sport più controllato di tutti hanno tolto tutti i titoli ed ha ammesso le sue colpe.

Il problema non è "dicotomico", cioè doping non doping, ma anche quantitativo e qualitativo. Cosa ti fai, quanta te ne fai, con quale frequenza, per quanto tempo etc. Se ad uno gli consenti di doparsi per anni con dosi da cavallo e poi gli dai roba "leggera" (o nulla) per le gare avrà comunque acquisito un vantaggio improprio.

Spero ci siano dei terremoti anche in sport più seguiti come il calcio, il tennis o il rugby, perché senza "terremoti" si pensa sempre che determinati sport siano "puliti". Per me sono puliti solamente perché facciamo le analisi ancora sulle urine.
e sorteggiando due persone su 23... :look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: tonyesp - Luglio 15, 2013, 23:18:37 pm
e sorteggiando due persone su 23... :look:

 :look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Luglio 15, 2013, 23:23:52 pm
Sono d'accordo con te, soprattutto sta cosa della Spagna onestamente è troppo sospetta...
Per quanto riguarda il ciclismo, io dopo la storia di Armstrong con questo sport ho chiuso. Vinci solo se sei dopato, non esiste nessun allenamento in grado di farti fare quei ritmi...
occorre distinguere tra chi si dopa per diventare ciò che non è e chi lo fa per recuperare o sentire meno la fatica....ai primi non basta l'epo ma hanno bisogno anche di altro (ormoni della crescita, testosterone, ecc)...
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: tonyesp - Luglio 15, 2013, 23:33:52 pm
occorre distinguere tra chi si dopa per diventare ciò che non è e chi lo fa per recuperare o sentire meno la fatica....ai primi non basta l'epo ma hanno bisogno anche di altro (ormoni della crescita, testosterone, ecc)...

Se gli serve il doping per recuperare più velocemente diventa comunque quello che non è, perchè magari alcuni sono scarsi ma recuperano in fretta, alcuni sono forti ma non recuperano velocemente...
Però questa gente, soprattutto se sono dei campioni che tanti prendono come esempio, uccide lo sport...  :ko:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Torexx - Luglio 15, 2013, 23:43:53 pm
Che schifo che è l'umanità

Sent from my ST25i using Tapatalk 4 Beta

Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Luglio 15, 2013, 23:53:32 pm
Se gli serve il doping per recuperare più velocemente diventa comunque quello che non è, perchè magari alcuni sono scarsi ma recuperano in fretta, alcuni sono forti ma non recuperano velocemente...
Però questa gente, soprattutto se sono dei campioni che tanti prendono come esempio, uccide lo sport...  :ko:
Nel passato forse si pretendeva troppo dai ciclisti (fare tour, giro e classiche a buoni livelli) e qualcuno si aiutava...ma erano comunque grandi corridori...poi dalla seconda metà degli anni 90 hanno cercato di costruire il campione anche se non ne aveva le caratteristiche, senza però creare i "mostri" come nella DDR o le atlete cinesi degli anni 90
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: tonyesp - Luglio 15, 2013, 23:58:09 pm
Invece i cinesi avevano provato a crearlo tramite accoppiamento tra due super tizi, ottenendo Yao Ming.
Risultato?
Un buon giocatore di basket fragile come il cristallo ma soprattutto il meme più usato della storia:  :fuckthatshit:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: el schiatty napoletano - Luglio 16, 2013, 09:37:52 am
Invece i cinesi avevano provato a crearlo tramite accoppiamento tra due super tizi, ottenendo Yao Ming.
Risultato?
Un buon giocatore di basket fragile come il cristallo ma soprattutto il meme più usato della storia:  :fuckthatshit:

però hanno creato il meme :allahsi3: :look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Capitan Harlock - Luglio 16, 2013, 11:25:29 am

Per quanto riguarda il ciclismo, io dopo la storia di Armstrong con questo sport ho chiuso. Vinci solo se sei dopato, non esiste nessun allenamento in grado di farti fare quei ritmi...
[/quote]

Ti dirò di piu, se si andasse a ritroso nel tempo si scoprirebbe che anche i vari Merckx e Coppi si facevano, solo che ai loro tempi la cultura dell'antidoping non esisteva e quindi i loro miti sono salvi ad imperitura memoria, ma imho non erano meno sporchi di un Armstrong qualsiasi
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Viper2000 - Luglio 16, 2013, 11:48:41 am
io abolirei del tutto i controlli antidoping e renderei legale il doping, si risparmierebbero soldi e tempo e la si finirebbe di prendere in giro gli spettatori; la gente ormai vede la nascita di un grande campione, si diventa suo tifoso, ci si appassiona alle sue imprese per poi venire a sapere dopo 10 anni che tutto ciò che aveva fatto il proprio idolo era frutto di imbrogli.

Meglio a questo punto scoprire le carte, tanto lo fanno lo stesso, a dimostrazione dello scarso rispetto che hanno per le regole, per gli spettatori e per il proprio corpo.
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: el schiatty napoletano - Luglio 16, 2013, 13:01:19 pm
io abolirei del tutto i controlli antidoping e renderei legale il doping, si risparmierebbero soldi e tempo e la si finirebbe di prendere in giro gli spettatori; la gente ormai vede la nascita di un grande campione, si diventa suo tifoso, ci si appassiona alle sue imprese per poi venire a sapere dopo 10 anni che tutto ciò che aveva fatto il proprio idolo era frutto di imbrogli.

Meglio a questo punto scoprire le carte, tanto lo fanno lo stesso, a dimostrazione dello scarso rispetto che hanno per le regole, per gli spettatori e per il proprio corpo.

tipo wrestling

po cazzi loro se gli spunta un braccio sul culo :look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: tonyesp - Luglio 16, 2013, 22:06:02 pm
io abolirei del tutto i controlli antidoping e renderei legale il doping, si risparmierebbero soldi e tempo e la si finirebbe di prendere in giro gli spettatori; la gente ormai vede la nascita di un grande campione, si diventa suo tifoso, ci si appassiona alle sue imprese per poi venire a sapere dopo 10 anni che tutto ciò che aveva fatto il proprio idolo era frutto di imbrogli.

Meglio a questo punto scoprire le carte, tanto lo fanno lo stesso, a dimostrazione dello scarso rispetto che hanno per le regole, per gli spettatori e per il proprio corpo.

Sono d'accordo...  :sisi:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Luglio 16, 2013, 22:51:57 pm
Per quanto riguarda il ciclismo, io dopo la storia di Armstrong con questo sport ho chiuso. Vinci solo se sei dopato, non esiste nessun allenamento in grado di farti fare quei ritmi...


Ti dirò di piu, se si andasse a ritroso nel tempo si scoprirebbe che anche i vari Merckx e Coppi si facevano, solo che ai loro tempi la cultura dell'antidoping non esisteva e quindi i loro miti sono salvi ad imperitura memoria, ma imho non erano meno sporchi di un Armstrong qualsiasi
si aiutavano ma non erano costruiti "ad hoc"...l'americano si scopre improvvisamente corridore da gare a tappe dopo una grave malattia ed a 28 anni...
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Viper2000 - Luglio 17, 2013, 00:23:47 am
si aiutavano ma non erano costruiti "ad hoc"...l'americano si scopre improvvisamente corridore da gare a tappe dopo una grave malattia ed a 28 anni...

e permettimi di dire che per quanto riguarda Armstrong la questione fa ancora più schifo perchè ha lucrato sulla sua malattia e ha preso in giro tante persone che vedevano in lui un simbolo
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: JoeFalchetto715 - Luglio 29, 2013, 08:12:41 am
Ti dirò di piu, se si andasse a ritroso nel tempo si scoprirebbe che anche i vari Merckx e Coppi si facevano, solo che ai loro tempi la cultura dell'antidoping non esisteva e quindi i loro miti sono salvi ad imperitura memoria, ma imho non erano meno sporchi di un Armstrong qualsiasi
https://www.youtube.com/watch?v=IG2oT1dfaUs&feature=youtube_gdata_player
0:40

In ogni caso non li si può paragonare ad Armstrong. Come ha detto Demian, è uno che ad un certo punto si è scoperto campione (come Froome).

Sent from my Galaxy Nexus using Tapatalk 4 Beta

Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Lucab75 - Luglio 29, 2013, 08:57:02 am
Fuori dal ciclismo, il Milan di sacchi e la Juve di Lippi destarono più che qualche sospetto...birindelli sembrava ben johnson
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: JoeFalchetto715 - Luglio 29, 2013, 09:12:26 am
Fuori dal ciclismo, il Milan di sacchi e la Juve di Lippi destarono più che qualche sospetto...birindelli sembrava ben johnson
Nooo, nel calcio non c'è doping e quelli erano mostri sacri.
:look:

Alcuni ci credono davvero. :asd:

Sent from my Galaxy Nexus using Tapatalk 4 Beta

Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Gennaio 26, 2015, 19:55:14 pm
dalla rosa:

Armstrong: “Se corressi oggi non mi doperei”
Fa discutere l’intervista di Lance alla Bbc: “Nel 1995 il doping nel ciclismo era invasivo e se tornassi indietro lo rifarei. Ora è diverso. Quando sono tornato nel 2009-2010 ero pulito”
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: el schiatty napoletano - Gennaio 26, 2015, 20:22:19 pm
dalla rosa:

Armstrong: “Se corressi oggi non mi doperei”
Fa discutere l’intervista di Lance alla Bbc: “Nel 1995 il doping nel ciclismo era invasivo e se tornassi indietro lo rifarei. Ora è diverso. Quando sono tornato nel 2009-2010 ero pulito”

grazie al cazzo :look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: El_Perro - Gennaio 26, 2015, 23:39:01 pm
però in parte dice la verità
negl'anni 90'-inizio 2000 il doping era ampiamente utilizzato nel ciclismo e negl'altri sport;proprio perchè l'antidoping stesso non era adatto a trovare le traccie di doping.
quindi eri praticamente obbligato a doparti.
l'antidoping però dopo il 2000 fece molti passi in avanti ,potendo trovare sostanze come l'epo.
il sistema del doping è crollato  e il ciclismo ha deciso di fare una battaglia contro il doping,investendo molto sui controlli e facendo piazza pulita del passato.
quindi oggi ,non ci metterei la mano sul fuoco sulla totale pulizia,ma sicuramente si prende molto di meno rispetto al passato,non a caso le prestazioni dal 2006(anno dell'operation puerto) sono calate rispetto a quelle degl'anni 90'
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Luglio 10, 2015, 21:46:16 pm
Tour: Luca Paolini positivo alla cocaina
L'italiano della Katusha controllato lo scorso 7 luglio. È stato sospeso in attesa delle controanalisi e rimandato a casa dal team russo

Ha senso parlare di doping o è solo una gran brutta "abitudine"?
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Agosto 16, 2015, 12:58:28 pm
«Doping per un terzo degli atleti»
Ma la Iaaf insabbiò lo studio. La rivelazione di Sunday Times e Ard: la federazione internazionale di atletica leggera obbligò al silenzio gli scienziati autori della ricerca sui Mondiali del 2011

 :look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: el schiatty napoletano - Agosto 16, 2015, 13:30:31 pm
:facepalm:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Agosto 17, 2015, 18:46:28 pm
Atletica, doping Alptekin: via l'oro di Londra e 8 anni di stop

L'olimpionica nei 1500 vede ratificato dal Tas l'accordo raggiunto dalla Iaaf con la Federazione turca. Punita già nel 2004, controlli fra il luglio 2010 e l'ottobre 2012 avevano evidenziato valori anomali del sangue. Via titoli, medaglie, punti e premi ottenuti dal 29 luglio 2010 tra cui l'oro olimpico e quello agli Europei di Helsinki
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: el schiatty napoletano - Agosto 17, 2015, 19:23:17 pm
ma in spagna tutto quel casino come andò a finire? :look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Agosto 17, 2015, 19:36:21 pm
ma in spagna tutto quel casino come andò a finire? :look:
per il momento con un condono
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Sonny Boy - Agosto 17, 2015, 22:01:02 pm
hanno distrutto le sacche di sangue :look:
 ...ha fatto scalpore il no della giudice alla concessione delle sacche di sangue degli sportivi sequestrate a Fuentes nel 2006. La motivazione dice che "Prevalgono le garanzie processuali e i diritti fondamentali degli imputati". Non solo: una volta che la sentenza sarà definitiva (mancano due gradi possibili di appello) tutte le sacche saranno distrutte, così come i supporti tecnologici sequestrati agli imputati. Da ultimo, la giudice ha rigettato la richiesta del Coni di annullamento del processo.
http://www.gazzetta.it/Ciclismo/30-04-2013/operacion-puerto-fuentes-condannato-un-anno-sacche-sangue-saranno-distrutte-20313222630.shtml?refresh_ce-cp
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: el schiatty napoletano - Agosto 17, 2015, 22:59:15 pm
Se se :asd: chissà che cazzo usciva
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Novembre 19, 2015, 22:06:21 pm
Atletica, Dominguez condannata: tolto l’oro Mondiale 2009

L’attuale senatrice spagnola, coinvolta nell’Operacion Puerto e nel’Operacion Galgo, è stata fermata dal TAS per 3 anni (ma ha già smesso) che gli ha anche tolto la medaglia iridata nei 3000 siepi

Ci sono voluti 9 anni, però la condanna è arrivata. Marta Dominguez, 40 anni ex atleta e attuale senatrice spagnola, inchiodata dai valori anomali del suo passaporto biologico è stata fermata per 3 anni dal TAS che le ha anche tolto l’oro al Mondiale di Berlino del 2009 e l’argento agli Europei dell’anno dopo a Barcellona, entrambi nei 3000 siepi.
PUERTO E GALGO — Il nome della Dominguez era apparso tanto nell’Operacion Puerto quanto nell’Operacion Galgo, le due principali inchieste antidoping spagnole, datate 2006 e 2010 rispettivamente. In entrambe le occasioni l’atleta di Palencia, al tempo della seconda inchiesta antidoping anche vicepresidente della federatletica spagnola, era riuscita a farla franca nonostante gli indizi contro di lei fossero pesanti.
SENATRICE — Era protetta dal presidente federale Jose Maria Odriozola, in carica dal 1989 e padre padrone del movimento spagnolo, e dal Partito Popolare che nel 2011 la portò al Senato. Il 20 dicembre prossimo in Spagna ci sono nuove elezioni e il PP aveva di nuovo inserito Marta nelle sue liste, al numero 17 a Madrid. Ieri il nome della Dominguez era stato depennato: ufficialmente per ‘motivi personali’, in realtà perché i compagni di partito sapevano che stava per arrivare la condanna del TAS. In questo strano mondo della lotta all’antidoping spagnolo è successo anche che la Dominguez fosse stata scelta per presentare la nuova legge antidoping in Senato, proposito poi naufragato all’ultimo momento di fronte alle proteste dell’opinione pubblica. Nel 2011 Marta, salvata dal crollo dell’Operacion Galgo per difetti di forma, fece un’ultima conferenza stampa nella quale si difese malissimo da chi la accusava di aver frequentato Eufemiano Fuentes (le prove erano numerose) già dall’inizio del secolo, e rivendicò l’assoluta innocenza. Oggi, 4 anni dopo, la verità è venuta a galla.
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Dicembre 02, 2015, 18:44:13 pm
Atletica, doping: Rio a rischio per 26 azzurri: Donato, Howe e Meucci è squalifica?

La procura antidoping del Coni deferisce 26 atleti: elusi i controlli. Archiviata la posizione di 39 per la mancata reperibilità: tra loro Schwazer

Tegola pesantissima sull'atletica azzurra in vista dei Giochi di Rio. Sono in corso i deferimenti di 26 atleti azzurri, con richiesta, da parte della Procura Antidoping della Nado-Italia, di 2 anni di squalifica per eluso controllo. I provvedimenti sono stati decisi in seguito agli sviluppi dell'indagine Olimpia condotta dai Nas-Ros dei carabinieri di Trento, su mandato della procura di Bolzano, e agli accertamenti della stessa Procura Antidoping. Chiesta, invece, l'archiviazione per «mancata reperibilità» ai controlli per 39 dei 65 tesserati Fidal che comparivano nell'indagine.
I NOMI — Tra i deferiti, i triplisti Donato, Greco e Schembri, i maratoneti Lalli, Pertile e il campione europeo Daniele Meucci, l'ex astista Gibilisco ( già ritirato) e il lunghista Andrew Howe. Questi i 26 atleti deferiti: Roberto Bertolini; Migidio Bourifa; Filippo Campioli; Simone Collio; Roberto Donati; Fabrizio Donato; Giovanni Faloci; Matteo Galvan; Giuseppe Gibilisco; Daniele Greco; Andrew Howe; Anna Incerti; Andrea Lalli; Stefano La Rosa; Claudio Licciardello; Daniele Meucci; Christian Obrist; Ruggero Pertile; Jacques Riparelli; Silvia Salis; Fabrizio Schembri; Daniele Secci; Daddour Slimani; Gianluca Tamberi; Marco Vistalli; Silvia Weissteiner.
Tra i 39 archiviati, oltre a Simona La Mantia e Antonietta Di Martino, anche il marciatore Alex Schwazer che, dopo la positività conclamata, sta ora cercando uno sconto di squalifica per poter gareggiare ai prossimi Giochi.
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: TomDurrr - Dicembre 02, 2015, 23:12:26 pm
Solo noi abbiamo dopati che non vincono un cazzo.
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Dicembre 03, 2015, 22:31:02 pm
Solo noi abbiamo dopati che non vincono un cazzo.
In realtà più che di doping si tratta di omessa compilazione di dichiarazioni e allegati vari, neanche di sottrazione a controlli a quanto pare. La maggior parte avrebbe compilato male o saltato una serie di dichiarazioni che pare fossero obbligatorie  :look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Dicembre 03, 2015, 22:35:00 pm
Riporto alcune dichiarazioni degli atleti:

Atletica, doping, Donato: "Noi siamo vittime e innocenti"

Il triplista ultima medaglia azzurra olimpica: "Il danno subito adesso è enorme: qualcuno ha fatto male il proprio lavoro per incompetenza. Siamo innocenti". La Salis posta sui social: "Io pulita, falle tecniche assurde: spedii mail per chiedere spiegazioni alla Fidal"


Greco: "Il sistema funzionava male. Nessun rispetto delle procedure"
Il triplista, nell'elenco dei 26 atleti a rischio squalifica, spiega la sua estraneità a qualsiasi forma di doping e spiega: "Le comunicazioni si perdevano, non è possibile controllare le nostre comunicazioni perché lo stesso Coni non le ha più"
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Dicembre 03, 2015, 22:36:38 pm
Giomi: "I deferiti? Non c'entrano nulla col doping"

Il presidente Fidal sui 26 deferimenti per omesso controllo: "Non è questa l'atletica italiana, questi comportamenti che pure sono frutto in qualche caso di negligenza e superficialità non c'entrano nulla con il doping"

"Non è questa l'atletica italiana, questi comportamenti che pure sono frutto in qualche caso di negligenza e superficialità non c'entrano nulla con il doping", dice Alfio Giomi quasi commosso. Il giorno dopo la maxi-richiesta della procura antidoping che chiede 26 condanne a due anni di squalifica per altrettanti atleti per "eluso controllo", il presidente della Fidal prova a reagire insieme con l'avvocato Guido Valori, che "sarà messo a disposizione perché gli atleti ci hanno detto chiaramente di non lasciarli soli". Non si tratta di una "costituzione" della Fidal nei processi, che non sarebbe peraltro consentita dalle norme, ma di un'offerta di consulenza per orientarsi di fronte alle accuse. "Nessuno scontro di sistema, abbiamo totale fiducia nella giustizia, riteniamo però che sia stato fatto un errore", puntualizza il presidente di fronte alla domanda sul rischio di una sfida Fidal-sistema antidoping."Ma noi crediamo nell'antidoping, questa è la federazione che dopo due violazioni delle norme sulla reperibilità, non tre come dice il codice Wada, toglie qualsiasi sussidio all'atleta. Ed è già successo".
UN DRAMMA — Giomi aggiunge: "Mi porto dietro il dramma e la rabbia di molti atleti che tra ieri e oggi mi hanno detto 'noi smettiamo, chiudiamo qui'. Ma noi della Fidal siamo sereni, su questi atleti io ci metto la faccia. Io mi sento offeso per Fabrizio Donato. Dicono che ha eluso i controlli? Ma in 15 anni di carriera quando mai? Probabilmente a gennaio ci sarà il processo, noi continuiamo a programmare il nostro lavoro per i Giochi di Rio con tutti quegli atleti dentro, perché non ci sfiora nemmeno l'idea che possano essere condannati. Siamo in prima linea nella lotta al doping e lo siamo con i fatti. A 9 mesi dall'Olimpiade siamo finiti sul banco degli imputati e abbiamo il dovere di rispondere".
GIALLO DONATO — Fabrizio Donato racconta di essere "finito in un ciclone". Il triplista di bronzo non vuole esagerare ma precisa: "Ho il massimo del rispetto per la giustizia, ma pretendo rispetto. Sono dieci anni che non vado in vacanza, sono all'estero solo per le gare, faccio campo-casa casa-campo da una vita". Il suo caso è particolare perché il sul nome è stato spesso nel data base della Iaaf, una circostanza che non rende necessaria la compilazione del formulario italiano. "E' un punto strano questo, probabilmente in questo entrare e uscire da quella lista Iaaf c'è stata un po' di confusione".
NESSUN DOLO — L'avvocato Guido Valori insiste sulla premessa di Giomi: "Dobbiamo chiarire sempre che parliamo di comportamenti burocratici e amministrativi, che sono ben altra cosa rispetto al doping". Per Valori, "non potendo contestare l'articolo 2.4 sulla mancata reperibilita', ci si è spostati sul 2,3, l'elusione del controllo. Ma come si fa a utilizzarlo se non c'è dolo. Non esiste nessun elemento indiziario". Per la procura antidoping del Coni. infatti, la ripetitività dei ritardi, anche di settimane, per aggiornare le informazioni sulla reperibilita', sono da ritenersi alla stregua di un'elusione.
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Napolidomina - Dicembre 05, 2015, 09:54:20 am
FONTE CORRIERE

www.corriere.it/sport/15_dicembre_03/doping-atletica-non-affare-stato-ma-faciloneria-italiana-f813c8fa-9950-11e5-b97b-fc1ba153ceec.shtml


Doping nell'atletica: non affare
di Stato ma faciloneria all'italiana

Dopo i 26 deferimenti degli azzurri del track&field va elogiato il coraggio della Procura che usa il pugno di ferro senza nascondersi dietro a Rio 2016 per salvare grandi nomi

di Gaia Piccardi

Daniele Meucci (LaPresse/Badolato)

shadow

1

23

2

Non è doping conclamato. E neppure pare una pericolosissima associazione criminale organizzata, questa Italietta dell’atletica rinviata dalla Procura Antidoping del Coni al giudizio del Tribunale Nazionale Antidoping per una raffica di «elusi controlli» (art. 2.3 del Csa, il Codice sportivo antidoping) con richiesta di due anni di squalifica per 26 atleti del passato e del presente. Ma il maxi-processo che configura il più imponente e clamoroso «rinvio a giudizio sportivo» nella storia della nostra atletica (giudizi previsti non prima di febbraio) mette a serio repentaglio la spedizione per i Giochi di Rio 2016 (mancano 246 giorni: per i tempi dello sport, l’Olimpiade è dietro l’angolo) e configura l’anno zero della disciplina che Pietro Mennea e Sara Simeoni seppero farci amare e rispettare.

Da Schwazer agli «zero tituli» di Pechino 2015

Azzerato il salto triplo, azzoppato il mezzofondo e minato il fondo visto che anche l’uomo di punta per Rio, quel Daniele Meucci oro europeo in carica nella maratona, è finito nel tritacarne di un’inchiesta che parte da lontano (dalla positività all’epo, quella sì doping conclamato, del marciatore Alex Schwazer) e con la sua onda lunga travolge le macerie di Pechino 2015, il Mondiale degli zero tituli.

Doping: Howe, Meucci, Weissteiner e gli altri 23 atleti azzurri deferiti dalla procura

  

PrevNext

Fabrizio Donato

Non è doping di Stato: è cialtroneria

È un colpo poderoso all’immagine di un ambiente che non ha saputo rigenerarsi dopo l’estinzione dei meravigliosi dinosauri di Mosca ’80, perché se i fuoriclasse li manda il cielo i campioni si possono costruire con impegno, abnegazione (la stessa di cui parla il maestro dello sport Carlo Vittori, 84 anni, l’allenatore di Mennea che oggi stenta a riconoscersi nel mondo che a Formia, quando Formia era Formia, contribuì a plasmare) e gioia, mentre invece la nostra atletica oggi è doping (Schwazer), ombre, arsenico e vecchi sospetti. Nessuna medaglia. Non è il doping di Stato che ha tagliato fuori la Russia dal playground internazionale, macché (la nazionale di Putin è sospesa dalla Iaaf sine die, finché non si metterà in regola con le norme antidoping). Quella che emerge dalle pieghe di un’inchiesta poderosa, scattata a Bolzano e rimbalzata a Roma sul tavolo del Procuratore Maiello, è l’Italia dell’improvvisazione e delle cialtronerie, della faciloneria e del pressapochismo. Fax partiti e mai arrivati, forse nemmeno mai mandati, whereabouts (il formulario delle reperibilità) mai compilati o compilati parzialmente, mail non risposte, strizzatine d’occhio, pacche sulle spalle e volemose bene, tanto Dio vede e provvede e tutto finisce a tarallucci e vino.

Meglio un uovo oggi...

Questa volta no. Questa volta, forse osando sin troppo, l’antidoping ha usato il pugno pesante senza preoccuparsi di cosa troveremo dietro l’angolo e di un’Olimpiade tutta da inventare (mandiamo gli allievi? Nessuno? Chi scampa allo tsunami?). Meglio un uovo oggi che una gallina domani, insomma. Soprattutto se quella gallina è zoppa e spompata come quel che resta dell’atletica italiana

-----------------------------------------------------------------

LA GENTE CHE SCRIVE QUESTI ARTICOLI SI DEVE SOLO VERGOGNARE.

É talmente evidente che il sistema di fax per le dichiarazioni di reperibilità non funzionava affatto. Tra l'altro secondo il regolamento in caso di mancato invio della documentazione, la federazione deve inviare entrò 14 giorni un richiamo ufficiale che può diventare un'ammonizione. E questi si fanno vivi dopo 3 anni domandando dove fossero soprattutto.

Questi GIORNALAI che fanno questi articoli infamanti contro lo sport italiano quando non dicono esattamente tutte le verità devono fare una brutta fine. Che vergogna questi pseudo giornalai. VERGOGNA!

Tra l'altro se tutto dovesse finire con un nulla di fatto (come certamente sarà con la quasi totalità degli atleti) vorrei che questi infamanti si scusassero PUBBLICAMENTE.

É anche evidente che questo vecchio sistema di fax e lettere probabilmente non funzionava per coprire qualche sporco della federazione. Ma infamare 26 atleti con nomi pubblici mettendoli alla gogna senza dati ufficiali e pubblici é solo un modo per uscire dalla nullità e dalla repressione nei quali questi giornalai sono reclusi.

Non hanno nemmeno le palle di scrivere verità su argomenti seri, sulle guerre, sui sotterfugi politici... Siete solo, voi giornalai, un modo di VENDUTI.
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Dicembre 07, 2015, 20:57:52 pm
Armstrong: "Ci fosse l'equivalente dell'Epo lo userebbero tutti"

"Mi fa arrabbiare che la gente pensi che i miei successi siano dovuti solo al doping. Non è vero" ha detto Lance Armstrong in un'intervista al Times


Ho sempre pensato che Armstrong fosse un campione, ma delle corse di un giorno. Continuo a ritenere che invece, nei grandi giri, il suo successo fosse dovuto al doping; d'altro canto lui stesso ha ammesso di non essere ricorso solo all'epo ma anche a steroidi ed ormoni della crescita
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: IoAmo - Dicembre 07, 2015, 21:18:08 pm
e l'anti-antidoping? :mmm:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Dicembre 15, 2015, 20:01:44 pm
Atletica, i 26 azzurri deferiti al contrattacco con un pool di legali

Dopo la richiesta di 2 anni di squalifica da parte della Procura antidoping, per mancati adempimenti formali, gli azzurri si sono rivolti a 4 avvocati di chiara fama. Donato: "Non possiamo certo pagare noi per gli errori di qualcun altro"
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: #amanteroschifo - Giugno 22, 2016, 07:44:16 am
Alex Schwazer di nuovo positivo. Più o meno: il primo gennaio è stato sottoposto a un controllo, dopo il rientro vittorioso e trionfale quel campione è stato ricontrollato ed è risultato positivo (il 12 maggio).

Secondo quanto ricostruito, il controllo incriminato sarebbe stato fatto a sorpresa a Vipiteno per ordine della Iaaf e risalirebbe all'inverno (1° gennaio). Avrebbe riscontrato valori di steroidi 11 volte superiori al consentito. In un primo tempo la provetta non aveva destato sospetti, ma la Iaaf avrebbe ordinato un nuovo esame mirato il 12 maggio e lì sarebbero emersi i valori non in linea con le norme. Poi il silenzio fino alle indiscrezioni delle ultime ore. Dopo quella data, infatti, Schwazer era stato controllato altre 15 volte risultando sempre pulito. Nessuna anomalia, fino al riesame di quella provetta del 1° gennaio 2016 con la scoperta dei valori fuorilegge.

Si tratta di anabolizzanti, un po' suona strano perché non so a cosa possano servire degli anabolizzanti a un marciatore, ma a quanto pare è stato trovato positivo.
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Capitan Harlock - Giugno 22, 2016, 11:59:10 am
Stessa provetta negativa a gennaio e positiva a Maggio.......................certo che è strano!
Non vorrei che fosse un altro caso Pantani perchè magari a qualcuno delle alte sfere dava fastidio che Donati l'avesse rimesso in pista; certo è che il giovanotto era ed è inviso a parecchi nomi eccellenti ( Tamberi in primis)
Molto molto strano.........
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Chef Culapierto - Giugno 22, 2016, 12:06:47 pm
"Posso giurare che non ho fatto niente di proibito. Sono altoatesino, non sono napoletano". 
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Gran Seola - Giugno 22, 2016, 12:11:03 pm
"Posso giurare che non ho fatto niente di proibito. Sono altoatesino, non sono napoletano".
Alex da bolzano 88
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: el schiatty napoletano - Giugno 22, 2016, 12:40:25 pm
 Famocc


Inviato da una cripta. :schiatty:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: pokkio - Giugno 22, 2016, 13:58:28 pm
noto con dispiacere che lo ha veramente detto, quindi dico un bel: pigl o ncul
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: GIANPAOLO - Giugno 22, 2016, 14:15:51 pm
Questo ragazzo mi ha deluso in tutti i sensi :nono:

Come uomo è proprio una merda :sisi:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: linopas - Giugno 22, 2016, 14:21:48 pm
Si ma questi non stanno bene, oggi volevano fare i prelievi per l'antidoping nel Quirinale mentre Mattarella riceveva gli atleti per Rio e gli consegnava la bandiera. Ovviemante gli è stato vietato.
Mi sa che vogliono far parlare di loro a tutti i costi.

.... li facessero nel parlamento un po' di prelievi.
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Nick Fury - Giugno 22, 2016, 14:24:17 pm
Saluti da Napoli cara samenta di Bolzano
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: elPibe - Giugno 22, 2016, 14:25:21 pm
Schwazer rassicurava il medico: «Fidati di me, mica sono napoletano»

Sta bene munnezz, e lo sappiamo che non sei napoletano, sei un coglione che si e' fatto beccare 2 volte.
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Addavenibaffone - Giugno 22, 2016, 14:49:41 pm
Che coglione appunto se era  Napoletano non lo beccavano

È difficile migliorare questa squadra :A Delaurentis

Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Phoenixx - Giugno 22, 2016, 15:04:50 pm
Ben gli sta a questo figlio di zoccola. La prossima volta deve sciacquarsi la bocca prima di parlare di noi napoletani.
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Camiseta Azul - Giugno 22, 2016, 15:22:23 pm
Se ne torni nella merda austroungarica da dove proviene... sta merda umana.

Parlassero il loro tedesco di merda e lasciassero ITALIA e NAPOLI in pace.

STO ROTTOINCULO
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: TomDurrr - Giugno 22, 2016, 15:43:49 pm
Lo ringrazio per averci regalato la perla di quel video con interviste ai napoletani per strada.

"Alèx racc cocc cos e sord pur a nuj, Aleeeèx, M allanm e ktm"  :stralol:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: GIANPAOLO - Giugno 22, 2016, 15:46:50 pm
Su quell'affermazione si è anche scusato... ma evidentemente non lo ha fatto abbastanza :look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: 'Lucas - Giugno 22, 2016, 15:47:21 pm
Se ne torna a casa con i Kinder Pinguì nelle pacche
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Napolidomina - Giugno 22, 2016, 20:33:42 pm
Al di là dell'offesa.... la vicenda puzza parecchio e mi sembra strano che si sia dopato ora che era controllato praticamente in continuazione. Soprattutto la storia delle indicazioni per perdere le gare é qualcosa di aberrante.
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: GIANPAOLO - Giugno 22, 2016, 20:48:59 pm
Al di là dell'offesa.... la vicenda puzza parecchio e mi sembra strano che si sia dopato ora che era controllato praticamente in continuazione. Soprattutto la storia delle indicazioni per perdere le gare é qualcosa di aberrante.
Era scomodo. Al di là del fatto che è un omuncolo di merda, è comunque un campione nella sua disciplina e rischiava di vincere anche a Rio. E il CIO non può permetterglielo proprio ora che cerca di fare di tutto per ripulire il mondo dell'Atletica dal doping (che ci sarà sempre, ma all'esterno bisogna dare l'impressione che niente scappi ai controlli). A questo punto l'unico modo per metterlo definitivamente fuori era quello di farlo risultare di nuovo positivo.

La stronzata l'ha fatta quando si è dopato la prima volta. Avesse creduto di più nelle sue possibilità o nel CIO sarebbe stato leader indiscusso della disciplina e forse sarebbe diventato una leggenda.

Ma ha avuto paura che i Russi, dopandosi, gli potessero togliere facilmente quello che gli apparteneva. È stato invidioso del fatto che loro ottenevano il massimo col minimo sforzo. Gli allenamenti sono iniziati a pesargli perché frustrato da questi pensieri ed è caduto nella trappola.

Questo più la frase sui napoletani me lo ha fatto schifare a morte io che ero uno dei suoi primi tifosi :nono:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: #amanteroschifo - Giugno 23, 2016, 14:16:45 pm
L'articolo dà una spiegazione esauriente di quello che è successo e delle varie ipotesi:

http://www.corriere.it/sport/16_giugno_23/caso-schwazer-tecniche-raffinate-cosi-l-esame-negativo-diventa-positivo-9ffef318-38bc-11e6-af01-13e8abfd5afa.shtml

Per i tedeschi è il risultato esemplare dell’efficacia della più avanzata arma contro il doping: il passaporto steroideo, complementare a quello sanguigno per accerchiare i bari. In vigore dal 1° gennaio 2015 (quando Alex era fermo per squalifica) il passaporto di Schwazer è nato con il primo controllo a sorpresa fuori competizione, lo scorso dicembre a Roma. Per validarlo servivano dai tre ai sei test, di cui uno in competizione: quello della vittoria in Coppa del Mondo a Roma dello scorso 8 maggio. In ogni esame si valutavano parametri diretti e indiretti (testosterone assoluto, rapporto con epitestosterone) per costruire una «curva di normalità» sempre più raffinata. L’aggiunta del tassello dell’8 maggio ha messo fuori range il controllo dell’1 gennaio a Vipiteno: i test a sorpresa nei giorni festivi non sono rari, perché chi si dopa li considera strategici.] Per i tedeschi è il risultato esemplare dell’efficacia della più avanzata arma contro il doping: il passaporto steroideo, complementare a quello sanguigno per accerchiare i bari. In vigore dal 1° gennaio 2015 (quando Alex era fermo per squalifica) il passaporto di Schwazer è nato con il primo controllo a sorpresa fuori competizione, lo scorso dicembre a Roma. Per validarlo servivano dai tre ai sei test, di cui uno in competizione: quello della vittoria in Coppa del Mondo a Roma dello scorso 8 maggio. In ogni esame si valutavano parametri diretti e indiretti (testosterone assoluto, rapporto con epitestosterone) per costruire una «curva di normalità» sempre più raffinata. L’aggiunta del tassello dell’8 maggio ha messo fuori range il controllo dell’1 gennaio a Vipiteno: i test a sorpresa nei giorni festivi non sono rari, perché chi si dopa li considera strategici.

Tra l'altro sì, viene spiegato che gli steroidi, assunti continuativamente e in minime quantità, possono essere utili per aumentare la resistenza - e non solo per mettere i muscoli. Se non ho capito male, è un caso molto simile a quello di Lance Armstrong.
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Puck - Giugno 23, 2016, 15:04:15 pm
L'articolo dà una spiegazione esauriente di quello che è successo e delle varie ipotesi:

http://www.corriere.it/sport/16_giugno_23/caso-schwazer-tecniche-raffinate-cosi-l-esame-negativo-diventa-positivo-9ffef318-38bc-11e6-af01-13e8abfd5afa.shtml

Per i tedeschi è il risultato esemplare dell’efficacia della più avanzata arma contro il doping: il passaporto steroideo, complementare a quello sanguigno per accerchiare i bari. In vigore dal 1° gennaio 2015 (quando Alex era fermo per squalifica) il passaporto di Schwazer è nato con il primo controllo a sorpresa fuori competizione, lo scorso dicembre a Roma. Per validarlo servivano dai tre ai sei test, di cui uno in competizione: quello della vittoria in Coppa del Mondo a Roma dello scorso 8 maggio. In ogni esame si valutavano parametri diretti e indiretti (testosterone assoluto, rapporto con epitestosterone) per costruire una «curva di normalità» sempre più raffinata. L’aggiunta del tassello dell’8 maggio ha messo fuori range il controllo dell’1 gennaio a Vipiteno: i test a sorpresa nei giorni festivi non sono rari, perché chi si dopa li considera strategici.] Per i tedeschi è il risultato esemplare dell’efficacia della più avanzata arma contro il doping: il passaporto steroideo, complementare a quello sanguigno per accerchiare i bari. In vigore dal 1° gennaio 2015 (quando Alex era fermo per squalifica) il passaporto di Schwazer è nato con il primo controllo a sorpresa fuori competizione, lo scorso dicembre a Roma. Per validarlo servivano dai tre ai sei test, di cui uno in competizione: quello della vittoria in Coppa del Mondo a Roma dello scorso 8 maggio. In ogni esame si valutavano parametri diretti e indiretti (testosterone assoluto, rapporto con epitestosterone) per costruire una «curva di normalità» sempre più raffinata. L’aggiunta del tassello dell’8 maggio ha messo fuori range il controllo dell’1 gennaio a Vipiteno: i test a sorpresa nei giorni festivi non sono rari, perché chi si dopa li considera strategici.

Tra l'altro sì, viene spiegato che gli steroidi, assunti continuativamente e in minime quantità, possono essere utili per aumentare la resistenza - e non solo per mettere i muscoli. Se non ho capito male, è un caso molto simile a quello di Lance Armstrong.

:look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: #amanteroschifo - Giugno 23, 2016, 15:19:49 pm
:look:
:stralol:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: andreab1926 - Giugno 23, 2016, 22:29:42 pm
L'articolo dà una spiegazione esauriente di quello che è successo e delle varie ipotesi:

http://www.corriere.it/sport/16_giugno_23/caso-schwazer-tecniche-raffinate-cosi-l-esame-negativo-diventa-positivo-9ffef318-38bc-11e6-af01-13e8abfd5afa.shtml

Per i tedeschi è il risultato esemplare dell’efficacia della più avanzata arma contro il doping: il passaporto steroideo, complementare a quello sanguigno per accerchiare i bari. In vigore dal 1° gennaio 2015 (quando Alex era fermo per squalifica) il passaporto di Schwazer è nato con il primo controllo a sorpresa fuori competizione, lo scorso dicembre a Roma. Per validarlo servivano dai tre ai sei test, di cui uno in competizione: quello della vittoria in Coppa del Mondo a Roma dello scorso 8 maggio. In ogni esame si valutavano parametri diretti e indiretti (testosterone assoluto, rapporto con epitestosterone) per costruire una «curva di normalità» sempre più raffinata. L’aggiunta del tassello dell’8 maggio ha messo fuori range il controllo dell’1 gennaio a Vipiteno: i test a sorpresa nei giorni festivi non sono rari, perché chi si dopa li considera strategici.] Per i tedeschi è il risultato esemplare dell’efficacia della più avanzata arma contro il doping: il passaporto steroideo, complementare a quello sanguigno per accerchiare i bari. In vigore dal 1° gennaio 2015 (quando Alex era fermo per squalifica) il passaporto di Schwazer è nato con il primo controllo a sorpresa fuori competizione, lo scorso dicembre a Roma. Per validarlo servivano dai tre ai sei test, di cui uno in competizione: quello della vittoria in Coppa del Mondo a Roma dello scorso 8 maggio. In ogni esame si valutavano parametri diretti e indiretti (testosterone assoluto, rapporto con epitestosterone) per costruire una «curva di normalità» sempre più raffinata. L’aggiunta del tassello dell’8 maggio ha messo fuori range il controllo dell’1 gennaio a Vipiteno: i test a sorpresa nei giorni festivi non sono rari, perché chi si dopa li considera strategici.

Tra l'altro sì, viene spiegato che gli steroidi, assunti continuativamente e in minime quantità, possono essere utili per aumentare la resistenza - e non solo per mettere i muscoli. Se non ho capito male, è un caso molto simile a quello di Lance Armstrong.
Alex dai bari
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: #amanteroschifo - Luglio 08, 2016, 18:43:44 pm
Le controanalisi sono risultate positive, addio Schwazer.
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Napolidomina - Luglio 08, 2016, 20:17:44 pm
Le controanalisi sono risultate positive, addio Schwazer.
É una certezza?
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: NikGerace - Luglio 09, 2016, 12:07:34 pm
però io a volte la gente non la capisco .... se ti dopi sai bene che lo stai facendo, non è una cosa che ti trovi improvvisamente a tua insaputa. Che motivo hai di fare il buffone e chiamare in causa un popolo che manco ti conosce con il serio rischio di fare una figura di merda colossale qualora ti beccano?
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: TomDurrr - Luglio 09, 2016, 12:21:47 pm
Z perché si dopano tutti e pensi: ma proprio a me devono acchiappate
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: FranzAk - Luglio 13, 2016, 20:39:55 pm
è una lotamma... ma pure il più forte marciatore del mondo in circolazione... che porterebbe 2 medaglie d'oro all'italia nella 20 e nella 50km... togliendola ai CINESI allenati da dal fratello di damilano, presidente della marcia, uno che si è battuto per la squalifica di questo atleta... uno che fa parte del complotto che gli hanno organizzato contro. Stavolta è pulito, pantani 2.
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Orgrimm - Luglio 27, 2016, 11:44:13 am
Atletica e doping, quelle telefonate per fermare Schwazer. "Lasci vincere i cinesi"

Verso Rio 2016. Prima delle gare, pressioni sul marciatore poi sospeso. Sandro Donati registrò tutto: "Era un giudice vicino ai Damilano". La procura di Roma ha aperto un fascicolo


http://www.repubblica.it/sport/vari/2016/07/27/news/schwazer_donati-144881469/?ref=HREC1-8
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Arch Stanton - Settembre 14, 2016, 17:48:36 pm
Avete letto il casino che è venuto fuori dopo l attacco hacker russo ai server della wada?
In pratica tantissimi atleti americani potevano assumere  sostanze proibite perché coperti dall esenzione per scopi terapeutici.
In particolare per ora hanno fatto uscire che la biles (4 medaglie a rio) dal 2012, quando era appena quindicenne, era libera di prendersi 15 mg di anfetamine e altre sostanze psicostimolanti al giorno. Roba che secondo i medici nemmeno un narcolettico 70enne o un tossico :stralol:
Le Williams si pigliano stereodi e cortisonici come se non ci fosse un domani per curare imprecisate patologie.
Americani del cazzo, vai Putin. Voglio la testa di phelps, o schif :look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: #amanteroschifo - Settembre 14, 2016, 17:57:56 pm




Le Williams si pigliano stereodi e cortisonici come se non ci fosse un domani per curare imprecisate patologie.
Chi l'avrebbe mai detto vedendo. :look:
Titolo: Re: Doping ed antidoping
Inserito da: Habana - Settembre 14, 2016, 17:58:14 pm
ma no dagli americani non me l'aspettavo proprio...mica sono come cinesi e russi :asd:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: 10maggio1987 - Settembre 14, 2016, 17:58:36 pm
Avete letto il casino che è venuto fuori dopo l attacco hacker russo ai server della wada?
In pratica tantissimi atleti americani potevano assumere  sostanze proibite perché coperti dall esenzione per scopi terapeutici.
In particolare per ora hanno fatto uscire che la biles (4 medaglie a rio) dal 2012, quando era appena quindicenne, era libera di prendersi 15 mg di anfetamine e altre sostanze psicostimolanti al giorno. Roba che secondo i medici nemmeno un narcolettico 70enne o un tossico :stralol:
Le Williams si pigliano stereodi e cortisonici come se non ci fosse un domani per curare imprecisate patologie.
Americani del cazzo, vai Putin. Voglio la testa di phelps, o schif :look:
Ma infatti. Ci hanno voluto far credere per decenni che i cattivi stavano tutti da una parte e i buoni dall'altra. Tipo che solo il blocco comunista si dopasse. Poi viene fuori che per carl lewis avevano nascosto tutto. Delle vere merde ipocrite.
Andando ot. Portai la mia compagna a berlino est e andammo a vedere il museo della stasi. Lei resta senza parole per quei cattivoni che spiavano tutto il paese......poi viene fuori che la cia tiene sotto controllo i telefoni di mezzo mondo, merkel compresa, ma è tutto normale......
Ps. L'albergo lo scelsi io. Ex albergo inturist ad alexanderplatz. Quando ci andai sembrava ancora la ddr....mi scappo amche una lacrimuccia

Inviato dal mio HUAWEI NXT-L29 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: FranzAk - Settembre 14, 2016, 18:33:30 pm
questo degli USA... si che è DOPING di stato...

praticamente fanno bombardare di farmaci dopanti i loro atleti per anni... con la scusa di chissà quali patologie... e puff, questi depressi,  malati patologici da anni... diventano campioni mondiali e olimpici... wow :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: GIANPAOLO - Settembre 14, 2016, 23:10:48 pm
Avete letto il casino che è venuto fuori dopo l attacco hacker russo ai server della wada?
In pratica tantissimi atleti americani potevano assumere  sostanze proibite perché coperti dall esenzione per scopi terapeutici.
In particolare per ora hanno fatto uscire che la biles (4 medaglie a rio) dal 2012, quando era appena quindicenne, era libera di prendersi 15 mg di anfetamine e altre sostanze psicostimolanti al giorno. Roba che secondo i medici nemmeno un narcolettico 70enne o un tossico :stralol:
Le Williams si pigliano stereodi e cortisonici come se non ci fosse un domani per curare imprecisate patologie.
Americani del cazzo, vai Putin. Voglio la testa di phelps, o schif :look:

Lo fanno quasi tutte le federazioni, forse nessuna è pulita. Purtroppo lo sport è così :boh:

Chi crede che ci siano professionisti puliti allora è ingenuo :sisi:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Puck - Settembre 14, 2016, 23:38:56 pm
Lo fanno quasi tutte le federazioni, forse nessuna è pulita. Purtroppo lo sport è così :boh:

Chi crede che ci siano professionisti puliti allora è ingenuo :sisi:

Lo sappiamo, però ci sono stati appena stati dei Giochi Olimpici in cui una nazione sola ha pagato per tutti per motivi extrasportivi e tutti zitti :look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: GIANPAOLO - Settembre 15, 2016, 01:02:29 am
Lo sappiamo, però ci sono stati appena stati dei Giochi Olimpici in cui una nazione sola ha pagato per tutti per motivi extrasportivi e tutti zitti :look:
Noi utenti qui sul forum non mi pare siamo stati zitti. Nelle federazioni figurati se c'è chi ha il coraggio di parlare. Poi si finisce come il preparatore medico che seguiva Schwarzer che si dopava con i kinder fetta a latte :look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Arch Stanton - Settembre 15, 2016, 08:51:02 am
Lo fanno quasi tutte le federazioni, forse nessuna è pulita. Purtroppo lo sport è così :boh:

Chi crede che ci siano professionisti puliti allora è ingenuo :sisi:
Intanto una cosa è avere il sospetto un'altra la certezza che un 'atleta ha assunto sostanze illegali, quindi ben vengano queste fughe di documenti riservati.
Poi non sono d'accordo sul 'lo fanno tutti'. Oggi non c'è il problema tecnologico del non riuscire a evidenziare sostanze dopanti, o almeno non sembra essere quello il nocciolo della questione, ma sono le coperture politiche a fare la differenza. Quindi si renda la wada un organismo indipendente e serio e si smetta con questa stronzata delle esenzioni.
Per dare un segnale si dovrebbe cominciare a togliere tutte le medaglie e i piazzamenti a gente con esenzioni, a costo di arrivare al dodicesimo in classifica sconosciuto finlandese. Se la cartella di quello risulta pulito non vedo perché dovrei sospettare di lui.
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Sonny Boy - Settembre 15, 2016, 09:25:38 am
http://www.fondazioneveronesi.it/i-blog-della-fondazione/il-blog-di-silvia-camporese/doping-genetico-alle-olimpiadi-di-sochi-ecco-la-verita
il doping è sempre un passo
avanti all'antidoping :look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: GIANPAOLO - Settembre 15, 2016, 11:01:02 am
Intanto una cosa è avere il sospetto un'altra la certezza che un 'atleta ha assunto sostanze illegali, quindi ben vengano queste fughe di documenti riservati.
Poi non sono d'accordo sul 'lo fanno tutti'. Oggi non c'è il problema tecnologico del non riuscire a evidenziare sostanze dopanti, o almeno non sembra essere quello il nocciolo della questione, ma sono le coperture politiche a fare la differenza. Quindi si renda la wada un organismo indipendente e serio e si smetta con questa stronzata delle esenzioni.
Per dare un segnale si dovrebbe cominciare a togliere tutte le medaglie e i piazzamenti a gente con esenzioni, a costo di arrivare al dodicesimo in classifica sconosciuto finlandese. Se la cartella di quello risulta pulito non vedo perché dovrei sospettare di lui.
Ma è un cane che cerca di mordersi la coda. Chi fa antidoping è poi chi permette il doping. Le stesse federazioni che regolano la propria disciplina incentivano il doping.

Lo sport è spettacolo e lo spettacolo ha bisogno dei campioni per andare avanti. Basta vedere cosa è successo per la mezza farsa inscenata nel ciclismo, uno dei pochi sport con relazioni tra doping e morte dell'atleta. Per dimostrare all'opinione pubblica che la federazione voleva far sul serio alla lotta al doping ha iniziato a puntare il dito sui campioni. Risultato? Tanta gente, giustamente, schifata e disamore per questo sport :boh:

A quel punto si è iniziato a fare marcia indietro tollerando e proteggendo Armstrong, colpendo corridori in pensione e continuando a dare sanzioni ridicole su chi usa EPO, continauando a tollerare valori da ricovero, e squalifiche a simpatia (chi 6 mesi, chi 1 anno, 2 anni, 4 anni, radiazione) :boh:

Per non parlare poi di sport che sembrano immuni o di cui si parla pochissimo (tutti quelli di squadra, il tennis, sci, etc.).

Sono le federazioni nazionali che da una parte ostentano la volontà di combattere il doping (quello degli altri) e dall'altra, per competere con le concorrenti, lo incentivano :boh:

Jettan 'a pret e nascunnen a manell :shhlook:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Agosto 27, 2019, 20:30:53 pm
Di Martino, ecco il bronzo mondiale del 2009

A Doha, dopo dieci anni, la saltatrice azzurra sarà premiata per il terzo posto nell’alto della rassegna iridata di Berlino, in seguito alla squalifica della russa Chicherova
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: SPicciFoggia - Agosto 28, 2019, 11:55:07 am
Di Martino, ecco il bronzo mondiale del 2009

A Doha, dopo dieci anni, la saltatrice azzurra sarà premiata per il terzo posto nell’alto della rassegna iridata di Berlino, in seguito alla squalifica della russa Chicherova
... Ma già fu bronzo nel 2009 col 2 metri tondo tondo. .

<<Quando un giornalista lo definisco "giornalaio", non intendo in alcun modo offendere la categoria dei venditori di giornali; anche perché se li volessi offendere, li chiamerei giornalisti...>>

Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Agosto 28, 2019, 12:45:24 pm
... Ma già fu bronzo nel 2009 col 2 metri tondo tondo. .

<<Quando un giornalista lo definisco "giornalaio", non intendo in alcun modo offendere la categoria dei venditori di giornali; anche perché se li volessi offendere, li chiamerei giornalisti...>>
No, al mondiale arrivò quarta. Con le squalifiche ex post dei russi, ecco arrivare nuovi medagliati. Nel nostro caso la squalifica è della Chicherova, classificata seconda. Quindi la terza scala in seconda posizione e lascia il terzo alla nostra De Martino
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: #amanteroschifo - Agosto 28, 2019, 12:54:05 pm
Ma so dieci anni fa, ma perché non lasciarle non assegnate ste benedette medaglie. :asd:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Agosto 28, 2019, 13:33:27 pm
Ma so dieci anni fa, ma perché non lasciarle non assegnate ste benedette medaglie. :asd:
Infatti sarebbe la cosa più giusta da fare ....
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: SPicciFoggia - Agosto 28, 2019, 17:08:20 pm
Ahhhhh

Ho confuso il 2009 (Berlino) col 2011 (Daegu)

Tutt'appost allora...

<<Quando un giornalista lo definisco "giornalaio", non intendo in alcun modo offendere la categoria dei venditori di giornali; anche perché se li volessi offendere, li chiamerei giornalisti...>>

Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Settembre 19, 2019, 22:00:17 pm
A Grenot il bronzo europeo di Barcellona 2010

Dopo nove anni è stato assegnato all'azzurra il terzo posto nei 400 metri: fu quarta, guadagna una posizione per la squalifica della russa Firova

 :look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Puck - Settembre 19, 2019, 23:45:12 pm
Dopo 9 anni, chesse firova e ffà :look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: andreab1926 - Settembre 19, 2019, 23:56:00 pm
Dopo 9 anni, chesse firova e ffà :look:
Loooooooooooooooooook

Inviato dal mio ANE-LX1 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Common - Settembre 20, 2019, 13:58:24 pm
Ma so dieci anni fa, ma perché non lasciarle non assegnate ste benedette medaglie. :asd:

forse perché un minuscolo contentino quelle o quelli battuti da degli imbroglioni lo meriterebbero, perché si pensa al dopato solo in quanto vincitore di una gara etc etc

invece si dovrebbe pensare a quelli che sono stati derubati di vittorie, trofei, sponsor, carriera migliore e che hanno visto spesso vanificate le loro fatiche per arrivare in vetta.

Per questo in tanti, ad esempio, si son incaSSati quando in tanti tornei (escluso il Roland Garros) alla Sharapova appena rientrata dalla squalifica, sono stati stesi i tappeti per il bentornata con tanto di Wild Card per il tabellone principale; si è pensato solo al personaggio, alla notorietà, invece che al furto che ha commesso ogni volta che ha battuto qualcuna in modo non genuino
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Ottobre 17, 2019, 14:11:53 pm
Caso Schwazer, ecco perché l'ipotesi "manipolazione" è credibile

Nell’ordinanza con cui il gip dispone un nuovo supplemento di indagine, le conclusioni sono ancora “interlocutorie”, ma c’è un quadro indiziario che rende credibile la pista dolosa.
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: #amanteroschifo - Febbraio 19, 2021, 09:47:55 am
Alla fine gli menammo un cumulo di merda addosso, ma in tribunale su Schwazer ha prevalso la linea dell'innocenza: per il tribunale di Bolzano le provette sono state manipolate.

“WADA e IAAF hanno operato in maniera totalmente autoreferenziale non tollerando controlli dall’esterno fino al punto di produrre dichiarazioni false”. E ancora il giudice: “È quindi provato che la manipolazione delle provette, che lo scrivente ritiene provata con altro grado di probabilità razionale, avrebbe potuto avvenire in qualsiasi momento a Stoccarda come a Colonia (nel locale degli uffici dell’agenzia incaricata del prelievo o nel laboratorio del controllo, ndr), ove si è dimostrato esservi provette non sigillate, dunque agevolmente utilizzabili alla bisogna”

Alla fine aveva ragione, è altoaltesino, mica napoletano. :look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Cranyo - Febbraio 19, 2021, 10:09:03 am
Povero cristo



Cmq ora si riaprendo la pista pantani

:cranyorschach:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Kane Connor - Febbraio 19, 2021, 16:42:17 pm
Alla fine gli menammo un cumulo di merda addosso, ma in tribunale su Schwazer ha prevalso la linea dell'innocenza: per il tribunale di Bolzano le provette sono state manipolate.

“WADA e IAAF hanno operato in maniera totalmente autoreferenziale non tollerando controlli dall’esterno fino al punto di produrre dichiarazioni false”. E ancora il giudice: “È quindi provato che la manipolazione delle provette, che lo scrivente ritiene provata con altro grado di probabilità razionale, avrebbe potuto avvenire in qualsiasi momento a Stoccarda come a Colonia (nel locale degli uffici dell’agenzia incaricata del prelievo o nel laboratorio del controllo, ndr), ove si è dimostrato esservi provette non sigillate, dunque agevolmente utilizzabili alla bisogna”

Alla fine aveva ragione, è altoaltesino, mica napoletano. :look:

Calmo calmo, che sta sentenza farà la fine di quella di Sandulli col Napoli.
https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/2021/02/19/schwazer-wada-inorriditi-da-sentenza-noi-diffamati-_ed274274-300e-4437-aed8-3363b14bb70d.html

E comunque "mica sono napoletano" lo disse nel 2012, quando lo beccarono la prima volta.
Sta sacchetta di merda, che tale resta a prescindere dagli eventi del 2016, deve ancora dimostrare di non essere ricaduto.
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Febbraio 19, 2021, 21:27:07 pm
Calmo calmo, che sta sentenza farà la fine di quella di Sandulli col Napoli.
https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/2021/02/19/schwazer-wada-inorriditi-da-sentenza-noi-diffamati-_ed274274-300e-4437-aed8-3363b14bb70d.html

E comunque "mica sono napoletano" lo disse nel 2012, quando lo beccarono la prima volta.
Sta sacchetta di merda, che tale resta a prescindere dagli eventi del 2016, deve ancora dimostrare di non essere ricaduto.
a
Aldilà del caso specifico alla WADA hanno poco da fare le verginelle visto le "porcate" che hanno consentito negli anni, soprattutto in favore degli atleti statunitensi
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Arch Stanton - Febbraio 19, 2021, 21:51:32 pm
E come siete suscettibili :look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Napolidomina - Febbraio 19, 2021, 21:54:54 pm
Senza considerare gli insulti (ingenui) ai napoletani, credo che sia veramente innocente. La storia è piuttosto grottesca e mi sembra strano che nessuno del Coni si sia schierato per prenderne le difese.

Per me in ogni caso al primo caso di doping bisognerebbe dare la squalifica a vita. Così non ci sono più scuse, e forse si avrà un mondo più pulito.

Considerando le regole attuali si può ricominciare dopo una prima squalifica, per questo penso che debba essere autorizzato a ritornare.

Questa storia è legata pure a Donati, personaggio scomodo a molti. Mi dispiace per sto ragazzo, ha pagato. Forse troppo anche per il fatto di aver parlato degli altri casi sospetti.

Aggiungiungo che il primo a scusarsi dovrebbe essere il mezza barba che ha sparato merda senza sapere nulla.
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Abi - Febbraio 20, 2021, 13:29:31 pm
Non ero a conoscenza di questa cosa del "mica sono napoletano"

Mi faceva piacere che lo avessero assolto ma... adesso... addà murì :look:

FORZA ANTIDOPING, SQUALIFICA A VITA! :pugno:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Febbraio 21, 2021, 15:48:52 pm
Non ero a conoscenza di questa cosa del "mica sono napoletano"

Mi faceva piacere che lo avessero assolto ma... adesso... addà murì :look:

FORZA ANTIDOPING, SQUALIFICA A VITA! :pugno:
Lo ha detto nel 2012
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: xeranto - Febbraio 21, 2021, 15:52:40 pm
Non ero a conoscenza di questa cosa del "mica sono napoletano"

Mi faceva piacere che lo avessero assolto ma... adesso... addà murì :look:

FORZA ANTIDOPING, SQUALIFICA A VITA! :pugno:
ho scoperto che l’avvocato è grassani :look:
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: demian88 - Febbraio 21, 2021, 16:21:23 pm
Senza considerare gli insulti (ingenui) ai napoletani, credo che sia veramente innocente. La storia è piuttosto grottesca e mi sembra strano che nessuno del Coni si sia schierato per prenderne le difese.

Per me in ogni caso al primo caso di doping bisognerebbe dare la squalifica a vita. Così non ci sono più scuse, e forse si avrà un mondo più pulito.

Considerando le regole attuali si può ricominciare dopo una prima squalifica, per questo penso che debba essere autorizzato a ritornare.

Questa storia è legata pure a Donati, personaggio scomodo a molti. Mi dispiace per sto ragazzo, ha pagato. Forse troppo anche per il fatto di aver parlato degli altri casi sospetti.

Aggiungiungo che il primo a scusarsi dovrebbe essere il mezza barba che ha sparato merda senza sapere nulla.
Lui si ruppe poco prima delle Olimpiadi... una sorta di punizione divina
Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: SPicciFoggia - Febbraio 21, 2021, 17:15:47 pm
ho scoperto che l’avvocato è grassani :look:
Hahwhhahwhhwhhwhahahahwaa

<Meglio di Mughini il culo della Lamborghini; meglio di Cruciani le zizze della Cipriani; meglio di Parenzo la fessa della De Rienzo... > #PE2Z8

Titolo: Re:Doping ed antidoping
Inserito da: Gran Seola - Febbraio 22, 2021, 21:04:29 pm
certo che è innocente.. chi mai userebbe doing per fare uno sport che consiste nel farsi una camminata veloce comm e viecchj che si devono far scendere la glicemia?  :look: